Segui il tuo respiro

Il nuovo, imperdibile, romanzo di Max De Stefanis

Salve a tutti!

Smaltiti (o quasi) i postumi dei bagordi natalizi torno tra voi con una segnalazione che promette davvero molto bene. Si tratta di un romanzo in uscita il 7 gennaio 2017 che s’intitolerà, proprio come questo mio articolo, Segui il tuo respiro e vedrà il ritorno tra gli scaffali delle librerie di Max De Stefanis. Il romanzo sarà edito dalla MJM Editore e rappresenterà la sua fatica (in forma di romanzo) dell’autore. Per potervi presentare al meglio questa novità editoriale riporto di seguito alcuni comunicati gentilmente inviatimi dall’ufficio stampa di Max De Stefanis. Inizierò con con il comunicato stampa relativo all’uscita del romanzo proseguirò col presentarvi i dati del libro, la sinossi e la quarta di copertina, quindi vi proporrò alcune note biografiche dell’autore e per finire la sua bibliografia aggiornata al romanzo che qui vi vado a presentare.

Cominciamo con il comunicato stampa:

COMUNICATO STAMPA

“SEGUI IL TUO RESPIRO”

IL NUOVO ROMANZO DI MAX DE STEFANIS

IN USCITA IL 7 GENNAIO

Max De Stefanis è lieto di annunciare l’imminente pubblicazione del suo secondo romanzo“Segui il tuo respiro”, in uscita il 7 gennaio 2017 per MJM editore.

A quattro anni di distanza dal libro di esordio “Show Surprise” (Mjm editore, Milano 2013), lo scrittore e cantautore svizzero Max De Stefanis torna a servirsi della distopia per raccontare i lati oscuri e le idiosincrasie dell’homo technologicus del XXI secolo, perennemente in bilico tra materialismo e spiritualità, tra progresso scientifico e decadimento morale.

In “Segui il tuo respiro” l’autore dà vita a una storia avvincente e al tempo stesso spiazzante, dove trovano spazio gli scenari di anticipazione sociale a lui cari, riconducibili ad alcuni temi chiave: le biotecnologie e l’alimentazione alternativa, la “distrazione di massa” e la meditazione, ma anche l’amore, la sessualità e l’erotismo, inseriti nella narrazione con audacia stilistica e originalità.

TRAMA

In un futuro prossimo venturo si intrecciano le vicende di Ivan e Coline, che saranno i protagonisti di una storia d’amore fuori dagli schemi. Lo scenario è quello di un mondo angosciato da prospettive apocalittiche, dove il consumismo smodato da una parte e il graduale esaurimento delle risorse energetiche dall’altra, fanno presagire l’imminente estinzione della specie. È quindi necessario mettere in atto delle soluzioni drastiche, supportate dalla fiducia nella sperimentazione scientifica.

Nel contesto di una società costantemente “interconnessa”, e avanzata a tal punto da essere in grado di sostituire l’uomo con esemplari artificiali sorprendentemente complessi, tutto sembra possibile. Il pericolo di una deriva dai contorni horror diventa realtà e anche l’amore avrà risvolti imprevedibili.

“Segui il tuo respiro” sarà disponibile a partire dal 7 gennaio in libreria e acquistabile on line su tutti i maggiori store. ( È possibile preordinare il libro a questo link http://www.maxdestefanis.ch/431238860/product/2458982/segui-il-tuo-respiro-romanzo?catid=858207)

NOTE BIOGRAFICHE

Max De Stefanis è uno scrittore e cantautore svizzero. I principali temi affrontati nelle sue opere sono le trasformazioni e le derive adolescenziali, l’homo technologicus e gli scenari distopici connessi, la critica nei confronti dell’industria culturale e, in chiave più propositiva, la prefigurazione di una società più consapevole, compassionevole e illuminata. Max è anche docente di scuola media. In questo ambito, da diversi anni propone progetti mediatici, tecnologici e teatrali a partire da laboratori di scrittura creativa. Infine, da oltre venticinque anni pratica la meditazione buddhista e da diverso tempo si occupa di terapie olistiche (riflessologia, cromopuntura, massaoterapia).

Per approfondimenti si veda: http://www.maxdestefanis.ch

CONTATTI E SOCIAL

info: info@maxdestefanis.ch

press: susanna.giusto@gmail.com

Facebook pagina autore: https://www.facebook.com/Max-De-Stefanis-195774070603253/

Facebook pagina romanzo: https://www.facebook.com/maxdestefanis.ch/

Instagram: https://www.instagram.com/maxdestefanis/

Twitter: https://twitter.com/maxdestefanis

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCgKBLuRAh2IOPk1ju0x8zkg?spfreload=5

Ecco quindi con i dati del romanzo, la sua sinossi e la sua quarta di copertina:

Segui il tuo respiro, il secondo romanzo di Max De StefanisTitolo: SEGUI IL TUO RESPIRO

Autore: Max De Stefanis

Genere: anticipazione sociale (distopia, fantascienza sociale, horror)

Target: adult

Editore: Mjm

Data di pubblicazione: 2017

ISBN 978-88-6713-170-9

pagine: 224

Formato: cartaceo (anche in e book a partire da giugno 2017)

prezzo: 13 CHF (Svizzera)

10 € (Italia)

 

QUARTA DI COPERTINA

Una storia d’amore sconvolgente, in cui le identità sessuali sono rimesse in discussione. Una vicenda ricca di imprevisti, tra esperimenti alimentari e biotecnologici estremi che sfociano in un reality horror dai sapori kinghiani, dove non vige più la legge del più forte, ma la forza della mente meditativa, capace di lasciare andare.

SINOSSI

“Segui il tuo respiro” è la metafora romanzata proprio della nostra frenetica società, costantemente interconnessa e al tempo stesso distratta e angosciata da prospettive apocalittiche: sovrappopolazione, riscaldamento del pianeta, esaurimento delle risorse energetiche, scontri di civiltà. È pertanto evidente a tutti che siamo di fronte a un bivio. Da una parte c’è la necessità di rallentare in modo radicale i consumi, dato che non si può consumare all’infinito in un mondo finito, e dall’altra c’è l’esigenza di accelerare ulteriormente la ricerca d’innovazioni tecnologiche che ci permettano di non estinguerci.

Nel 2019, risultati alla mano, gli scienziati sono finalmente tutti concordi nell’affermare che se non ci sarà una drastica diminuzione della popolazione, oppure una massiccia riduzione del consumo delle risorse terrestri, il genere umano si estinguerà entro una generazione. Viene quindi creato lo Stato della Rete, un nuovo governo mondiale che ricorda gli Stati Generali ai tempi della Rivoluzione francese, creato per far fronte a questo enorme problema che riguarda tutti.

Esso inizia da subito a sperimentare degli scenari che permettano di scongiurare questo pericolo. Come soluzione, propone infine una riduzione a 400 milioni di persone entro il 2050, interrompendo per sempre le nascite, e forse anche le morti. Questa riforma viene votata a grande maggioranza di like su Facebook, il social network di riferimento a livello mondiale. Ed è in questo contesto distopico, che si sviluppa la vicenda apparentemente insignificante di Ivan Manzato, di professione FPA, ossia Funeral Planning Agent o, più semplicemente, becchino, che sente di non avere più niente da chiedere alla vita. A titolo di esempio, lui aveva votato contro la riforma, dato che l’idea che l’umanità potesse scomparire, non gli dispiaceva affatto. Comunque, il sipario si alza nel momento in cui si celebra il funerale di suo padre, Victor, noto macellaio di insetti, che da qualche anno è divenuto celebre in tutto il mondo per aver reso pop la nuova moda culinaria in Occidente. Nonostante che tra i due i rapporti non fossero buoni, Ivan eredita gran parte della sua fortuna. Per questo motivo si licenzia dall’impresa di pompe funebri e parte per una vacanza All inclusive sul Mar Nero. La sua speranza è quella di ritrovare la voglia di vivere e possibilmente anche l’anima gemella. Infatti, il suo rapporto con l’altro sesso è sempre stato problematico. Finalmente, durante le visite guidate conosce una bellissima e misteriosa ragazza di nome di Coline. Tra i due nasce una dolce intesa. Gli eventi prendono però una piega inaspettata. Scopriranno solo in seguito che dietro gli episodi drammatici da loro vissuti, muoveva i suoi fili lo Stato della Rete, con i suoi esperimenti estremi in ambito alimentare e biotecnologico. La vicenda evolve quindi in modo rapido e imprevedibile, spingendo i due a legarsi sempre di più, nonostante Coline custodisca un segreto sulla sua identità destinato a sconvolgere per sempre la vita di Ivan, e forse non solo la sua. In ogni modo, la loro storia d’amore diventa un’esperienza unica, arricchita da situazioni edificanti, quando ad esempio iniziano a praticare la meditazione, ma anche rimessa in discussione a causa di discutibili giochi erotici di gruppo. In seguito, grazie all’attività lavorativa di Coline, che si occupa di promozioni turistiche, i due sperimentano nuove pratiche estreme, come ad esempio nutrirsi di sola aria, che li porteranno infine a partecipare, contro la loro volontà, ad un reality dalle sfumature horror dal titolo “Segui il tuo respiro”. Lo Stato della Rete, propone infatti questo format contemporaneamente su scala planetaria, come prima drastica misura per ridurre la popolazione mondiale, ma anche per intrattenere e quindi distrarre, come al tempo dei romani con i ludi circensi. Sarà solo nel corso di questo reality, che Ivan scoprirà lo sconvolgente segreto di Coline. Purtroppo, a questo punto, non saranno più padroni del loro destino. Lo show, infatti, non prevede vincitori…

Ed ora, visto che, come dico sempre, una presentazione non è tale se non viene presentato anche l’autore ecco alcune note biografiche relative a Max De Stefanis:

BIOGRAFIA

 

Ritratto Max De StefanisMax De Stefanis è uno scrittore e cantautore svizzero. I principali temi affrontati nelle sue opere sono le trasformazioni e le derive adolescenziali, l’homo technologicus e gli scenari distopici connessi, la critica nei confronti dell’industria culturale e, in chiave più propositiva, la prefigurazione di una società più consapevole, compassionevole e illuminata. Max è anche docente di scuola media. In questo ambito, da diversi anni propone progetti mediatici, tecnologici e teatrali a partire da laboratori di scrittura creativa. Infine, da oltre venticinque anni pratica la meditazione buddhista e da diverso tempo si occupa di terapie olistiche (riflessologia, cromopuntura, massaoterapia).

Max è nato a Schoenenwerd (Svizzera) nel 1973. È sposato e ha tre figli. Si è laureato in letteratura italiana, francese e storia nel 2004 a Losanna, svolgendo in seguito l’attività di ricercatore per il FNRS (studio sulla forma-romanzo), oltre a quella di assistente. Dal 2007 insegna italiano e storia nel settore medio (prima nella sede di Ambrì, dal 2012 in quella di Castione). È membro del Centro Shambhala Ticino, di cui è Outreach coordinator. Sul piano accademico, ha seguito anche una specializzazione in storia e filosofia del buddhismo (IEB Paris). Sul piano terapeutico, la riflessologia plantare (formazione con diploma presso l’Istituto di Terapie Naturalistiche di Locarno), la cromoterapia e la cromopuntura (formazione con diploma presso la Scuola di Medicina Empirica di Lamone), la medicina accademica e la massoterapia (formazioni presso il Centro Studi Terapie Multidisciplinari di Taverne).

Per approfondire si veda http://www.maxdestefanis.ch

Ed ora, per concludere, vi presento la bibliografia dell’autore aggiornata al romanzo Segui il tuo respiro: 

BIBLIOGRAFIA

Segui il tuo respiro (Romanzo, 2016)

Show Surprise (Romanzo, 2013)

Soldi (Pièce teatrale, 2012)

Le metamorfosi (Trilogia teatrale, 2008-2011)

I giochi pubblici nella Roma imperiale (Saggio storico-pedagogico-didattico, 2007)

Chiarori in una notte senza stelle (Raccolta di poesie, 2006)

Una lettura di Fontamara (Saggio letterario, 2004)

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Annunci

Paso Doble di Marco Boietti

A passo di danza tra i versi

Salve a tutti!

Copertina di Paso Doble di Marco BoiettiCon colpevole ritardo eccomi qua a presentare e recensire, o meglio  a presentare per mezzo di una recensione una silloge poetica che mi è stata data la possibilità di conoscere direttamente dall’autore che me l’ha proposta. L’autore in questione è Marco Boietti e la silloge che vi vado a presentare s’intitola, come anche questo mio piccolo articolo, “Paso Doble” ed è edita dalla casa editrice Blu di Prussia.

Nel presentare questa silloge poetica autori, i quali si intendono più di quanto non me ne intenda io di queste materie, chiamano in causa autori del calibro di Carl Jung, Dato che io, pur essendone affascinato, da quel gran curioso che sono, di queste materie mi intendo poco o nulla, non vi delizierò con excursus di così alto livello limitandomi a trasmettervi alcune sensazioni, impressioni e pareri che ho maturato dalla lettura di “Paso Doble“.

Copertina di Paso Doble di Marco BoiettiQuesta è una lettura indubbiamente singolare e lo è per il modo nel quale è stata pensata e organizzata dal suo stesso autore, ossia come una vera e propria danza con due figure che si alternano nei movimenti poetici. Le poesie sono state scritte infatti non solo sotto forma quasi di scambio di battute tra l’autore e un suo misterioso compagno di danza ma sono addirittura differenziate anche a livello di carattere di scrittura. Una parte di esse, la metà (poesia più, poesia meno), sono scritte utilizzando il carattere corsivo.

Sono poesie profonde e che fanno riflettere. Poesie a volte più cupe e malinconiche, altre più aperte ai colori e alla speranza. Tutte però s’interrogano ed interrogano il lettore su valori alti e profondi della vita. Completano e corredano magistralmente il volume alcuni dipinti di Danilo Boietti, scomparso nel corso di quest’anno.

Una raccolta di poesie quella che va sotto il titolo di “Paso Doble” che indubbiamente mi sento di consigliare agli amanti della poesia elegante e che fa riflettere. Una lettura che non mancherà di allietare e arricchire queste vostre vacanze natalizie. Un’idea per poter trascorrere un Natale in compagnia di un libro che, pur nella sua brevità, vi colpirà e vi regalerà sensazioni che non vi abbandoneranno nemmeno una volta terminata la lettura. Anzi, finirete per fare come ho fatto io stesso e lascerete il segnalibro infilato tra le pagine perché tali e tanti saranno gli spunti di riflessione che il testo vi fornirà che, di tanto in tanto, avvertirete netta la necessità di tornare a riprenderlo e rileggerlo per (ri)scoprire qualche punto che magari alla lettura precedente vi era sfuggito o anche solo per tornare a deliziarvi con poesie che sono scritte in maniera impeccabile ed elegante e che vi condurranno in una danza appassionata fatta di versi.

Ed ora, visto che si tratta pur sempre anche di una presentazione e che, come dico sempre, una presentazione non è tale se non si fa la conoscenza con l’autore del testo presentato, ecco a voi alcune brevi note biografiche dell’autore:

Marco Boietti, ritratto dell'autoreMarco Boietti è nato e vive a Milano. Dal suo amore per la musica sono nate molte delle emozioni trasfuse in numerose liriche ri- portate anche da varie antologie.

Dall’incontro con Danilo Boietti (1932-2016), affermato pittore in Italia e all’estero, deriva una stretta collaborazione artistica nonché una consolidata amicizia.

Le pagine di molti suoi libri sono intercalate dai dipinti del Maestro.

La sua Bibliografia comprende le seguenti raccolte: Moti e maree, Gruppo Albatros, 2008; Kismet, AltroMondo Editore, 2009; Amaranta, AltroMondo Editore, 2010; Dalibor, Edizioni Il Grappolo, 2011; 6.25 un conflitto dimenticato, Blu di Prussia, 2012; loro, Blu di Prussia, 2013; Hypothesis, Blu di Prussia, 2013; La coda del pavone, L’arcolaio, 2014; Cigni di Giada, L’arcolaio, 2014; Il gioco delle parole, Giuliano Ladolfi Editore, 2015; Oltre le isole felici, Vitale Edizioni, 2015; Oxana, Giuliano Ladolfi Editore, 2015; Un uomo qualunque, Blu di Prussa, 2016; Meta, Blu di Prussia, 2016, premiato con menzione al Premio Lorenzo Monta- no, 29a edizione; Paso Doble, Blu di Prussia, 2016.

Marco Boietti è anche autore di testi musicali.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che nuovamente avete deciso di dedicarmi e arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura, magari proprio in compagnia di “Paso Doble” di Marco Boietti, edito dalla casa editrice Blu di Prussia!

Con simpatia! 🙂

Copertina di Paso Doble di Marco Boietti

La Utet ci dà un’anticipazione delle prime pubblicazioni

La Utet concede ai propri lettori la possibilità di sbirciare tra le prime novità editoriali del nuovo anno

Salve a tutti!

In questa notte voglio farvi partecipi delle novità di inizio 2017 di casa Utet. Si tratta di novità che spaziano in vari ambiti e che, ne sono certo, non mancheranno di far ingolosire tutti i generi di lettori.  Per fornirvi un quadro il più dettagliato possibile su queste succosissime novità riporto di seguito l’e-mail inviatami dall’Ufficio Stampa della casa editrice:

Testata newsletter UTET


A seguire potete trovare le proposte UTET per il mese di gennaio 2017 e qualche segnalazione sui titoli appena usciti in libreria.

Un sincero augurio di buon Natale e felice anno nuovo!

Novità Gennaio

L'umanità in giocoL’umanità in gioco di AA. VV. (24 gennaio)

La settima edizione del festival “Dialoghi sull’uomo” è stata dedicata a “L’umanità in gioco. Società, culture e giochi”. La cultura nasce in forma ludica perché è attraverso la simulazione, la finzione, il prefigurare situazioni che si costituisce il nostro essere umani. I saggi raccolti in questo volume prendono come spunto il tema del gioco per parlare di regole e disciplina, ma anche di piacere e di felicità, di logica, di azzardo, di avventura e rischio, di simulazione e strategia, di apprendimento e di evoluzione, grazie ad antropologi, filosofi, scrittori, sociologi, scienziati, psicoanalisti, sportivi.

Copertina in lavorazioneBioetica cattolica e bioetica laica nell’era di papa Francesco di Luca Lo Sapio (31 gennaio)

Il ruolo di papa Francesco sembra segnare un’apertura al mondo laico-secolare assai diverso in forma e sostanza della fierezza intransigente di Benedetto XVI ma anche del rigore gentile di Giovanni Paolo II.

Se infatti Giovanni XXIII aveva segnato una rivoluzionaria “apertura al mondo”, proprio in ambito bioetico si era lentamente consumato un distacco sotto i papati successivi: mentre si costruiva, di conquista scientifica in conquista scientifica, una bioetica laica, il cattolicesimo ufficiale costruiva a sua volta e quasi in antitesi una bioetica cattolica.

Complice la cronaca italiana, Benedetto XVI aveva dovuto pronunciarsi con forza su questi temi. Ma che cosa resta del dibattito su bioetica laica e cattolica nel pontificato di Bergoglio, del papa rivoluzionario che viene dalla fine del mondo?
 

Per il Giorno della Memoria

 

Il farmacista del ghetto di cracovia

Il farmacista del ghetto di Cracovia diTadeusz Pankiewicz 

Quando in un quartiere periferico di Cracovia viene creato d’autorità il ghetto ebraico, il 3 marzo 1941, Tadeusz Pankiewicz ne diventa suo malgrado un abitante. Pur senza essere ebreo, infatti, gestisce l’unica farmacia del quartiere: contro ogni previsione e contro ogni logica di sopravvivenza, decide di rimanere e di tenere aperta la sua bottega, resistendo ai diversi tentativi di sgombero, agli ordini perentori di chiusura e trasferimento. Rimarrà anche quando il ghetto verrà diviso in due e in gran parte sfollato, quando diventerà sempre più difficile giustificare la necessità della sua presenza. Mescolando il rigore della ricostruzione e la delicatezza del ricordo, Tadeusz Pankiewicz ci restituisce la sua versione di questa grande tragedia, raccogliendo le storie di chi ha subito impotente la “soluzione finale” e le storie di chi ha invece provato a reagire.

Ora in libreria


Norwegian WoodNorwegian Wood
di Lars Mytting

In un mondo sempre più veloce e metropolitano, tra cemento e smartphone, fermarsi a contemplare e praticare l’antica arte del legno può essere un’inattesa via di salvezza.

Il norvegese Lars Mytting ci racconta passo passo come si scelgono gli alberi, come si tagliano, come si accatasta la legna e come la si mette da parte per farla asciugare e poi, alla fine, bruciare. Ma mentre ci parla di taglialegna, di motoseghe e di camini, quello che poteva sembrare un semplice manuale pratico diventa una meditazione sull’istinto di sopravvivenza e sul rapporto tra uomo e natura, fatto di tempi lunghi e silenzi.

Artisti rivaliArtisti rivali di Sebastian Smee 

Nel museo di Kitakyūshū si trova uno strano ritratto dei coniugi Édouard e Suzanne Manet, realizzato da Edgar Degas nel 1868-69. Una grande porzione di tela, questa la bizzarria, è stata asportata con una lama, tranciando il viso e il corpo di Suzanne. Ancora più sorprendente, il responsabile dello sfregio fu lo stesso Manet, maestro e amico di Degas. Che cosa era successo? Forse non era soddisfatto del risultato? O forse le radici del gesto affondano in qualcosa di più profondo e torbido?

La storia dell’arte moderna è piena di storie simili. Immergendosi nelle vite di quattro coppie di artisti, Sebastian Smee ricostruisce gli incontri e gli scontri, i traumi, le invidie e le gelosie che hanno forgiato l’amicizia e l’influenza reciproca tra alcune grandi personalità del mondo artistico, di cui ancora oggi resta traccia, con la stessa intensità e la stessa fiamma, nelle loro opere.

Prenotazione obbligatoriaPrenotazione obbligatoria di Sara Porro

Ci sono cibi, sapori, pietanze, che dicono molto del popolo che li mette in tavola, soprattutto se li si assaggia con la curiosità e lo spirito aperto del viaggiatore. È ciò che fa la food writer Sara Porro in questo libro divertente come una serata di aneddoti tra amici e corposo come un buon vino.Un viaggio gastronomico e culturale alla scoperta di specialità tradizionali come le “moeche” veneziane o la pecora fermentata delle isole Fær Øer ma anche sperimentazioni ardite come la pasticceria alla cannabis del Colorado.

Tra surreali competizioni culinarie a base di tonno e degustazioni di marsala e goffe esperienze in kajak nei fiordi norvegesi (il popolo più monofacciale del mondo), Sara Porro “impiatta” per i lettori 15 specialità che sono al contempo espressione dei luoghi visitati e della vita interiore dei loro abitanti.

Avventura nell'ArticoAvventura nell’Artico di Arthur Conan Doyle

Nel 1880 il giovane Arthur Conan Doyle, ancora studente universitario, si imbarca quasi per caso come medico di bordo sulla baleniera Hope, diretta al Polo Nord: i lunghi mesi che seguiranno, tra cacce sanguinose, animali feroci, esplorazioni, tempeste e comiche disavventure, cambieranno la sua vita per sempre. Avventura nell’Artico è il diario in cui Conan Doyle racconta le sue esperienze in quelle regioni remote e sconosciute,un personale romanzo di formazione tra i ghiacci del Polo. E quando non bastano le parole, aggiunge minuziose illustrazioni: disegna barche, marinai, balene, orsi polari, panorami e tramonti tracciati a colori nei momenti di tranquillità, cullato dal rollio placido della nave.

fb DeA Scuolatwitter DeA ScuolaYoutube DeA Scuola

Certo di avervi messo addosso una gran voglia di scoprire e godervi tutte queste novità ringrazio di tutto cuore tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e vi do l’arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura, magari proprio con i libri di casa Utet!

Con simpatia! 🙂

Il figlio del sole di Jack London

Bookmedia Events annuncia l’uscita nelle libreria del romanzo di Jack London “Il figlio del sole”

Salve a tutti!

Copertina romanzo Il figlio del sole di Jack London

Concludo in bellezza questo trittico di segnalazioni annunciandovi l’uscita in tutte le librerie, a partire dal 27 dicembre 2016, del romanzo “Il figlio del sole” di Jack London edito da Kogoi Editore. Questa pubblicazione andrà ad arricchire la collana “I Talismani” dedicata, come viene detto nel comunicato che tra poco riporterò qui di seguito allo scopo di dare piena ed esaustiva completezza a questa mia segnalazione, alla riscoperta dei Classici.

Ecco ora a voi il comunicato stampa ufficiale della Bookmedia Events:

COMUNICATO STAMPA

BOOK MEDIA EVENTS
Annuncia l’uscita in libreria dal 27 dicembre di
Il figlio del sole. Le avventure di David Grief
di Jack London
Kogoi editore
Prefazione di Dario Pontuale
Con un saggio di Graziella Pulce
Traduzione di Gian Dàuli

Copertina romanzo Il figlio del sole di Jack London

La Collana «I Talismani», dedicata alla riscoperta dei Classici, questa volta prende
la via dalle acque del Pacifico scegliendo ancora un grande scrittore e la traduzione
di uno dei più celebri traduttori italiani: Jack London e Gian Dàuli. Questo
romanzo, nel quale si incontrano isole sperdute, re spietati, pirati sanguinari,
velieri imprendibili e mari color cristallo, fa parte di un gruppo di romanzi
d’avventura firmati dallo scrittore americano nei quali vengono narrate le
scorribande del “lupo di mare”, l’avventuriero David Grief. Un mondo di leggenda,
un universo selvaggio e tentatore nel quale ogni possibilità si paga con un rischio.
Un’opera pubblicata nel 1911 e riproposta integralmente nella traduzione di Gian
Dàuli, il primo traduttore di Jack London in Italia. Un’edizione, oltre poi, arricchita
dal saggio introduttivo di Graziella Pulce, una delle più esperte studiose di London
e dello stesso Dàuli.
Jack London (San Francisco, 1876 – Glen Ellen, California, 1916) è stato autore
molto prolifico e tra l’altro scrisse: i romanzi avventurosi Il richiamo della foresta
(1903), Il lupo di mare (1904), Zanna Bianca (1906); i romanzi autobiografici La
strada (1907), Il Tallone di Ferro (1908), Martin Eden (1909), John Barleycorn
(1913); Zanna bianca (2014) oltre a diversi racconti, reportage, saggi, trattati
politici, e inchieste come Il popolo dell’abisso (1903).
Gian Dàuli (Vicenza 1884 – Milano 1945), scrittore, storico traduttore per la casa
editrice Sonzogno ed editore italiano. L’attività letteraria lo avvicina alla
Modernissima e conosce molti intellettuali e scrittori dell’epoca. Traduce molti
autori inediti in Italia: Conrad, Chesterton, Zangwill, Hardy, James, Stevenson,
Maugham, London, scrittori che come lui stesso scrive: “che hanno saputo trarre
dalla vita vissuta e contemplata una espressione di Armonia e Bellezza”.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione che una volta ancora mi avete dedicato e arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Copertina romanzo Il figlio del sole di Jack London

In Gold We Trust

Presentazione del romanzo “In gold we trust” di Solomon Bloomberg

Salve a tutti di nuovo!

Torno tra voi per presentarvi un libro in uscita in questi giorni a cura della Enzo Delfino Editore, una casa editrice che, per quanti frequentano da più tempo questo blog, non suona di certo nuova. Ebbene, il libro che stavolta vado a presentarvi è “In gold we trust“, un thriller dissacrante scritto da Solomon Bloomberg ed edito, per l’appunto, dalla Enzo Delfino Editore.

Per fornirvi un quadro completo di questo romanzo riporto di seguito il comunicato stampa inviatomi dalla Enzo Delfino Editore:

In gold we trust
di Solomon Bloomberg

Cosa accade il giorno in cui viene eletto un papa nero?

In gold we trust di Solomon Bloomberg

Esce in questi giorni per la Enzo Delfino
Editore In gold we trust, un thriller
dissacrante che porta la firma di Solomon
Bloomberg. Sullo sfondo, le vicende
attualissime della crisi mondiale,
l’ombra imponente delle eminenze grigie
vaticane, una riflessione sottesa sui
diritti delle persone e lo sviluppo delle
economie.
In un giorno come tanti, a Roma è stato
inopinatamente eletto un papa nero.
Longilineo, modesto e senza stola, sembra
quasi che i fratelli cardinali siano
andati a prenderlo «alla fine del
mondo…» (direbbe forse qualcuno).
Piuttosto nere sono però anche le gerarchie
vaticane. Lui, infatti, ha un progetto:
far diminuire le tensioni nel
mondo, ripulendo le borse internazionali
dagli eccessi della finanza, alla base
di guerre, sopraffazioni, inedia.
Così si mette d’accordo con un banchiere
del Bangladesh, che organizza un
marchingegno di dimensioni globali a
basso costo, approfittando della disponibilità
di gruppi di giovani, abilissimi
hacker nel subcontinente indiano. Il
procedimento è semplice e complesso
allo stesso tempo, eliminare le borse
dall’eccesso di liquidi e dalle accumulazioni.
Il tutto in un clima devoto e formale,
come si conviene tra i corridoi
pontifici, con scorci tra segrete e sale, e
non di quelle normalmente aperte al
pubblico.
Un thriller ironico, appassionante, con
quel poco di sfrontatezza che insaporisce
le grandi storie, senza (o quasi) offendere
nessuno.
Sebbene sia un puro lavoro di fantasia,
abbiamo sottoposto lo schema ai responsabili
dell’Ufficio Studi di una
grande banca. Dicono di essersi divertiti
e che, chissà, in scala minore un piano
del genere potrebbe essere in embrione.
ISBN: 9788895758275
Prezzo: 4,99 €
Formati: epub, mobi, pdf, ibooks
DRM free
Da mercoledì in formato digitale su
tutti i migliori ebook store e nelle
principali librerie online.

http://www.enzodelfinoeditore.it Enzo Delfino Editore

Dite la verità. Vi ho ingolosito, eh?! E allora correte ad acquistare la vostra copia di “In gold we trust” di Solomon Bloomberg edito dalla Enzo Delfino Editore!

Grazie di tutto cuore a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Matera. Il manuale del turista

Altrimedia presenta il libro “Matera. Manuale del turista”

Salve a tutti!

La prima delle notizie che voglio “passarvi” in questa notte di martedì o meglio a cavallo tra martedì e mercoledì (ora che avrò finito di comunicarvi la terza) riguarda una presentazione. Nello specifico quella che avverrà giovedì 22 dicembre 2016, a partire dalle ore 18.00, presso il Centro “Carlo Levi” di Matera, durante il quale verrà presentato il libro “Matera. Il manuale del turista” di Giovanni Ricciardi, edito da Altrimedia Edizioni.

Per fornirvi le informazioni relative a questa presentazione in maniera completa ed esaustiva riporto di seguito un ampio estratto dell’e-mail ricevuta da Altrimedia Edizioni:

---

In primo piano

“Matera. Il manuale del turista”

 22 Dicembre ore 18.00 Centro Carlo Levi (Palazzo lanfranchi, Matera)

Giovedì 22 dicembre Altrimedia edizioni presenta, alle ore 18.00 presso la Sala Levi di Palazzo Lanfranchi, la nuova pubblicazione di Giovanni Ricciardi “Matera. Il manuale del turista”.

Si tratta di una guida che si rinnova ogni anno, questa è infatti l’edizione 2017, ricca di innumerevoli approfondimenti tutti da ricercare attraverso i QR Code presenti nel testo.Un pratico e agile strumento, programmato per interagire con il web così da arricchire le informazioni disponibili per i lettori, che non sacrifica il rigore dei dati alla fluidità del racconto, ma mantiene in equilibrio i due aspetti realizzando una narrazione densa e immediata. La pubblicazione è stata pensata all’interno di un progetto di promozione turistico-editoriale più ampio, – ha spiegato l’editore Vito Epifania – del quale forniremo ulteriori dettagli giovedì prossimo.”

Con professionalità e passione, questa “guida narrante” accompagna il visitatore alla scoperta del paesaggio, della cultura e della storia della città di Matera, dei rioni Sassi e del Parco archeologico storico-naturale delle chiese rupestri del Materano. Oltre agli itinerari che descrivono i luoghi da visitare, la guida si arricchisce di informazioni utili per preparare il viaggio e per comprendere tutti gli aspetti della città millenaria, tra le più antiche al mondo, senza tralasciare le informazioni sulla storia e l’archeologia, i mestieri e l’artigianato artistico, le feste religiose e popolari, le sagre e le tradizioni gastronomiche, i prodotti tipici e i piatti della cucina territoriale.

Giovanni Ricciardi si occupa a tempo pieno di turismo da oltre vent’anni ed è stato tra i primi a credere nello sviluppo turistico della città. Svolge l’attività di direttore tecnico d’agenzia di viaggio, la professione di guida turistica in Basilicata e Puglia, di guida ambientale escursionistica e di guida del parco delle chiese rupestri del materano. “Matera, come tutte le città d’arte, – ha sottolineato Giovanni Ricciardi – ha un’alta propensione turistica e un potere d’attrazione straordinario. Il suo vantaggio competitivo deriva dal suo immenso e diversificato patrimonio artistico e culturale e dalla vasta offerta di servizi. La città ha fatto registrare, soprattutto negli ultimi anni, un numero sempre crescente di turisti che ritornano più volte all’anno per seguire un itinerario diverso, un evento culturale o una festa religiosa. “Matera. Il manuale del turista” è un invito a programmare un viaggio di scoperta, a scegliere l’itinerario in base ai propri interessi in totale autonomia, senza rinunciare ai prodotti dell’artigianato e della gastronomia, e un invito per il turista a ritornare ancora un volta.”

Giovanni Ricciardi, nato a Matera nel 1971, ha scelto di vivere e di lavorare nella sua terra. Dopo aver conseguito il diploma di maturità classica, si iscrive presso la facoltà di ingegneria elettronica del politecnico di Bari. La passione per l’archeologia, la storia, la storia dell’arte, la geologia, la botanica e l’escursionismo, lo portano però ad abbandonare la facoltà universitaria per dedicarsi allo studio dei Sassi di Matera e dell’habitat rupestre nei suoi molteplici aspetti. Si occupa a tempo pieno di turismo da oltre vent’anni ed è stato tra i primi a credere nello sviluppo turistico della città. Svolge l’attività di direttore tecnico d’agenzia di viaggio, la professione di guida turistica in Basilicata e Puglia, di guida ambientale escursionistica e di guida del parco delle chiese rupestri del materano. Pratica l’escursionismo in tutte le aree protette della regione ed è autore di numerose pubblicazioni di libri e di articoli su riviste specializzate di turismo. Spesso alterna l’opera di formatore nel settore turistico all’attività di location manager e assistente, per riprese televisive e cinematografiche, documentari, servizi fotografici e radiofonici. È anche istruttore di atletica leggera e pratica lo sport a livello amatoriale e agonistico. 

https://www.facebook.com/altrimediaedizioni/

Prima di salutarvi permettetemi di ricordarvi questo nuovo, interessantissimo evento

Giovedì 22 dicembre Altrimedia edizioni presenta, alle ore 18.00 presso la Sala Levi di Palazzo Lanfranchi, la nuova pubblicazione di Giovanni Ricciardi “Matera. Il manuale del turista”.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione che, come preannunciato, sarà tra breve!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Spazio al personaggio: Il sapore della lettura

Per “Spazio al personaggio” oggi la nostra Isabella Grassi presenta un libro che è anche un modo per fare del bene

Salve a tutti!

Il saporre della lettura

In questo venerdì sera la nostra Isabella Grassi ci presenta un libro che è anche un’ottima occasione per fare del bene. Il ricavato di questa pubblicazione, infatti, sarà devoluto alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto. Il titolo di questo ricettario a fin di bene s’intitola “Il sapore della lettura. A ogni ricetta il suo racconto” e contiene anche una ricetta della nostra Isabella.

Ma ora basta chiacchiere. Cediamo la parola alla nostra Isabella Grassi:

Spazio al personaggio, una piccola incursione nel mondo della cultura, del teatro, dello sport, della musica e di quanto ci rende piacevole la vita, a cura di Isabella Grassi.

Il saporre della lettura

Oggi esploro un mondo nuovo, anzi due: il mondo degli ebook e della beneficenza, e per farlo vi parlerò di una mia personalissima esperienza resa possibile grazie ad uno scrittore che ho conosciuto grazie al mondo dei social: Harry Fog.

Harry è naturalmente uno pseudonimo, ma è quello che lui usa nel mondo dell’editoria e quindi è così che ve lo presento.

E il fatto che come cognome si sia attribuito quello di Fog a un’ emiliana come me non può che far sorridere.

E c’è un’altra cosa per cui la mia città (Parma) è famosa: il buon cibo, quindi quando Harry ha chiesto a me e agli altri appassionati che lo seguono sui social se volevamo scrivere racconti che prendessero spunto da ricette per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza, non potevo che partecipare a questa esperienza.

Era marzo 2016, quando infatti la mente di Harry ha partorito questa idea: fare un’antologia di racconti legati al cibo

E così, prendo in prestito le parole di Claudia Mameli, pubblicate nell’evento fb creato per descrivere i 9 mesi (eh si, è stato proprio un parto!) che hanno portato alla pubblicazione di Il sapore della Lettura: “Nessuno sapeva bene dove saremo andati a finire, eppure, l’entusiasmo ci ha portato a creare una delle cose più belle alle quali ho partecipato. Insieme abbiamo formato una vera e propria famiglia nella quale tutti eravamo importanti nelle stessa maniera. Le decisioni sono sempre state prese insieme a partire dalla scelta del titolo, quale copertina utilizzare (creata dalla bravissima Tatiana Sabina Meloni), e cosa fare del ricavato delle vendite.

I dubbi che avevamo riguardo l’ultima scelta si sono purtroppo dissolti quando la terra ha tremato: la cosa giusta era donare aiuto alle zone terremotate della nostra cara Italia.

Il lavoro è stato lungo, ed ognuno di noi ha dovuto ritagliare tempo ai propri impegni per poter riuscire in quello che era il nostro obiettivo: Pubblicare prima di Natale!

Quindi, miei cari amici, amanti del cibo e delle buone letture, se non sapete cosa leggere durante le vacanze, quali piatti preparare per le feste o in che modo fare un gesto di solidarietà, questo è il titolo che stavate cercando. Ricordate che i proventi verranno devoluti in sostegno delle zone terremotate. Fai un regalo a chi ne ha bisogno!”

https://www.facebook.com/events/1196381983771520/

Queste parole descrivono benissimo il clima vissuto anche da me, insieme a tutti gli autori di questo fantastico ebook, che dal 16 dicembre 2016 potete trovare nei principali store on line.

Ecco alcuni link:

https://www.amazon.it/gp/product/B01NCMFZW7/ref=oh_aui_d_detailpage_o00_?ie=UTF8&psc=1

https://www.kobo.com/it/it/ebook/il-sapore-della-lettura

https://www.streetlib.com/it/librerie/

Tra l’altro mentre scrivo stanno già comparendo le prime recensioni, ve ne cito una su Amazon:

“Il connubio tra letteratura e cucina regala all’umanità tutto ciò di cui ha bisogno: una mente sana in un corpo sano.

Questa meravigliosa antologia è il frutto del lavoro ti tanti differenti autori che, in un sapiente gioco letterario, hanno saputo incastonare ottime ricette dall’aperitivo al caffè in tanti racconti che hanno, anch’essi, sapori e profumi differenti.

Magistrale l’impegno profuso e decisamente apprezzabile il risultato. Nel mio piccolo posso solo elogiare il lavoro dei tanti amici e colleghi che si sono cimentati ottenendo un risultato al di fuori di ogni aspettativa.”

Ma effettivamente viene da domandarsi di cosa tratta esattamente questa singolare antologia,  e qui ahimè   le informazioni che vengono date dagli store sono assai scarne e dicono più o meno così:

“Amazon

IL SAPORE DELLA LETTURA

IMPORTANTE: il ricavato di questa pubblicazione sarà devoluto alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto.

Da un’idea di Harry Fog, gli autori de “Il Sapore della Lettura” hanno proficuamente collaborato tra loro per far nascere questa raccolta di racconti che ha come tema il cibo.

Noi siamo ciò che mangiamo e il cibo, per tradizione, accompagna da sempre momenti importanti della vita di tutti. Il Sapore della lettura è un vero e proprio ricettario in simbiosi con una raccolta di racconti a tema culinario. Mai come in questo caso è corretto asserire che “ce n’è per tutti i gusti!” Una miscela di sapori e sensazioni che troverai unica.

Gli AA. VV. augurano a tutti i lettori buona lettura… e buon appetito!”

Ecco qui spiegata l’esigenza in me nata, di fare qualche domanda a Harry Fog per invogliare quanti più lettori possibili ad acquistare e recensire questa bellissima antologia, invitandoli poi a sfide culinarie ed a scoprire e ricercare le ricette dei vari autori, di tutti certo e non solo la mia!

Questa intervista è stata fatta non con carta e penna come mio solito ma, per rendere onore sia all’amicizia con Harry che alla tipologia del prodotto oggetto di questo articolo con mail e, causa i misteri dell’etere tramite messenger.

Non so per quale motivo ma non mi è mai arrivato il file con le risposte e così Mister Fog me le ha inviate tramite la chat di fb. Onore a Zuckenberg quindi!

Harry, tu sei molto attivo nel mondo del social, e il tuo “Aikane – Lo splendore del Buio”, edito con StreetLib Write è presente nel www, ma questa tua idea di scrivere un’antologia di racconti avente ad oggetto il cibo e con le relative ricette, nata quasi per gioco in un giornata di fine inverno, come si concilia con l’ambientazione hard thriller del tuo romanzo?

Si concilia per un paio di motivi: oltre al mio romanzo io ho scritto molti racconti di generi differenti che per ora tengo nel cassetto. Aikane stesso, quando ho iniziato a scrivere le prime dieci righe, era un libro che non sapeva ancora che carattere avrebbe assunto. E per carattere intendo proprio il genere! Quando inizio a scrivere un storia, non lo faccio pensando prima al genere, Aikane è diventato un fantasy perché man mano che scrivevo, e le idee facevano capolino, il fantasy è risultato necessario ai fini della storia così come la parte erotica. Insomma, scrivo ciò che mi coinvolge scrivere in quel momento. Inoltre, “Il sapore della lettura” è nato dalla voglia di provare a capire se fossi stato in grado di mettere insieme un gruppo di lavoro entusiasta e partecipe che collaborasse a una scrittura di gruppo. Cosa c’è, in Italia, che unisce più della buona tavola?

Il cibo e la cultura un connubio perfetto per una emiliana come me, nata e vissuta all’ombra del duchessa Maria Luigia, qui da noi si fa il “lesso”, mentre in Piemonte dove vivi tu “i bolliti”, diverse ideologie, e diverse impronte. Il libro da te ideato “Il sapore della Lettura” è un bel gioco di parole, come lo potresti descrivere con parole più tue?

E’ alquanto difficile rispondere, questa é proprio una bella domanda. Ci provo con una metafora: il sapore della lettura è un viaggio a bordo di inchiostro e carta, fra emozioni e sapori. Essendoci dentro storie e ricette completamente diverse per stile, genere e autore, è impossibile che un lettore/buongustaio non trovi qualcosa adatto a lui.

Simpatica ed originale l’introduzione, scritta da te, che riporta prima la genesi dell’idea, di cui ho in parte accennato prima, ma poi si trova quella che posso definire il miglior stimolo alla lettura. Scrivi infatti, rivolgendoti al lettore: “Il sapore della lettura è un vero e proprio ricettario, con cui potrai metterti alla prova tra i fornelli, in simbiosi con una raccolta di racconti a tema culinario. Mai come in questo caso credo sia corretto asserire che <<ce n’è per tutti i gusti>>. Una miscela di sapori e sensazioni che spero troverai unica.” Ma poi due pagine dopo troviamo una filastrocca di Clorinda Borriello e due citazioni (Virginia Wolf e Johnny Carson). Riveli così la tua dualità di amante del giallo ma anche forse la tua propensione a condurre, ad essere anchorman. Parlaci quindi di questo tuo sogno, di questo tuo progetto che hai portato avanti e fatto crescere.

Come ho già scritto nell’introduzione, senza quindi ripetermi troppo, ho conosciuto, per via del libro che ho pubblicato, tanta bella gente. Sono una persona piuttosto consapevole dei propri limiti, difetti e pregi. Da una certa età in poi, a scuola prima, sul lavoro poi, e adesso scopro anche in rete, so di avere questa capacità di coinvolgere e trascinate le persone. Cerco semplicemente di utilizzarla al meglio e con estrema trasparenza. Credo che se uno ha una qualità, per farla fruttare deve rimanere credibile…. e se non c’è trasparenza e sincerità nessuno ti dà fiducia una seconda volta. Per il resto, a parte l’idea mia iniziale, il progetto sarebbe morto subito se tutti non fossero stati così grandiosi e disponibili.

I problemi affrontati sono stati tanti, da quelli logistici (coordinamento dei file, scelta della copertina, sistema di diffusione) a quello di scopo: quello mutualistico. Si è scelto di donare i diritti pro terremotati, spiegaci com’è nata questa idea e perché si è così sviluppata.

Ti devo correggere. Forse perché io, essendo un tecnico informatico, ho dimestichezza a lavorare in un contesto virtuale, non ho riscontrato alcun tipo di problema di una certa entità durante l’organizzazione. L’abbiamo presa con molta calma e credo che il punto chiave che ha permesso che tutto filasse liscio è stato quello di decidere tutto, dal titolo, al prezzo, alla copertina alla beneficenza, attraverso il voto democratico. Tutti si sono adeguati alla scelta della maggioranza e tutto è risultato semplice con l’impegno che ogni singolo ci ha messo.

Infine, qual è il tuo modo di brindare, e con cosa brindi? Qual è l’augurio che vuoi lasciare al lettore di questa antologia.

Forse volevi come risposta una metafora, ma io brindo con un calice di Gewurtztraminer a tutti gli autori e a tutti i lettori che acquisteranno l’ebook. Alzando il calice auguro agli autori, specialmente quelli che pubblicano anche libri, di trovare il loro lettore… e viceversa. Perché ogni storia scritta, per essere completa ha bisogno che il lettore ci metta del suo.

A questo punto sono io che devo rispondere ad Harry.

Non cercavo una metafora, almeno non necessariamente. Volevo proprio una risposta semplice, sincera. Volevo veramente sapere qual è il tuo vino preferito per brindare, e se ti piace dire Cin cin, o Prosit o solamente Salute!

Ora saluto Harry e consiglio a tutti l’acquisto di questo ebook che spero riesca a diventare presto anche un cartaceo e che arrivi nelle librerie.

Auguro quindi a tutti quanti una buona lettura e tante cene in compagnia, e vi sfido a trovare la mia ricetta, e a farmi sapere cosa ne pensate, sia del piatto che del racconto!

Non dimenticate poi che tutti gli autori hanno rinunciato ai diritti in favore dei terremotati e che anche questa è un’ottima ragione per l’acquisto.

Isabella Grassi

Voci precedenti più vecchie

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle