Intervistatori involontari

Salve di nuovo a tutti voi!

Sorpresa! Sorpresa! Sorpresa! Pensavo di scrivere solo l’intevento di prima e poi chiudere ma, forse per non lasciarvi proprio solo con quelle note amare, sconfortate e sconfortanti ho deciso di rimettermi a battere sui tasti del mio portatile, stavolta per parlarvi di qualcosa di più leggero e allegro.

Spesso capita di aver timore ad effettuare un’intervista adducendo come ragione di questi “Grandi Rifiuti” la motivazione: “Non ne sono capace! Non riesco a intervistare nemmeno il mio pesce rosso, figurarsi una persona che a mala pena conosco!”

E poi ci si trova, tranquillamente, sera dopo sera, a chattare con gli amici, su Facebook, su Skype o su Messenger…

E che cosa sono mai queste chiacchierate virtuali se non una specie di intervista, fatte come sono di botta e risposta e di un sacco di domande?

Sapete quale può essere la verità? La verità può essere, anzi è, che se noi alle cose cambiamo nome le demitizziamo e ci sentiamo più sicuri. Aveva un bel far dire il Bardo a Romeo (mi pare almeno fosse Romeo) che: “Una rosa profumerebbe forse di meno se avesse un altro nome?

Forse una rosa se anche se non si chiamasse rosa profumerebbe allo stesso modo ma, sta di fatto, che se noi un’intervista la chiamiamo chiacchierata amichevole la affrontiamo più a cuor leggero!

Di questo fatto mi sono reso conto, in questi ultimi giorni, io stesso!

Più d’una volta mi sono trovato in chat con persone che ho intervistato su queste pagine nelle scorse settimane e durante queste chiacchierate virtuali mi sono trovato a fare parecchie domande, di vario tipo, e più d’una volta mi sono sentito tentato di dire alla mia compagna di chat: “Caspita! Stiamo facendo una nuova intervista! Che ne diresti se prendessi le domande e risposte di stasera e ne imbastissi una nuova intervista?” Poi non ho detto nulla ma, vi assicuro, che queste chiacchierate in chat erano, in tutto e per tutto, delle interviste, nè più nè meno!

E quindi non è vero che non siamo in grado di imbastire un’intervista che sia in qualche modo credibile! Lo possiamo fare senza problemi! Basta che la vediamo come una normale conversazione e il gioco è fatto!

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che mi avete nuovamente voluto dedicarmi!

Arrivederci alla prossima!

Buona notte e Buon fine settimana!

Con simpatia!

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle

Noi nonne

"Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore" (Porfirio)

PresuntiOpposti

Chi legge vive due volte...