Spazio al personaggio: Il sapore della lettura

Per “Spazio al personaggio” oggi la nostra Isabella Grassi presenta un libro che è anche un modo per fare del bene

Salve a tutti!

Il saporre della lettura

In questo venerdì sera la nostra Isabella Grassi ci presenta un libro che è anche un’ottima occasione per fare del bene. Il ricavato di questa pubblicazione, infatti, sarà devoluto alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto. Il titolo di questo ricettario a fin di bene s’intitola “Il sapore della lettura. A ogni ricetta il suo racconto” e contiene anche una ricetta della nostra Isabella.

Ma ora basta chiacchiere. Cediamo la parola alla nostra Isabella Grassi:

Spazio al personaggio, una piccola incursione nel mondo della cultura, del teatro, dello sport, della musica e di quanto ci rende piacevole la vita, a cura di Isabella Grassi.

Il saporre della lettura

Oggi esploro un mondo nuovo, anzi due: il mondo degli ebook e della beneficenza, e per farlo vi parlerò di una mia personalissima esperienza resa possibile grazie ad uno scrittore che ho conosciuto grazie al mondo dei social: Harry Fog.

Harry è naturalmente uno pseudonimo, ma è quello che lui usa nel mondo dell’editoria e quindi è così che ve lo presento.

E il fatto che come cognome si sia attribuito quello di Fog a un’ emiliana come me non può che far sorridere.

E c’è un’altra cosa per cui la mia città (Parma) è famosa: il buon cibo, quindi quando Harry ha chiesto a me e agli altri appassionati che lo seguono sui social se volevamo scrivere racconti che prendessero spunto da ricette per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza, non potevo che partecipare a questa esperienza.

Era marzo 2016, quando infatti la mente di Harry ha partorito questa idea: fare un’antologia di racconti legati al cibo

E così, prendo in prestito le parole di Claudia Mameli, pubblicate nell’evento fb creato per descrivere i 9 mesi (eh si, è stato proprio un parto!) che hanno portato alla pubblicazione di Il sapore della Lettura: “Nessuno sapeva bene dove saremo andati a finire, eppure, l’entusiasmo ci ha portato a creare una delle cose più belle alle quali ho partecipato. Insieme abbiamo formato una vera e propria famiglia nella quale tutti eravamo importanti nelle stessa maniera. Le decisioni sono sempre state prese insieme a partire dalla scelta del titolo, quale copertina utilizzare (creata dalla bravissima Tatiana Sabina Meloni), e cosa fare del ricavato delle vendite.

I dubbi che avevamo riguardo l’ultima scelta si sono purtroppo dissolti quando la terra ha tremato: la cosa giusta era donare aiuto alle zone terremotate della nostra cara Italia.

Il lavoro è stato lungo, ed ognuno di noi ha dovuto ritagliare tempo ai propri impegni per poter riuscire in quello che era il nostro obiettivo: Pubblicare prima di Natale!

Quindi, miei cari amici, amanti del cibo e delle buone letture, se non sapete cosa leggere durante le vacanze, quali piatti preparare per le feste o in che modo fare un gesto di solidarietà, questo è il titolo che stavate cercando. Ricordate che i proventi verranno devoluti in sostegno delle zone terremotate. Fai un regalo a chi ne ha bisogno!”

https://www.facebook.com/events/1196381983771520/

Queste parole descrivono benissimo il clima vissuto anche da me, insieme a tutti gli autori di questo fantastico ebook, che dal 16 dicembre 2016 potete trovare nei principali store on line.

Ecco alcuni link:

https://www.amazon.it/gp/product/B01NCMFZW7/ref=oh_aui_d_detailpage_o00_?ie=UTF8&psc=1

https://www.kobo.com/it/it/ebook/il-sapore-della-lettura

https://www.streetlib.com/it/librerie/

Tra l’altro mentre scrivo stanno già comparendo le prime recensioni, ve ne cito una su Amazon:

“Il connubio tra letteratura e cucina regala all’umanità tutto ciò di cui ha bisogno: una mente sana in un corpo sano.

Questa meravigliosa antologia è il frutto del lavoro ti tanti differenti autori che, in un sapiente gioco letterario, hanno saputo incastonare ottime ricette dall’aperitivo al caffè in tanti racconti che hanno, anch’essi, sapori e profumi differenti.

Magistrale l’impegno profuso e decisamente apprezzabile il risultato. Nel mio piccolo posso solo elogiare il lavoro dei tanti amici e colleghi che si sono cimentati ottenendo un risultato al di fuori di ogni aspettativa.”

Ma effettivamente viene da domandarsi di cosa tratta esattamente questa singolare antologia,  e qui ahimè   le informazioni che vengono date dagli store sono assai scarne e dicono più o meno così:

“Amazon

IL SAPORE DELLA LETTURA

IMPORTANTE: il ricavato di questa pubblicazione sarà devoluto alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto.

Da un’idea di Harry Fog, gli autori de “Il Sapore della Lettura” hanno proficuamente collaborato tra loro per far nascere questa raccolta di racconti che ha come tema il cibo.

Noi siamo ciò che mangiamo e il cibo, per tradizione, accompagna da sempre momenti importanti della vita di tutti. Il Sapore della lettura è un vero e proprio ricettario in simbiosi con una raccolta di racconti a tema culinario. Mai come in questo caso è corretto asserire che “ce n’è per tutti i gusti!” Una miscela di sapori e sensazioni che troverai unica.

Gli AA. VV. augurano a tutti i lettori buona lettura… e buon appetito!”

Ecco qui spiegata l’esigenza in me nata, di fare qualche domanda a Harry Fog per invogliare quanti più lettori possibili ad acquistare e recensire questa bellissima antologia, invitandoli poi a sfide culinarie ed a scoprire e ricercare le ricette dei vari autori, di tutti certo e non solo la mia!

Questa intervista è stata fatta non con carta e penna come mio solito ma, per rendere onore sia all’amicizia con Harry che alla tipologia del prodotto oggetto di questo articolo con mail e, causa i misteri dell’etere tramite messenger.

Non so per quale motivo ma non mi è mai arrivato il file con le risposte e così Mister Fog me le ha inviate tramite la chat di fb. Onore a Zuckenberg quindi!

Harry, tu sei molto attivo nel mondo del social, e il tuo “Aikane – Lo splendore del Buio”, edito con StreetLib Write è presente nel www, ma questa tua idea di scrivere un’antologia di racconti avente ad oggetto il cibo e con le relative ricette, nata quasi per gioco in un giornata di fine inverno, come si concilia con l’ambientazione hard thriller del tuo romanzo?

Si concilia per un paio di motivi: oltre al mio romanzo io ho scritto molti racconti di generi differenti che per ora tengo nel cassetto. Aikane stesso, quando ho iniziato a scrivere le prime dieci righe, era un libro che non sapeva ancora che carattere avrebbe assunto. E per carattere intendo proprio il genere! Quando inizio a scrivere un storia, non lo faccio pensando prima al genere, Aikane è diventato un fantasy perché man mano che scrivevo, e le idee facevano capolino, il fantasy è risultato necessario ai fini della storia così come la parte erotica. Insomma, scrivo ciò che mi coinvolge scrivere in quel momento. Inoltre, “Il sapore della lettura” è nato dalla voglia di provare a capire se fossi stato in grado di mettere insieme un gruppo di lavoro entusiasta e partecipe che collaborasse a una scrittura di gruppo. Cosa c’è, in Italia, che unisce più della buona tavola?

Il cibo e la cultura un connubio perfetto per una emiliana come me, nata e vissuta all’ombra del duchessa Maria Luigia, qui da noi si fa il “lesso”, mentre in Piemonte dove vivi tu “i bolliti”, diverse ideologie, e diverse impronte. Il libro da te ideato “Il sapore della Lettura” è un bel gioco di parole, come lo potresti descrivere con parole più tue?

E’ alquanto difficile rispondere, questa é proprio una bella domanda. Ci provo con una metafora: il sapore della lettura è un viaggio a bordo di inchiostro e carta, fra emozioni e sapori. Essendoci dentro storie e ricette completamente diverse per stile, genere e autore, è impossibile che un lettore/buongustaio non trovi qualcosa adatto a lui.

Simpatica ed originale l’introduzione, scritta da te, che riporta prima la genesi dell’idea, di cui ho in parte accennato prima, ma poi si trova quella che posso definire il miglior stimolo alla lettura. Scrivi infatti, rivolgendoti al lettore: “Il sapore della lettura è un vero e proprio ricettario, con cui potrai metterti alla prova tra i fornelli, in simbiosi con una raccolta di racconti a tema culinario. Mai come in questo caso credo sia corretto asserire che <<ce n’è per tutti i gusti>>. Una miscela di sapori e sensazioni che spero troverai unica.” Ma poi due pagine dopo troviamo una filastrocca di Clorinda Borriello e due citazioni (Virginia Wolf e Johnny Carson). Riveli così la tua dualità di amante del giallo ma anche forse la tua propensione a condurre, ad essere anchorman. Parlaci quindi di questo tuo sogno, di questo tuo progetto che hai portato avanti e fatto crescere.

Come ho già scritto nell’introduzione, senza quindi ripetermi troppo, ho conosciuto, per via del libro che ho pubblicato, tanta bella gente. Sono una persona piuttosto consapevole dei propri limiti, difetti e pregi. Da una certa età in poi, a scuola prima, sul lavoro poi, e adesso scopro anche in rete, so di avere questa capacità di coinvolgere e trascinate le persone. Cerco semplicemente di utilizzarla al meglio e con estrema trasparenza. Credo che se uno ha una qualità, per farla fruttare deve rimanere credibile…. e se non c’è trasparenza e sincerità nessuno ti dà fiducia una seconda volta. Per il resto, a parte l’idea mia iniziale, il progetto sarebbe morto subito se tutti non fossero stati così grandiosi e disponibili.

I problemi affrontati sono stati tanti, da quelli logistici (coordinamento dei file, scelta della copertina, sistema di diffusione) a quello di scopo: quello mutualistico. Si è scelto di donare i diritti pro terremotati, spiegaci com’è nata questa idea e perché si è così sviluppata.

Ti devo correggere. Forse perché io, essendo un tecnico informatico, ho dimestichezza a lavorare in un contesto virtuale, non ho riscontrato alcun tipo di problema di una certa entità durante l’organizzazione. L’abbiamo presa con molta calma e credo che il punto chiave che ha permesso che tutto filasse liscio è stato quello di decidere tutto, dal titolo, al prezzo, alla copertina alla beneficenza, attraverso il voto democratico. Tutti si sono adeguati alla scelta della maggioranza e tutto è risultato semplice con l’impegno che ogni singolo ci ha messo.

Infine, qual è il tuo modo di brindare, e con cosa brindi? Qual è l’augurio che vuoi lasciare al lettore di questa antologia.

Forse volevi come risposta una metafora, ma io brindo con un calice di Gewurtztraminer a tutti gli autori e a tutti i lettori che acquisteranno l’ebook. Alzando il calice auguro agli autori, specialmente quelli che pubblicano anche libri, di trovare il loro lettore… e viceversa. Perché ogni storia scritta, per essere completa ha bisogno che il lettore ci metta del suo.

A questo punto sono io che devo rispondere ad Harry.

Non cercavo una metafora, almeno non necessariamente. Volevo proprio una risposta semplice, sincera. Volevo veramente sapere qual è il tuo vino preferito per brindare, e se ti piace dire Cin cin, o Prosit o solamente Salute!

Ora saluto Harry e consiglio a tutti l’acquisto di questo ebook che spero riesca a diventare presto anche un cartaceo e che arrivi nelle librerie.

Auguro quindi a tutti quanti una buona lettura e tante cene in compagnia, e vi sfido a trovare la mia ricetta, e a farmi sapere cosa ne pensate, sia del piatto che del racconto!

Non dimenticate poi che tutti gli autori hanno rinunciato ai diritti in favore dei terremotati e che anche questa è un’ottima ragione per l’acquisto.

Isabella Grassi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle

Noi nonne

"Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore" (Porfirio)

PresuntiOpposti

Chi legge vive due volte...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: