Il ritorno all’ovile

Salve a tutti!

Il vostro “Cronista dal mistero” torna anche sul finire di questo ultimo venerdì di marzo e lo fa per chiudere il fascicolo aperto per indagare sulla misteriosa vicenda della sparizione, repentina ed inaspettata, della nostra benemerita “Casetta dei Libri”.
La chiusura del fascicolo d’indagine, tanto per usare una terminologia da poliziesco, è corredata, per così dire, da una fine in gloria.
Infatti, udite! udite!, la nostra “Casetta dei Libri” è tornata all’ovile, come dico nel titolo di questo mio nuovo intervento.
Stamattina quando sono passato nel luogo ove fino a qualche giorno fa faceva bella mostra di sé la nostra “Casetta dei Libri” vi ho trovato ancora un desolatissimo vuoto. Era stata messa a dimora una nuova pianta, quella stessa pianta alla cui piantumazione stavano così alacremente lavorando gli operai del vivaio nella mattina di ieri, ma della “Casetta dei Libri” non v’era ancora traccia.
Il mistero sulla sua sparizione sembrava infittirsi e credevo proprio di non riuscire a fornirvi ulteriori aggiornamenti per oggi.
“E’ inutile che passi solamente per dire che l’unica novità di giornata è che non vi sono novità”, mi son detto io quando, stamattina, la “Casetta dei Libri” ancora latitava.
Poi quando oggi pomeriggio, sulla strada per la biblioteca sono passato nuovamente per Piazza Campello eccola lì, tornata al suo legittimo posto, la nostra adorata “Casetta dei Libri”, tornata dalla sua vacanza di due giorni, più bella e fornita di prima!
Sì, perchè oggi pomeriggio la “Casetta dei Libri”, o “Bibliotechina”, sondriese straripava addirittura di volumi.
Finalmente i lettori sondriesi, specie quelli che, come me, altrimenti dovrebbero fare i salti mortali per saziare la propria sete di libri, salvo ricorrere alla “risorsa biblioteca”, potranno tornare ad abbeverare la propria sete di letture a quell'”Oasi delle Lettere” che è, da alcuni mesi ormai, la “Casetta dei Libri” di Piazza Campello.

Grazie infinite per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima!
Buona notte e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Rinnovo spazio verde

Salve a tutti!

Come vi ho promesso ieri sera torno tra voi in veste di “Cronista dal mistero” per aggiornarvi sul nostro piccolo “Mistero locale”.
Stamattina, infatti, curioso di scoprire qualcosa di più sulla scomparsa della nostra “Casetta dei libri”, mi sono diretto verso l’angolino nel quale, fino a ieri mattina, era posizionata la nostra “Casetta dei libri”.
La prima cosa che ho notato, già da lontano, è stato il cartello dei “Lavori in corso” poi, giunto nei pressi del “Luogo della sparizione” ho notato una squadra di operai di un vivaio che stavano posizionando delle nuove piante.
E quindi, ora, l’unico mistero che rimane è “Tornerà

al suo posto

la

nostra “Casetta dei libri” una volta ultimati i lavori di messa a dimora delle piante?”
Continuerò a tenervi aggiornati!

Grazie infinite per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima!
Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia!

Che fine ha fatto la “Casetta dei libri”?

Salve a tutti!

Quella che vi voglio raccontare in questo mio breve passaggio serale è una storia del mistero.
Nello specifico quello del quale vi parlerò tra poco rientra nella categoria dei “Misteri locali”.
Sono certo che voi tutti ricorderete della “Casetta dei libri” da mesi ormai installata in Piazza Campello a Sondrio.
Ebbene!
La nostra beneamata e benemerita, per i vantaggi recati ai lettori sondriesi, “Casetta dei libri” è sparita!
Avete proprio letto bene!
È sparita!
Sparita nel nulla!
Improvvisamente ed inaspettatamente.
Cercherò di spiegarvi meglio la situazione  in modo che non pensiate che il mistero in questione non sia solo frutto della mia notoria fissazione per i misteri.
Questa mattina, durante la mia quotidiana passeggiata mattutina di spese e commissioni, sono passato proprio per Piazza Campello e, manco a dirlo, ho fatto tappa alla “Casetta dei libri”.
Qui ho lasciato tre libri da me presi a prestito tempo fa e ne ho preso a prestito un altro, per la precisione “Lettera a Berlino” di Ian McEwan.
Quindi la “Casetta dei libri” stamattina era ancora perfettamente al proprio posto.
Oggi pomeriggio invece…
Mentre ero in giro a passeggio sono passato sono passato proprio per Piazza Campello.
E poco prima di imboccare Corso Italia mi sono girato verso il posto nel quale avrebbe dovuto esserci la “Casetta dei libri” per controllare se la giacenza di libri fosse aumentata.
Immaginatevi quindi la mia meraviglia quando ho visto che era sparita nel nulla!
Non solo la “Casetta dei libri” ma persino il trespolo sul quale la “Casetta dei libri” era collocata. Chissà che fine avrà fatto!
Vi lascio con la promessa solenne di fornirvi ogni aggiornamento relativo a questo mistero.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!
Buona notte e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂 
 

Mille Splendidi Libri e non solo

"Un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi"

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

TRA FEDE E NATURA

Riscoprire Maria ci aiuta ad andare avanti da cristiani e a conoscere il Figlio. BXVI

JOSEPH RATZINGER :B16 e G.GÄNSWEIN

UNA RISPOSTA QUOTIDIANA AL TENTATIVO DI SMANTELLAMENTO DELLA VERA CHIESA !

ROMANCE E ALTRI RIMEDI

di Mara Marinucci

Iris e Periplo Review

Tutte le mie recensioni

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books" - Lettrice and much more

Leggo, preparo dolci e mi innamoro del mondo

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance