[RECENSIONE] Raccolta Frammenti dei DelWriters

*Recensione del racconto “Segatura e polvere di stelle” contenuto nella raccolta “Frammenti”

Salve a tutti!

Copertina "Frammenti"

 

Oggi torno ad occuparmi di recensioni per un concorso al quale sto partecipando. Il concorso consiste nel recensire un racconto tra quelli contenuti nella raccolta, edita dalla Delrai Edizioni e composta da una serie di racconti scritti dai DelWriters, vale a dire gli autori che pubblicano per questa casa editrice. La raccolta si intitola “Frammenti“.

A me è capitato in sorte, per così dire, il racconto “Segatura e polvere di stelle” di Jane Harvey-Berrick. Devo ammettere che non conoscevo, prima di entrare in contatto con questo suo racconto, l’autrice in questione. Questo ha creato dei dubbi alla persona che ha provveduto alla selezione del racconto da inviarmi. Mi è stato infatti chiesto, non avendo mai letto nulla dell’autrice, se me la sentissi di affrontare quel racconto, in quanto si riaggancia e rimanda alle opere che fanno parte della “Serie del viandante“, per me sconosciute, dell’autrice.

Lasciando però perdere queste elucubrazioni sparse è giunta l’ora di occuparci della recensione vera e propria. Prima però di addentrarci in essa mi sembra giusto e doveroso presentarvi la raccolta nel suo complessso:

 

Copertina "Frammenti"Una raccolta di novelle, scritte dagli autori Delrai Edizioni; nove scrittrici, generi diversi, penne di talento: Frammenti nasce da un’idea, quella che anche il racconto abbia valore e possa comunicare emozioni.

Stefania Da Forno con “Fammi stare bene
Alessandra Paoloni con “Merry Haunted Christmas
Rachel Sandman con “Pancake ai mirtilli
Natascia Luchetti con “Il battesimo della vita
Eveline Durand con “Emergency call. Chiamata d’emergenza” e “Un carillon senza cuore
Margherita Fray con “Sometimes
Barbara Bolzan con “Niente di che
Elle Eloise con “Nel blu dell’universo profondo
Jane Harvey Berrick con “Segatura e polvere di stelle

Nel racconto “Segatura e polvere di stelle” troviamo come protagonisti Kestrel, per gli amici del mondo del circo Kes ed Aimee, la ragazza con la quale ha trascorso “un’estate magica” ma che, al termine della stagione “passata a lavorare e vivere nel circo” se n’è andata, lasciando Kestrel, solo e abbandonato.

Inizialmente Kes non la prende per nulla bene. Prima abbandona il circo e si mette a vagabondare in sella alla sua moto. Tornato in seno al circo ha alcuni scambi di opinioni con un paio di amici e colleghi decide di partire per andare a raggiungere Aimee perché si rende conto che senza di lei per lui vivere è impossibile.

Ad accompagnarlo è Zef, un amico del circo intenzionato a recarsi a Savannah a trovare il fratello. Ben presto però, nonostante la felicità di aver ritrovato Aimee, Kes si accorge che quella vita “ordinaria” e statica gli sta stretta. Non sa però come dirlo alla propria amata. Mentre si trova a Boston con Aimee Kes viene incaricato dal preside della scuola nella quale lei insegna di esibirsi in uno dei suoi numeri favoriti a beneficio degli scolari. Ad assisterlo sarà Zef, che ormai, per dirla col Manzoni, “sentiva una cert’uggia” della vita a Savannah. Per Kes giunge infine il momento di ripartire. Aveva infatti detto alla “sua gente” che si sarebbero rivisti all’inizio della nuova stagione circense. Già ma come fare a separarsi nuovamente dalla “sua” Aimee. A risolvere la situazione, inaspettatamente per Kes, sarà proprio la ragazza…

Citando uno degli ultimi libri letti: “la storia, se la leggerete dalla viva voce dell’autrice sarà di gran lunga più bella”.

Ed ora la tipica domanda che mette sempre un certo imbarazzo. Ovvero, a chi consiglio la lettura di questo racconto?

Beh…!

Stavolta non mi trovo in imbarazzo dicendo che mi sento di consigliare la lettura a tutti! È infatti un racconto che farà sognare tutti i tipi di lettori. Perché, ditemi voi, a chi non è mai capitato di dover “andare a riprendere” una ragazza che ci piaceva e che, per un motivo o per l’altro, ci eravamo lasciati scappare?

Ora mi resta che ricordarvi che potrete trovare la raccolta “Frammenti” dei DelWriters edita dalla Delrai Edizioni, in vendita su Amazon al seguente link: https://www.amazon.it/Frammenti-AA-VV-ebook/dp/B07M8NZD29/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1548771315&sr=8-1&keywords=frammenti+delrai+edizioni

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Copertina "Frammenti"

 

[PRESENTAZIONE] Destino. La cattedrale mai esistita

Uscirà giovedì 31 gennaio 2019 il thriller di Flavio Roberto Albano

Salve a tutti!

Copertina romanzo Flavio Roberto Albano

Stasera torno tra voi per segnalarvi un thriller di molto prossima uscita, la pubblicazione è fissata per giovedì 31 gennaio 2019, Si tratta del nuovo romanzo di Flavio Roberto Albano intitolato “Destino. La cattedrale mai esistita“. Il romanzo sarà edito da Les Flaneurs Edizioni. Allo scopo di presentarvelo al meglio attingerò a piene mani dal comunicato stampa ricevuto dalla casa editrice.

Per cominciare eccovi i dati tecnici del romanzo:

Copertina romanzo Flavio Roberto Albano

Autore: Flavio Albano
Titolo: Destino. La cattedrale mai esistita
Data di pubblicazione: 31 gennaio 2019
Pagine: 294
Prezzo: € 17
Link: https://w:ww.lesflaneursedizioni.it/product/destino/

Ed ora eccovi la sinossi del romanzo:

Sinossi: E se nulla fosse come ci appare? E se dietro la realtà ci fosse un deus ex machina? Questo si chiedono i protagonisti della storia, Anne e Dario. Sono una parigina e un pugliese, due vite distanti nello spazio, che a un certo punto si ritrovano a condividere un’avventura nella storia tra Francia e Italia. Alla fine riusciranno a sciogliere alcuni enigmi del loro passato, ma soprattutto arriveranno a scoprire un luogo mai esistito e un segreto sconvolgente sull’umanità… L’opera di Flavio Albano è un thriller che tiene col fiato sospeso. Una storia ricca di suspense, che vuole appassionare il lettore con colpi di scena, inseguimenti, ritrovamenti, ma anche lasciare numerosi spunti di riflessione. Il tutto è arricchito da uno stile profondo, che si esprime al meglio nell’omaggio dell’autore alla Puglia, terra di tradizioni, e nella descrizione della città dai mille segreti: la ville lumière.

E per completare al meglio questa presentazione ecco a voi alcune brevi note biografiche dell’autore:

L’autore: Flavio Roberto Albano già docente a contratto di Economia e Gestione delle Imprese presso UNIBA e al Master MBA in Brand Management per UNIBAS. Da diversi anni si occupa di innovazione digitale, collabora con aziende in tutta Italia nell’area marketing, nella selezione, gestione e formazione di risorse umane. È stato autore di altri libri e relatore in diverse conferenze internazionali, presentando pubblicazioni scientifiche in economia del turismo e marketing territoriale. Appassionato di musica, pittura e scrittura, per Les Flâneurs Edizioni ha pubblicato Murgia Valley. L’evoluzione della specie.

Ed ora a me non resta altro da fare se non invitarvi a segnarvi in bella evidenza la data del 31 gennaio 2019 data di pubblicazione del romanzo di Flavio Roberto Albano intitolato “Destino. La cattedrale mai esistita” che sarà edito da Les Flaneurs Edizioni.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Copertina romanzo Flavio Roberto Albano

[SEGNALAZIONE]IL MUSEO DELLE ESPERIENZE MERAVIGLIOSE

Oggi vi voglio segnalare il nuovo romanzo di Paolo Fumagalli

Salve a tutti!

Copertina del romanzo di Paolo Fumagalli intitolato In questa notte di mercoledì torno tra voi per segnalarvi l’uscita, avvenuta a mese dello scorso mese di dicembre, del nuovo romanzo di Paolo Fumagalli, uno scrittore che quanti tra voi seguono questo blog da più tempo e con più assiduità ricorderanno per via di un’altra segnalazione risalente alla fine del maggio dello scorso anno.
In questo caso il romanzo che vi segnalo è, cito le parole usate dall’autore stesso “una sorta di fiaba moderna.  Un romanzo fantastico, molto adatto anche ai ragazzi” intitolato “Il museo delle esperienze meravigliose” edito da La Ruota Edizioni.

Per potervelo presentare nel migliore dei modi attingerò dal materiale inviatomi dall’autore. Partirei dunque, senza ulteriori indugi, con i dati tecnici del romanzo, come li chiamo io:

Copertina del romanzo di Paolo Fumagalli intitolato Titolo: Il museo delle esperienze meravigliose
Autore: Paolo Fumagalli
Prezzo: 12,00 € cartaceo      6,00 € ebook
Pagine: 250, con 10 illustrazioni realizzate da Francesca Paiocchi

Editore: La Ruota Edizioni
ISBN: 9788899660642

Genere: Romanzo fantastico

Data di pubblicazione: 15 dicembre 2018

Illustrazione di copertina di Francesca Paiocchi

Proseguiamo ora con la sinossi del romanzo:

Sinossi: In città è arrivato il Museo delle esperienze meravigliose! Offre un grande spettacolo che permette di assistere a veri prodigi e di vedere oggetti incantati provenienti da ogni parte del mondo, tutti accompagnati da storie straordinarie. Sotto i suoi tendoni è possibile osservare strani reperti come i trampoli che fanno diventare più bassi o gli occhiali che trasformano il mondo in un fondale marino, visitare il paese incantato creato da due gemelli siamesi uniti non da una parte del corpo ma dalla fantasia, ascoltare racconti di streghe, fate, troll e creature notturne. Il proprietario, Vincent, è consapevole del turbamento che può essere provocato dalla sua presenza e spesso deve fronteggiare l’ostilità degli increduli, ma questa volta dovrà vedersela con avversari pericolosi e ostinati. Grazie all’aiuto di Laura, una ragazzina che si sente attratta dal museo e che nasconde un grande segreto, riuscirà a difendere il potere della fantasia contro gli attacchi di chi odia la magia e l’immaginazione?

Ed ora ecco a voi una breve biografia dell’autore del romanzo corredata dai suoi contatti sui Social Network:

Biografia: Paolo Fumagalli si è laureato in Lettere con una tesi sull’uso simbolico dei colori nelle poesie di Aldo Palazzeschi. Nel corso degli anni ha scritto romanzi e racconti, diversi per generi e atmosfere, ma tutti accomunati dall’intento di far riflettere senza annoiare. I suoi testi si basano spesso sulla difesa della fantasia e della natura. I suoi testi si basano spesso sulla difesa della fantasia e della natura e rivelano il fascino provato nei confronti di leggende e folklore, suoi grandi amori insieme al cinema e alla musica.

Ha vinto diversi concorsi per storie brevi e alcuni suoi racconti sono stati inseriti nelle antologie di autori vari “Fate – Storie di terra, fuoco, acqua e vento”, “I mondi del fantasy V” e “Ritorno a Dunwich 2”.

Ha pubblicato le raccolte di racconti “La pietra filosofale” e “Foglie morte” e i romanzi  “Fuoco e veleno”, “Scaccianeve”, “La strada verso Bosco Autunno”, “Bucaneve nel Regno Sotterraneo” e “La terra promessa”.

Pagina Facebook dedicata all’autore:
https://www.facebook.com/paolofumagalliautore/

Pagina Twitter:
https://twitter.com/PaoloFscrittore

Pagina Instagram:

https://www.instagram.com/paolofumagalliautore/

E per concludere vi riporto i recapiti ai quali vi sarà possibile acquistare il romanzo:

Il libro può essere acquistato dal sito della casa editrice:

https://www.laruotaedizioni.it/il-museo-delle-esperienze-meravigliose/

O da altri negozi online, tra cui:

https://www.ibs.it/museo-delle-esperienze-meravigliose-libro-paolo-fumagalli/e/9788899660642

https://www.amazon.it/museo-delle-esperienze-meravigliose/dp/8899660646

https://www.lafeltrinelli.it/libri/paolo-fumagalli/museo-esperienze-meravigliose/9788899660642

https://www.mondadoristore.it/museo-esperienze-meravigliose-Paolo-Fumagalli/eai978889966064/

https://www.unilibro.it/libro/fumagalli-paolo/il-museo-delle-esperienze-meravigliose/9788899660642

https://www.hoepli.it/libro/il-museo-delle-esperienze-meravigliose/9788899660642.html

https://www.libreriauniversitaria.it/museo-esperienze-meravigliose-fumagalli-paolo/libro/9788899660642

Ed ora a me non resta altro da fare che ringraziare di tutto tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e darvi l’arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte, buon mercoledì e, come sempre, Buona lettura, magari proprio in compagnia del romanzoIl museo delle esperienze meravigliose” di Paolo Fumagalli edito da La Ruota Edizioni!

Con simpatia! 🙂

Copertina del romanzo di Paolo Fumagalli intitolato

[PRESENTAZIONI] Sant’Agata atto settimo

Giovedì 24 gennaio sarà presentato il nuovo romanzo di Michela Gecele

Salve a tutti!

Anche per questo inizio di settimana voglio segnalarvi un interessantissimo evento che si terrà in questa settimana e più precisamente

Locandina presentazione romanzo "Sanrt'Agata atto settimo" di Michela Gecele

giovedì 24 gennaio 2019, con inizio alle ore 18.00 presso l’aula 268 del Dipartimento di Scienze Umane (Disum) dell’Università di Catania.

Qui si terrà la presentazione del nuovo romanzo di Michela Gecele, intitolato “Sant’Agata atto settimo” edito da Edizioni Forme Libere nella Collana Due Passi nel buio.

Per tutte le informazioni più complete riporto di seguito quanto si trova sulla pagina dell’agenda dell’ateneo catanese espressamente dedicata all’evento:

Locandina presentazione romanzo "Sanrt'Agata atto settimo" di Michela GeceleGiovedì 24 gennaio alle 18, nell’aula 268 del Monastero dei Benedettini (ingresso di via Biblioteca), il Dipartimento di Scienze umanistiche dell’Università di Catania, insieme a Edizioni Forme Libere (Trento) e alla libreria Fenice (Catania) presentano l’ultimo romanzo di Michela Gecele “Sant’Agata atto settimo” (Edizioni Forme libere – Collana Due passi nel buio, 2019).

Si tratta del quinto giallo della serie “Ada, torte e delitti”: ancora una volta la sociologa berlinese Ada Hartmann, abitante della città di Catania, si ritroverà coinvolta in un caso da risolvere.

Del volume discuteranno con l’autrice Vincenza Scuderi e Antonio Sichera, docenti all’Università di Catania.

L’autrice

Michela Gecele, nata, cresciuta e vissuta a Torino, da qualche anno risiede a Catania. L’insolito cognome che porta proviene, come la famiglia paterna, da Pieve Tesino (Trento). Medico e psicoterapeuta, si interessa alle connessioni fra gli esseri umani, il mondo in cui sono immersi e le lingue che parlano. Condivide, da molti anni, la passione per la letteratura di genere – i “gialli” – con la sorella Piera.

Il libro

Catania, 3 febbraio, inizio della festa di Sant’Agata. Le strade di Catania si trasformano in uno scenario per la partitura della festa, che quest’anno farà da sfondo alla quinta avventura di Ada Hartmann, investigatrice per curiosità e passione.

Devoti e curiosi si muovono come un’onda che si forma, si infrange e defluisce, fra candelore, bancarelle e ceri. In mezzo a questi movimenti, un colpo di pistola confuso nei suoni della festa pone termine – omicidio o suicidio? – alla vita di un artigiano. Porrà termine anche alla festa?

Ada, aiutata da due nuove amiche e sfidando il suo amico commissario, ricerca i tasselli per comporre il mosaico dell’indagine e quello della festa, mentre il quadro si complica con una seconda morte sospetta, sempre durante il passaggio della Santa. La sociologa si immerge nelle multiformi sfaccettature della festa, senza però rinunciare a un’apparente deviazione dalle indagini, un breve viaggio nella Berlino del festival del cinema. E proprio l’immersione nel festival, che riecheggia i mondi agatini, con protagonisti che delineano o alludono a personaggi reali, suggerisce ad Ada le sottili tracce da seguire, dandole un nuovo slancio per entrare nel fulcro di Catania e della sua festa.

A me non resta altro da fare se non invitarvi a segnare in bella evidenza questo evento in agenda, in special modo se risiedete dalle parti di Catania.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Locandina presentazione romanzo "Sanrt'Agata atto settimo" di Michela Gecele

[RECENSIONI] Tormento fragile di Valentina Casadei

Il mio commento sull’opera prima di una promettentissima poetessa

Salve a tutti!
Copertina della silloge poetica "Tormento fragile" di Valentina CasadeiA volte capita che gli autori mi contattino per richiedermi delle recensioni e, come in questo caso, dalla lettura delle loro opere riemergo deliziato ed emozionato.

In questo caso vi voglio consigliare, caldamente, la lettura della prima silloge poetica di Valentina Casadei intitolata, come anche questo mio articolo, “Tormento fragile“. Il libro è edito dalla Bertoni Editore.

Ecco qui quello che è il mio commento al libro:

Copertina della silloge poetica "Tormento fragile" di Valentina CasadeiUna silloge poetica assolutamente magistrale e meravigliosa nella quale l’autrice,  la bravissima Valentina Casadei, maneggiando la lingua in maniera sapiente e a volte giocandoci, riversa sentimenti a profusione che non mancano di toccare il lettore fin nel profondo dell’animo.
Non posso né voglio dire in quale delle poesie raccolte in “Tormento fragile” potrete trovare questo tipo di emozioni.
Non lo faccio non perché io sia perfido o cattivo ma solamente perché non è possibile stabilire oggettivamente cosa susciti maggiormente emozioni.
Le emozioni sono la cosa più soggettiva che esista ed è questo il bello.
Perciò leggete questa meravigliosa silloge poetica e lasciatevene catturare.
È l’augurio e l’invito migliore che io possa farvi!

Se pensate poi che questa è la sua opera prima vi ritroverete a meravigliarvi della maestria che l’autrice già sa esprimere. Pensate quali e quante altre gioie potrà regalarci con le sue future pubblicazioni!

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che anche stavolta avete deciso di dedicarmi e arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura, magari proprio in compagnia della silloge poetica “Tormento fragile” di Valentina Casadei edita da Bertoni Editore!

Con simpatia! 🙂Copertina della silloge poetica "Tormento fragile" di Valentina Casadei

[BOOK TRAILERS]Descendens Trailer in tour

Finalmente online l’attesissimo book trailer del romanzo di Alessandra Paoloni

Salve a tutti!

Banner dedicato al Trailer in tour del romanzo "Descendens" di Alessandra Paoloni edito da Delrai Edizioni

Come forse ricorderete l’estate scorsa in una delle mie Anteprime vi avevo presentato il romanzo di Alessandra Paoloni intitolato “Descendens” edito dalla Delrai Edizioni.

Ebbene, oggi torno a parlarvene brevemente per annunciarvi l’uscita in rete dell’attesissimo e splendidamente curato book trailer. Il book trailer è stato realizzato dalla Video Earth di Pietro Lenci, il quale ne ha curato in prima persona la regia. La sceneggiatura del video è opera dell’autrice del romanzo, la bravissima Alessandra Paoloni.

Per quanti tra voi volessero andare a goderselo l’indirizzo al quale recarsi è il seguente: https://www.youtube.com/watch?v=WsYAomuPCiM&feature=youtu.be

Grazie di tutto cuore a tutte e tutti voi della pazienza e dell’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio, buona visione e, come sempre, Buona lettura, magari proprio in compagnia del romanzo “Descendens” di Alessandra Paoloni edito dalla Delrai Edizioni!

Con simpatia! 🙂

Copertina del romanzo "Descendens" di Alessandra Paoloni edito dalla Delrai Edizioni

 

[RUBRICHE] Spazio al personaggio: Ennio Trinelli e il teatro no word

La nostra Isabella Grassi intervista Ennio Trinelli e parla del teatro no word

Salve a tutti!
Dopo qualche tempo torna una delle rubriche più apprezzate, quella denominata “Spazio al personaggio” e condotta magistralmente dalla nostra inviata in terra parmense Isabella GrassiIsabella oggi intervisterà per noi Ennio Trinelli e insieme tratteranno del teatro no word.

A me ora non resta altro da fare che invitarvi a dare il vostro più caloroso benvenuto a Ennio Trinelli e passare la parola alla nostra Isabella Grassi:

Spazio al personaggio, una piccola incursione nel mondo della cultura, del teatro, dello sport, della musica e di quanto ci rende piacevole la vita, a cura di Isabella Grassi.

Riprendo la mia rubrica, dopo qualche mese di pausa e lo faccio con il mondo del teatro. Dopo avervi parlato di teatro classico e di regia, di teatro di parola,  di varie performance e sotto diversi aspetti anche del mondo della danza sia come teatro danza, sia per le rassegne come May Days, che per il mondo della  danza in tutte le sue sfaccettature   oggi affronteremo insieme il teatro no word e come testimonial ho scelto per voi Ennio Trinelli, emiliano come me. Io ho conosciuto Ennio partecipando ad un casting per lo spettacolo Non à la guerre spettacolo che sarà in scena al Teatro Europa di Parma il 19 ed il 20 gennaio prossimi.

Proprio dopo una delle tante prove alle quale Ennio ci sottopone è nata questa intervista, come al solito scritta velocemente sulla mia immancabile Moleskine.

Ennio parlami di te e della tua carriera artistica.

Ho studiato con fervore i vari aspetti artistici del mondo del teatro, dalla danza alla recitazione, al mimo e alla commedia dell’arte e seppure ho calcato le scene anche come attore e danzatore la mia vocazione e lo scopo di tutto il mio percorso artistico è sempre stata la regia.

Ritengo che la cultura debba servire a migliorare i rapporti con le persone, non a peggiorarli e facendo questo percorso, questa riflessione è nato il mio stile registico.

Mi piace lavorare con le persone e vederle crescere, far comprendere loro come l’egopatia da palco sia dannosa: rispetto al piacere che mi dà  il vedere un attore crescere prova dopo prova, il piacere della rappresentazione passa quasi in secondo piano.

Provando con te ho potuto assimilare un approccio multiculturale e un tipo di teatro, quello no word che permette una libertà di espressione senza barriere. Vuoi parlarmi in particolare dello spettacolo Non à la guerre?

Non à la guerre 4Il titolo originale era “La harb non à la guerre”, le prime due parole sono arabe ed hanno il medesimo significato delle successive parole francesi che rappresentavano allora la seconda parte del titolo.

Nasce dal racconto di quatto ragazzi che sono fuggiti dalla ex Jugoslavia e del loro vissuto, è uno spettacolo di  teatro-no word, interamente dedicato all’essere contro la guerra.

Durante una giornata apparentemente normale e in tempo di pace la vita di una comunità metropolitana viene improvvisamente sconvolta da un attacco. Non à la guerre è uno spettacolo dove la drammaturgia è scritta dalla musica e mancano le parole, sostituite dai gesti e dagli sguardi degli attori.

Qual è il messaggio che spera questo spettacolo lasci agli spettatori? Qual è il testo non scritto, non detto?

Non à la guerre 3Spero vivamente di riuscire a trasmettere l’empatia del NO alla Guerra, intesa come volontà di cancellare la causa di ogni possibile guerra.

Allora in realtà il titolo che è l’unico dato testuale racchiude interamente in senso dello spettacolo, o possiamo coglierci anche temi oggi molto attuali, legati alla questione migranti?  

Non à la guerre 1Lo spettacolo è una esplicita condanna al sentimento guerriero che è insieme la causa e l’effetto di tutte le guerre, e quindi foriero di discriminazioni e razzismi. Esiste la guerra, la viviamo, la tocchiamo in quanto esiste dentro di noi; credo che solo se riusciamo a sostituire tale sentimento con il desiderio di pace allora, e solo allora, questa sparirà.

Nda: lo spettacolo che verrà messo in scena al Teatro Europa a Parma il 19 gennaio alle 21:15 ed il 20 Gennaio 2019 alle 17:00 è inserito all’interno di un Festival: Festival Urla dal Silenzio

Per maggiori info sullo spettacolo visitate la pagina dedicata sul sito di Europa Teatri di Parma.

Ma se volete seguire anche Ennio potete leggere il suo sito di notizie di cui lui è l’editore gaiaitalia.com notizie.

Isabella Grassi

Voci precedenti più vecchie

Mille Splendidi Libri e non solo

"Un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi"

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

TRA FEDE E NATURA

Riscoprire Maria ci aiuta ad andare avanti da cristiani e a conoscere il Figlio. BXVI

JOSEPH RATZINGER :B16 e G.GÄNSWEIN

UNA RISPOSTA QUOTIDIANA AL TENTATIVO DI SMANTELLAMENTO DELLA VERA CHIESA !

ROMANCE E ALTRI RIMEDI

di Mara Marinucci

Iris e Periplo Review

Tutte le mie recensioni

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books" - Lettrice and much more

Leggo, preparo dolci e mi innamoro del mondo

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance