In questo mese di marzo fioriscono novità in casa flower-ed

In uscita per domani la biografia di Louisa May Alcott

Salve a tutti!

Con grande ritardo vi presento le novità marzoline della flower-ed, la casa editrice  nativa digitale diretta dalla bravissima Michela Alessandroni. Per non rubare ulteriore spazio alle gustosissime novità editoriali (e non solo!!!) cedo immediatamente la parola alle comunicazione ufficiale:

View this email in your browser

Non ho paura delle tempeste

Cari lettori, accogliamo il mese di marzo con un tripudio di fiori e belle novità: libri, incontri e passeggiate letterarie! Voglio presentarvi subito l’opera in uscita questo mese mostrandovi la copertina.

In questo 2018 si celebrano i 150 anni dalla pubblicazione di Piccole donne e noi abbiamo voluto rendere omaggio alla sua straordinaria autrice nella maniera più intima e coinvolgente: raccontandone la vita. Romina Angelici, che ha già pubblicato con flower-ed Jane Austen. Donna e scrittrice, ha ripercorso l’intero arco della sua esistenza raccontandoci degli eventi familiari, di quelli storici e dei libri pubblicati, lasciandoci esplorare, pagina dopo pagina, il mondo interiore di Louisa May Alcott. Quest’opera va a colmare finalmente la vistosa lacuna dovuta all’assenza di una biografia recente, aggiornata e compelta.
Romina Angelici, Non ho paura delle tempeste. Vita e opere di Louisa May Alcott: in uscita venerdì 9 marzo, ebook e cartaceo.

Incontri letterari

Proseguono gli incontri su Facebook, piacevoli conversazioni letterarie con i nostri scrittori e lettori. Domenica 18 marzo, dalle 15 alle 17, avremo il piacere di incontrare la poetessa Alessandra Carnovale, autrice di Come vento sul monte (flower-ed 2017): parleremo del suo libro e di poesia al femminile. Come sempre, troverete l’evento sulla nostra pagina Facebook.

flower-ed aderisce alla promozione di IBS Libertà in versi: tutti i nostri titoli di Poesia sono in promozione a 1,99 €! Per agevolare i lettori, abbiamo esteso la promozione a tutti gli store.

Passeggiate letterarie

Dopo il letargo dell’inverno, riprendono le nostre splendide passeggiate letterarie! Abbiamo già esplorato i luoghi della Roma degli Inglesi in un ciclo di quattro incontri. Questa volta vi portiamo invece alla scoperta delle dimore letterarie. Cominceremo visitando la Casa di Goethe a Roma. Ecco tutte le informazioni.

L’appuntamento è per domenica 25 marzo in Via del Corso, 18. Ci incontreremo alle ore 10.40 per l’accettazione. La visita comincerà alle 11 in punto. Pagheremo il biglietto d’ingresso di 5 € e avremo la visita guidata gratuita. Nulla è dovuto alla casa editrice. Al fine di organizzare la passeggiata letteraria al meglio, occorre prenotarsi scrivendo a info@flower-ed.it

Offerte speciali

Per non perdere le promozioni sugli ebook di flower-ed, basta andare su questa pagina del nostro sito: da seguire quotidianamente perché è in continuo aggiornamento!

Suggerimenti

In tanti mi avete chiesto un canale diretto per suggerire libri da tradurre e biografie da scrivere. Ora potete inoltrare i vostri consigli a questa mail: lettori@flower-ed.it Vi aspettiamo!
Questo mese ci porta tante occasioni di incontro! Vi aspetto anche tra le pagine dei nostri social,

Grazie infinite a tutte e a tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!
Buon pomeriggio, Buon 8 Marzo a tutte le lettrici di questo blog e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Annunci

Una ghirlanda per ragazze (ma non solo)

Visto che, come diceva Oscar Wilde, “Posso resistere a tutto, tranne che alle tentazioni” eccomi cedere nuovamente all’arte del reblog per proporvi anche tra queste pagine l’articolo da me dedicato alla mia traduzione della bellissima raccolta alcottiana “A garland for girls”, “Una ghirlanda per ragazze” in Italiano

louisa_may_alcott_headshotChi ha detto che immobilità forzata debba per forza essere sinonimo di ozio? Per avere la conferma di quanto questa credenza sia clamorosamente falsa potete leggere la mia traduzione di A Garland for Girls di Louisa May Alcott.

Ora voi vi chiederete: “Cosa c’entra questo con il discorso su immobilità e ozio?” Ve lo spiego subito. Quando Louisa May Alcott scrisse Una ghirlanda per ragazze, questo il titolo dell’edizione italiana della magnifica raccolta di racconti della “mamma” della saga di Piccole donne, da qualche giorno pubblicata dalla flower-ed e in vendita sia in formato ebook che in formato cartaceo, si trovava confinata a letto. Essendo impossibilitata a fare altro, la Alcott decise di dedicarsi a quello che sapeva fare meglio: scrivere. Così nacquero, per suo personale diletto, i sette racconti che compongono questa meravigliosa ghirlanda.

Quando la Direttrice della casa editrice mi ha chiesto…

View original post 366 altre parole

Una Ghirlanda per ragazze

Da oggi anche in lingua italiana la raccolta “Una ghirlanda per ragazze” di Louisa May Alcott

Salve a tutti!

La meravigliosa copertina della raccolta "Una ghirlanda per ragazze" di Louisa May Alcott

In questo piovoso, almeno dalle mie parti il tempo è uggioso e sgocciolante assai, torno tra di voi per darvi una Grande Notizia! Se siete già amanti di Louisa May Alcott ma anche se ancora siete tra quelli, pochi, pochissimi davvero, che ancora non conoscono questa Grande Donna della Letteratura, non solo Americana, oggi avrete un’occasione in più per godervi la sua insuperabile bravura in veste di narratrice.

La meravigliosa copertina della raccolta "Una ghirlanda per ragazze" di Louisa May Alcott

È infatti disponibile, da oggi, martedì 28 febbraio 2017, la traduzione italiana di “A Garland for girls,  una raccolta di sette racconti che la mamma delle sorelle March scrisse nel Settembre del 1887, durante un periodo di immobilità forzata. Originariamente questi racconti furono scritti per il diletto e, c’è da scommettere, il sollievo, dal tedio dato dalla obbligata attività, dell’autrice. In questi racconti i fiori hanno una valenza simbolica. Stanno infatti a simboleggiare infatti il carattere e il temperamento delle protagoniste, protagoniste che sono accomunate da un’amorevole operosità, caratteristica che era un tratto comune anche della loro creatrice.

La meravigliosa copertina della raccolta "Una ghirlanda per ragazze" di Louisa May Alcott

Nei racconti che compongono questa magnifica raccolta di racconti alcottiani che, come dicevo all’inizio è disponibile, da oggi, per merito della flower-ed, la casa editrice nativa digitale diretta magistralmente da Michela  Alessandroni,  anche per il pubblico dei lettori italiani col titolo di “Una Ghirlanda per ragazze“, nella traduzione curata dal vostro “umile servitore”, a farla da padrone è l’amore per il lavoro, per quanto umile, svolto come amore. Un lavoro che diventa, in tal modo, Poesia; un tipo di poesia  di incommensurabile valore in quanto non composta di “semplici versi” ma di Vita Vissuta.

Che altro dire se non, a voi tutti, buona lettura e alla flower-ed e alla sua direttrice, da parte mia, il più sentito e sincero grazie per la fiducia che mi hanno voluto accordare e per l’occasione che mi hanno voluto offrire?!

Permettetemi, prima di salutarvi, di chiudere parafrasando citando, pur se a memoria e quindi non proprio alla lettera, il Manzoni nella sua chiosa a “I Promessi Sposi“: “Se il libro vi piacerà datene merito al libro stesso, all’autrice originaria e alla casa editrice. Se vi troverete qualche pecca imputatela totalmente al traduttore”.

Grazie di tutto cuore per la pazienza e l’attenzione che anche stavolta avete voluto dedicarmi e arrivederci alla prossima occasione!

Buona fine pomeriggio, buona serata e, come sempre, Buona lettura, magari proprio in compagnia di “Una ghirlanda per ragazze” di Louisa May Alcott edito da flower-ed!

Con simpatia! 🙂

La meravigliosa copertina della raccolta "Una ghirlanda per ragazze" di Louisa May Alcott

Un ricordo affezionato di Louisa May Alcott

La “mamma” di “Piccole donne” vista dall’ottica artistica e umana

Salve a tutti!

Louisa May Alcott. Un ricordo di Lurabel HarlowNotte nuova, recensione nuova potrei dire parafrasando un famoso proverbio. È infatti per commentare con voi un nuovo imperdibile saggio griffato flower-ed che mi trovo tra voi in questo momento. Il volume protagonista di questo nuovo articolo di commento è il terzo tassello della collana “Windy Moors”, collana pensata e creata dalla casa editrice nativa-digitale diretta con maestria assoluta da Michela Alessandroni per racchiudere “saggi della letteratura inglese e americana”. Ed è proprio alla Letteratura americana che, lasciando per un istante le ventose brughiere inglesi, è dedicato il volume “Louisa May Alcott. Un ricordo“, scritto da Lurabel Harlow e ripreso e riedito da flower-ed in una nuova veste.

Louisa May Alcott. Un ricordo di Lurabel HarlowSi tratta di un saggio che ci presenta l’autrice, tra gli altri, del romanzo, ormai assurto al rango di Classico della Letteratura Americana, “Piccole donne“, sotto il profilo artistico ma soprattutto umano. La vicenda, o meglio “il ricordo” dell’autrice ci mostra Louisa May Alcott al capezzale dell’amato padre, nei suoi ultimissimi istanti di vita. Da questa scena si dipana poi l’intera vicenda che, pur nella sua sintesi, risulta completa e rispondente a tutte le curiosità dei lettori nei riguardi di questa Grande Donna della Letteratura Mondiale. Lurabel Harlow nel suo “Louisa May Alcott. Un ricordo” ripercorre la vita della scrittrice americana dalla nascita alla morte tracciandone un ritratto umano e artistico di rara intensità e raffinatezza. Un testo che non deve assolutamente mancare nelle librerie di quanti si reputino amanti della Letteratura e desiderosi di approfondire la conoscenza di una delle figure cardine della Letteratura Mondiale. Volutamente ho evitato di specificare “per ragazzi” in quanto, a mio avviso, Louisa May Alcott, con i suoi romanzi e racconti, ha molto da dire e da insegnare anche a quanti “ragazzi” non lo sono più da tempo, un tempo che sarà più o meno lungo a seconda dei casi.

Comunque sia, che siate appassionati di saggistica letteraria o semplici profani del genere non lasciatevi scappare l’occasione di gustarvi un testo che, nel breve volgere di poche decine di pagine, vi fornirà un quadro più che esauriente di chi è stata ed è Louisa May Alcott e di cosa ha rappresentato per i lettori del proprio tempo e cosa continua a rappresentare per i lettori del nostro tempo.

Grazie di tutto cuore a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che continuate a dedicarmi e arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura, magari proprio con “Louisa May Alcott. Un ricordo” di Lurabel Harlow, edito da flower-ed!

Con simpatia! 🙂

Louisa May Alcott. Un ricordo di Lurabel Harlow

 

iriseperiplo.wordpress.com/

Tutte le mie recensioni, ricette e letture

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Habla italiano

Recursos para aprender italiano online

Noi nonne

"Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore" (Porfirio)

PresuntiOpposti

Chi legge vive due volte...

favolesvelte

Il mio mondo è fatto di disegni e fotografie, filastrocche, poesie e racconti che invento per gli adulti e per i bambini - Favolesvelte è anche un libro edito da Golem Edizioni, nato dalle 365 storie in 365 giorni pubblicate in questo blog nel corso del 2014 - Spot stories of a psychotherapist/Valeria Bianchi Mian - Licenza Creative Commons FAVOLESVELTE - SPOT STORIES di Valeria Bianchi Mian è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.