Una ghirlanda per ragazze – Louisa May Alcott

Recensioni come queste sono troppo belle per non ribatterle.
Leggere per credere!

Grazie di tutto a tutte e tutti voi e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, cone sempre, Buona lettura!

A presto! 🙂

Leggendo a Bari

51q+cHr2MEL._SX350_BO1,204,203,200_

Quando ero piccola uno dei primi libri letti “da grandi” è stato “Piccole donne” di Louisa May Alcott. Negli anni successivi ho avuto modo di leggere altri suoi romanzi, non mi ero mai cimentata nei suoi racconti fino a che non mi è capitato di notare questa bella copertina piena di rose. “Una ghirlanda per ragazze” è una raccolta di sette racconti scritti in un periodo di forzata immobilità della Alcott a fine Ottocento, ognuno di essi ha come titolo dei fiori: “Biancospini”, “Una coroncina di edera e scarpette da donna”, “Viole del pensiero”, “Ninfee”, “Papaveri e grano”, “Piccolo bocciolo di rosa” e “Alloro di montagna e capelvenere”.

Questi fiori e piante simboleggiano il modo di affrontare la vita delle protagoniste di questi racconti. Sono donne benestanti e povere, fanciulle che si prodigano attraverso il lavoro per vivere più serenamente: dalla giovane ballerina che pensa alla sorella malata e con…

View original post 111 altre parole

Annunci

Galleria

Francesca Giuliani torna a presentare i nuovi servizi offerti

Salve a tutti!

Oggi ritroviamo una vecchia, si fa per dire e carissima amica: Francesca Giuliani, che oggi torna tra noi per presentare i nuovi servizi da lei offerti. Ma ora è giunta l’ora di cedere la parola a Francesca:

Per iniziare vorresti presentarti a quanti tra i frequentatori di questo blog non ti conoscessero ancora?

Buongiorno a tutti cari lettori! Mi chiamo Francesca Giuliani, ho 25 anni e sono una correttrice di bozze cresciuta a pane e libri. Lavoro come freelance da diverso tempo e ho accumulato tanta esperienza nel trattamento dei romanzi. Vorrei precisare che il blog è solamente una piccola parte del sito, dove ogni settimana posto degli aggiornamenti su argomenti di letteratura e comunicazione. Sono alla continua ricerca di nuovi stimoli, gli aggiornamenti in questo mestiere non devono mai mancare perché la moda e le tecnologie cambiano continuamente e un professionista, come me, deve non solo tenere il passo ma essere all’avanguardia e proporre all’autore un progetto su misura.

Com’è nato questo nuovo sito internet?

Vengo da diverse esperienze nella gestione di siti web e blog; parallelamente lavoro da 8 anni come correttrice ed editor. Mi sono detta: «Perché no?». E questo è stato il risultato. Un sito formato da servizi editoriali e articoli giornalistici, condito con una bella dose di passione, tanta professionalità… ma anche un pizzico di follia! È con lo stesso spirito che vivo ogni lato della mia vita e fgservizieditoriali.com è una parte importante.

Quali servizi offri attraverso il sito?

Si parte dalla “semplice” correzione di bozze per arrivare all’editing (qui* mi permetto di linkare ai tuoi lettori un articolo che ho scritto sulla differenza tra i due servizi). Ovviamente il processo verso la pubblicazione, sia seguita da un editore sia in forma di self, non è ancora finito. Manca l’impaginazione, per avere un testo perfetto per essere stampato o trasformato in e-book. Inoltre scrivo la trama e la sinossi, fondamentali per attirare l’attenzione degli editori e dei lettori.

Ed ora un po’ di autopromozione più diretta. Perché una persona dovrebbe scegliere di rivolgersi a te per i propri bisogni in ambito editoriale?

Sono giovane e professionale e, come ti dicevo all’inizio dell’intervista, creo su ogni manoscritto un progetto ad hoc per migliorare il testo e comprendere al meglio le esigenze dell’autore. Non siamo macchine, abbiamo bisogno di calore umano. Con me gli scrittori si sentono coccolati e seguiti, al sicuro. Non sai che emozione quando un self che ho aiutato mi scrive dicendomi di aver pubblicato con una casa editrice, di aver realizzato il suo sogno! O quando leggo una mail di qualche autore, self convinto, che torna da me per un altro testo. Il rapporto tra autore e correttore è qualcosa di speciale e unico.

Grazie sin d’ora della cortesia e della disponibilità!

Prima di salutarvi vi ricordo il corso sul copywriting, che si terrà a Roma il prossimo 7 ottobre presso MAIS ONLUS, in piazza Manfredo Fanti, a pochi passi dalla Stazione Termini e riguardo il quale potrete trovare tutte le informazioni qui!

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura!

A presto! 🙂

Corso sul copywriting

Oggi la mia ribattuta ha per oggetto un corso sul copywriting che avrà luogo il 7 ottobre prossimo a Roma.
Per tutte le informazioni vi invito a leggere con la dovuta attenzione l’articolo.
Grazie infinite a tutte e tutti voi e arrivederci alla prossima occasione!
Buon pomeriggio!
A presto! 🙂

Francesca Giuliani

copywriter

s. ingl. (pl. copywriters); in it. s.m. e f. inv. (o pl. orig.), pr. adatt.anche abbr. copy
  • • Ideatore e redattore di messaggi pubblicitari (testi, sceneggiature ecc.) SIN creativo
  • • a. 1963

Questa è la definizione del Sabatini Coletti. Eppure mi sento di aggiungere qualcosa. Il copywriterè colui che anima un testo, lo rende vivo e, soprattutto, indimenticabile. Chi di voi non ricorda alcuni slogan di pubblicità? Scommetto che basta dirvi frasi come “Carmencita, chiudi il gas e vieni via” o “Così tenero che si taglia con un grissino” o “Che mondo sarebbe senza Nutella?” per ricordarvi immediatamente quegli spot e quegli slogan. È tutto merito di ottimi copywritersche hanno creato frasi in grado di entrarvi nel cuore e nella mente. Con gli anni il lavoro del copyè cambiato, si è evoluto e si è spostato soprattutto su…

View original post 145 altre parole

Tradurre non è un hobby

Condivido questo bellissimo articolo condividendone ogni singola parola.
Buona lettura e a presto!

A volte mi capita di leggere o sentire parlare della traduzione e dei traduttori in termini elegiaci o mediante stereotipi e frasi fatte. Tutto molto romantico, ma anche lontano dalla realtà e un’immagine che rischia anche di nuocere alla professione.

View original post 263 altre parole

Buondì a tutti

Una voragine colma di… merendine

Salve a tutti!

Per questo sabato torniamo a ospitare, con un articolo della nostra inviata dalle terre parmensi Isabella Grassi.

Preparatevi ad essere stupiti!

Una voragine colma di?

Se oggi giocassi a “un treno carico di…” risponderei: merendine.

La pubblicità del Buondì Motta in questi giorni sta letteralmente invadendo tutto l’etere.

Dal mitico Carosello che segnava l’orario per andare a letto, si è giunti al format attuale.

Oggi siamo tutti psicologi, sociologi, insegnanti etc etc, e siamo pieni di  considerazioni sui valori morali di tutto ciò che ci circonda, quindi anche della pubblicità del Buondì Motta.

Io e la mia famiglia dopo aver visto i primi due spot, ne arriverà presto un terzo con protagonista il postino, abbiamo riso tanto, e ci sono piaciuti.

Siamo figli del consumismo e non riusciamo a ragionare in altri termini, ma viviamo un momento di recessione dove questo sapore catastrofico si inquadra bene.

Ho digitato su vari  social #buondimotta ed è impressionante scoprire quanti post sono stati dedicati al prodotto e quanti video sono stati ispirati dalla pubblicità suddetta.

Il mondo odierno è catastrofico, e la meteorite bene si inquadra nella nostro vivere quotidiano, dove ormai nulla ci sorprende, e dove forse serve andare contro la regola: nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.

Urta il fatto che la bimba, che parla un insolito italiano forbito, rimanga orfana dei genitori?

Rimarrà nel futuro questa meteorite? Forse non molto, ormai le pubblicità lasciano il tempo che passa, e non senti più canticchiarne le melodie.

Il tempo quindi farà da giudice e testimone.

Ora vi racconto la mia versione della pubblicità, com’è nata e come evolve.

Ieri mio marito è andato a fare la spesa ed è tornato con una confezione di Buondì Motta.

Dopo lo stupore iniziale a me e mia figlia è venuta spontaneo sottolineare come sia potente una pubblicità martellante.

Anche se forse più che lo spot, sono state efficaci le polemiche che ne sono nate.

Così è nato il trailer: “Sono arrivati i Buondì Motta”, che trovate sia sul mio canale youtube che sui vari social, dove i protagonisti sono mio marito e mia figlia Alessandra.

Oltre all’hashtag #buondimotta ho coniato #buondimottailoveyou.

Oggi io, mio marito e l’altra mia figlia Eleonora abbiamo preso il tè con i Buondì Motta.

Ho apparecchiato con un servizio da tè francese anni trenta, e ho sorseggiato un Earl Grey della Lipton, facendo la “scarpetta” con il Buondì Motta.

PS: comunque preferisco i biscotti, almeno con il tè.

Riproveremo con il cappuccino in stile Nanni Loy.

Isabella Grassi

Settembre andiamo è tempo di novità

Grandi novità e solita impeccabile qualità alla ripresa delle attività in casa flower-ed

Salve a tutti!

Rieccomi tra voi per annunciarvi le grandi novità che in questo mese di settembre la flower-ed, la casa editrice nativa digitale diretta con l’abituale classe e maestria da Michela Alessandroni, ha in serbo per i propri amici.

La prima delle novità sarà costituita da un ciclo di Passeggiate letterarie delle quali era già stato anticipato qualcosa nel corso dell’estate.

La prima passeggiata si terrà la mattina di sabato 23 settembre. L’appuntamento è alleore 10 a piazza Barberini. Da lì ci incammineremo per le vie che hanno ospitato i grandi artisti, scrittori e poeti del passato, scoprendo la Roma degli Inglesi e giungendo infine alla Keats-Shelley House, che andremo a visitare.

Non si tratta di una visita guidata, ma di una camminata fatta insieme per ritrovare i luoghi che incantarono quei personaggi e che naturalmente affascinano ancora oggi. Pagheremo il biglietto di ingresso alla Keats-Shelley House (5 euro), mentre nulla è dovuto alla casa editrice.

Per organizzare tutto al meglio, date anche le dimensioni ridotte della casa, è necessario iscriversi inviando una mail a info@flower-ed.it Siete pronti per un viaggio nel passato?

Si passa poi all’inaugurazione del ciclo di eventi denominati Incontriamoci su Facebook.

Il 16 settembre, in una conversazione scritta tra me e l’autrice Romina Angelici, presenteremo in un evento su Facebook il libro Jane Austen. Donna e scrittrice (flower-ed 2017 – ebook e cartaceo), approfondendo la figura di Jane Austen e scoprendo il suo mondo privato e letterario.

Il 22 settembre, presenteremo i libri Elizabeth Gaskell e la casa vittoriana e Le case di Jane Austen (flower-ed 2016 e 2017 – ebook e cartaceo), scoprendo, ancora una volta in forma di conversazione scritta tra me e l’autrice Mara Barbuni, tutti gli aspetti della dimensione domestica in Elizabeth Gaskell e Jane Austen.

Sarà lasciato ampio spazio alle domande e alle considerazioni dei lettori. Al termine delle presentazioni, sorteggeremo tra coloro che avranno interagito un nominativo che si aggiudicherà un ebook in regalo.

E ora qualcosa di completamente diverso, una vera novità per flower-ed e i suoi lettori!

Con l’iniziativa denominata Caro diario… inauguriamo questo mese una meravigliosa linea di diari a tema letterario, ideati per appuntare e conservare pensieri e riflessioni.

A 160 anni dalla pubblicazione, celebriamo il romanzo di Charlotte Brontë con Il diario di Jane Eyre. Contiene le frasi più suggestive ed emozionanti, nelle nuove traduzioni curate da Alessandranna DAuria, e pagine in cui raccogliere idee ed esperienze. Il diario di lettura invita invece a tenere traccia e a custodire il personale percorso fra i libri, in pagine ben strutturate da riempire recuperando la bellezza della scrittura a mano.

I diari di flower-ed saranno presto in vendita su Amazon e Lulu.

Passiamo per finire ai libri del mese.

Anche questo mese, infatti, ci saranno delle nuove pubblicazioni. Stiamo lavorando con la scrittrice Adriana Maffei per la realizzazione del suo libro, un romanzo intitolato Streghe, e con Alessandra Carnovale per la creazione della sua raccolta poetica. Adriana e Alessandra sono le vincitrici del Premio letterario Parole magiche.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

 

 

Oggi vuoi essere un koala o un delfino?

Come vi sentite oggi?

Francesca Giuliani

La scorsa settimana ci eravamo lasciati con un quesito: quanto è importante la comunicazione? Tanto, ma lo facciamo in modo sbagliato. Pensateci: siamo circondati da milioni di modi con cui comunicare. Proprio mentre scrivo questo articolo il mio smartphone vibra, in strada sento distintamente vari tipi di suonerie, a pochi passi da me qualcuno legge il giornale o distrattamente segue la tv.

Eppure quanti di noi possono dire con certezza di essere attenti a ogni cosa che si sente o si legge? Tra i distratti, lo ammetto, delle volte ci sono anche io; solo che quando mi succede faccio questo esercizio. Mi chiedo: oggi vuoi essere un koala un delfino?

Mi spiego meglio. Se vivi da koala, non fai altro che startene appeso sul tuo ramo tutto il giorno. Se vivi, invece, da delfino, puoi vivere una bellissima esistenza insieme ai tuoi simili, aiutando gli altri e ricevendo aiuto…

View original post 151 altre parole

Voci precedenti più vecchie

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle