[RICORRENZE] Il sentiero alpino compie tre anni

Celebriamo insieme i tre anni della “biografia della carriera” di Lucy Maud Montgomery

Salve di nuovo a tutti voi!

Copertina de "Il Sentiero Alpino"Ritorno tra voi sul finire di giornata per celebrare con voi un compleanno specialissimo. Compie infatti tre anni proprio oggi la mia traduzione, griffata flower-ed, de “Il Sentiero alpino. La storia della mia carriera” di Lucy Maud Montgomery.  Si tratta di un volume che ha un valore inestimabile per me in quanto è la seconda traduzione da me fatta per la casa editrice nativa digitale romana splendidamente diretta da Michela Alessandroni.

Un volume grazie al quale ci immergiamo nella vita di una delle Grandi Narratrici di tutti i tempi, la “mamma”, per limitarci ai primi due titoli che mi vengono in mente, di “Anne of Green Gables” e “La ragazza delle storie“, quest’ultimo a sua volta edito da flower-ed e a sua volta tradotto da me.

Ora passo a presentarvi quella che è la sinossi del libro:

Copertina de "Il Sentiero Alpino"

Nel 1917 Lucy Maud Montgomery era una scrittrice di successo: aveva pubblicato “”Anne of Green Gables”” da circa dieci anni e nel frattempo aveva scritto molti altri libri, tra i quali “”The Story Girl””. In quell’anno l’editore della rivista Everywoman’s World le chiese di scrivere la storia del suo percorso letterario e il risultato fu la pubblicazione in sei puntate di questa autobiografia. “”Il sentiero alpino. La storia della mia carriera”” è la più completa fonte di informazione per quanto riguarda l’infanzia e i primi cimenti di questa grande scrittrice canadese. Oltre a descrivere il proprio apprendistato letterario, Lucy Maud Montgomery racconta le proprie vicende personali, dall’infanzia nell’Isola del Principe Edoardo al viaggio di nozze in Gran Bretagna. Il sentiero alpino percorso dalla scrittrice è stato duro e costellato di rifiuti da parte degli editori, eppure ella non ha mai smesso di credere nel proprio talento. Questa rappresenta la prima traduzione in italiano dell’opera.

Che altro dire se non invitarvi, se vi va, a festeggiare con me questo lietissimo giorno!

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che, una volta ancora, avete voluto dedicarmi e arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte, data l’ora oramai e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Copertina de "Il Sentiero Alpino"

Tempo di (magnifici) bilanci

Se ne va in archivio un altro anno ricchissimo di soddisfazioni

Salve a tutti!Collage lavori 2019

 

Ebbene sì! Come vedete non ho resistito e rieccomi qua anche in quest’ultima coda d’anno. Sono qui perché come d’usanza l’ultimo giorno dell’anno è il giorno riservato ai bilanci.

Anche quest’anno il mio bilancio si chiude, nettamente, in attivo. Anche questo 2019 è stato un anno ricco, ricchissimo, di soddisfazioni; di soddisfazioni e di lavoro, ultimato, in corso e in programma.

I lavori ultimati sono stati, in ordine di tempo, prima “Quality Street“, un’opera teatrale  di James Matthew Barrie, che vi consentirà di scoprire un lato sconosciuto, quantomeno per me lo era, del “papà” di Peter Pan e dei suoi bimbi sperduti. Quindi è toccato a “Rose Leblanc” un romanzo meraviglioso e del quale vi straconsiglio la lettura, scritto da Lady Georgiana Fullerton.

Il mio anno di lavoro per flower-ed non si è mica interrotto con la pubblicazione di “Rose Leblanc“, sapete?! E ci mancherebbe pure altro. Noooo! Ho una nuova traduzione (topppp secret per ora!) e in più ho un progetto che intendo iniziare (almeno!) e forse anche portare a pubblicazione in questo 2020. Si tratta di un qualcosa che mi era stato chiesto già per l’anno che sta per chiudersi ma che, per una cosa e per un’altra, è rimasto pressoché in incubazione. Di cosa si tratta? Vi do un indizio. Avete visto, quelli tra di voi che seguono la mia pagina di traduttore su Facebook, la foto del mio angolo di letture professionali? Sì? E non avete notato un volume un po’ particolare e che potrebbe essere rivelatore del progetto cui sto accennando?

Non voglio però svelarvi nulla di più a tal proposito.

Voglio ringraziare, come sempre, la flower-ed, una casa editrice meravigliosa e con un catalogo ricco di pubblicazioni davvero per tutti i gusti e la sua direttrice Michela Alessandroni per avermi accordato e per continuare ad accordarmi la loro fiducia. Voglio anche ringraziare quanti il frutto del mio lavoro apprezzano e criticano costruttivamente perché è proprio questo che aiuta il mio lavoro a crescere e a migliorare. Grazie di cuore anche a tutti i nuovi amici che ho conosciuto e con i quali sono entrato in contatto in questo 2019; grazie per l’amicizia che mi donate!

Ed ora concludo ringraziando tutte e tutti voi per l’attenzione e la pazienza che anche in questa sera di festeggiamenti e di discorsi ben più importanti di questo mio avete deciso di accordarmi e voglio darvi l’arrivederci, se vi andrà, al prossimo anno!

Buona serata, buona lettura e, stavolta sì davvero, tanti auguri di un Felice e Prospero 2020!

Grazie infinite per tutto!

Con simpatia! 🙂

Collage lavori 2019

 

Zibaldone di pensieri sul Canto di Natale

Salve a tutti!

800.jpg

Rieccomi con una nuova riproposta. Stavolta si tratta di un articolo che contiene pensieri e sensazioni. I miei pensieri e le mie sensazioni ogni volta che mi ritrovo di fronte il frutto del mio lavoro di traduzione per conto della casa editrice flower-ed di Canto di Natale” di Charles Dickens.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che mi avete nuovamente voluto concedere e arrivederci alla prossima occasione e grazie infinite anche e soprattutto a Michela Alessandroni, per la squisita accoglienza che sempre riserva ai miei articoli!

Buona serata, buona lettura e, nel caso non avessimo occasione di risentirci domani, tanti auguri di un Felice e prospero Anno Nuovo!

Con simpatia! 😊

Innanzitutto devo non una ma mille scuse a Giacomo Leopardi per aver plagiato spudoratamente il titolo di una sua opera per questo mio articolo. Assolto questo mio dovere passiamo all’articolo vero e proprio.

Questo avrebbe dovuto essere, così era almeno nelle mie intenzioni iniziali, un articolo di riflessione su Scrooge e sul motivo per il quale lui e il romanzo del quale è protagonista, Canto di Natale di Charles Dickens appunto, riscuotono un successo che è andato via via facendosi sempre più gigantesco nel corso degli anni, il cui conto è giunto, lo scorso 19 dicembre, a quota centosettantasei.

In questo articolo mi prefiggevo anche di approfondire come la figura di Scrooge altro non sia se non la rappresentazione non di un concetto astratto bensì della nostra parte oscura; il lato oscuro, meschino e gretto che ognuno di noi porta dentro di sé e che viene tenuto, a volta faticosamente…

View original post 392 altre parole

In difesa di Scrooge

Ripropongo anche qui tra queste pagine un mio articolo in difesa di Ebenezer Scrooge da poco pubblicato, in occasione del 176° anniversario della pubblicazione di “A Christmas Carol” e del 1° anniversario della pubblicazione della mia traduzione, sul blog della casa editrice flower-ed.

Grazie infinite per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! ☺️

800.jpg

Questo è un articolo basato su alcune mie suggestioni e che avrà come protagonista Ebenezer Scrooge, il personaggio principale di “Canto di Natale” di Charles Dickens. Confesso che ho sempre nutrito una certa simpatia per questo personaggio. Lo so. A leggere questa mia affermazione vi chiederete se non stia dando i numeri e, anzi, a molti di voi già solo il leggere il nome di Scrooge saranno venuti i sudori freddi.

Diciamocelo, il vecchio Scrooge non è certo famoso per essere un personaggio positivo, né è il tipico esempio di brava persona. Anzi, da molti è considerato, almeno nella sua “versione iniziale”, poco meno del famigerato “uomo nero”.

Io però, come ho detto poco fa, ho sempre provato una certa simpatia per lui e voglio, qui, spezzare una lancia in favore di questo personaggio tanto malvisto.

È chiaro, fin dalla descrizione che ne fa Dickens, che tipo di…

View original post 764 altre parole

[ANTICIPAZIONI]Di incontri, storie e visioni

I libri e gli incontri del maggio di casa flower-ed

Salve a tutti!

Stasera è con grande piacere che vi comunico quelle che saranno le novità di questo mese di maggio per quanto riguarda la flower-ed, la casa editrice nativa digitale diretta dalla straordinaria Michela Alessandroni. L’emozione è ancor maggiore perché una delle novità di questo mese mi riguarda. Ma questo lo scoprirete leggendo le anticipazioni, perciò io smetto di parlare e cedo la parola al comunicato ufficiale di casa flower-ed:

Di incontri, storie e visioni

Questo mese di maggio si prospetta ricco novità, cari lettori! Ci saranno passeggiate e incontri letterari, nuovi libri preziosi e tante promozioni sugli ebook. La letteratura è davvero una fonte inesauribile di creatività, grazie alla quale ogni segno di stanchezza svanisce magicamente, restituendoci, al suo posto, nuova energia e vitalità. Questi primi mesi del 2018 sono stati piuttosto complicati dal punto di vista personale, ma nonostante ciò siamo riusciti a pubblicare ben quattro meraviglie, oltre alle due in arrivo, a incontrare i lettori online e a organizzare le passeggiate letterarie. Nei prossimi mesi avremo sicuramente uno slancio maggiore, con tanti libri in lavorazione (e una nuova collana) che aspettano di essere pubblicati e raggiungere le vostre case.

Passeggiata letteraria


Come vi avevo anticipato nella scorsa newsletter, la prossima passeggiata letteraria si terrà sabato 12 maggio. Andremo a visitare la Casa Museo di Mario Praz, uno splendido gioiello nel cuore di Roma, posto appena dietro Piazza Navona. Saremo accolti e accompagnati fra le stanze dell’appartamento e avremo la possibilità di ammirare i libri, le opere d’arte e gli oggetti da collezione di questo poliedrico saggista, anglista, traduttore. Per informazioni: info@flower-ed.it

Incontro con Federica Galetto


Il sabato successivo, il 19 maggio, riprenderanno le conversazioni letterarie online. Dalle 16 alle 18 presenteremo Anouk, lo splendido romanzo di Federica Galetto: fra brume e scogliere perigliose, paesaggi incantati, ricordi e amori struggenti, la sua storia ci parla di vita, amore, morte e della terra di mezzo che fra questi regna. Come di consueto, la presentazione avverrà su Facebook, in modo tale da consentire a tutti di partecipare, porre domande alla nostra autrice e condividere riflessioni.
Federica Galetto, Anouk, coll. Il Vaso di Pandora, vol. 10, flower-ed 2017. Ebook.

La Ragazza delle storie


Tra i lettori più attenti era già trapelata la notizia dell’uscita del romanzo La ragazza delle storie di Lucy Maud Montgomery. Ora la pubblicazione è davvero imminente! Grazie al lavoro eccellente svolto dal nostro Riccardo Mainetti, finalmente i lettori italiani potranno assaporare pagina dopo pagina le avventure di un giovane gruppo di cugini e amici e gli affascinanti racconti dell’abile e irresistibile narratrice Sara Stanley. La ragazza delle storie, come rivelato nell’autobiografia Il sentiero alpino. La storia della mia carriera che abbiamo pubblicato nel marzo 2017, era il romanzo preferito dalla stessa Lucy Maud Montgomery.
Lucy Maud Montgomery, La Ragazza delle storie, traduzione di Riccardo Mainetti, coll. Five Yards, vol 7, flower-ed 2018. Ebook e cartaceo. In uscita il 21 maggio.

Vissi con le mie visioni


Il secondo libro in uscita a maggio vede il ritorno della nostra Carmela Giustiniani che, dopo averci fatto conoscere meglio Elizabeth von Arnim e Frances Hodgson Burnett, con la sua prosa fresca e coinvolgente ci porta questa volta nel mondo della poetessa inglese Elizabeth Barrett Browning (1806-1861). Il testo è corredato di splendide immagini che la famiglia di Elizabeth, con nostra grande emozione, ci ha gentilmente concesso di inserire nel libro.
Carmela Giustiniani, Vissi con le mie visioni. Vita di Elizabeth Barrett Browningcoll. Windy Moors, vol. 18, flower-ed 2018. Ebook e cartaceo. In uscita il 28 maggio.

Ebook in promozione

Sul sito della casa editrice potete trovare tutte le offerte speciali del momento. Questo mese, in collaborazione con IBS, ci sono tanti saggi in super sconto. Le stesse promozioni sono attive anche su Amazon. Da non perdere!

Spero di incontrarvi ai nostri eventi letterari, fra le pagine dei nostri libri e dei social.
Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!
Buona serata e, come sempre, Buona lettura!
Con simpatia! 🙂

 

Traduzione Vincente

Presentazione di un team di traduttori su cui contare

Salve a tutti!

In questa serata di lunedì torno tra voi per presentarvi un team di traduttori davvero preparati, seri e competenti che si sono riuniti sotto la denominazione sociale di Traduzione Vincente.

12968612_117928728609792_664626657_n12966021_117927098609955_1140235822_nTraduzione Vincente è stato fondato da Cecilia Negri e Ilaria Battaglia e il loro motto è “Aiutiamo le tue idee a superare i confini”.

Comunque per presentarvi al meglio questo straordinario team riporto qui di seguito la presentazione che mi è stata inviata direttamente dalle due co-fondatrici di Traduzione Vincente:

Traduzione Vincente nasce dal desiderio di aiutare gli scrittori italiani (in particolare i self-published) a realizzare il proprio desiderio di superare i confini italiani, allargando il proprio pubblico a livello globale.

Spesso chi vuole tradurre il proprio libro in inglese per affermarsi anche all’estero si trova costretto a confrontarsi con le difficoltà de mercato delle agenzie di traduzioni; preventivi troppo alti, nessun contatto personale con il traduttore, tempi di consegna infiniti. E quando ciò non avviene, spesso la qualità delle traduzioni ottenute è decisamente scarsa e non professionale.

Traduzione Vincente è la risposta a queste difficoltà; non siamo un’agenzia ma un GRUPPO DI TRADUTTORI FREELANCER provenienti da 3 diversi continenti (Europa, Americhe e Australia) specializzati in traduzioni letterarie.

Non assumiamo traduttori esterni che non conosciamo, non aggiungiamo costi di agenzia al preventivo.

Tutte le traduzioni vengono gestite da DUE PROFESSIONISTI: un traduttore e un revisore MADRELINGUA INGLESE. Questo garantisce la perfetta localizzazione dell’opera in lingua inglese.

Abbiamo già consegnato con successo diversi romanzi e racconti (visibili qui ), e i nostri clienti continuano a chiederci la traduzione dei propri capolavori.

Traduzione Vincente nasce semplicemente da un sogno: rendere gli scrittori italiani internazionali.

Per info & preventivi scrivere a info@traduzionevincente.com

www.traduzionevincente.com

Quindi se siete alla ricerca di un team di traduttori competenti, seri e preparati Traduzione Vincente è la soluzione ideale per voi!

Grazie di cuore per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Lo studio circolare

Salve a tutti!

Stamattina, nella posta, ho trovato un’email insolita, lo ammetto ancora non sono abituato a considerare di normale amministrazione le proposte di lettura e simili nonostante la mia passione per le recensioni librarie si stia risapendo sempre di più e molto interessante.

La RUM Corp.(se) Localisation Pro ha avviato un progetto di grandissimo valore culturale, un progetto che, specie per un amante del “Giallo d’autore” quale sono io, è addirittura irresistibile. La RUM Corp.(se) Localisation Pro ha infatti provveduto a tradurre, nella persona specifica della brava Marialuisa Ruggiero, dottoressa magistrale in Letterature e Culture Comparate presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, “Lo studio circolare“, romanzo, finora inedito in Italia scritto da Anna Katharine Green, nel quale compare per l’ultima volta, la figura che ha fatto, diciamo così, da “madre putativa“, alla Miss Jane Marple creata da Agatha Christie, ovvero Miss Amelia Butterworth. A questo romanzo seguiranno, in una sorta di percorso a ritroso, poi le traduzioni dei primi due romanzi con protagonista Miss Amelia Butterworth, ovvero “Lost Man’s Lane“, seconda avventura di Miss Butterworth uscita nel 1898 e si concluderà con “The Affair Next Door“, avventura che ha visto l’esordio di Miss Butterworth ed uscita originariamente nel 1897. Questa operazione altamente meritoria permetterà al grande pubblico, in special modo a quello degli amanti del Giallo con la “G” maiuscola, di un’autrice da noi ancora misconosciuta, fatte salve due lodevoli eccezioni quali quelle delle pubblicazioni de “Il mistero delle due cugine“, ad opera della Mondadori nell’ormai lontanissimo 1929 e del più recente, visto che la pubblicazione italiana, ad opera della Newton Compton, risale al 1993 “Due iniziali soltanto“. Un’autrice che, nonostante come più volte detto in questo articolo da noi sia quasi sconosciuta è stata citata da due Mostri Sacri della Letteratura Gialla quali Sir Arthur Conan Doyle e la “Dama del Giallo” Agatha Christie.

I miei più sentiti e sinceri complimenti alla RUM Corp.(se) Localisation Pro per lo sforzo profuso allo scopo di colmare una imperdonabile lacuna che esisteva nel panorama italico.  Personalmente sono rimasto molto affascinato dalla vicenda narrata ne “Lo studio circolare“, della quale ho potuto gustare un “antipastino” grazie ai tre capitoli inviatimi in lettura dalla gentilissima dottoressa Claudia Mucavero, laureata in Mediazione Linguistica per le Istituzioni e le Imprese e il Commercio e laureanda in Lingue e Culture per la Comunicazione Internazionale presso l’Università degli Studi della Tuscia, anch’essa come la Dottoressa Marialuisa Ruggiero operante all’interno della RuM Corp.se.

La vicenda, della quale vi anticipo solo i sommi capi in attesa di potervi offrire una recensione completa allorquando io mi sia potuto gustare l’intero romanzo, riguarda la morte violenta di un “topo da biblioteca” trovato morto assassinato nello studio della propria abitazione, lo studio circolare che da il titolo al romanzo. Questo “delitto insolito“, come viene definito in una chiamata giunta alla polizia, rivitalizza il “vecchio” Gryce, il quale fino a quel momento era stato colto dal più cupo sconforto che lo aveva spinto fino al punto di favoleggiare un proprio ritiro nella propria fattoria di Westchester. Sul luogo del delitto Gryce, coadiuvato dall’agente Styles, fa la conoscenza con un maggiordomo sordomuto ed un pappagallo fin troppo ciarliero che continua a ripetere, come un disco rotto, la frase “Ricorda Evelyn!“, diretta a chi non è dato saperlo.

E questo è tutto per ora circa il ghiottissimo romanzo “Lo studio circolare” di Anna Katharine Green.

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e non mancate di tenere d’occhio quest’operazione di alto valore culturale! 🙂

Arrivederci alla prossima!

Buona notte e, come sempre, Buona Lettura, magari proprio con “Lo studio circolare” di Anna Katharine Green!

Con simpatia! 🙂

Counselling and Supervision with soul

Counselling and Supervision the way you want it

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Mille Splendidi Libri e non solo

"Un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi"

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

TRA FEDE E NATURA

Riscoprire Maria ci aiuta ad andare avanti da cristiani e a conoscere il Figlio. BXVI

JOSEPH RATZINGER :B16 e G.GÄNSWEIN

UNA RISPOSTA QUOTIDIANA AL TENTATIVO DI SMANTELLAMENTO DELLA VERA CHIESA !

ROMANCE E ALTRI RIMEDI

di Mara Marinucci

Iris e Periplo Review

Tutte le mie recensioni

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Fall in "Books" - Lettrice and much more

Leggo, preparo dolci e mi innamoro del mondo

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers