Progetti del FabLab Sondrio

Il FabLab Sondrio presenta i propri progetti e le proprie iniziative

Salve a tutti voi!

Ispirato dall’articolo di ieri sera della nostra Isabella Grassi e in collaborazione con il mio ex insegnante di informatica delle superiori, Sergio Casiraghi, vi vado a presentare i progetti e le iniziative di FabLab Sondrio, realtà della quale vi invito a visitare il sito internet e la Pagina Facebook.

Ora però è tempo di cedere la parola al comunicato redatto dal Professor Sergio Casiraghi:

Progetti e iniziative del FabLab Sondrio

a cura di Sergio Casiraghi

FabLab Sondrio è un’associazione di promozione sociale, senza fine di lucro, con sede operativa ℅ Politec Valtellina a Montagna in Valtellina, località Piano, e sede legale a Sondrio (http://fablabsondrio.it, https://www.facebook.com/fablabsondrio)

FabLab Sondrio

(FabLab Sondrio ℅ Politec Valtellina)

Il FabLab (FABbrica LABoratorio) è aperto agli associati e al pubblico con macchine per le fabbricazioni digitali dove individui e imprese hanno accesso ad attrezzature, processi e persone in grado di trasformare le proprie idee in prototipi e prodotti. Una comunità che collabora, un vivaio di idee, un centro dove valorizzare le competenze, uno spazio di coworking, uno spazio educativo, uno sguardo al territorio e al sociale, un laboratorio dove le idee possono prendere forma attraverso un circuito virtuoso.

Bits and Atoms e Fab Foundation hanno definito le caratteristiche condivise con la comunità dei FabLab. Le 4 regole sono: l’accesso al laboratorio dev’essere pubblico, va sottoscritto e pubblicizzato il manifesto dei FabLab (Fab Charter), disporre di un insieme di strumenti e processi condivisi con tutta la rete dei Fablab, le attività vanno condivise con la rete globale dei FabLab evitando di isolarsi!

FabLab Sondrio è attivo dal 29 ottobre 2015 e ha già realizzato un gran numero di progetti con varie iniziative che sono riportate sul sito web; qui voglio citare alcuni dei prossimi progetti tra quelli più attuali. L’ultimo, che si è appena concluso presso l’I.C. “Paesi orobici” di Sondrio, è stato un riuscitissimo laboratorio di #falegnameria dove si è insegnato ai bambini della “Racchetti” come lavorare il legno per la costruzione di un #kamishibai da usare in classe nel modulo sul teatrino itinerante giapponese e con questo realizzare quello che viene chiamato un “racconto in valigia”.

La professionalità offerta dai membri del Fablab Sondrio Giovanni, Carlo e Luca in questo campo è testimoniata anche da soci artigiani come Maurizio Bresesti che lavora con passione il legno antico nella sua falegnameriaBREMA.  

(Modulo Kamishibai & attività di falegnameria di Maurizio Bresesti)

Questo è parte di una serie di interventi, workshop, atelier e attività laboratoriali che rientrano tra le iniziative svolte nelle scuole dal FabLab Sondrio, ben integrate con ciò che costituisce per i soci il lavoro, le passioni e gli interessi di tutti i giorni.

Veniamo all’annuncio, appena dato, dell’apertura delle iscrizioni al primo Hackathon della Valtellina. L’evento che sarà ospitato presso la sede del Politec a Montagna in Valtellina, località Piano il prossimo 6 maggio, premierà il prodotto più riuscito con un premio incredibilmente geek, a tutti i partecipanti sarà dato un kit ricordo dell’evento!

L’obiettivo dell’Hackathon, collegato al progetto BIBLIOgeek al quale accenno di seguito, è relativo a un ‘uso innovativo della tecnologia’ e consiste nel realizzare un progetto formalizzato, su un tema assegnato, con relativo prototipo funzionante. Gli argomenti si potranno scegliere solo tra: “rifiuti e riciclo” oppure “utilizzo consapevole dell’acqua”, temi che andranno contestualizzati e geolocalizzati in Valtellina. I criteri di valutazione possono essere qui riassunti in termini di coerenza con il tema scelto, innovazione, originalità, utilità per il nostro territorio e per le persone che vi abitano, possibilità di essere realizzato concretamente (spiegando come) e poi effetto WOW!

Chi ha un’età tra 17 e 25 anni potrà partecipare singolarmente o con un piccolo gruppo al nostro Hackathon, che è parte del progetto BIBLIOgeek, sull’utilizzo innovativo della tecnologia come elemento di cultura e attualità.

Per ulteriori informazioni pratiche e iscrizioni occorre andare online sulla pagina: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-bibliogeek-hackathon-2018-45130523611

Le iscrizioni termineranno alla vigilia di questo Hackathon i cui lavori avranno inizio, come detto, il 6 maggio 2018 presso la nostra sede operativa a Montagna Piano. Poi tutti i progetti verranno pubblicati, attribuendoli agli autori, sul sito web del FabLab.

L’invito è a mettersi in gioco #passaparola!

Hackathon 2018

(#HACKATHON 2018 @ FabLab Sondrio)

Progetto BIBLIOGeek.

Il progetto BIBLIOgeek offre al pubblico più giovane delle biblioteche esperienze di cultura “geek”, al fine di avvicinare bambini e ragazzi all’attuale cultura digitale e alla programmazione. Geek è un termine inglese che sta a indicare una persona con uno straordinario entusiasmo in un certo campo di interesse, e più precisamente, una persona interessata alla tecnologia, all’informatica e ai nuovi media. Per estensione, una qualsiasi realtà culturale ha i propri “geek”: dalla politica alle scienze naturali, li trovate nella musica, nelle arti, nello sport, e così via. È stato scelto questo termine come perno di un progetto locale, destinato a giovani e giovanissimi.

Bibliogeek Logo

(http://www.fablabsondrio.it/bibliogeek.html)

BIBLIO-geek, è stato pensato in sinergia con il Sistema bibliotecario della Valtellina con lo scopo strutturare delle specifiche attività, offrendole nei luoghi più tradizionalmente deputati alla crescita culturale di tutti i cittadini e alla socializzazione. Luoghi dinamici e sensibili al cambiamento che vogliono, insieme a FabLab Sondrio, offrire ai ragazzi nuove esperienze di cultura contemporanea. Le attività sono in corso di svolgimento da novembre 2017 nelle biblioteche di Morbegno, Sondrio e Tirano con scansione indicata nella locandina.

(http://www.fablabsondrio.it/assets/files/bibliogeek-volantini-2.pdf)

Questa particolare iniziativa del FabLab Sondrio si pone sulla stessa linea di sviluppo che viene sostenuta dai Maker@scuola con le attività di Think-ering, Share-ing, Haker-ing che, in genere, accompagnano la democratizzazione dell’educazione quale spesso emerge da esperienze nazionali e internazionali di movimenti CoderDojo, LCL e TLTL. È posta in un contesto glocale (globale e locale allo stesso tempo), inserito nella realtà montana dell’arco alpino centrale, che può contare sulla disponibilità del sistema bibliotecario valtellinese. La relazione stabilita tra biblioteche e Fablab sposa il felice e attuale trend che si ritrova sia in esperienze italiane, vedi YouLab a Pistoia, sia nelle linee guida europee per lo sviluppo delle biblioteche che prevedono di investire nella creazione di market space nei presidi culturali. BIBLIOgeek ha individuato, in Valtellina, questa promettente sinergia tra luoghi “istituzionali” e associazionismo. Nello specifico progetto vengono avviate tre azioni: giornate dedicate al Coding con i linguaggi di programmazione visuali Scratch e ScratchJr, sperimentazione di servizio Biblioduino e infine l’hackathon, quale evento finale, che abbiamo prima descritto.

Biblioduino è poi un kit preparato da FabLab Sondrio contenente la famosa scheda ARDUINO insieme ad un certo numero di componenti elettronici pronti per costruire e inventare. Il kit è proposto in una scatola di plastica che contiene tutto il necessario ed è corredato da un volumetto che guida nei primi semplici progetti. Tutti possono prendere in prestito il kit, esattamente come fosse un libro, direttamente in biblioteca.

kIT BIBLIODUINO

Kit BiblioDuino

( da un’idea di Makerslab)

Un obiettivo centrale di questo progetto è quello di sensibilizzare tutti sull’importanza delle biblioteche pubbliche come moderni centri di apprendimento vicini ai cittadini per dare sostegno all’inclusione digitale, le tre azioni di BIBLIOgeek si propongono quali esempi di apprendimento di tipo informale e di natura learning-by-doing, tipiche dell’approccio “maker”, compatibili con le applicazioni di design-thinking sviluppate presso diverse biblioteche. Il Sistema bibliotecario della Valtellina, attraverso la collaborazione delle tre biblioteche comunali di Sondrio, Morbegno e Tirano, ha accolto la proposta di promozione dell’educazione digitale, mirando gli interventi su diverse fasce d’età, dai giovanissimi ai giovani. Questa collaborazione consente alle biblioteche di offrire, accanto all’alfabetizzazione informatica di base, una formazione digitale più ampia ed innovativa legata al coding, per coinvolgere maggiormente i giovani quali principali fruitori.

Coding scuola primaria

(BIBLIOGeek attivo a Sondrio, Morbegno e Tirano)

L’ultimo incontro BIBLIOgeek ci sarà il 13 maggio in Biblioteca a Morbegno per fare coding, indicato per la scuola media (secondaria di primo grado), con la creazione di un videogioco in Scratch condiviso poi con chiunque lo vorrà remixare.

  (BIBLIOgeek con FabLab Sondrio in biblioteca)

Nel frattempo, FabLab Sondrio terrà due sessioni di confronto sulla tecnologia meccatronica all’ITIS di Sondrio.ITIS Enea Mattei

(I.T.I.S. “E. Mattei” di Sondrio)

Segnalo anche la serie di corsi, riservati esclusivamente ai soci del FabLab Sondrio, indicati sul sito alla pagina: http://www.fablabsondrio.it/corsi.html. Per informazione circa le modalità di iscrizione contattateci all’indirizzo email: info@fablabsondrio.it

Per genitori ed insegnanti ha funzionato anche un percorso didattico destinato a insegnanti, genitori e alunni della scuola primaria su temi della sicurezza informatica: CYBERSPACE, AVVERTENZE E PRECAUZIONI D’USO. Una questione da grandi per riuscire a proteggere anche i più piccoli sperimentata in alcune scuole primarie di Sondrio e provincia.

Un evento gratuito, organizzato dal fabLab Sondrio e Politec Valtellina per sabato 12 maggio dalle 9.30 alle 13, aiuterà chi ora è affascinato dalla stampa 3D a scoprire questa tecnologia che si va diffondendo insieme le sue applicazioni. Sarà l’occasione per dialogare con gli esperti del settore e toccare con mano prodotti e macchinari in modo da comprendere o approfondire le enormi potenzialità di questo nuovo settore.

Per maggiori informazioni sull’evento “STAMPA 3D” contattare Politec Valtellina al numero 0342-201527 o inviare una e-mail a politec.energia@gmail.com   

 Sorpresa...

Infine, WOW il 9 giugno ci sarà una sorpresa che presto scopriremo insieme!

(stay tuned)

http://fablabsondrio.it

RIFERIMENTI WEB

  1. http://www.fablabsondrio.it
  2. https://www.facebook.com/fablabsondrio
  3. https://www.instagram.com/fablabsondrio
  4. http://www.fabfoundation.org
  5. http://cba.mit.edu
  6. http://www.politecvaltellina.it
  7. https://www.icpaesiorobici.gov.it
  8. https://www.facebook.com/BREMAwood
  9. http://fablabsondrio.it/hack2018.html
  10. https://it.wikipedia.org/wiki/Hackathon
  11. http://www.fablabsondrio.it/bibliogeek.html
  12. http://www.indire.it/progetto/maker-a-scuola
  13. http://www.indire.it/2017/12/21/maker-e-democratizzazione-delleducazione
  14. https://it.wikipedia.org/wiki/CoderDojo
  15. https://coderdojo.com
  16. http://learn.media.mit.edu/lcl
  17. https://tltl.stanford.edu
  18. http://www.sangiorgio.comune.pistoia.it/attivita-di-youlab-pistoia
  19. http://publiclibraries2020.eu
  20. https://scratch.mit.edu
  21. https://www.scratchjr.org
  22. http://www.hubout.it/makerslab/portfolio/biblioduino
  23. http://www.hubout.it/makerslab
  24. http://designthinkingforlibraries.com
  25. http://biblioteche.provinciasondrio.gov.it/library
  26. https://it.wikipedia.org/wiki/Meccatronica
  27. http://www.itisondrio.gov.it
  28. http://www.fablabsondrio.it/portale/index.php/tag/stampa-3d
  29. http://www.politecvaltellina.it

Altro

Annunci

#Celhaiunastoria?

Presentazione di un’iniziativa pensata per tutti i narratori in erba

Salve a tutti!

#celhaiunastoria

Questa sera torno tra voi per presentarvi l’iniziativa #celhaiunastoria ideata affinché tutti i ragazzi che avessero una storia nel cassetto possano tentare di vederla pubblicata. Ma ora cedo la parola al comunicato ufficiale dell’iniziativa:

#celhaiunastoria

Sono tanti i ragazzi giovani che nel tempo libero, per divertirsi o perché hanno un talento particolare, scrivono delle storie. Ed alcune di queste, nonostante rimangono nascoste “nel cassetto”, sono meritevoli e andrebbero valorizzate al meglio.

Mondadori Ragazzi ha promosso un’iniziativa che mira proprio a dare spazio e a valorizzare i nuovi giovani talenti: stiamo, infatti, cercando idee narrative nuove per libri per ragazzi, la migliore diventerà un libro!

E tu, ce l’hai una storia nel cassetto?

Fino al 20 giugno i ragazzi che lo desiderano potranno partecipare al contest Ce l’hai una storia destinato ai lettori e scrittori più giovani. Se hai meno di 18 anni, hai un’idea originale in mente è ora di condividerla! Tra un anno potresti vederla sviluppata in un libro e pubblicata da Mondadori.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito www.celhaiunastoria.it e scoprire come partecipare.

Grazie infinite per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Segui il tuo respiro

Il nuovo, imperdibile, romanzo di Max De Stefanis

Salve a tutti!

Smaltiti (o quasi) i postumi dei bagordi natalizi torno tra voi con una segnalazione che promette davvero molto bene. Si tratta di un romanzo in uscita il 7 gennaio 2017 che s’intitolerà, proprio come questo mio articolo, Segui il tuo respiro e vedrà il ritorno tra gli scaffali delle librerie di Max De Stefanis. Il romanzo sarà edito dalla MJM Editore e rappresenterà la sua fatica (in forma di romanzo) dell’autore. Per potervi presentare al meglio questa novità editoriale riporto di seguito alcuni comunicati gentilmente inviatimi dall’ufficio stampa di Max De Stefanis. Inizierò con con il comunicato stampa relativo all’uscita del romanzo proseguirò col presentarvi i dati del libro, la sinossi e la quarta di copertina, quindi vi proporrò alcune note biografiche dell’autore e per finire la sua bibliografia aggiornata al romanzo che qui vi vado a presentare.

Cominciamo con il comunicato stampa:

COMUNICATO STAMPA

“SEGUI IL TUO RESPIRO”

IL NUOVO ROMANZO DI MAX DE STEFANIS

IN USCITA IL 7 GENNAIO

Max De Stefanis è lieto di annunciare l’imminente pubblicazione del suo secondo romanzo“Segui il tuo respiro”, in uscita il 7 gennaio 2017 per MJM editore.

A quattro anni di distanza dal libro di esordio “Show Surprise” (Mjm editore, Milano 2013), lo scrittore e cantautore svizzero Max De Stefanis torna a servirsi della distopia per raccontare i lati oscuri e le idiosincrasie dell’homo technologicus del XXI secolo, perennemente in bilico tra materialismo e spiritualità, tra progresso scientifico e decadimento morale.

In “Segui il tuo respiro” l’autore dà vita a una storia avvincente e al tempo stesso spiazzante, dove trovano spazio gli scenari di anticipazione sociale a lui cari, riconducibili ad alcuni temi chiave: le biotecnologie e l’alimentazione alternativa, la “distrazione di massa” e la meditazione, ma anche l’amore, la sessualità e l’erotismo, inseriti nella narrazione con audacia stilistica e originalità.

TRAMA

In un futuro prossimo venturo si intrecciano le vicende di Ivan e Coline, che saranno i protagonisti di una storia d’amore fuori dagli schemi. Lo scenario è quello di un mondo angosciato da prospettive apocalittiche, dove il consumismo smodato da una parte e il graduale esaurimento delle risorse energetiche dall’altra, fanno presagire l’imminente estinzione della specie. È quindi necessario mettere in atto delle soluzioni drastiche, supportate dalla fiducia nella sperimentazione scientifica.

Nel contesto di una società costantemente “interconnessa”, e avanzata a tal punto da essere in grado di sostituire l’uomo con esemplari artificiali sorprendentemente complessi, tutto sembra possibile. Il pericolo di una deriva dai contorni horror diventa realtà e anche l’amore avrà risvolti imprevedibili.

“Segui il tuo respiro” sarà disponibile a partire dal 7 gennaio in libreria e acquistabile on line su tutti i maggiori store. ( È possibile preordinare il libro a questo link http://www.maxdestefanis.ch/431238860/product/2458982/segui-il-tuo-respiro-romanzo?catid=858207)

NOTE BIOGRAFICHE

Max De Stefanis è uno scrittore e cantautore svizzero. I principali temi affrontati nelle sue opere sono le trasformazioni e le derive adolescenziali, l’homo technologicus e gli scenari distopici connessi, la critica nei confronti dell’industria culturale e, in chiave più propositiva, la prefigurazione di una società più consapevole, compassionevole e illuminata. Max è anche docente di scuola media. In questo ambito, da diversi anni propone progetti mediatici, tecnologici e teatrali a partire da laboratori di scrittura creativa. Infine, da oltre venticinque anni pratica la meditazione buddhista e da diverso tempo si occupa di terapie olistiche (riflessologia, cromopuntura, massaoterapia).

Per approfondimenti si veda: http://www.maxdestefanis.ch

CONTATTI E SOCIAL

info: info@maxdestefanis.ch

press: susanna.giusto@gmail.com

Facebook pagina autore: https://www.facebook.com/Max-De-Stefanis-195774070603253/

Facebook pagina romanzo: https://www.facebook.com/maxdestefanis.ch/

Instagram: https://www.instagram.com/maxdestefanis/

Twitter: https://twitter.com/maxdestefanis

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCgKBLuRAh2IOPk1ju0x8zkg?spfreload=5

Ecco quindi con i dati del romanzo, la sua sinossi e la sua quarta di copertina:

Segui il tuo respiro, il secondo romanzo di Max De StefanisTitolo: SEGUI IL TUO RESPIRO

Autore: Max De Stefanis

Genere: anticipazione sociale (distopia, fantascienza sociale, horror)

Target: adult

Editore: Mjm

Data di pubblicazione: 2017

ISBN 978-88-6713-170-9

pagine: 224

Formato: cartaceo (anche in e book a partire da giugno 2017)

prezzo: 13 CHF (Svizzera)

10 € (Italia)

 

QUARTA DI COPERTINA

Una storia d’amore sconvolgente, in cui le identità sessuali sono rimesse in discussione. Una vicenda ricca di imprevisti, tra esperimenti alimentari e biotecnologici estremi che sfociano in un reality horror dai sapori kinghiani, dove non vige più la legge del più forte, ma la forza della mente meditativa, capace di lasciare andare.

SINOSSI

“Segui il tuo respiro” è la metafora romanzata proprio della nostra frenetica società, costantemente interconnessa e al tempo stesso distratta e angosciata da prospettive apocalittiche: sovrappopolazione, riscaldamento del pianeta, esaurimento delle risorse energetiche, scontri di civiltà. È pertanto evidente a tutti che siamo di fronte a un bivio. Da una parte c’è la necessità di rallentare in modo radicale i consumi, dato che non si può consumare all’infinito in un mondo finito, e dall’altra c’è l’esigenza di accelerare ulteriormente la ricerca d’innovazioni tecnologiche che ci permettano di non estinguerci.

Nel 2019, risultati alla mano, gli scienziati sono finalmente tutti concordi nell’affermare che se non ci sarà una drastica diminuzione della popolazione, oppure una massiccia riduzione del consumo delle risorse terrestri, il genere umano si estinguerà entro una generazione. Viene quindi creato lo Stato della Rete, un nuovo governo mondiale che ricorda gli Stati Generali ai tempi della Rivoluzione francese, creato per far fronte a questo enorme problema che riguarda tutti.

Esso inizia da subito a sperimentare degli scenari che permettano di scongiurare questo pericolo. Come soluzione, propone infine una riduzione a 400 milioni di persone entro il 2050, interrompendo per sempre le nascite, e forse anche le morti. Questa riforma viene votata a grande maggioranza di like su Facebook, il social network di riferimento a livello mondiale. Ed è in questo contesto distopico, che si sviluppa la vicenda apparentemente insignificante di Ivan Manzato, di professione FPA, ossia Funeral Planning Agent o, più semplicemente, becchino, che sente di non avere più niente da chiedere alla vita. A titolo di esempio, lui aveva votato contro la riforma, dato che l’idea che l’umanità potesse scomparire, non gli dispiaceva affatto. Comunque, il sipario si alza nel momento in cui si celebra il funerale di suo padre, Victor, noto macellaio di insetti, che da qualche anno è divenuto celebre in tutto il mondo per aver reso pop la nuova moda culinaria in Occidente. Nonostante che tra i due i rapporti non fossero buoni, Ivan eredita gran parte della sua fortuna. Per questo motivo si licenzia dall’impresa di pompe funebri e parte per una vacanza All inclusive sul Mar Nero. La sua speranza è quella di ritrovare la voglia di vivere e possibilmente anche l’anima gemella. Infatti, il suo rapporto con l’altro sesso è sempre stato problematico. Finalmente, durante le visite guidate conosce una bellissima e misteriosa ragazza di nome di Coline. Tra i due nasce una dolce intesa. Gli eventi prendono però una piega inaspettata. Scopriranno solo in seguito che dietro gli episodi drammatici da loro vissuti, muoveva i suoi fili lo Stato della Rete, con i suoi esperimenti estremi in ambito alimentare e biotecnologico. La vicenda evolve quindi in modo rapido e imprevedibile, spingendo i due a legarsi sempre di più, nonostante Coline custodisca un segreto sulla sua identità destinato a sconvolgere per sempre la vita di Ivan, e forse non solo la sua. In ogni modo, la loro storia d’amore diventa un’esperienza unica, arricchita da situazioni edificanti, quando ad esempio iniziano a praticare la meditazione, ma anche rimessa in discussione a causa di discutibili giochi erotici di gruppo. In seguito, grazie all’attività lavorativa di Coline, che si occupa di promozioni turistiche, i due sperimentano nuove pratiche estreme, come ad esempio nutrirsi di sola aria, che li porteranno infine a partecipare, contro la loro volontà, ad un reality dalle sfumature horror dal titolo “Segui il tuo respiro”. Lo Stato della Rete, propone infatti questo format contemporaneamente su scala planetaria, come prima drastica misura per ridurre la popolazione mondiale, ma anche per intrattenere e quindi distrarre, come al tempo dei romani con i ludi circensi. Sarà solo nel corso di questo reality, che Ivan scoprirà lo sconvolgente segreto di Coline. Purtroppo, a questo punto, non saranno più padroni del loro destino. Lo show, infatti, non prevede vincitori…

Ed ora, visto che, come dico sempre, una presentazione non è tale se non viene presentato anche l’autore ecco alcune note biografiche relative a Max De Stefanis:

BIOGRAFIA

 

Ritratto Max De StefanisMax De Stefanis è uno scrittore e cantautore svizzero. I principali temi affrontati nelle sue opere sono le trasformazioni e le derive adolescenziali, l’homo technologicus e gli scenari distopici connessi, la critica nei confronti dell’industria culturale e, in chiave più propositiva, la prefigurazione di una società più consapevole, compassionevole e illuminata. Max è anche docente di scuola media. In questo ambito, da diversi anni propone progetti mediatici, tecnologici e teatrali a partire da laboratori di scrittura creativa. Infine, da oltre venticinque anni pratica la meditazione buddhista e da diverso tempo si occupa di terapie olistiche (riflessologia, cromopuntura, massaoterapia).

Max è nato a Schoenenwerd (Svizzera) nel 1973. È sposato e ha tre figli. Si è laureato in letteratura italiana, francese e storia nel 2004 a Losanna, svolgendo in seguito l’attività di ricercatore per il FNRS (studio sulla forma-romanzo), oltre a quella di assistente. Dal 2007 insegna italiano e storia nel settore medio (prima nella sede di Ambrì, dal 2012 in quella di Castione). È membro del Centro Shambhala Ticino, di cui è Outreach coordinator. Sul piano accademico, ha seguito anche una specializzazione in storia e filosofia del buddhismo (IEB Paris). Sul piano terapeutico, la riflessologia plantare (formazione con diploma presso l’Istituto di Terapie Naturalistiche di Locarno), la cromoterapia e la cromopuntura (formazione con diploma presso la Scuola di Medicina Empirica di Lamone), la medicina accademica e la massoterapia (formazioni presso il Centro Studi Terapie Multidisciplinari di Taverne).

Per approfondire si veda http://www.maxdestefanis.ch

Ed ora, per concludere, vi presento la bibliografia dell’autore aggiornata al romanzo Segui il tuo respiro: 

BIBLIOGRAFIA

Segui il tuo respiro (Romanzo, 2016)

Show Surprise (Romanzo, 2013)

Soldi (Pièce teatrale, 2012)

Le metamorfosi (Trilogia teatrale, 2008-2011)

I giochi pubblici nella Roma imperiale (Saggio storico-pedagogico-didattico, 2007)

Chiarori in una notte senza stelle (Raccolta di poesie, 2006)

Una lettura di Fontamara (Saggio letterario, 2004)

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Questo Natale vorrei regalare…

Presentazione dell’iniziativa di casa Mondadori

Salve a tutti di nuovo!

Libri Ragazzi MondadoriTorno a breve tra voi per presentarvi una nuova, splendida, iniziativa griffata Mondadori Libri per Ragazzi. Si tratta dell’iniziativa “Questo Natale vorrei regalare… che prevede la pubblicazione di un post al giorno sulla nostra pagina Facebook Mondadori Libri per Ragazzi fino al 24 dicembre con i consigli personali da parte di tutta la nostra squadra.” Per potervi presentare al meglio questa splendida iniziativa cedo ora la parola all’email arrivatami in mattinata:

Il Natale, si sa, è la festa di tutti i bambini e i ragazzi, tanto che anche gli adulti in quest’occasione tornano un po’ tutti a esserlo… Alla Mondadori Libri per Ragazzi lo sappiamo bene e quindi abbiamo trovato un modo per fare degli auguri molto speciali ai nostri lettori, piccoli e grandi, per accompagnarli nella trepidante e bellissima attesa del 25 dicembre.

Il 25 Novembre parte l’iniziativa Questo Natale vorrei regalare…che prevede la pubblicazione di un post al giorno sulla nostra pagina Facebook Mondadori Libri per Ragazzi fino al 24 dicembre con i consigli personali da parte di tutta la nostra squadra.

Ognuno di noi ha infatti “adottato” un titolo del catalogo di quest’anno che ha particolarmente amato, quello che avrebbe voluto trovare sotto l’albero da piccolo, e lo consiglierà ai lettori spiegandone i motivi: da Topiopì al Meglio di Richard Scarry, dalla collana dei “Magnifici 7” ai classici della letteratura in edizioni deluxe come Le Cronache di Narnia, ma anche tutti i classici vestiti a festa in occasione del Natale, come Il Natale di Peter ConiglioIl Natale di Paddington, e molti altri ancora come Magnus Chase.2 Il Martello di Thor e L’albero delle bugie.

Questo perché vogliamo che siano gli stessi libri sui quali abbiamo lavorato con tanta cura e passione e che, soprattutto, abbiamo amato, a farvi gli auguri, nella speranza che i nostri lettori li ameranno insieme a noi: e d’altronde, cosa c’è di megliodi un bel libro in una fredda serata d’inverno illuminati solo dalle luci dell’Albero e magari accompagnati da una buona tazza di cioccolata calda fumante?

Ti va di segnalare l’iniziativa sul tuo blog e di seguirci sulla pagina Facebook di Mondadori Libri Ragazzihttps://www.facebook.com/MondadoriLibriperRagazzi/?fref=ts?

Nella speranza che in moltissimi aderiate a questa iniziativa ringrazio di tutto cuore tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e vi do l’arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Traduzione Vincente

Presentazione di un team di traduttori su cui contare

Salve a tutti!

In questa serata di lunedì torno tra voi per presentarvi un team di traduttori davvero preparati, seri e competenti che si sono riuniti sotto la denominazione sociale di Traduzione Vincente.

12968612_117928728609792_664626657_n12966021_117927098609955_1140235822_nTraduzione Vincente è stato fondato da Cecilia Negri e Ilaria Battaglia e il loro motto è “Aiutiamo le tue idee a superare i confini”.

Comunque per presentarvi al meglio questo straordinario team riporto qui di seguito la presentazione che mi è stata inviata direttamente dalle due co-fondatrici di Traduzione Vincente:

Traduzione Vincente nasce dal desiderio di aiutare gli scrittori italiani (in particolare i self-published) a realizzare il proprio desiderio di superare i confini italiani, allargando il proprio pubblico a livello globale.

Spesso chi vuole tradurre il proprio libro in inglese per affermarsi anche all’estero si trova costretto a confrontarsi con le difficoltà de mercato delle agenzie di traduzioni; preventivi troppo alti, nessun contatto personale con il traduttore, tempi di consegna infiniti. E quando ciò non avviene, spesso la qualità delle traduzioni ottenute è decisamente scarsa e non professionale.

Traduzione Vincente è la risposta a queste difficoltà; non siamo un’agenzia ma un GRUPPO DI TRADUTTORI FREELANCER provenienti da 3 diversi continenti (Europa, Americhe e Australia) specializzati in traduzioni letterarie.

Non assumiamo traduttori esterni che non conosciamo, non aggiungiamo costi di agenzia al preventivo.

Tutte le traduzioni vengono gestite da DUE PROFESSIONISTI: un traduttore e un revisore MADRELINGUA INGLESE. Questo garantisce la perfetta localizzazione dell’opera in lingua inglese.

Abbiamo già consegnato con successo diversi romanzi e racconti (visibili qui ), e i nostri clienti continuano a chiederci la traduzione dei propri capolavori.

Traduzione Vincente nasce semplicemente da un sogno: rendere gli scrittori italiani internazionali.

Per info & preventivi scrivere a info@traduzionevincente.com

www.traduzionevincente.com

Quindi se siete alla ricerca di un team di traduttori competenti, seri e preparati Traduzione Vincente è la soluzione ideale per voi!

Grazie di cuore per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Golem e la signora sabauda del giallo

La Golem Edizioni e il progetto legato ai romanzi di Gianna Baltaro

Salve a tutti!

Anche oggi torno da voi in veste di promotore culturale. L’occasione mi è offerta da un progetto messo in cantiere dalla casa editrice Golem. Si tratta del progetto di riedizione dell’intera produzione di Gianna Baltaro, “la signora sabauda del giallo”. La signora Baltaro, scomparsa nel 2008, fu prima giornalista e quindi si dedicò alla narrativa gialla, incentrando la propria produzione, che conta ben 18 volumi, sulla figura dell’ex commissario di polizia Andrea Martini.

Il primo romanzo a venir ripubblicato sarà “Nelle nebbie del Gambero d’oro“. Per potervi fornire le informazioni più esaustive riporto qui di seguito il testo dell’email ricevuta in mattinata dalla Golem Edizioni!

Vi annunciamo l’avvio di un progetto ambizioso: in occasione delnovantesimo anniversario della nascita di Gianna Baltaro, inizia laripubblicazione dell’intera produzione della scrittrice, arricchita da prestigiose prefazioni e in una nuova e accattivante veste grafica.

Diciotto romanzi che vedono come protagonista Andrea Martini, commissario ironico, intuitivo e dall’innegabile charme, che a passi felpati svela e indaga nella brumosaTorino degli Anni Trenta.

Si tratta di un’operazione non soltanto editoriale, ma soprattutto storica e culturale, con lo scopo di far conoscere al grande pubblico la signora sabauda del giallo (spesso accostata ad Agatha Christie e a Georges Simenon) e il suo personale Maigret, conducendoli dalle rive del Po, incostanti, rétro e a volte crudeli, in viaggio per l’Italia di oggi.

Il primo romanzo ripubblicato, presto in tutte le librerie e negli store online, è Nelle nebbie del Gambero d’Oro

In una Torino che si rinnova, tra caffè, negozi e trattorie, la nebbia non si dirada e porta con sé misteri, vecchi rancori e drammi familiari. Nella contrada del Gambero d’Oro una ragazza viene trovata morta: toccherà all’ex-commissario Andrea Martini, con intuito e pazienza, farsi strada tra segreti e sospetti, alla ricerca della soluzione e di una verità che getti un raggio di luce tra le ombre e la bruma.

«Che tipo di ragazza era?»
«Mah… Era un po’ farfallina, direi.»
«Cosa vuole dire? Che usciva con i ragazzi?»
«Questo non lo so. Però si fermava per la strada e davanti al portone a parlare con i giovanotti. E rideva. Rideva sempre.»
«Che cosa c’è di male a ridere?»
«Niente. Ma in tutte le cose c’è modo e modo. Non so se mi spiego.»
Guardò il commissario e rimase un attimo in silenzio come in attesa della sua approvazione.
«Già» assentì Martini distrattamente.

Una penna limpida e delicata, un tuffo nostalgico e charmant nella Torino del 1933.

Il progetto e il romanzo saranno presentati Mercoledì 30 marzo alle ore 18 al Centro Pannunzio (via Maria Vittoria, 35h, 10123 Torino)

Parteciperanno all’incontro

Giancarlo CASELLI, editore Golem

Daniela MESSI, editor di tutti i romanzi di Gianna Baltaro e scrittrice

Maurizio BLINI, scrittore e profondo conoscitore dell’opera dell’autrice

Enzo BARTOLONE, ex-editore delle opere di Gianna Baltaro e scrittore

Introdurrà Maria Donata PIGA

L’evento è anche su Facebook: https://www.facebook.com/events/1740618432842482/

La pagina ufficiale dedicata all’autrice: https://www.facebook.com/Gianna-Baltaro-1677521072510250/?fref=ts

Scarica il comunicato stampa del progetto

Scarica il comunicato stampa de Le nebbie del Gambero d’Oro

 

Vi aspettiamo!

Per ora è tutto!

Ringraziando tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che continuamente mi accordate vi auguro, unitamente alla Golem Edizioni, di passare un Buona e Serena Pasqua e vi do l’arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio e, come sempre, Buona lettura, magari proprio con un romanzo targato Golem Edizioni!

Con simpatia! 🙂

Rivoluzioni dell’anima

Presentazione della due giorni organizzata dall’Unione Culturale Franco Antonicelli

Salve a tutti di nuovo!

Locandina evento "Rivoluzioni dell'anima. A cosa servono oggi gli psicologi?"Torno tra voi per la seconda voglia oggi per farvi partecipi di un’iniziativa organizzata, per le giornate di domani, venerdì 4 marzo e dopodomani, sabato 5 marzo 2016. L’iniziativa in questione ha il nome di “Rivoluzioni dell’anima. A cosa servono oggi gli psicologi?” ed è organizzata dall’Unione Culturale Franco Antonicelli. Per potervi fornire le informazioni più complete ed esaustive riporto qui di seguito il testo dell’email inviatami dalla Golem Bookshop che tra le prime s’è fatta portavoce di questa interessante due giorni:

Locandina evento "Rivoluzioni dell'anima. A cosa servono oggi gli psicologi?"

Buonasera,
siamo lieti di diffondere la notizia dell’iniziativa in oggetto, organizzata dall’Unione culturale Franco Antonicelli

 

Venerdì 4 marzo e Sabato 5 marzo, Unione culturale Franco Antonicelli
(via Cesare Battisti 4b, Torino)
Entrata libera

 

Rivoluzioni dell’anima

A cosa servono oggi gli psicologi?

 

L’Unione culturale Franco Antonicelli di Torino organizza due giorni di riflessioni, dibattiti, proiezioni, esperimenti con PSI di ogni latitudine e orientamento. Con tavole rotonde di giovani apprendisti stregoni sul ruolo del denaro nella loro professione, dialoghi tra uno psichiatra e un suo paziente guarito dalla schizofrenia, fight club tra i due pesi massimi della psicoanalisi novecentesca (Freud contro Lacan), una lectio magistralis di una delle più intelligenti e raffinate psicoterapeute italiane, laboratori di arte terapia e bioenergetica (perché anche il corpo vuole la sua parte), proiezione di film di ieri e di oggi sulle speranze legate all’apertura degli ospedali psichiatrici e un dibattito finale sull’esperienza di Basaglia e la sua squadra di visionari.

PROGRAMMA

venerdì 4 marzo La terapia come professione

 

ore 18 – Denaro e coscienza di classe

La psicoterapia può costare poco? con Simona Lucà – Interzona; Ester Moroni e Simona Corrente – Mediazione, Dialogo, Relazione.

Introduce Dario Fieni del Coordinamento Psicologi Psicoterapeuti Piemontesi

ore 21 Potere e psichiatria

Si può guarire con gli psicofarmaci? Ugo Zamburru, psichiatra in dialogo con un ex paziente

sabato 5 marzo Cosa resta della psicoanalisi?

ore 10.15 – Fight club, Freud vs Lacan

Antonio Ciocca, Università Cattolica di Roma e Davide Tarizzo, Università di Salerno

ore 11.45 – Psicoanalisi: un’eredità al futuro

Lectio di Nicole Janigro, psicoanalista

ore 14 – Laboratori

–          Danza Movimento Terapia con Roberta Remedi, psicoterapeuta

–          Bioenergetica con Alessandro Pacco, psicoterapeuta

ore 16 – Proiezioni a cura di Psicologia Film Festival

ore 17.30 – Do you remember Franco Basaglia?

John Foot, University of Bristol in dialogo con Pietro Barbetta, psicoterapeuta

info su: www.unioneculturale.org

evento Facebook: https://www.facebook.com/events/550491485110164/

BROCHURE

Certo di aver suscitato il vostro interesse ringrazio tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che sempre mi accordate e vi do l’arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Locandina evento "Rivoluzioni dell'anima. A cosa servono oggi gli psicologi?"

Voci precedenti più vecchie

iriseperiplo.wordpress.com/

Tutte le mie recensioni, ricette e letture

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Habla italiano

Recursos para aprender italiano online

Noi nonne

"Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore" (Porfirio)

PresuntiOpposti

Chi legge vive due volte...

favolesvelte

Il mio mondo è fatto di disegni e fotografie, filastrocche, poesie e racconti che invento per gli adulti e per i bambini - Favolesvelte è anche un libro edito da Golem Edizioni, nato dalle 365 storie in 365 giorni pubblicate in questo blog nel corso del 2014 - Spot stories of a psychotherapist/Valeria Bianchi Mian - Licenza Creative Commons FAVOLESVELTE - SPOT STORIES di Valeria Bianchi Mian è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.