SCOPRIAMO L’ARTISTA… CON NOI FEDERICO CALAFATI

Salve a tutti!

Questa sera voglio farvi conoscere un amico ed un talentuoso scrittore che ho conosciuto quando mi ha onorato del compito di recensire i racconti di un suo bellissimo libro intitolato “Storie di soglia“. Vi invito a dare il vostro più caloroso benvenuto al bravissimo Federico Calafati!

Benvenuto carissimo Federico! Fatti conoscere dai nostri amici iniziando a dirci quando hai cominciato a scrivere?

Ho cominciato a scrivere a 15 anni all’incirca; ho scritto un libro fantasy, ma i primi racconti che mi siano sembrati degni di pubblicazione li ho scritti a 20 anni, e ho pensato di provare ad inviarli ad alcune case editrici.

E poi cos’è accaduto?

Il mio libro “Storie di soglia” è stato pubblicato da David and Matthaus, ma non ha ottenuto i risultati sperati, quindi ho deciso di lasciarla, e di autopubblicarmi su Amazon. Da quel momento ho iniziato a vendere.

E finora, quanto hai venduto?

Il libro “Storie di soglia” ha venduto 1500 copie circa, mentre la serie “Sesso, erba e disastri vari, uscita 1 mese fa, ha da poco superato le 350 copie.

Nuova copertina di "Sesso, erba e disastri vari"

Wow! Niente male davvero! Complimenti! Ed ora parlaci della tua nuova serie “Sesso, erba e disastri vari”…

Ho sempre seguito molti telefilm americani, e da loro ho sempre cercato di prendere la freschezza dei dialoghi e la ricchezza di colpi di scena. Ho cercato di mettere questi elementi in questa serie, e di creare dei personaggi che possano sia far ridere, che far empatizzare. La serie parla di due ragazzi e una ragazza che vanno a vivere insieme, ognuno con i propri obiettivi, peculiarità e manie. Sono supportati dalla zia del protagonista, e dalla ex ragazza Hannah. I personaggi sono tutti particolari: c’è la hacker disinibita che fuma marijuana tutto il giorno, il ragazzo sarcastico che sogna di sfondare nel mondo della musica, la ragazza aristocratica con crisi di rabbia esplosive, e il ragazzo con l’identità sessuale confusa e con una propensione alle battute sciocche.

Qual’è il personaggio che piace di più ai lettori?

Dai pareri che ho sentito,il personaggio di Blaine va per la maggiore; si tratta del coprotagonista, un ragazzo che esteriormente appare duro e vanitoso, ma si rivela un ottimo amico e una spalla su cui piangere la morte dei genitori per Liam, il protagonista. Anche il personaggio di Ellie è molto apprezzato . E’ la zia del protagonista, un’avvocato che ha divorziato e va con un uomo diverso ogni sera. E’ una stronza, ha sempre la battuta pronta ed è acida come pochi. È ispirata ad un personaggio di Scrubs che ho sempre adorato, Jordan, una specie di omaggio insomma.

In conclusione puoi lasciare un recapito per quanti volessero contattarti?

Certo! Lascio la Pagina Facebook de “Lo scrittore impenitente“, raggiungibile all’indirizzo: https://www.facebook.com/pages/Lo-scrittore-impenitente/365926466873533?sk=timeline

Perfetto! Grazie infinite per la tua disponibilità e cortesia! 

Annunci

Steve e la sua giusta vendetta

Steve e la sua vendetta per un cugino morto

Salve a tutti!

Con questa recensione si chiude la serie di articoli, se posso permettermi di utilizzare questa parola per descrivere questi miei piccoli “pezzi di commento”, dedicate all’appassionante raccolta di racconti uscita dal talento di Federico Calafati e intitolata “Storie di soglia“.

In quest’ultima recensione prenderò in considerazione il racconto “Vendetta“. Nel racconto “Vendetta” il protagonista principale è Steve, un ragazzo che arriva in una nuova città con un preciso e terribile, anche se giustificato da una sorta di giustizia, seppur tutta personale. Questo motivo è vendicare la morte di un suo cugino, Alex, morto per colpa di Stella, una ragazza a dir poco diabolica. Stella domina gli altri membri della propria congrega tenendoli stretti grazie a segreti per mantenere i quali li obbliga a sottostare ai propri più turpi desideri e capricci.

Steve però non ha alcuna intenzione di farsi fermare da niente e da nessuno in questa sua ricerca di giusta vendetta. Come andranno a finire le cose? Riuscirà Steve a compiere la propria vendetta e ad ottenere giustizia per la morte del cugino? Le risposte arriveranno al termine di questo drammatico racconto, un racconto che conferma, una volta di più, l’incredibile versatilità e la sconfinata bravura di narratore di Federico Calafati nel destreggiarsi con i generi i più diversi. Una  versatilità che lo ha portato in questi quattro racconti a destreggiarsi tra il giallo e il fantastico passando per il racconto onirico e, come ho detto poco fa, con il genere più prettamente drammatico di questo racconto che scorre in maniera fluida e avvince dalla prima all’ultima pagina.

Dopo aver avuto l’onore ed il piacere di leggere questi quattro racconti mi sento di raccomandare caldamente l’acquisto e la lettura di “Storie di soglia“, sicuro che nessuno potrà esserne deluso, anzi tutt’altro!

Il mio voto al racconto “Vendetta” tratto dalla raccolta di racconti “Storie di soglia” di Federico Calafati è: 9,5.

Ho già sentito questa canzone

Salve a tutti!

E’ giunta l’ora della recensione del terzo dei quattro racconti tratti dalla promettentissima, almeno stando ai racconti che ho avuto il piacere di gustarmi finora, di Federico Calafati intitolata “Storie di soglia“. Quest’oggi il racconto protagonista di queste righe è “Nota nella notte“. Il racconto si apre su una scena notturna. Un uomo si risveglia in un bosco. Nella completa oscurità del bosco che inghiotte ogni cosa ecco farsi largo un nota. Subito seguita a ruota da una seconda, poi da una terza e così via a comporre la melodia di una musica che l’uomo crede di riconoscere anche se non ricorda dove l’ha sentita nè rilesce a ricordarne le parole. Da questo inizio si snoda una vicenda dai toni onirici. Dopo la tensione e l’azione di “Senza controllo” ed il viaggio ai confini del reale di “Future“, in “Nota nella notte” è il Sogno il vero protagonista. Un’atmosfera ovattata cosparsa di suoni ci conduce, quasi a braccetto potremmo dire, attraverso una storia il cui bandolo sembra volerci sfuggire ma che non manca di ammaliare il lettore e di condurlo con sé all’interno delle sue atmosfere morbide e, scusate il bisticcio di parole, sognanti.

Una volta di più Federico Calafati ci offre un saggio della propria bravura di narratore. Una bravura ed una versatilità che lo portano a svariare, attraverso le vicende dei racconti di “Storie di soglia“, attraverso vari stili, toni e ambientazioni che il bravissimo autore dimostra di saper gestire e giocare con classe ed eleganza.  Anche in questo caso è il finale a giocare un ruolo importante nella nuova storia di Federico Calafati. Un finale che, come nel caso dei racconti di Richard Yates, sorprende il lettore portandolo ad esclamare: “Però! E chi se l’immaginava?!” Attraverso una scrittura sempre curata ed elegante l’autore arricchisce di una nuova perla la propria collezione.

Il mio voto al racconto “Nota nella notte” è un deciso e convinto:  8,5 con ancora tanti complimenti al talentuoso autore ed un augurio per la sua carriera che, se saprà curare la propria Arte come ha fatto finora non potrà non essere fortunata!

Influenzare gli eventi

Salve a tutti!

Rieccoci insieme per una nuova recensione. Il protagonista di giornata è un nuovo racconto tratto da “Storie di soglia” di Federico Calafati, dal titolo di “Future“. In questo caso si tratta di un racconto ai confini dell’irrealtà, nel senso che la vicenda è giocata ai limiti dell’arcano. Un uomo, un giovane uomo, una sera tardi, ma sta rincasando dopo una serata di bevute, si imbatte, è proprio il caso di dirlo, in una vecchia che gestisce uno strano chiosco; un chiosco sul quale non vi è nulla in esposizione.

Il nostro amico viene a sapere che la vecchia si occupa di vendere occasioni di cambiare i fatti della vita che i suoi clienti vogliono modificare. La vecchia sembra anche avere una conoscenza un tantino troppo precisa dei “fatti privati” della persona che si trova di fronte. Questo lascia il nostro protagonista alquanto inquieto. Il racconto “Future” prosegue poi sempre sul filo dell’incredibile e si snoda in un crescendo inarrestabile di eventi incatenando alle pagine il lettore; un lettore sempre più curioso e “voglioso” di conoscere l’intera vicenda. Un racconto, questo “Future” che, grazie una scrittura sempre tesa e fantastica, fantastica in ogni senso, regala ai propri lettori una vicenda che avvince come uno di quei vecchi episodi di “Ai confini della realtà” e, come nel caso di quella vecchia serie televisiva, regala un finale che non manca di sorprendere lo spettatore, oh pardon il lettore!

Come sempre il bravissimo Federico Calafati si dimostra sopraffino nel dosare in questo racconto, come già in “Senza controllo“, gli ingredienti della vicenda, mescolandoli e amalgamandoli insieme in modo da ottenere un tutto dal gusto sopraffino. In “Future“, se possibile, l’abilità straordinaria di Federico Calafati viene ancora più a galla in quanto non è da tutti saper creare un racconto tanto avvincente e teso nel breve volgere di poche pagine.

Per queste ragioni il voto che io do a “Future” è un 10 perfetto e senza smagliature!

Jack perde il controllo

Salve a tutti! 🙂

Le prossime quattro recensioni che troverete tra queste pagine hanno un particolare in comune. Questo particolare è quello di appartenere alla stessa raccolta di racconti, la raccolta intitolata “Storie di soglia“, uscita dalla fantasia e dal poliedrico talento di Federico Calafati.

La prima delle quattro storie tratte da “Storie di soglia” s’intitola “Senza controllo“. Il racconto “Senza controllo” racconta la storia di una vendetta mancata; una storia in cui l’Amore ha la meglio su una volontà crudele e distorta che porta Jack, il protagonista maschile della vicenda, ad un passo, anzi a meno di un passo, dal suicidio.

Andiamo per gradi però…

La storia inizia con l’incontro tra Jack, un uomo dalla vita perfetta fino a quel momento e Irina, una ragazza apparentemente, almeno stando a quanto lei stessa racconta a Jack, in fuga da un aguzzino che l’ha tenuta prigioniera. Irina chiede a Jack di aiutarla a sfuggirgli e Jack non riesce, o non sa, o non può, resisterle. Sta di fatto che quel primo incontro si conclude con Jack che si ritrova ad aver ucciso l’inseguitore e a doversi occupare del cadavere e con Irina sparita nel nulla.

Non appena Jack si rende pienamente conto dell’enormità di quello che Irina lo ha portato a compiere in Jack vi è un unico desiderio: vendicarsi di quella donna che l’ha privato del suo autocontrollo. Si mette quindi alla ricerca di Irina e, dopo svariati tentativi, riesce a trovarla. Inizialmente ne rintraccia il nominativo scoprendo che quella ragazza possiede il potere di obnubilare la mente delle altre persone portandole ad agire secondo la propria volontà. Quindi, grazie l’aiuto di Olivia, la sua vecchia fiamma, con la quale si è lasciato, non nel migliore dei modi, tempo prima, Jack riesce anche a localizzare Irina. Dopo una notte d’amore con Olivia Jack parte più deciso che mai ad ottenere la propria vendetta.

Vendetta che…

Eh no! 🙂

Se volete sapere come finisce il racconto dovrete correre ad acquistare la vostra copia di “Storie di soglia” di Federico Calafati e godervi la lettura! 🙂

Con una scrittura nitida e tesa Federico Calafati ci regala con “Senza controllo“, un racconto originale e che ci avvince e ci tiene legati, anzi incatenati, alle sue pagine e ci delizia dalla prima all’ultima riga. Devo dire che se anche gli altri racconti saranno belli e godibili come “Senza controllo“, la raccolta che li riunisce, ovvero “Storie di soglia” sarà una lettura imprescindibile.

Il mio voto al racconto “Senza controllo” è un 9,00 ben meritato!

La Lettrice Assorta

"Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene e scritti male" (Oscar Wilde)

iriseperiplo.wordpress.com/

Tutte le mie recensioni, ricette e letture

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!