Nuova presentazione per Everlasting

Everlasting di Anita Book (Golem Edizioni) al Mondadori Bookstore di Taranto

Salve a tutti!

Copertina Everlasting di Anita Book

Ben ritrovati anche in questo tardo pomeriggio di mercoledì. Oggi voglio darvi notizia della nuova presentazione del romanzo di Anita Book intitolato “Everlasting” edito dalla Golem Edizioni che si terrà lunedì prossimo, 3 aprile 2017, a partire dalle ore 16.30, presso il Mondadori Bookstore di Taranto.

Di seguito trovate il comunicato ufficiale della Golem Edizioni nel quale troverete tutte le informazioni utili riguardanti questo evento:

Carissimi,
siamo lieti di invitarvi alla prossima presentazione di Everlasting, il primo capitolo dell’attesissima saga fantasy di Anita Book.

Copertina Everlasting di Anita Book

L’evento si terrà lunedì 3 aprile alle ore 16.30 presso il Mondadori Bookstore (via Giuseppe De Cesare, 35 – Taranto).

 

Introducono, moderano, leggono e suonano gli studenti del “Liceo Ginnasio Statale Aristosseno”.
La vita di Henrik Pedersen non è più la stessa da quando suo padre è morto. A Trondheim, la placida cittadina norvegese in cui vive, niente è come sembra. Proprio nel folto del boschetto che si affaccia ai margini della sua casa si cela un segreto. Una presenza misteriosa, selvaggia, che Henrik incontrerà in una delle notti più critiche e disperate e che metterà a dura prova la salute di sua madre. Una creatura, che sembrerà avere sembianze umane fuse a tratti ibridi e animaleschi, comincerà ad aiutarlo dandogli strane misture che si riveleranno prodigiose per la guarigione della donna. Fino a quando, durante le festose celebrazioni dell’Øret Festival, non tornerà per riscuotere il suo debito: Henrik dovrà seguirla nel suo mondo, a Everlasting, o sua madre morirà. Ma chi è davvero questa creatura? E perché ha scelto lui? Per rispondere a queste domande, Henrik dovrà affrontare un destino avverso, di luce e tenebre insieme, e sopravvivere a un oscuro nemico che minaccia di ritornare. Sarà disposto a pagare il prezzo del suo sacrificio?

 

Anita Book è una bookblogger/booktuber di ventotto anni. Il suo blog, L’Ora del Libro, racconta di lettura ai piccoli e grandi lettori innamorati. Adora le cupcakes e l’inglese; è segretamente innamorata
di Stephen King e la sua musa ispiratrice è J.K. Rowling. Crede nell’esistenza di draghi, fate, sirene e altre creature fantastiche e ha un debole per le velette e l’oggettistica fandom. Suzie Moore e il nuovo viaggio al centro della Terra è il suo romanzo d’esordio, pubblicato da Dunwich Edizioni nel 2015. Ad oggi scrive articoli come giornalista freelance per la rivista letteraria Leggere:Tutti.
Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!
Buona serata e, come sempre, Buona lettura!
Con simpatia! 🙂

Selezione campagna Crowdfundin per Antonio Sobrio.

Sorgente: Selezione campagna Crowdfundin per Antonio Sobrio.

Nor sea, nor land, nor salty waves

Alla Feltrinelli di Parma presentazione dell’ultimo lavoro di Roberto Bonati

Salve a tutti voi di nuovo!

Rieccomi tra voi per darvi la notizia di un evento del quale sono venuto a conoscenza grazie alla nostra impagabile inviata dalle verdiane terre parmensi Isabella Grassi. Si tratta della presentazione, in programma per domani, martedì 28 marzo 2017, a partire dalle ore 18.00, presso La Feltrinelli di via Farini, a Parma appunto, dell’ultimo lavoro di Roberto Bonati, intitolato “Nor Sea, nor Land, nor Salty Waves. A Nordic Story” edito dall’etichetta ParmaFrontiere.

Riporto qui di seguito il comunicato stampa ufficiale per tutti i dettagli relativi all’evento:

Logo ParmaFrontiere

Presenta:

Nor Sea, Nor Land, Nor Salty Waves – A nordic story

L’ ultimo lavoro di Roberto Bonati, etichetta ParmaFrontiere.

Martedì 28 Marzo 2017 presso La Feltrinelli di Via Farini, 17 a Parma, alle ore 18.00

Nella storica libreria di Parma, il cui motto è “da luogo di culto a luogo di cultura” per essersi trasferita nei locali dove un tempo c’era una chiesa, in questo fantastico luogo ci sarà la presentazione di “Nor sea, nor land, nor salty waves, lavoro commissionato a Bonati dal Bjergsted Jazz Ensemble”, eseguito in prima assoluta il 21 marzo 2015 all’interno dello Stavanger Jazzforum.

locandina

 

Il cd è stato registrato ad agosto 2015 presso l’Institute for Music and Dance dell’Università di Stavanger.  L’incontro sarà condotto da Alessandro Rigolli che, insieme al compositore, presenterà il disco e avvierà alcune riflessioni sul lavoro di Roberto Bonati.

Roberto Bonati trae ispirazione dall’Edda poetica della mitologia norrena e in particolare da Völuspá – Profezia della Veggente (Prophecy of the Seeress) – una vera e propria summa mythologiæ scandinava che Bonati rielabora in forma musicale, facendone il proprio personale omaggio alla cultura originaria del Nord Europa.

Un progetto che corona quattro anni di intensa collaborazione con la scena musicale norvegese, iniziata nel 2012 con la direzione dell’Oslo Royal Academy Ensemble in Snow Flowers, una creazione ispirata agli Haiku giapponesi e da allora mai interrotta.

In attesa della presentazione si ricorda che il CD è ordinabile presso i rivenditori di musica, o acquistabile sugli store online come amazon ed ibs, e si possono sentire un paio di brani sul  profilo di Roberto Bonati sul sito  soundcloud.com.

Non mancate!

 

 

 

Presenta:

Nor Sea, Nor Land, Nor Salty Waves – A nordic story
L’ ultimo lavoro di Roberto Bonati, etichetta ParmaFrontiere.

Martedì 28 Marzo 2017 presso La Feltrinelli di Via Farini, 17 a Parma, alle ore 18.00

Nella storica libreria di Parma, il cui motto è “da luogo di culto a luogo di cultura” per essersi trasferita nei locali dove un tempo c’era una chiesa, in questo fantastico luogo ci sarà la presentazione di “Nor sea, nor land, nor salty waves, lavoro commissionato a Bonati dal Bjergsted Jazz Ensemble”, eseguito in prima assoluta il 21 marzo 2015 all’interno dello Stavanger Jazzforum.

 

 

Il cd è stato registrato ad agosto 2015 presso l’Institute for Music and Dance dell’Università di Stavanger.  L’incontro sarà condotto da Alessandro Rigolli che, insieme al compositore, presenterà il disco e avvierà alcune riflessioni sul lavoro di Roberto Bonati.

Roberto Bonati trae ispirazione dall’Edda poetica della mitologia norrena e in particolare da Völuspá – Profezia della Veggente (Prophecy of the Seeress) – una vera e propria summa mythologiæ scandinava che Bonati rielabora in forma musicale, facendone il proprio personale omaggio alla cultura originaria del Nord Europa.

Un progetto che corona quattro anni di intensa collaborazione con la scena musicale norvegese, iniziata nel 2012 con la direzione dell’Oslo Royal Academy Ensemble in Snow Flowers, una creazione ispirata agli Haiku giapponesi e da allora mai interrotta.

In attesa della presentazione si ricorda che il CD è ordinabile presso i rivenditori di musica, o acquistabile sugli store online come amazon ed ibs, e si possono sentire un paio di brani sul  profilo di Roberto Bonati sul sito  soundcloud.com.

Non mancate!

 

 

 

Presenta:

Nor Sea, Nor Land, Nor Salty Waves – A nordic story
L’ ultimo lavoro di Roberto Bonati, etichetta ParmaFrontiere.

Martedì 28 Marzo 2017 presso La Feltrinelli di Via Farini, 17 a Parma, alle ore 18.00

Nella storica libreria di Parma, il cui motto è “da luogo di culto a luogo di cultura” per essersi trasferita nei locali dove un tempo c’era una chiesa, in questo fantastico luogo ci sarà la presentazione di “Nor sea, nor land, nor salty waves, lavoro commissionato a Bonati dal Bjergsted Jazz Ensemble”, eseguito in prima assoluta il 21 marzo 2015 all’interno dello Stavanger Jazzforum.

 

 

Il cd è stato registrato ad agosto 2015 presso l’Institute for Music and Dance dell’Università di Stavanger.  L’incontro sarà condotto da Alessandro Rigolli che, insieme al compositore, presenterà il disco e avvierà alcune riflessioni sul lavoro di Roberto Bonati.

Roberto Bonati trae ispirazione dall’Edda poetica della mitologia norrena e in particolare da Völuspá – Profezia della Veggente (Prophecy of the Seeress) – una vera e propria summa mythologiæ scandinava che Bonati rielabora in forma musicale, facendone il proprio personale omaggio alla cultura originaria del Nord Europa.

Un progetto che corona quattro anni di intensa collaborazione con la scena musicale norvegese, iniziata nel 2012 con la direzione dell’Oslo Royal Academy Ensemble in Snow Flowers, una creazione ispirata agli Haiku giapponesi e da allora mai interrotta.

In attesa della presentazione si ricorda che il CD è ordinabile presso i rivenditori di musica, o acquistabile sugli store online come amazon ed ibs, e si possono sentire un paio di brani sul  profilo di Roberto Bonati sul sito  soundcloud.com.

Non mancate!

  Isabella Grassi

La seduzione del delitto

Mariel Sandrolini e Fiorenzo Catanzaro a Bologna

Salve a tutti!

Torno tra voi in questo tardo pomeriggio di lunedì, dopo la “ribattuta” della recensione uscita su PinkMagazine Italia, per anticiparvi la notizia di una doppia presentazione che vedrà protagonisti Mariel Sandrolini e Fiorenzo Catanzaro, due degli autori più amati della Golem Edizioni. Questa doppia presentazione avrà luogo sabato 8 aprile, a partire dalle ore 17.30, presso il Mondadori Megastore di Bologna.

Cedo ora la parola al comunicato stampa ufficiale inviatomi dall’ufficio stampa della Golem Edizioni:

Carissimi,
siamo lieti di invitarvi e un doppio appuntamento tra burlesque, pratiche BDSM e misteri: due autori Golem Edizioni presentano i loro nuovi romanzi: Mariel Sandrolini e Fiorenzo Catanzaro vi aspettano per raccontarvi i loro nuovi romanzi, Burlesque e delitti e Mastslave!

Locandina doppia presentazione Sandrolini Catanzaro

La  presentazione si terrà sabato 8 aprile 2017 alle ore 17.30 al Mondadori Megastore di Via D’Azeglio 34/A – Bologna

In allegato la locandina, le cove e i comunicati stampa dei due romanzi, di seguito alcune informazioni:

BURLESQUE E DELITTI di MARIEL SANDROLINI 
Il romanzo – Perché un integerrimo direttore di banca sembra essersi trasformato in un astuto ladro? Cosa si cela dietro il furto di alcuni documenti e di un plastico in uno studio di architettura? Perché a Bologna vengono compiuti efferati omicidi e sui cadaveri viene lasciato un canarino di velours giallo? Queste sono le domande a cui il commissario Marra deve trovare le risposte indagando tra i loschi traffici di una banda di quartiere che sembra avere il suo fulcro in un locale di burlesque mentre, a intorbidire ancora di più le acque, gli eventi si intrecciano con le cospirazioni della Confraternita. Il tutto è, come sempre, accompagnato dal susseguirsi dei simpatici siparietti familiari di Marra e della sua Clelia.
L’autrice – Mariel Sandrolini: scrittrice bolognese “noir e non solo!” Ha iniziato a scrivere da bambina, vincendo in terza media un premio nazionale su un tema di classe. Tra le sue numerosissime pubblicazioni: Le scelte di Erica e La mia vendetta avrà la tua firma per Pendragon, Il commissario Marra e il caso Bondage per Damster Edizioni. Ha vinto numerosi premi e molti suoi racconti sono all’interno di antologie letterarie.
Il commissario Marra con questa indagine è giunto al suo sesto episodio, Golem Edizioni ha già pubblicato le sue precedenti indagini, tra cui Le prime indaginiLa chiusa del Battiferro e Il caso del Ghetto Ebraico.

MASTSLAVE di FIORENZO CATANZARO

Il romanzo – È passato un anno da quando John Profeti è rientrato in Italia, a Roma, dopo aver lavorato nella divisione di analisi comportamentale dell’FBI. Dopo aver stanato MasterMan, un sadico serial killer, collaborando con suo fratello Marco, Vice Commissario della Polizia, viene coinvolto in una nuova indagine che con il susseguirsi degli eventi porta alla luce colpi di scena che ribaltano di continuo le piste investigative. Attraverso un sito internet, Mastlave.it, vengono adescate le vittime: uomini attratti dalle pratiche sadomaso e BDSM. John ne viene a conoscenza attraverso la visione di due video che mostrano dapprima i giochi erotici e poi gli omicidi. L’unico sospettato è sparito nel nulla e l’unico modo per mettere insieme tutti i pezzi del puzzle è la rete: internet per fortuna non cancella le tracce e poco a poco svelerà una serie di verità tanto scioccanti quanto incredibili. Anche stavolta John dovrà riuscire a salvare una vita in pericolo, proprio come era avvenuto con Sheila, ma soprattutto, dovrà fare di tutto per riuscire a salvare se stesso.
L’autore – Fiorenzo Catanzaro è nato a Vinci (Fi) il 18 Maggio del 1971. Attualmente risiede a Empoli. Ha un passato da cantautore e nel 2007 ha pubblicato il CD Per sempre ostinato. Ha partecipato a molti festival tra cui il “Premio Mia Martini” e il “Festival di Saint Vincent”. Dal 2000 si esibisce in serate di pianobar. Ha un suo blog www.fiorenzocatanzaro.it ed è amministratore del portale Farekaraoke.it. Negli ultimi anni si è dedicato alla scrittura pubblicando alcuni racconti e nel 2015, con Golem Edizioni, il romanzo Oltre la verità con il quale è giunto terzo al Premio “World Literary Prize” assegnato a Parigi.

Restando a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento, vi ringraziamo per l’attenzione e la cortese diffusione.

Buona giornata e buon lavoro!

Invitandovi a segnarvi bene in evidenza questo appuntamento ringrazio infinitamente tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e vi do l’appuntamento, a tra non molto, alla prossima presentazione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Su e giù per le scale di Monica Dickens

Da ammiratore affezionato di Charles Dickens non posso resistere alla tentazione di ricondividere questa splendida recensione al romanzo della pronipote di Dickens

Quando ami l’Inghilterra, cerchi di studiare da autodidatta la letteratura inglese, praticamente sei di casa a Downtown Abbey e un’amica ti consiglia Su e giù per le scale di Monica Dickens, non puoi non ammettere che ti conosce benissimo!

E infatti lo apro e inizio a leggerlo e scopro che si tratta di un campionario assortito di innumerevoli e insolite situazioni-tipo di cuoche di interni inglesi. Sì, perché quello che ci presenta Monica Dickens è un fenomeno tipicamente inglese, quello di avere una cuoca a servizio, e di conseguenza l’ingenerato brulicante mercato di incontro tra la domanda e l’offerta di questo particolare tipo di lavoro domestico, spesso per il tramite di agenzie e annunci sui quotidiani. L’autrice ci racconta in un memoir la sua esperienza personale attraverso una successione di incontri con datori di lavoro strani improbabili, simpatici, in casi sporadici anche gentili, aprendo allo stesso tempo le porte di…

View original post 419 altre parole

Dialoghi Selfiemade

Prenderà il via domani il ciclo di incontri ideato e condotto da Eleonora Bertani e Bianca Restori

Salve a tutti!

Eccomi di nuovo tra voi per un’altra presentazione. Stavolta ad essere protagonista è un ciclo di incontri ideato  e condotto da Eleonora Bertani e Bianca Restori, denominato Selfiemade, che prenderà l’avvio domani, giovedì 23 marzo 2017,a partire dalle ore 17.00.
Questo il comunicato ufficiale e dettagliato:

Il 23 Marzo alle 17:00 prende l’avvio una serie di incontri su tematiche per ragazzi, ideata e condotta da due liceali Bianca ed Eleonora.

Durante gli appuntamenti verranno affrontate varie problematiche del mondo giovanile, e con la forma del dibattito le due ragazze cercheranno di sviluppare le avverse tesi attraverso spunti tratti dalla letteratura per ragazzi.

Per il primo appuntamento l’argomento scelto è l’AMORE.

Sottotitolo TUTTO Vs NIENTE ( l’amore, l’identità, il tempo).

Per l’incontro/scontro le risposte sono state cercate nei romanzi tratti dai seguenti autori: A. Baricco, J.Green. J. Mc Guire, F. Dostoevskij, R. Carson, J. Moyes, K. Cass, A. Cremer, A. Todd, M. Malzieli, J. Saramago.

Mito degli Androgini  e quindi completezza, fiducia, complicità.

Farfalle nello stomaco, restare nell’amore.

Semplicità.

Brama di avventura.

VS

Mito della Caverna, rivisto in chiave  amorosa.

Condizionamento culturale, idealizzazione.

Senso del destino.

Poesia dell’amore non corrisposto.

Sarà interessante scoprire come queste due studentesse porteranno avanti questo impegno, come lo svilupperanno in questo e nei prossimi incontri.

Durante il dibattito verranno fatte, sempre ad opera delle due protagoniste, brevi letture tratte dai romanzi analizzati.

Segnatevi bene in evidenza questo appuntamento e non mancate!

Grazie di cuore per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! ☺

Il magico potere delle piccole cose

Presentazione del libro di Elsa Punset

Salve a tutti!

Oggi torno con voi per una serie dfi presentazioni. La prima vede protagonista il libro della scrittrice spagnola Elsa Punset intitolato Il libro delle piccole rivoluzioni edito da DeAgostini Planeta.

Lascio ora la parola al comunicato ufficiale della DeAgostini Planeta:

scopri il magico potere dei gesti quotidiani con Il libro delle piccole rivoluzioni dell’autrice bestseller spagnola Elsa Punset:

la felicità in 250 piccoli gesti che ti cambieranno la vita;un nuovo metodo per imparare a gestire le emozioni e vivere una vita più gratificante.

Guarda la playlist video in cui Elsa Punset presenta Il libro delle piccole rivoluzioni sul sito della DeAgostini Planeta.

Cambiare in meglio è facile, basta introdurre abitudini che aiutino ad avere il giusto approccio ai problemi quotidiani:Elsa Punset insegna come fare nel suo nuovolibro coinvolgente e ricco di spunti curiosi, da leggere tutto d’un fiato oppure soffermandosi sui capitoli che affrontano un problema particolarmente sentito.

Buona lettura!

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che avete voluto dedicarmi e arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! ☺

Spazio al personaggio… The Easy Action

Nuova incursione della nostra Isabella Grassi nel mondo della cultura in tutti i suoi aspetti

Salve a tutti!

In questa domenica sera Vi presento la nuova puntata della rubrica “Spazio al personaggio”, curata dalla nostra impareggiabile Isabella Grassi. Ospite di questa puntata è il gruppo dei The Easy Action ai quali vi invito a dare il vostro piùpazio al personaggio, una piccola incursione nel mondo della cultura, del teatro, dello sport, della musica e di quanto ci rende piacevole la vita, a cura di Isabella Grassi.

Thev Easy Action

Spazio al personaggio, una piccola incursione nel mondo della cultura, del teatro, dello sport, della musica e di quanto ci rende piacevole la vita, a cura di Isabella Grassi.

Continua il mio viaggio nel mondo della musica, ma con un cambiamento di genere: il rock, ma un rock assai particolare, per il quale avremo un gruppo a fare da testimonial: The Easy Action.

Ma prima di intervistare i protagonisti di questo gruppo, permettetemi di parlarvene in chiave personale.

Il chitarrista è Pietro Fanti, amico d’infanzia di mio marito e che ormai conosco da quasi trent’anni.

Pietro si è diplomato al Conservatorio Arrigo Boito di Parma in chitarra e jazz.

Ho avuto l’onore di sentirlo suonare al mio matrimonio 20 anni fa…

Katia Cavalieri è l’ideologa e cantante del gruppo. Ha con questa esperienza coronato il suo percorso artistico, che negli anni è spaziato dallo studio della chitarra, a ballerina di flamenco (in duo con Pietro), ed infine a cantante e percussionista.

Alessia Cavalieri è la sorella di Katia, new entry, qui come seconda voce e corista. E’ cantante anche per altri gruppi da diversi anni.

L’intervista con Pietro e Katia, mancava Alessia, si è svolta dopo una cena a casa mia con amici storici, e forse a causa dell’ora tarda e lo stracotto potrà essere dura da digerire.

Ma ora basta scherzare e vediamo di approfondire la loro conoscenza.

Carissimi, parlatemi un po’ di come è nato il vostro gruppo.

Risponde Pietro: Come  “The Easy Action” all’inizio eravamo solo io e Katia e siamo nati nell’estate del 2012, allorché apparentemente per gioco e senza alcuna pretesa, ho arrangiato alcune canzoni di Alice Cooper e le ho provate insieme a Katia. L’idea in verità è partita da Katia, (che ammicca mentre Pietro parla), fan da sempre di questo artista americano definito “il re dello shock-rock”.

Ma chi è Alice Cooper, e come può essere definito il suo genere artistico?

Alice Cooper è un artista emerso negli anni 1960/70 che si è subito contraddistinto per una immagine irriverente e anticonformista, per i testi scandalosi, per il rappresentare in maniera teatrale una musica densa di citazioni horror, con effetti a carattere sanguinolento.

Ma da dove è nata quindi l’idea di realizzare un tributo ad Alice Cooper?

Risponde Katia: sono stata io, come ha già detto Pietro, perché amo da sempre questo cantante, e volevo al tempo stesso coronare il mio sogno di cantare a mia volta.

Ho quindi coinvolto Pietro  che dal punto di vista artistico ha in passato esplorato i diversi generi musicali, lanciandogli la sfida di arrangiare per sola chitarra brani rock prettamente elettrici senza alcun uso di basi musicali preregistrate.

Interviene Pietro: è stata una bella sfida in quanto Alice Cooper ha una band composta da ben cinque persone, mentre noi inizialmente eravamo solo in due.

Ho quindi optato per utilizzare oltre alla chitarra (sia in versione acustica che elettrica, a seconda del pezzo da suonare), una loop station, in questo modo posso suonare su più livelli. L’effetto si è poi arricchito anche dalle piccole percussioni che Katia ha imparato a suonare mentre canta e si è evoluto con l’arrivo di Alessia che ci ha permesso di realizzare i cori anche dal vivo.

Ho recentemente assistito ad un assaggio del vostro spettacolo musical-teatrale  alla Libreria Feltrinelli di Parma, e devo dire che mi ha piacevolmente sorpreso vedere la cura dei particolari della messa in scena. Parlatemi di come realizzate questa scelta.

Risponde Katia: mi piace girare alla ricerca dei singoli oggetti  per mercatini dell’usato, botteghe di antiquariato, negozi stravaganti e di abbigliamento rock alternativo.

E’ così che  ho trovato ogni oggetto, siano essi pupazzi, bambolotti truccati, pistole western, palloncini colorati, macchine per bolle di sapone, serpenti e insetti finti, spade, tridenti, stampelle, stivali leopardati, fruste e camicie di forza…

Devo dire che mi piace seguire l’idea di Alice Cooper circa il fatto che oltre a sentire la musica, il pubblico deve letteralmente “vederla”.

Sono particolarmente grata alla mia precedente esperienza di ballerina di flamenco che mi ha permesso di vedere come lavorano i coreografi ed imparare così la cura dei singoli particolari.

Sono altresì felice di poter unire la mia passione per l’horror.

Nessun trucco, se non prettamente scenico, nessun inganno, ma solo una grande passione quindi.

Tu e Pietro siete compagni nella vita, insieme condividete la passione per la musica ed il canto, ed insieme quindi avete iniziato questa nuova avventura. Spiegami però come mai avete sentito l’esigenza di inserire nel vostro duo, originariamente pensato come tributo ad Alice Cooper anche Alessia, creando così un trio tutto famigliare, trattandosi di tua sorella e presentacela.

Risponde ancora Katia: io e Pietro abbiamo sentito l’esigenza di inserire dei cori nel momento in cui abbiamo realizzato il nostro CD: Bright Shiny Limos, a tribute to Alice Cooper.

La produzione è stata realizzata nello studio Tartini di Parma, composto da otto tracce i cui testi sono fedeli ai brani di Alice Cooper, l’arrangiamento ed i suoni sono però interamente realizzati e pensati da Pietro che ha estratto il lato melodico dei singoli brani.

E’ stato in sede di registrazione che è nata l’idea di inserire una seconda voce che sostituisse alcuni pezzi strumentali in origine.

In tale occasione sono state inseriti quindi dei pezzi corali eseguiti da me, ma siccome ci è piaciuto il risultato, per riproporlo anche dal vivo abbiamo pensato di coinvolgere mia sorella Alessia.

Che posso dire di lei? E’ stata già in passato voce solista dei PTA e attualmente dei Moondriver, Velve  Project e Macigno mobile e mi è venuto naturale, condividendo con lei anche altre passioni coinvolgerla.

Tu Pietro vuoi parlarmi in maniera più tecnica del vostro CD e delle vostre messe in scene? 

Si certo. Ho scelto per il CD i brani più vicini al beat e più psichedelici (anni 70), e tralasciato quelli heavy più lontani dalla nostra formazione e dal nostro gusto. 

Sul palco, grazie a Katia e Alessia, costruiamo vere e proprie coreografie e scene teatrali, e così facendo ci avviciniamo ancora più allo spirito dell’horror rock.

Tengo a precisare che se le messe in scene si ispirano agli spettacoli di Alice Cooper, accentuandone il lato ironico e fumettistico, poi a forza di lavorarci sopra e personalizzare così il nostro lavoro, ci siamo pian piano evoluti, ragion per cui più che una semplice tribute bands, l’interpretazione ha preso il sopravvento e  pur nel rispetto dello stile di Alice Cooper è divenuto più un vero e proprio omaggio a un artista in Italia poco conosciuto e abbastanza sottovalutato.

In ultimo quindi, continuando con questo ritmo di crescita, oltre che essere pronti a portare sui palchi italiani il nostro show fedeli al motto: “The Easy Action: dove l’incubo e il sogno prendono forma…”, non escludo, ed anzi auspico che da semplice cover band riusciremo a realizzare brani nostri, avendo nel frattempo creato un nostro stile.

Permettimi un’ultima domanda prima di salutarci, vista ormai l’ora tarda (2:00 am): se dovessi pensare ad un film horror per descrivere il vostro genere, a cosa penseresti?

Non riesco ad identificare un titolo preciso, perché varie sono le citazioni che riportiamo a diverso titolo nei nostri spettacoli.

Sicuramente penso ad un horror di tipo gotico, mi viene in mente Dark Shadow o la risata di Vincent Price, ma preciso che per la voce dei testi registrati che utilizziamo, mi sono ispirato al personaggio di Zio Tibia. ( nda: si tratta di un vecchio programma che andava in onda negli anni 80/90 dove veniva utilizzato tale personaggio come collante tra la proiezione di due film horror).

L’ironia di questo personaggio che si inserisce nel discorso della vendita dell’anima, nella contrapposizione vittima/carnefice sono elementi che cerchiamo di trasporre nei nostri concerti.

Per noi è sicuramente importante che il pubblico si diverta e che l’ironia si trasformi e passi sia tramite la musica che le immagini teatrali.

Mi piace ricordare una delle frasi di Alice Cooper che auspicava che i suoi concerti fossero sempre come un perenne giorno di Halloween.

In quest’ottica si inserisce quindi il nostro voler fare risaltare il grottesco.

Tornando quindi alla domanda: decisamente un film horror, ma gotico, con tanto di castelli.

Sottolineo nel CD il brano NEVER BEEN SOLD BEFORE, che fa parte di un album di Alice Cooper poco conosciuto, che mi piace per la sua versione molto rock, per l’energia più che per i testi.

Saluto quindi Katia e Pietro, che vista l’ora tardi, caccio letteralmente di casa,  e li ringrazio per la loro esposizione e vi esorto ad ascoltare il loro CD, che viene venduto ai loro concerti, a visitare la loro pagina fb https://www.facebook.com/The-Easy-Action-424881867686599/?fref=ts per rimanere aggiornati sui loro concerti, e naturalmente non perdeteli!

Musica e spettacolo sono assicurati!
Isabella Grassi

L’universo nei tuoi occhi

Dal 21 marzo in tutte le librerie il nuovo, imperdibile, romanzo di Jennifer Niven

Salve a tutti di nuovo!

Decisamente quella di oggi è una giornata di annunci e anteprime editoriali. Stasera tocca al nuovo romanzo di un’autrice cher con il proprio romanzo precedente ha raccolto consensi e lettori appassionati. Sto parlando di Jennifer Niven, la quale, dopo il successo del suo romanzo “Raccontami di un giorno perfetto“, con l’arrivo della primavera, martedì prossimo, 21 marzo 2017, tornerà nelle librerie italiane con il suo nuovo, imperdibile, romanzo, intitolato “L’universo nei tuoi occhi“, edito, come già il precedente, dalla De Agostini Libri.

Ma ora lasciate che ceda la parola al comunicato ufficiale della De Agostini Planeta Libri:

<span style="font-family:'trebuchet ms', geneva;font-size:large;color:rgb(0,0,0);"

Carissimi,

ci stiamo avvicinando a una delle novità più attese di tutto l’anno.

Martedì 21 marzo, insieme alla tanto aspettata primaverà, entrerà nei nostri cuori il nuovo romanzo della nostra amata Jennifer NivenL’universo nei tuoi occhi

Jennifer Niven, L'universo nei tuoi occhiIl libro ruota intorno due personaggi tanto affascinanti quanto diversi.

Jack che non riesce a riconoscere il volto delle persone. Libby che non è come le altre ragazze, che porta addosso tutto il peso dell’universo.

Jack che passa tutti i giorni a nascondere le sue debolezze per essere apprezzato e celebrato dagli altri. Libby che ha tanti, troppi chili per farsi accettrare dai suoi compagni.


I due si scontreranno e si incontreranno nella vita, diventando l’uno il sostegno e il rifugio dell’altro. Due anime ferite, una sola storia d’amore.

Un indimenticabile inno contro il bullismo.

“La vita è troppo breve per perdere tempo a giudicare gli altri.
Che diritto abbiamo di dire al prossimo come dovrebbe sentirsi o cosa dovrebbe essere? Perché non cerchiamo di migliorare noi stessi invece?”

Questo romanzo ha tutto quello che serve per farvi innamorare, ancora una volta, della celebre scrittrice americana.

L’ebook sarà disponibile in anteprima a partire da martedì 14 marzo.

Grazie infinite per la pazienza e l’attenzione che mi avete nuovamente prestato e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! ☺

Novità in boccio per il mese di marzo flower-ed

A marzo Lucy Maud Montgomery approda a flower-ed

Salve a tutti!

Come ogni mese eccoci giunti al momento di svelare le novità di casa flower-ed, la casa editrice nativa digitale diretta con maestria da Michela Alessandroni, per questo mese di marzo.
Tra queste novità ve ne è un’altra che mi riguarda ma cedo la parola al comunicato ufficiale di casa flower-ed:

Il sentiero alpino­

Lettori adorati, sono­ davvero felice di co­ndividere con voi una­ splendida notizia. I­n questo mese di marz­o diamo il benvenuto ­in flower-ed a una gr­ande scrittrice canad­ese, che tutti noi co­nosciamo per aver scr­itto la saga di Anna dai capelli ross­i: ­Lucy Maud Montgomery­ (1874-1942).­

Nelle nostre ricerch­e letterarie, abbiamo­ rintracciato la sua autobiografia­, mai tradotta in ita­liano prima d’ora. Il sentiero alpino. L­a storia della mia ca­rriera è dunque ­la prima traduzione i­n lingua italiana dell’opera, curata d­al nostro traduttore ­Riccardo Mainetti.

Pubblicata per la pr­ima volta nel 1917­, trae il titolo da u­n verso che fu d’ispi­razione all’autrice d­urante i lunghi anni ­nei quali il successo­ sembrava lontano, ra­ggiunto poi solo grazie alla sua grand­e determinazione
Il sentiero alpino, c­osì duro, così imperv­io,
che conduce a vette s­ublimi.

Il sentiero alpino­
 è la ­più completa fonte di­ informazione per quanto riguarda ­l’infanzia e i primi ­cimenti di questa gra­nde e amata scrittric­e canadese. Ha dichia­rato di averla scritt­a «per infondere corag­gio in quanti stanno fati­cando lungo l’estenuante sentiero­ che anch’io ho percor­so per raggiungere il s­uccesso».­

Oltre a raccontare d­el proprio apprendistato di scri­ttrice, fornisce una descri­zione poetica della propria infanzia nel­l’Isola del Principe ­Edoardo e riferisce di alcun­i luoghi e personaggi­ contenuti nei suoi r­omanzi.

Lucy Maud Montgomery­, Il sentiero alpino. L­a storia della mia ca­rriera, coll. Windy Moors, ­vol. 7. Traduzione e ­cura di Riccardo Main­etti, flower-ed 2017.
In ebook e cartaceo. ­In uscita il 20 marzo­.

 ­

Ancora fantasy­

Quando seleziono un m­anoscritto scelgo una­ persona. E quella persona la­ abbraccio e la porto­ avanti con me negli ­anni per più e più pubblicazio­ni. Quasi tutti gli aut­ori che pubblicano un­a volta con flower-ed­ tornano con nuove id­ee e nuovi libri. Com­e Mattia Spirito­ e ­Monica Ricci­, due scrittori di ro­manzi fantasy che and­ranno ad arricchire a­ncora Il Grimorio­, la collana dedicata­ alla narrativa del Fantast­ico. Ecco i titoli in us­cita.

Mattia Spirito, ­Nel limbo del buio­, coll. Il Grimorio, ­vol. 19, flower-ed 20­17.
Ebook in uscita il 27­ marzo.

Monica Ricci, ­I segreti della spada, coll. Il Grimorio, ­vol. 20, flower-ed 20­17
Ebook in uscita il 31­ marzo.

Vi ringrazio per ave­rmi letto fin qui. Vi­ ricordo che è in cor­so il Premio letterario ­Parole magiche­ per la Narrativa e la­ Poesia. Il premio è la ­pubblicazione in eboo­k e in cartaceo con flower-ed. Ringr­azio i romanzieri e i­ poeti che hanno già ­inviato le loro opere­ e vi do appuntamento­ agli inizi di aprile­ con le novità del me­se,

Michela Alessandroni



Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che, una volta ancora, avete voluto dedicarmi e arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio e, come sempre, Buona lettura con le sempre imperdibili pubblicazioni di casa flower-ed!

Con simpatia! 😊

Voci precedenti più vecchie

Counselling and Supervision with soul

Counselling and Supervision the way you want it

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Mille Splendidi Libri e non solo

"Un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi"

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

TRA FEDE E NATURA

Riscoprire Maria ci aiuta ad andare avanti da cristiani e a conoscere il Figlio. BXVI

JOSEPH RATZINGER :B16 e G.GÄNSWEIN

UNA RISPOSTA QUOTIDIANA AL TENTATIVO DI SMANTELLAMENTO DELLA VERA CHIESA !

ROMANCE E ALTRI RIMEDI

di Mara Marinucci

Iris e Periplo Review

Tutte le mie recensioni

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Fall in "Books" - Lettrice and much more

Leggo, preparo dolci e mi innamoro del mondo