Spazio al personaggio: Il sapore della lettura

Per “Spazio al personaggio” oggi la nostra Isabella Grassi presenta un libro che è anche un modo per fare del bene

Salve a tutti!

Il saporre della lettura

In questo venerdì sera la nostra Isabella Grassi ci presenta un libro che è anche un’ottima occasione per fare del bene. Il ricavato di questa pubblicazione, infatti, sarà devoluto alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto. Il titolo di questo ricettario a fin di bene s’intitola “Il sapore della lettura. A ogni ricetta il suo racconto” e contiene anche una ricetta della nostra Isabella.

Ma ora basta chiacchiere. Cediamo la parola alla nostra Isabella Grassi:

Spazio al personaggio, una piccola incursione nel mondo della cultura, del teatro, dello sport, della musica e di quanto ci rende piacevole la vita, a cura di Isabella Grassi.

Il saporre della lettura

Oggi esploro un mondo nuovo, anzi due: il mondo degli ebook e della beneficenza, e per farlo vi parlerò di una mia personalissima esperienza resa possibile grazie ad uno scrittore che ho conosciuto grazie al mondo dei social: Harry Fog.

Harry è naturalmente uno pseudonimo, ma è quello che lui usa nel mondo dell’editoria e quindi è così che ve lo presento.

E il fatto che come cognome si sia attribuito quello di Fog a un’ emiliana come me non può che far sorridere.

E c’è un’altra cosa per cui la mia città (Parma) è famosa: il buon cibo, quindi quando Harry ha chiesto a me e agli altri appassionati che lo seguono sui social se volevamo scrivere racconti che prendessero spunto da ricette per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza, non potevo che partecipare a questa esperienza.

Era marzo 2016, quando infatti la mente di Harry ha partorito questa idea: fare un’antologia di racconti legati al cibo

E così, prendo in prestito le parole di Claudia Mameli, pubblicate nell’evento fb creato per descrivere i 9 mesi (eh si, è stato proprio un parto!) che hanno portato alla pubblicazione di Il sapore della Lettura: “Nessuno sapeva bene dove saremo andati a finire, eppure, l’entusiasmo ci ha portato a creare una delle cose più belle alle quali ho partecipato. Insieme abbiamo formato una vera e propria famiglia nella quale tutti eravamo importanti nelle stessa maniera. Le decisioni sono sempre state prese insieme a partire dalla scelta del titolo, quale copertina utilizzare (creata dalla bravissima Tatiana Sabina Meloni), e cosa fare del ricavato delle vendite.

I dubbi che avevamo riguardo l’ultima scelta si sono purtroppo dissolti quando la terra ha tremato: la cosa giusta era donare aiuto alle zone terremotate della nostra cara Italia.

Il lavoro è stato lungo, ed ognuno di noi ha dovuto ritagliare tempo ai propri impegni per poter riuscire in quello che era il nostro obiettivo: Pubblicare prima di Natale!

Quindi, miei cari amici, amanti del cibo e delle buone letture, se non sapete cosa leggere durante le vacanze, quali piatti preparare per le feste o in che modo fare un gesto di solidarietà, questo è il titolo che stavate cercando. Ricordate che i proventi verranno devoluti in sostegno delle zone terremotate. Fai un regalo a chi ne ha bisogno!”

https://www.facebook.com/events/1196381983771520/

Queste parole descrivono benissimo il clima vissuto anche da me, insieme a tutti gli autori di questo fantastico ebook, che dal 16 dicembre 2016 potete trovare nei principali store on line.

Ecco alcuni link:

https://www.amazon.it/gp/product/B01NCMFZW7/ref=oh_aui_d_detailpage_o00_?ie=UTF8&psc=1

https://www.kobo.com/it/it/ebook/il-sapore-della-lettura

https://www.streetlib.com/it/librerie/

Tra l’altro mentre scrivo stanno già comparendo le prime recensioni, ve ne cito una su Amazon:

“Il connubio tra letteratura e cucina regala all’umanità tutto ciò di cui ha bisogno: una mente sana in un corpo sano.

Questa meravigliosa antologia è il frutto del lavoro ti tanti differenti autori che, in un sapiente gioco letterario, hanno saputo incastonare ottime ricette dall’aperitivo al caffè in tanti racconti che hanno, anch’essi, sapori e profumi differenti.

Magistrale l’impegno profuso e decisamente apprezzabile il risultato. Nel mio piccolo posso solo elogiare il lavoro dei tanti amici e colleghi che si sono cimentati ottenendo un risultato al di fuori di ogni aspettativa.”

Ma effettivamente viene da domandarsi di cosa tratta esattamente questa singolare antologia,  e qui ahimè   le informazioni che vengono date dagli store sono assai scarne e dicono più o meno così:

“Amazon

IL SAPORE DELLA LETTURA

IMPORTANTE: il ricavato di questa pubblicazione sarà devoluto alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto.

Da un’idea di Harry Fog, gli autori de “Il Sapore della Lettura” hanno proficuamente collaborato tra loro per far nascere questa raccolta di racconti che ha come tema il cibo.

Noi siamo ciò che mangiamo e il cibo, per tradizione, accompagna da sempre momenti importanti della vita di tutti. Il Sapore della lettura è un vero e proprio ricettario in simbiosi con una raccolta di racconti a tema culinario. Mai come in questo caso è corretto asserire che “ce n’è per tutti i gusti!” Una miscela di sapori e sensazioni che troverai unica.

Gli AA. VV. augurano a tutti i lettori buona lettura… e buon appetito!”

Ecco qui spiegata l’esigenza in me nata, di fare qualche domanda a Harry Fog per invogliare quanti più lettori possibili ad acquistare e recensire questa bellissima antologia, invitandoli poi a sfide culinarie ed a scoprire e ricercare le ricette dei vari autori, di tutti certo e non solo la mia!

Questa intervista è stata fatta non con carta e penna come mio solito ma, per rendere onore sia all’amicizia con Harry che alla tipologia del prodotto oggetto di questo articolo con mail e, causa i misteri dell’etere tramite messenger.

Non so per quale motivo ma non mi è mai arrivato il file con le risposte e così Mister Fog me le ha inviate tramite la chat di fb. Onore a Zuckenberg quindi!

Harry, tu sei molto attivo nel mondo del social, e il tuo “Aikane – Lo splendore del Buio”, edito con StreetLib Write è presente nel www, ma questa tua idea di scrivere un’antologia di racconti avente ad oggetto il cibo e con le relative ricette, nata quasi per gioco in un giornata di fine inverno, come si concilia con l’ambientazione hard thriller del tuo romanzo?

Si concilia per un paio di motivi: oltre al mio romanzo io ho scritto molti racconti di generi differenti che per ora tengo nel cassetto. Aikane stesso, quando ho iniziato a scrivere le prime dieci righe, era un libro che non sapeva ancora che carattere avrebbe assunto. E per carattere intendo proprio il genere! Quando inizio a scrivere un storia, non lo faccio pensando prima al genere, Aikane è diventato un fantasy perché man mano che scrivevo, e le idee facevano capolino, il fantasy è risultato necessario ai fini della storia così come la parte erotica. Insomma, scrivo ciò che mi coinvolge scrivere in quel momento. Inoltre, “Il sapore della lettura” è nato dalla voglia di provare a capire se fossi stato in grado di mettere insieme un gruppo di lavoro entusiasta e partecipe che collaborasse a una scrittura di gruppo. Cosa c’è, in Italia, che unisce più della buona tavola?

Il cibo e la cultura un connubio perfetto per una emiliana come me, nata e vissuta all’ombra del duchessa Maria Luigia, qui da noi si fa il “lesso”, mentre in Piemonte dove vivi tu “i bolliti”, diverse ideologie, e diverse impronte. Il libro da te ideato “Il sapore della Lettura” è un bel gioco di parole, come lo potresti descrivere con parole più tue?

E’ alquanto difficile rispondere, questa é proprio una bella domanda. Ci provo con una metafora: il sapore della lettura è un viaggio a bordo di inchiostro e carta, fra emozioni e sapori. Essendoci dentro storie e ricette completamente diverse per stile, genere e autore, è impossibile che un lettore/buongustaio non trovi qualcosa adatto a lui.

Simpatica ed originale l’introduzione, scritta da te, che riporta prima la genesi dell’idea, di cui ho in parte accennato prima, ma poi si trova quella che posso definire il miglior stimolo alla lettura. Scrivi infatti, rivolgendoti al lettore: “Il sapore della lettura è un vero e proprio ricettario, con cui potrai metterti alla prova tra i fornelli, in simbiosi con una raccolta di racconti a tema culinario. Mai come in questo caso credo sia corretto asserire che <<ce n’è per tutti i gusti>>. Una miscela di sapori e sensazioni che spero troverai unica.” Ma poi due pagine dopo troviamo una filastrocca di Clorinda Borriello e due citazioni (Virginia Wolf e Johnny Carson). Riveli così la tua dualità di amante del giallo ma anche forse la tua propensione a condurre, ad essere anchorman. Parlaci quindi di questo tuo sogno, di questo tuo progetto che hai portato avanti e fatto crescere.

Come ho già scritto nell’introduzione, senza quindi ripetermi troppo, ho conosciuto, per via del libro che ho pubblicato, tanta bella gente. Sono una persona piuttosto consapevole dei propri limiti, difetti e pregi. Da una certa età in poi, a scuola prima, sul lavoro poi, e adesso scopro anche in rete, so di avere questa capacità di coinvolgere e trascinate le persone. Cerco semplicemente di utilizzarla al meglio e con estrema trasparenza. Credo che se uno ha una qualità, per farla fruttare deve rimanere credibile…. e se non c’è trasparenza e sincerità nessuno ti dà fiducia una seconda volta. Per il resto, a parte l’idea mia iniziale, il progetto sarebbe morto subito se tutti non fossero stati così grandiosi e disponibili.

I problemi affrontati sono stati tanti, da quelli logistici (coordinamento dei file, scelta della copertina, sistema di diffusione) a quello di scopo: quello mutualistico. Si è scelto di donare i diritti pro terremotati, spiegaci com’è nata questa idea e perché si è così sviluppata.

Ti devo correggere. Forse perché io, essendo un tecnico informatico, ho dimestichezza a lavorare in un contesto virtuale, non ho riscontrato alcun tipo di problema di una certa entità durante l’organizzazione. L’abbiamo presa con molta calma e credo che il punto chiave che ha permesso che tutto filasse liscio è stato quello di decidere tutto, dal titolo, al prezzo, alla copertina alla beneficenza, attraverso il voto democratico. Tutti si sono adeguati alla scelta della maggioranza e tutto è risultato semplice con l’impegno che ogni singolo ci ha messo.

Infine, qual è il tuo modo di brindare, e con cosa brindi? Qual è l’augurio che vuoi lasciare al lettore di questa antologia.

Forse volevi come risposta una metafora, ma io brindo con un calice di Gewurtztraminer a tutti gli autori e a tutti i lettori che acquisteranno l’ebook. Alzando il calice auguro agli autori, specialmente quelli che pubblicano anche libri, di trovare il loro lettore… e viceversa. Perché ogni storia scritta, per essere completa ha bisogno che il lettore ci metta del suo.

A questo punto sono io che devo rispondere ad Harry.

Non cercavo una metafora, almeno non necessariamente. Volevo proprio una risposta semplice, sincera. Volevo veramente sapere qual è il tuo vino preferito per brindare, e se ti piace dire Cin cin, o Prosit o solamente Salute!

Ora saluto Harry e consiglio a tutti l’acquisto di questo ebook che spero riesca a diventare presto anche un cartaceo e che arrivi nelle librerie.

Auguro quindi a tutti quanti una buona lettura e tante cene in compagnia, e vi sfido a trovare la mia ricetta, e a farmi sapere cosa ne pensate, sia del piatto che del racconto!

Non dimenticate poi che tutti gli autori hanno rinunciato ai diritti in favore dei terremotati e che anche questa è un’ottima ragione per l’acquisto.

Isabella Grassi

Annunci

Craving in versione ebook

Da qualche giorno il romanzo di Jo Rebel è disponibile anche in versione ebook per Kindle e Kobo

Salve a tutti!

Copertina Craving di Jo RebelTorno tra voi in questo inizio di giovedì per darvi una notizia che farà felici gli appassionati fruitori di ebook. Il romanzo “Craving“, uscito dalla fantasia e dal talento di Jo Rebel e pubblicato dalla Golem Edizioni che lo ha distribuito in versione cartacea dallo scorso 12 novembre e da me presentato in un articolo nel corso dello scorso mese di febbraio è ora, a seguito dello strepitoso successo avuto, disponibile anche per gli appassionati fruitori di libri in formato elettronico. Dallo scorso 3 aprile “Craving” di Jo Rebel è infatti disponibile in formato ebook, nelle versioni per Kindle e Kobo, al prezzo di € 4,99.

Allo scopo di fornirvi una più completa informazione riporto qui di seguito il comunicato stampa che l’autrice ha gentilmente deciso di condividere con me:

Uscito in versione eBookCopertina Craving di Jo Rebel
“CRAVING” di JO REBEL
Dopo l’ottimo riscontro ottenuto dalla versione cartacea, uscita lo scorso 12 novembre 2015 per la Golem Edizioni, dai primi di aprile Craving di Jo Rebel è disponibile anche in eBook (Amazon e Kobo) a 4,99 Euro
Link
AMAZON http://www.amazon.it/Craving-Jo-Rebel-ebook/dp/B01DR1IDKC/ref=tmm_kin_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr
KOBO https://store.kobobooks.com/it-it/ebook/craving-13

«Greg, tu davvero avresti potuto continuare a vivere?» «Sì. Io sì… Io ho scelto di diventare un vampiro.» Gregorio e Victoria sono nati fratelli, e il loro legame è divenuto più intenso quando sono rinati come immortali entrando a far parte della stirpe dei Vlasic, in eterno conflitto con la linea di sangue degli Zarevic. Dopo decenni spesi a viaggiare, ritornano in Italia, precisamente a Torino, certi di riprendere con la solita routine che mettono in scena per adattarsi al mondo umano. Vic si iscrive all’università e passa molto tempo con se stessa. Greg trascorre le notti fuori, altalenando tra noia e lussuria. La rabbia però inizia a minare la sua volubile esistenza, mentre una creatura misteriosa lo attacca, facendolo sentire, per la prima volta, debole. Costretti a ripercorrere i ricordi dolorosi del passato, si renderanno conto di come le loro vite siano destinate a modificarsi, trovandosi davanti a scelte di primaria importanza. Ambedue entreranno in contatto con degli umani, ma se per Gregorio il rischio sarà quello di ricadere in un errore già commesso in passato, per Victoria invece l’incontro con il suo “gemello di sangue” mortale potrebbe rivelarsi fatale. Avranno bisogno di Domiziano, il loro Creatore, dotato di una saggezza antica, e di Federico, migliore amico di Gregorio e passata storia d’amore, forse ancora non completamente chiusa, di Victoria. Entrambi saranno fondamentali per venire a capo di ciò che sta minacciando l’eternità dei due fratelli e a loro si unirà Gabriel, uno dei capi del Collegio degli Anziani Vlasic che governa le leggi degli immortali dai canini aguzzi. Alla resa dei conti, Gregorio e Victoria arriveranno a dover combattere per continuare a esistere e senza volerlo infrangeranno due delle più sacre regole degli immortali: mai rivelare al mondo la tua vera natura senza un valido motivo e senza valutare bene le conseguenze, mai farsi coinvolgere da un umano.
Anche se il tuo cuore cessa di battere, non è detto che tu non possa ancora avvertire il potere di un legame. O la rabbia più incalzante.
L’AUTRICE
Jo Rebel è una giornalista italiana specializzata in automobilismo di cui ha seguito sia il settore industriale sia quello sportivo, arrivando a lavorare in Formula 1. Si è poi occupata di grandi eventi, tra cui i Giochi Olimpici. Da sempre appassionata lettrice, l’opera della svolta per lei è stata “Orgoglio e Pregiudizio” di Jane Austen. Si augura che una briciola di Mr. Darcy (carismatico e arrogante, ma al tempo stesso coerente, onesto, incredibilmente sexy e capace di un amore destinato a pochi) possa entrare in ognuno dei suoi personaggi maschili. Adora viaggiare, sia in aereo sia con la fantasia. Vive a Torino con Mya, una dolce gatta tigrata, e non potrebbe mai rinunciare al computer, alle bibite gassate, e alla sua collezione di album dei Bon Jovi. “Craving” è il suo primo romanzo urban fantasy ed è l’inizio di una serie.

Facebook: https://www.facebook.com/JoRebelAuthor

“CRAVING” di JO REBEL

GOLEM Edizioni [collana DOGMA]

Genere: urban fantasy Y/A

Pagine: 360 – Prezzo: cartaceo Euro 18,00 – eBook Euro 4,99

ISBN 978-88-98771-34-9

Distribuzione nazionale: Messaggerie Libri SpA

Con la certezza di avervi ingolosito e che non vediate l’ora di potervi accaparrare la vostra copia personale di “Craving” di Jo Rebel in versione ebook ringrazio di cuore tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e vi do l’arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura, magari proprio in compagnia dell’ebook di “Craving” di Jo Rebel pubblicato dalla Golem Edizioni!

Con simpatia! 🙂

Copertina Craving di Jo Rebel

Il cavallo degli scacchi

Un appassionante racconto breve uscito dalla penna di Michela Alessandroni

Salve a tutti!

Il cavallo degli scacchi di Michela AlessandroniNon so cosa ne pensiate voi dei racconti brevi ma io li adoro! Giuro! Secondo me richiedono una maestria nel rendere una vicenda che sia  completa e complessa benché compressa in poche pagine che è stupefacente. È questo il caso del racconto, disponibile in formato ebook e pure gratuito, il che non guasta mai, sul sito della Flower-ed, la casa editrice “nativa digitale” fondata e diretta con sapiente maestria da Michela Alessandroni che già molto spesso avete trovato protagonista tra queste pagine. Il racconto s’intitola, come anche questo mio articolo, “Il cavallo degli scacchi” ed è un parto del talento narrativo della bravissima Michela Alessandroni. Come avrete forse notato non ho scritto “un parto della fantasia e…” come sono solito fare commentando racconti e romanzi. Questa mia non è stata un dimenticanza ma il tutto è dettato dal fatto che, come dice la stessa Michela Alessandroni nella presentazione de “Il cavallo degli scacchi“, il racconto è “basato su una storia vera”.

Il cavallo degli scacchi di Michela AlessandroniLa vicenda si svolge in due “parti” per così dire. Nella prima la protagonista è una bambina che si reca in visita ad una di quelle ville antiche tanto diffuse in Inghilterra. Qui, ad un certo punto della sua visita, si trova faccia a faccia con un quadro raffigurante un uomo gigantesco che da quel giorno rappresenterà per molti anni a venire il suo più terribile e spaventevole incubo. Lasciando la villa la bambina trova, affondato dentro una pozza fangosa, un vecchio pezzo degli scacchi in legno: un cavallo, appunto. Vent’anni più tardi, la nostra protagonista torna alla villa con l’intento di esorcizzare definitivamente le paure ormai per lo più scomparse. Entrata nella villa si mette subito alla ricerca del quadro e…

Quale sarà il destino della protagonista? Riuscirà nel proprio intento? A queste e a tutte le altre domande che dovessero sorgere nelle vostre menti e nei vostri animi troverete risposta leggendo il racconto “Il cavallo degli scacchi” di Michela Alessandroni, scaricabile gratuitamente dal sito della Flower-ed.

Il cavallo degli scacchi di Michela Alessandroni

Pensieri di un cervello in fuga di Raffaele De Rosa

Autobiografia in forma di curriculum di un emigrante moderno

Pensieri di un cervello in fuga copertinaIl tema dell’emigrazione è stato ed è tuttora un tema di grande attualità e interesse. Nel passato a “fuggire” dal nostro Belpaese erano soprattutto le “braccia”, manodopera di bassa e talvolta bassissima, manovalanza che lasciava l’Italia per destinazioni quali il Belgio, l’America, la Germania e la Svizzera dove finivano con lo svolgere lavori manuali quali operai, minatori, boscaioli etc. Poi, col passare degli anni, siamo giunti ai giorni nostri e, anche la figura dell’emigrante tipo si è evoluta di pari passo con l’evoluzione dei tempi. A fuggire dalla propria terra madre non erano più o non solamente braccia ma anche e soprattutto cervelli. Laureati che per poter esercitare la professione per la quale hanno studiato per tanto tempo e con tanto impegno lasciano il territorio italiano diretti verso altri lidi.

Con un ultimo salto temporale e approdando al più immediato presente si è giunti ad un periodo nel quale, complice la crisi, “vogliono andarsene tutti, braccia, cervelli e gambe (intese come quelle dei calciatori o sportivi in genere)”.

Pensieri di un cervello in fuga copertinaCon il proprio ebook intitolato “Pensieri di un cervello in fuga”, realizzato con la collaborazione di WAY TO ePUBRaffaele De Rosa affronta, attraverso la lente della propria esperienza personale, questo delicatissimo e per molti versi drammatico tema. Organizzato a mo’ di curriculum e sviluppato lungo dieci capitoli “Pensieri di un cervello in fuga” presenta quella che è stata ed è la vicenda personale dell’autore, Raffaele De Rosa appunto, il quale “emigrante nel DNA”, nato nell’opulento Veneto da genitori di origini meridionali, padre pugliese e madre siciliana, ha vissuto si può dire sin da quando è nato la condizione di “straniero” con le relative conseguenze non sempre, anzi quasi mai, positive. Nel corso dell’ebook veniamo traghettati attraverso le esperienze umane e professionali dell’autore che ci illustra tappa per tappa il percorso che l’ha portato a trasferirsi stabilmente in Svizzera. A conclusione del volume troviamo il capitolo intitolato “Col senno di poi” nel quale Raffaele De Rosa stila una sorta di vademecum rivolto a quanti si trovassero a valutare a loro volta l’opportunità di lasciare l’Italia in cerca di fortuna.

Un’ultima, importantissima, informazione prima di concludere. L’ebook “Pensieri di un cervello in fuga” può essere fruito anche da coloro i quali abbiano deficit sensoriali in quanto l’autore lo ha realizzato seguendo i criteri di IDPF (International Digital Publishing Forum) e LIA (Libri Italiani Accessibili).

Pensieri di un cervello in fuga copertina

Non posso concludere prima di aver doverosamente ringraziato l’Ufficio Stampa del service editoriale “Il Quadrotto” nella persona della gentilissima Giada Marino per avermi permesso di leggere “Pensieri di un cervello in fuga” di Raffaele De Rosa e quindi di parlarne tra queste pagine, grazie di cuore!

Il Principe gelido

Salve a tutti!

Il novello Principe di Antonio AschiaroloStasera torno tra voi per farvi gli auguri e per regalarvi una mia nuova recensione che si prefigge di fornirvi un’idea che potrebbe tornarvi utile per uno dei vostri regali natalizi dell’ultimissima ora. Naturalmente e non potrebbe essere altrimenti l’ideuzza che vi passerò riguarderà un libro, o meglio un ebook. L’ebook in questione s’intitola “Il Novello Principe” ed è un’opera uscita dalla penna e dal talento di Antonio Aschiarolo.

Il novello Principe di Antonio Aschiarolo

La storia racconta la vicenda di un nano che svolge il ruolo di animatore nelle feste mondane di una bellissima Principessa. Di questa bellissima Principessa il nano è segretamente innamorato ma, visto che il suo aspetto non è certo dei più desiderabili, si contenta di amare nascostamente la propria spasimata.

Un giorno, un gran brutto giorno, il nano ha una disgraziatissima idea. Si reca infatti da una perfida ed altamente malvagia strega alla quale chiede di aiutarlo a realizzare il proprio sogno d’amore donandogli un aspetto che possa essere appetibile per la bellissima Principessa. La strega, in quanto malvagia al sommo grado, come ho detto poc’anzi, accetta ma gli impone, per poter ottenere un aspetto che possa risultar gradito alla propria bella di rinunciare, in ordine di scomparsa, al proprio cuore, alle proprie lacrime ed ai propri sogni. Dopo che il nano si è privato dell’ultimo pegno come impostogli dalla strega il nano torna nella propria stanza al palazzo e il mattino seguente si risveglia con le sembianze di un bellissimo Principe. Presentatosi alla Principessa viene, di primo acchito, apprezzato enormemente, tanto che la bellissima Principessa dice che lui sarà colui con il quale lei vivrà in eterno. Quando però lei, al colmo della gioia, gli getta le braccia al collo si rende conto che il bellissimo Principe è gelido. Quando poi, commossa dal fatto, si mette a piangere e si rende conto che lui non ha, dal canto suo, la mia reazione emotiva gli chiede, in un tentativo estremo di salvare la situazione, se egli abbia almeno dei sogni da poterle donare. Quando però l’ex nano le risponde negativamente la bellissima Principessa fugge via addolorata. Il novello Principe si ritrova così solo con la sua vuota bellezza.

Il novello Principe di Antonio AschiaroloCol racconto “Il novello PrincipeAntonio Aschiarolo ci regala una storia che è un monito a chi avrà, come me, la fortuna di gustarselo, a rifuggire dalla ricerca spasmodica della bellezza purchè sia. L’autore ci mette in guardia dal pericolo che la nostra rincorsa alla bellezza esteriore ci possa privare da quelle caratteristiche, il nostro cuore, le nostre lacrime, ovvero la nostra capacità di emozione e di empatia e i nostri sogni, le caratteristiche che fanno di noi delle belle persone comunque noi si sia esteriormente. Forse il protagonista del racconto “Il novello Principe” di Antonio Aschiarolo avrebbe dovuto far tesoro di un modo di dire delle mie parti; quello che recita così: “De la belezza a s’ ghe maia giù gran poc” che, tradotto dal vernacolo di Fusine, significa: “Dalla bellezza si ricava (si mangia) poco“.

Ed ora, prima dei ringraziamenti e dei saluti, permettetemi di rivolgere a tutte e tutti voi i miei più cari e sentiti auguri per un Sereno Natale ed un Anno Nuovo carico carico di Gioia e di Desideri realizzati!

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura, magari proprio con il racconto “Il novello Principe” di Antonio Aschiarolo!

Con simpatia! 🙂

Il novello Principe di Antonio Aschiarolo

Margot di Davide Chitoni

Il percorso di un giovane uomo verso il miglioramento personale

Salve a tutti!

Margot, un racconto di Davide ChitoniStasera torno tra voi con una nuova recensione. Il racconto che vi vado a presentare è “Margot” ed è scaturito dalla penna e dalla fantasia di Davide Chitoni. Il racconto narra l’evoluzione di Stanley Coleman il quale, da ragazzino che si sente inadeguato e “fuori posto” sceglie di intraprendere un percorso personale che lo porterà a viaggiare e a  fare una serie di esperienze formative che lo porteranno a migliorare se stesso nei tratti che lui riteneva più passibili di miglioramento. A spingerlo a compiere questo viaggio alla ricerca del migliore se stesso è la volontà di rendersi più adatto a conquistare la ragazza da lui amata, Margot, la Margot che da il titolo al racconto.

Il percorso di Stanley Coleman inizierà con la sua partenza dal villaggio di campagna nel quale è nato alla volta di un’isola sulla quale cercare persone che lo possano far migliorare nel suo modo di esprimersi, di camminare, di vestire e di porsi nei confronti delle altre persone, specialmente nei confronti di quelle di sesso femminile. La ricerca di Stanley darà i suoi frutti e lo vedrà tornare al proprio paese migliorato negli aspetti che ho elencato poco fa e, quel che più conta, maggiormente sicuro di sé.

Il racconto “Margot” pur se ancora da sottoporre ad un’attenta rilettura e revisione che, a mio avviso, potrebbe concretizzarsi anche in un taglio drastico di alcune parti, porta in sé un messaggio importante per quanti lo leggeranno e questo messaggio è di non perdersi d’animo e di non perdere tempo prezioso a piangersi addosso quando ci si scopre inadeguatifuori posto ma di reagire come ha fatto il protagonista di “Margot” facendo di tutto per migliorarsi e per superare quelli che si considerano i propri limiti.

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia!

Le Assenze della Enzo Delfino Editore

Assenze. Racconti al passato remoto

Assenze di Aristos, Cocozza, Fischer e Pagliazzi

È con qualche giorno di (colpevole) ritardo che condivido con tutti voi la notizia della nuova uscita editoriale targata Enzo Delfino Editore.  Si tratta di un ebook, uscito lo scorso 30 ottobre, intitolato “Assenze“, firmato da un gruppo di autori, Aristos, Domenico Cocozza, Adriano Fischer e Leonardo Pagliazzi, che, cito dal comunicato stampa dell’ebook fattami pervenire dall’editore, “racconta, in sei deliziose storie, lo spettacolo della vita, della morte e dell’amore visti attraverso la lente comune del ricordo.” Per non rischiare di fornire dettagli imprecisi continuerò a citare alcuni spezzoni dal comunicato stampa. È ora il momento di fornirvi la sinossi del volume “Assenze“, pubblicato lo scorso 30 ottobre a cura della Enzo Delfino Editore:

Assenze di Aristos, Cocozza, Fischer e Pagliazzi

“Ci sono persone la cui presenza diventa imponente solo in virtù della loro assenza, giorni qualsiasi che acquistano un senso solo quando ritornano improvvisi alla mente, come schegge di un passato rivelatore. Ci sono odori che sembrano incisi nei sensi, pronti a fare risorgere scheletri di un tempo perduto. Quando nulla più rimane, quando chi amiamo è andato e ciò che eravamo è perduto, il ricordo costruisce nuovi paesaggi, eterei e maestosi, abitati da esseri senza tempo, dove passato e presente si confondono e le emozioni si levigano. Alla ricerca di queste
immagini poetiche si sono avventurate, nei secoli, carovane di scrittori, filosofi e artisti.
Perché l’essenza della vita giace nella ripetizione, in questi piccoli frammenti di eternità
che casualmente ritroviamo in una vecchia foto, in un letto disfatto, in un paio di guanti
dismessi.”

Ed ora, per concludere, vi fornisco alcuni dati tecnici riguardanti “Assenze“:

ISBN: 9788895758220
Prezzo: 4,99 €
Formati: epub, mobi, pdf, ibooks
DRM free

Ed ora, in conclusione, non mi resta null’altro da fare se non invitarvi anzi spronarvi ad acquistare la vostra copia di “Assenze“, il nuovo frutto del lavoro della Enzo Delfino Editore.

Assenze di Aristos, Cocozza, Fischer e Pagliazzi

Grazie a tutte e tutti voi per l’attenzione e la pazienza e arrivederci alla prossima!

Buona domenica e, come sempre, Buona lettura, meglio ancora se con l’ebook “Assenze” targato Enzo Delfino Editore!

Con simpatia! 🙂

Assenze di Aristos, Cocozza, Fischer e Pagliazzi

Voci precedenti più vecchie

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle