Workshop di traduzione “Dire quasi la stessa cosa: scoprire la traduzione, conoscere il traduttore” [a cura de La Bottega dei Traduttori]

Articolo interessantissimo che non potevo esimermi dal “ribattere” da me!
Buona lettura a tutte e tutti voi!

La bottega dei traduttori

Lo staff de “La Bottega dei Traduttori” è lieto di invitarvi al workshop “Dire quasi la stessa cosa”: scoprire la traduzione, conoscere il traduttore. Digressione tecnico-letteraria, analisi teorica e spunti pratici di un mondo poliedrico in continua evoluzione, con interventi focalizzati sul mondo della traduzione tecnica ed editoriale.

View original post 548 altre parole

E come un sogno la vita vola

Non potevo certo esimermi dal fare il reblog a questa meravigliosa intervista della strepitosa Alessandranna D’Auria e quindi eccovela con mille grazie a Pinkmagazine e i miei complimenti a Romina Angelici!
Buona lettura a tutte e tutti voi! ☺

Pink Magazine Italia

È l’ultimo nato, per la collana Windy Moors, in casa Flower-ed.

Quella che andrete a leggere è l’intervista ad Alessandranna d’Auria, traduttrice e curatrice dell’epistolario di Patrick Branwell Brontë, relativo al periodo 1835-1848, anno della sua morte, che ha cercato di illuminare le numerose zone d’ombra che avvolgono ancora la vita di questo artista travagliato e appassionato, che amava definirsi un poeta maledetto.

Accanto a ogni blocco di lettere, tradotte e raggruppate per anni, è stato compilato un esaustivo commento esplicativo di spiegazione e informazione, oltre che di collocazione nel dovuto contesto di riferimento. Alla fine del volume le osservazioni sono convogliate in un approfondimento bio-bibliografico sull’autore dell’epistolario, poi arricchito dalle preziose appendici.

Ma cerchiamo di saperne di più da Alessandranna stessa che ha curato tutto questo eccellente lavoro.

Difficilmente la citazione intratestuale scelta come titolo avrebbe potuto esprimere meglio il percorso terreno dell’uomo e dell’artista…

View original post 1.744 altre parole

Il poeta della brughiera. Per la nascita di Patrick Branwell Brontë

Patrick Branwell BrontëIl 2017 si è portato via il bicentenario della nascita di Charlotte Brontë, lasciandoci la possibilità di celebrare anche quello del fratello Branwell con una pubblicazione è stata una scelta sentita e al contempo obbligata. Scegliere cosa tradurre della sua infinita ma sfortunata produzione letteraria ha significato navigare a lungo nell’indecisione. Se guardiamo i fatti, Branwell non fu un vero scrittore in vita. La sua prosa è piuttosto articolata e dispersiva, forse per questo già a suo tempo non ebbe fortuna. Le poche poesie (circa ventuno) che vennero pubblicate sui giornali locali (Halifax Guardian, Leeds Intelligencer ecc.) non andarono oltre i confini dello Yorkshire.

Tuttavia, tra le centinaia di pagine che scrisse, ve ne sono alcune che a sua insaputa, per il lettore moderno e lo studioso in particolare, rappresentano un esempio di alta letteratura, quella che lui non avrebbe comunque mai pensato di pubblicare. Siamo…

View original post 605 altre parole

Per il Bicentenario di Patrick Branwell Brontë

Per la prima volta in traduzione italiana “E come un sogno la vita vola” di Patrick Branwell Brontë

Con grande emozione annunciamo che il nuovo libro flower-ed è disponibile in ebook e cartaceo!  L’opera rappresenta il nono volume della collana Windy Moors e raccoglie per la prima volta in traduzione italiana tutte le lettere di Branwell Brontë. L’ampio e approfondito apparato critico, a cura della traduttrice Alessandranna D’Auria, ci porta a conoscere lettera dopo lettera, anno dopo anno lo sfortunato fratello Brontë e a capire perché la linea della sua vita, che lo vide inizialmente pieno di entusiasmo e speranza, lo abbia poi visto andare in rovina.


Dal 1835 al 1848 un vivace ragazzo della brughiera divenne suo malgrado un uomo afflitto dal dolore. Abbandonata ogni speranza di costruirsi una carriera da pittore, continuando a scrivere poesie che ebbero poca fortuna e deluso da un amore impossibile, giorno dopo si raccontò nelle poesie, negli infiniti racconti, nelle lettere indirizzate agli amici più cari, confessandosi inconsapevolmente al mondo. Caricato del gravoso peso di realizzare le ambiziose aspettative di famiglia, Patrick Branwell Brontë era il fratello fragile e sfortunato di Charlotte, Emily e Anne. Nell’anno del bicentenario che ne commemora la nascita, le sue lettere vengono consegnate per la prima volta in forma completa al pubblico italiano, per conoscere chi fu tradito dai propri sogni, prima ancora che da se stesso.


Patrick Branwell Brontë, E come un sogno la vita vola. Lettere 1835-1848, coll. Windy Moors, vol. 9, traduzione e cura di Alessandranna D’Auria, flower-ed 2017 (ebook e cartaceo)


ebook –> http://www.flower-ed.it/index.php?route=product/product&product_id=178

cartaceo –> http://www.lulu.com/shop/patrick-branwell-bront%C3%AB/e-come-un-sogno-la-vita-vola-lettere-1835-1848/paperback/product-23203405.html

Per il Bicentenario di Patrick Branwell Brontë

Impossibile resistere alla tentazione del reblog con notizie come questa!
Segnatevi in bella evidenza la data del 29 maggio 2017, mi raccomando e…
Buona lettura a tutte e tutti voi! 🙂

Cari lettori, a partire dalla pubblicazione della biografia di Giorgina Sonnino, ci siamo occupati molto della famiglia Brontë. Continuiamo a farlo, raccontando di quel giovane la cui vita era troppo vicino al tempo del piacere per pentirsi, e troppo vicino alla morte per sperare.

Patrick Branwell Brontë

Nel Bicentenario della nascita di Patrick Branwell Brontë (26 giugno 1817-24 settembre 1848) abbiamo scelto di rendergli omaggio attraverso la pubblicazione di due libri: uno vedrà la luce alla fine di maggio e l’altro nel mese di giugno. Entrambi nascono dalla volontà di celebrare lo sfortunato e fragile fratello, sempre in ombra rispetto allo sfolgorante successo letterario di Charlotte, Emily e Anne.

Abbandonata ogni speranza di costruirsi una carriera da pittore e scrivendo poesie con poca fortuna, deluso da un amore impossibile, giorno dopo giorno accompagnò la propria vita verso la tomba, raccontandosi nelle lettere indirizzate agli amici più cari. Attraverso un complesso lavoro…

View original post 173 altre parole

Charlotte Bronte, per la prima volta tradotti in italiano in Edizione Flower-ed

Questo è un articolo troppo bello per non procedere al reblog. Se poi contate che è dedicato a una traduttrice davvero fantastica come Alessandranna D’Auria quella del reblog diventa non solo una tentazione ma un dovere.
Quindi a tutte e tutti voi… Buona serata e Buona lettura, tanto dell’articolo quanto, soprattutto delle magnifiche traduzioni di Alessandranna!
Con simpatia! 🙂

TUTTA COLPA DI UN LIBRO

Charlotte Bronte, scrittrice Britannica dell’800 che non ha bisogno  di presentazioni,  credo che tutti ormai la conoscano. Di lei avevamo tradotti in italiano (JaneEyre, Il Professore, Shirley, Villette).

A distanza di secoli, i suoi libri sono sempre richiesti, tanto che quest’anno per la prima volta in edizione italiana, sono stati tradotti altri suoi libri che erano disponibili solo in inglese e, ciò, è stato possibile grazie alla casa editrice Flower-ed…Quali?

Ora li vediamo insieme:

61MizEevZ2L.jpgEmma Osservalo qui

61UVbcHln0LI Moore Osservalo qui

61tGUV1HCBLLa Storia di Willie Ellin Osservalo qui

61zCS0oBOtLAshworth Osservalo qui

Trovo che queste edizioni siano carinissime e chi, come me, ha tutti i libri, non solo di Charlotte ma delle sorelle Bronte in generale, non penso che potrebbe farne a meno; Pensare che quando uscì Il Professore con la Fazi editore, dissi “Finalmente ho tutti i libri delle Bronte”, ma mi sbagliavo, con queste uscite inedite ora…

View original post 65 altre parole

Segnalazione: “Il sentiero alpino. La storia della mia carriera” di Lucy Maud Montgomery- Ed. flower-ed

Impossibile non fare il reblog di questo nuovo splendido articolo del meraviglioso blog Romance e altri rimedi!!! 😍😍😍😍😍
Grazie di tutto cuore!!!
Buona lettura a tutte e tutti voi!

ROMANCE E ALTRI RIMEDI

Buon pomeriggio! Oggi segnaliamo “Il sentiero alpino. La storia della mia carriera” di Lucy Maud Montgomery  (autrice di Anna dai capelli rossi) pubblicato da flower-ed (collana Windy Moors) e tradotto da Riccardo Mainetti.

montgomery edgeSinossi:

Nel 1917 Lucy Maud Montgomery era una scrittrice di successo: aveva pubblicato Anne of Green Gables, il suo primo romanzo, da circa dieci anni e nel frattempo aveva scritto molti altri libri, tra i quali The Story Girl, il suo preferito. In quell’anno l’editore della rivista Everywoman’s World le chiese di scrivere la storia del suo percorso letterario e il risultato fu la pubblicazione in sei puntate di questa autobiografia.

View original post 145 altre parole

Voci precedenti più vecchie

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle

Noi nonne

"Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore" (Porfirio)

PresuntiOpposti

Chi legge vive due volte...