Regressione suicida

Oggi l’atteso ritorno di Salvatore Massimo Fazio

Salve a tutti!

Regressione suicida - dell'abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio SgalambroEccomi tra voi in veste di annunciatore di novità editoriali. Esce infatti oggi in tutte le librerie il nuovo, atteso, libro di Salvatore Massimo Fazio. Il libro, che verrà presentato domani, “domenica 16 ottobre alle ore 18, nella bellissima cornice barocca del Cortile Platamone, in occasione del SabirFest, si intitola “Regressione suicida – dell’abbandono di Emil Cioran e Manlio Sgalambro” ed è pubblicato dalla Bonfirraro Editore. Allo scopo di fornirvi un’informazione più completa e dettagliata possibile ed attingendo al materiale cortesemente inviatomi dall’Ufficio Stampa della casa editrice, riporto qui di seguito il comunicato stampa e, a seguire, la sinossi del libro e qualche nota biografica dell’autore.

Cominciamo dunque dal comunicato stampa:

Da Cioran a Sgalambro: l’atteso ritorno di Salvatore Massimo Fazio

Presto in tutte le librerie “Regressione suicida”, la nuova creatura nichilista del noto filosofo catanese

Regressione suicida - dell'abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro

Nietzsche lo chiamò “il più inquietante fra tutti gli ospiti”. Mentre nell’arte contemporanea, artisti del calibro di Maurizio Cattelan e Damien Hirst, esplicitano, con le loro opere, la rassegnazione dell’uomo contemporaneo occidentale di fronte alla intrascendibilità della morte.

Adesso il nichilismo – la negazione di ogni valore, il nonsense primitivo e ineluttabile – ritorna prepotente anche al centro del dibattito culturale per essere de-costruito e per de-costituire due dei suoi principali padri. Avviene con “Regressione suicida – dell’abbandono di Emil Cioran e Manlio Sgalambo” l’ultima opera dello scrittore – filosofo Salvatore Massimo Fazio, presto in libreria per Bonfirraro editore.

Catanese di nascita, due lauree, Fazio è uno dei pensatori più eclettici e particolari del panorama nazionale e non solo (ha ottenuto una prestigiosa onorificenza  dall’Istituto Italiano di Cultura ad Oslo in Norvegia), richiestissimo dagli appuntamenti culturali underground: ogni anno, infatti, lo si trova a dirigere per conto di comuni italiani e privati rassegne artistiche, che riscuotono sempre un grande successo!

Dopo l’affermazione straordinaria di Insonnie – l’ultima opera del 2011 – Fazio, che ritrova in Bonfirraro un nuovo padre putativo, si riaffaccia nuovamente sulla scena editoriale nazionale con un confronto, acceso e irripetibile ( e forse unico) tra due mostri sacri della filosofia contemporanea, ma rigorosamente “outsider”: un’imperdibile discussione tra le istanze cognitive del primo, di origini romene, e il siciliano Manlio Sgalambro, quel filosofo pessimista, nichilista – o «tuttista» come preferiva lui – che al grande pubblico è conosciuto come chansonnier ironico vecchio stile che swinga e induce al sorriso, autore delle liriche più belle, passate alla storia della musica italiana attraverso la voce di Franco Battiato.

Perché mai questa scelta, dopo che con gli argomenti di Insonnie aveva destabilizzato la critica accademica, vagando dalla musica, all’Università, dal lavoro, all’amor/timor divino, fino alla critica spietata verso chi usa e consuma droghe salvando con cinismo invece il produttore?

Amante del jazz e personaggio poliedrico, caratterizzato da una forte propensione all’anti – accademismo, capostipite insieme a Davide Bianchetti della corrente del nichilismo cognitivo, Fazio decide così di percorrere per questa sua quarta prova d’autore l’itinerario intellettuale che va da Cioran a Sgalambro per raccontare se stesso.

E, in effetti, quello che lo lega ai due “sommi” è un rapporto atavico che gli ha inevitabilmente influenzato la vita: si racconta, infatti, che il confronto tra Cioran e Sgalambro, tema base della tesi di laurea di Fazio, gli valse la mancata lode in sede di seduta di laurea, a causa dell’aperta polemica con il correlatore di commissione:  Regressione suicida diventa così il “riscatto” del filosofo, che tiene a ribadire le sue origini “ de- costruenti” con l’intento di distruggere una filosofia sistematica, e di scuotere il lettore su una riflessione che ricerchi un senso, un tentativo, seppur estremamente vano e difficile da raggiungere secondo l’autore, di quelle che costituiscono da sempre le domande etico-ontologiche dell’uomo.

  “Regressione suicida” abbraccerà il suo pubblico in occasione della prima presentazione in assoluto, prevista a Catania, domenica 16 ottobre alle ore 18, nella bellissima cornice barocca del Cortile Platamone, in occasione del SabirFest.

Passiamo ora a presentare il libro tramite la sua sinossi:

Quando gli outsider della filosofia si impongono, non vi è nulla da fare: vinceranno col popolo, ma perdono nelle stanze dei bottoni, dove a loro non interessa entrare, ma dove i Gotha, antipaticamente accademici, li esaltano nelle riviste specializzate, ma non li citano nei dizionari di filosofia. La filosofia non è quella marmaglia di insegnanti che si attengono a canagliate di programmi scolastici. La filosofia è riflessione, meditazione, pura sull’oggetto. Con questa opera, si esaltano i punti di distanza e di vicinanza tra due filosofi out-sider. Il coupé the theatre di Manlio Sgalambro che procede dal pensiero breve e dalla sua filosofia del terrore, che come una mitragliata ti scuote, al lirismo dell’ateo occidentale ma verso il protrarsi della fideicità di Emil Cioran, con una (non) rivisitazione personalissima che sfocia nel nihilismo cognitivo, donde tutto è iscritto con semplicità permettendo al lettore di affrontare un viaggio saggistico pesudo romanzato, portando in auge la bellezza della verità. Nel terzo capitolo e nell’appendice, vi è l’abbandono doloroso dei due filosofi, donde si impone vigorosa la tesi dell’autore.

E per finire ecco a voi qualche nota biografica dell’autore:

Ritratto di Salvatore Massimo FazioSalvatore Fazio detto Massimo è nato a Catania nel 1974. Scrittore, filosofo, pittore e psicopedagogista e pedagogista clinico. Si laurea con una tesi di estetica presso l’Università degli Studi di Catania dal titolo “Cioran e Sgalambro: un confronto”. Dello stesso Sgalambro, conosciuto casualmente ad una cena anni dopo il conseguimento del titolo accademico, viene  definito il discepolo. Esordisce nel 2005 con I dialoghi di Liotrela. L’albero di Farafi o della sofferenza (C.U.E.C.M. edizioni), mentre nel 2009 esce il racconto Villa Regnante (enricofolcieditore) che vince il primo premio del concorso nazionale ‘Segni d’amore’.

Insonnie. Filosofiche, poetiche, aforistiche, (C.U.E.C.M. 2011), è il suo ultimo libro, strutturato in tre parti nella forma della prosa, della poesia e dell’aforisma, nel quale coinvolge il lettore sulle grandi tematiche etiche ed ontologiche dell’uomo. Nel marzo del 2013 viene insignito a titolo di Fondatore del nichilismo cognitivo, assieme al co – fondatore Davide Bianchetti.

Non ha mai abbandonato la professione in area psichiatrica coordinando Comunità Alloggio per disabili psichici.

(Salvatore Fazio detto Massimo è nato a Catania, 1974, è filosofo, scrittore, pedagogista clinico, oratore e pittore. Ha collaborato, fra gli altri, con Manlio Sgalambro, di cui è ritenuto discepolo e continuatore.

Nel 2005 esordisce con ‘L’albero di Farafi o della sofferenza’ (ed. CUECM), testo prima censurato, poi rimesso in distribuzione. Nel 2009 torna con ‘Villa Regnante’, romanzo ambientato a Palermo che supera 4.000 copie. Conosce Davide, Jessica e Mattia Salamone, ne sposa la causa e si mette a disposizione per raccolta fondi per le cure del piccolo Mattia. Sempre cinico e serafico, se ne scorge un atteggiamento tenero difficilmente prima individuabile dato il suo odio ontologico).

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buon sabato e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Regressione suicida - dell'abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro

Il Senno di noi

Presentazione ormai prossima per il primo romanzo di Maria Castaldo

Salve a tutti!

Il Senno di noi di Maria Castaldo e Michele GardoniTorno nuovamente tra voi per scrivere un articolo del genere che preferisco, vale a dire una presentazione libraria. Stavolta ad essere protagonista è l’opera prima di Maria Castaldo, un’autrice molto talentuosa che mi è capitato di incrociare e conoscere grazie al Social Network per antonomasia, vale a dire Facebook. Il romanzo in questione s’intitola, come anche questo mio articolo, “Il Senno di noi” ed è uscito ufficialmente il 26 settembre di quest’anno per la casa editrice David & Matthaus, con una prima anticipazione, questi sono tutti dati che ho “rubato” dal sito dell’editore del romanzo “Il Senno di noi“, la cui versione finale è stata stesa a quattro (o due, fate voi) mani dalla stessa Maria Castaldo e Michele Gardoni, compagno di Maria Castaldo non solo nella stesura del romanzo così come lo avete o lo avrete, se ancora non l’avete acquistato, tra le mani ma anche nella vita.

Il romanzo verrà presentato domenica prossima, 9 ottobre 2016, a partire dalle ore 18.00 presso la Chiesa del Gonfalone, in via Cavour a Saltara, in provincia di Pesaro-Urbino.

fb_img_1475864030310

Durante la presentazione del libro si esibirà il duo canoro “CYWKA D”. sono una formazione musicale acustica composta da Tiziana Stefanelli – voce e Riccardo Paci – chitarra classica. Cantautorato italiano con brani rivolti al sociale e a favore dei Diritti Umani proporranno il loro singolo “Io meno te” contro la violenza sulle donne.

Comunque mi accorgo di essermi dilungato troppo in chiacchiere e quindi cedo la parola al comunicato stampa ufficiale del romanzo, cortesemente inviatomi, assieme alle immagini utilizzate a corredo dell’articolo, direttamente dalla casa editrice David & Matthaus che ringrazio di cuore per la disponibilità e la cortesia:

Il Senno di noi di Maria Castaldo e Michele GardoniIl senno di noi
di Maria Castaldo e Michele Gardoni

Pagine: 288
Prezzo: 16,90 euro
ISBN: 978-88-6984-115-6

________________________

Lasciammo agli altri la possibilità di agire con il senno di poi,
dovevamo fare in fretta, quindi non restava che il senno di noi.

Il senno di noi è il romanzo di esordio di Maria Castaldo che, per la stesura definitiva, si è avvalsa della collaborazione di Michele Gardoni. Si tratta delle storie vere di Silvietta e Linda, ragazze differenti tra loro, ma accomunate dalla bruttissima esperienza di una violenza sessuale che culminerà in una gravidanza. Il libro vuole sensibilizzare i lettori sul condizionamento sociale a cui siamo sottoposti, e denuncia le contraddizioni della collettività che da un lato è pronta a schierarsi platealmente contro la violenza, ma dall’altro ancora considera colpevole una donna che indossa una gonna corta. Maria,
raccontando le due storie, è meticolosa nell’analisi delle loro sensazioni e delle paure, ma (nel caso della diciassettenne Linda) riporta anche la forte pressione ricevuta spesso dalle adolescenti.
Il libro è già un caso editoriale. In soli due mesi, prima ancora del lancio ufficiale, è stata completamente esaurita la prima tiratura e ora si appresta alla promozione ufficiale su tutto il territorio Nazionale, con presentazioni sull’intera penisola.
Silvietta è nata sola; figlia di una ragazza madre, senza parenti si trova a dover lottare per emergere e per avere legami affettivi, visto che sua madre è morta, dopo lunga malattia, quando lei non aveva ancora compiuto i diciotto anni. Per sentirsi meno sola si dedica al volontariato collaborando con un’associazione impegnata in un centro di accoglienza. Quando tutto sembra iniziare a volgere per il meglio, la ragazza viene violentata in una via buia poco distante dal centro dove svolge volontariato. Scoprire di essere rimasta incinta per un atto violento la porterà a un lungo e travagliato percorso di ricerca.
Linda è una ragazza tranquilla, che fatica a integrarsi nel “gruppo” perché preferirebbe non doversi adeguare a modi di fare che sono molto differenti dai suoi ideali. Morto il padre, il punto massimo di esclusione lo vive a Pisa, durante la gita scolastica, nel corso del quarto anno di superiori. Linda è stanca di sentirsi “diversa”, così decide di concedersi una serata di follia. Quella notte, nella sua camera, il bello della scuola prenderà con la forza molto più della sua innocenza. Dopo averla usata,
la butterà via come una cosa inutile. Passeranno pochi mesi e scoprirà che quell’unica pazzia ha avuto un caro prezzo: è incinta.
Ritratto di Maria CastaldoMaria Castaldo. Nata a San Giorgio a Cremano (NA) il 26 settembre 1986, vive nelle Marche dal 2007. Grazie alla sua professione di grafica pubblicitaria è riuscita a entrare nel mondo dell’editoria, dove ha conosciuto lo scrittore Michele Gardoni, divenuto il suo compagno di vita oltre che coautore della sua prima produzione letteraria Il senno di noi, testo da cui è stata tratta una sceneggiatura teatrale, proposta in più repliche a partire dal giugno 2015. Attiva nell’associazionismo, è impegnata nella valorizzazione della donna e con la sua opera d’esordio vuole portare alla ribalta la vita di quelle “eroine” silenziose, ma coraggiose, conosciute proprio durante il suo servizio sociale.

Grazie infinite per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Il Senno di noi di Maria Castaldo e Michele Gardoni

Passate l’autunno con flower-ed

In autunno a casa flower-ed fioccano le novità

Salve a tutti!

Con l’arrivo del mese nuovo e della stagione nuova a casa flower-ed le novità spuntano come funghi. La casa editrice nativa digitale diretta dalla bravissima Michela Alessandroni ha infatti in serbo per tutti voi una serie di novità che non mancheranno di soddisfare le esigenze di tutti. Ma ora basta parlare. È tempo che ceda la parola alla viva voce della casa editrice flower-ed così che possiate avere nel dettaglio tutte le notizie:

L’autunno con flower-ed

Lettori cari, la collana Windy Moors si è arricchita di un nuovo volume, La poesia di Wordsworth di Angelo Crespi. Uscito dapprima in ebook, ora è disponibile anche in formato cartaceo.
William Wordsworth
(1770-1850) è considerato, insieme a Coleridge, il fondatore del Romanticismo inglese. Grande viaggiatore, amante della natura, autore di versi immortali, attraverso le sue poesie ha saputo ispirare nobili ideali, educando alla bellezza, al sentimento e alla verità della poesia. La sua capacità di orientare i cuori alla comprensione, alla generosità e alla pietà reciproca lo ha reso vero maestro di vita, riuscendo a generare quel punto di incontro, quel consenso etico che costituisce la base di una nazione. Le caratteristiche fondamentali e quelle più segrete dei suoi versi sono esposte in questo saggio, originariamente pubblicato nel 1909.
Disponibile in ebook e in cartaceo.


Esce oggi, per la collana Il Grimorio, Ombre dal passato, il nuovo romanzo fantasy di Ilenia Di Carlo.
Claisemburgh, 1630. Lilian è una nobile fanciulla, destinata a sposare il conte Frederick e a vivere nel rispetto delle convenzioni sociali. Un turbolento incontro stravolge, però, la sua noiosa vita di corte.
New York, 2016. Amanda lavora in una piccola bottega del restauro ereditata dal padre. La passione per gli antichi dipinti, che con grande impegno si occupa di riportare alla luce, la porta a una sconvolgente scoperta.
Una verità sopita da secoli dietro un’atroce vendetta senza tempo. Una tormentata discesa all’inferno, dove la vera origine del male ha un volto fin troppo familiare…
Disponibile su flower-ed.it e in tutte le librerie on-line.
Le novità non finiscono qui. Per gli amanti della letteratura inglese e americana abbiamo in serbo una bellissima sorpresa. Mi ero ripromessa di non dire niente fino alla prima uscita ufficiale, ma non so trattenere la gioia e voglio condividere con voi la notizia. Insomma, parallelamente alla collana Windy Moors, che, come già sapete, raccoglie saggi sulla letteratura e gli scrittori del passato, presto saranno online i primi volumi di Five Yards, la collana che ospiterà narrativa inglese e americana in traduzione italiana. La prossima volta vi racconterò tutto, dalla scelta del nome ai volumi in lavorazione!
Avete letto la splendida intervista aRosanna Spinazzola su Elle? E non perdetevi il booktrailer di Canterà il gallo. Lo trovate sul nostro canale Youtube.

Incontro con Alessandra Corbetta.
L’amore, un pensiero indefinibile, con le mani di rosa, il sapore di fragola e un punto di domanda sopra la testa.
Per concludere, vi esorto a seguire i miei percorsi formativi on-line, per scoprire i segreti della scrittura, dell’editoria, della comunicazione!
Vi ringrazio per avermi letto fin qui. Vi aspetto fra le pagine dei nostri libri, in aula e sui profili social di flower-ed,

 

Sicuro che tra le offerte che vi sono state proposte troverete quella che fa per voi vi ringrazio di tutto cuore per la pazienza e l’attenzione e vi do l’arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Un piccolo robot dal cuore grande

Esce oggi il romanzo per la Piemme Edizioni d’esordio di Deborah Install

Salve a tutti!

Copertina del romanzo d'esordio di Deborah Install

Oggi torno per presentarvi un’uscita di giornata. Esce infatti oggi, edito da Piemme Edizioni martedì 4 ottobre 2016, il romanzo d’esordio della scrittrice Deborah Install. Il romanzo s’intitola “L’incredibile viaggio di un piccolo robot dal cuore grande” e rappresenta, come viene detto anche nell’email che mi è stata inviata dall’addetta stampa della casa editrice, “Un esordio fulminante che ha fatto innamorare i lettori inglesi, questo romanzo è un delizioso e irresistibile inno all’amicizia, anche quella più improbabile. Impossibile non leggerlo con un sorriso sulle labbra.

Sempre prendendola dall’email ecco a voi la trama del romanzo:

Copertina del romanzo d'esordio di Deborah Install

Ben e sua moglie non sono esattamente in un momento felice del loro matrimonio. Sarà che Ben, trentenne, sembra non avere ancora deciso cosa fare della sua vita e aver messo in soffitta i sogni di un tempo. Cosa che Amy, dedita alla carriera di avvocato, non gli perdona: “non hai mai realizzato niente in vita tua,” gli rimprovera spesso. Forse per questo, quando un piccolo robot scalcinato compare nel loro giardino – non si sa da dove provenga, e poi è un modello vecchissimo, non come i moderni “androidi” che le amiche di Amy usano per le faccende domestiche -, Ben decide di prendersene cura. Da dove arriva il piccolo, dolcissimo Tang? Un robot vintage che non ha funzioni utili, dice solo poche parole, e ogni tanto piange e strepita se le cose non vanno come vuole lui…

Eppure tra Tang e Ben inizia a nascere silenziosamente un’amicizia. Adesso finalmente Ben ha una missione: riportare a casa quel piccolo robot che ha bisogno di essere aggiustato, ma sa come “aggiustare” gli esseri umani intorno a lui. Comincia così un lungo viaggio che li porterà intorno al mondo, e che insegnerà a Ben un paio di cose sul senso della vita. E forse, proprio grazie a questo incontro speciale, Ben riuscirà a riavvicinarsi ad Amy che, in fondo al cuore, lo stava solo aspettando.

Per quanti tra voi volessero consultare la scheda del libro il link è il seguente:  http://www.edizpiemme.it/libri/lincredibile-viaggio-di-un-piccolo-robot-dal-cuore-grande

Se poi vorrete dare un’occhiata o magari più d’una al booktrailer del romanzo vi basterà cliccare su questo link: https://www.youtube.com/watch?v=PUwYJOlCACk

Grazie di tutto cuore a tutte e tutti voi per l’attenzione e la pazienza e arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio e, come sempre, Buona lettura, magari proprio con “L’incredibile viaggio di un piccolo robot dal cuore grande” di Deborah Install edito da Piemme Edizioni!

Con simpatia! 🙂

Copertina del romanzo d'esordio di Deborah Install

Prossimi Articoli più recenti

Mille Splendidi Libri e non solo

"Un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi"

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

TRA FEDE E NATURA

Riscoprire Maria ci aiuta ad andare avanti da cristiani e a conoscere il Figlio. BXVI

JOSEPH RATZINGER :B16 e G.GÄNSWEIN

UNA RISPOSTA QUOTIDIANA AL TENTATIVO DI SMANTELLAMENTO DELLA VERA CHIESA !

ROMANCE E ALTRI RIMEDI

di Mara Marinucci

Iris e Periplo Review

Tutte le mie recensioni, ricette e letture

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile