Gli istanti si spezzano a metà

Presentazione del romanzo “Gli istanti si spezzano a metà” di Antonio Riccardo Petrella

Copertina libro

Salve a tutti!

Prima di salutarvi per una settimana e andarmene ad arrostire al mare di Creta vi presento oggi un nuovo romanzo del quale, con pazienza MOLTA pazienza, leggerete poi anche la recensione tra queste pagine. Il protagonista di giornata è il romanzo intitolato “Gli istanti si spezzano a metà“, uscito dalla fantasia e dalla penna dell’autore Antonio Riccardo Petrella edito da Lettere Animate Editore. Trattandosi della presentazione di un romanzo per me ancora sconosciuto procederò a presentarvelo piluccando tra i dati contenuti nell’email inviatami in mattinata dall’autore. Iniziamo con i “dati oggettivi” o, se preferite, tecnici del romanzo “Gli istanti si spezzano a metà” di Antonio Riccardo Petrella:

Copertina libro "Gli istanti si spezzano a metà" di Antonio R. Petrella
TITOLO: Gli istanti si spezzano a metà
GENERE: Narrativa, Thriller
CASA EDITRICE: Lettere Animate Editore
PAGINE: 249
ISBN: 9788868820787
FORMATO: ebook (epub, mobi, ecc.) e cartaceoPREZZO: € 0,99  per la versione ebook e € 9,29  per la versione cartacea
DOVE È POSSIBILE ACQUISTARLO: Il romanzo si trova in tutti gli store online (Amazon, Kobo, Apple store, ecc.) e in tutte le librerie.

Passiamo ora ad un breve riassunto del romanzo “Gli istanti si spezzano a metà” di Antonio Riccardo Petrella:

Copertina libro "Gli istanti si spezzano a metà" di Antonio R. Petrella

“Carla è una bambina di otto anni che vive in un piccolo paese vicino a Torino con i suoi genitori e la sorella più piccola con cui non va d’accordo. In un caldo pomeriggio invernale un evento scuoterà la sua infanzia e improvvisamente si troverà a custodire un orribile segreto che cambierà il corso della sua vita. Gli anni passano e all’università Carla incontra il giovane giornalista Paolo, che le racconta di strane vicende che sono accadute in una piazza storicamente maledetta a Torino, e che s’incroceranno incredibilmente con il suo passato. Indagando sul mistero racchiuso in quella piazza emergeranno inquietanti parallelismi con la propria vita, misteriose leggende, storie dimenticate, terribili segreti, pericolose bugie, lati oscuri e nascosti di Torino. In questa ricerca Carla avrà anche la possibilità di liberarsi dal suo senso di colpa e di sotterrare quel suo orribile segreto, fin quando…”

Per ingolosirvi ancora di più vi propongo, in conclusione, un breve estratto da “Gli istanti si spezzano a metà” di Antonio Riccardo Petrella:

Copertina libro "Gli istanti si spezzano a metà" di Antonio R. Petrella

“Oggi è il giorno del trasloco, come segnala quella croce sul calendario. Oggi cambio casa, cambio quartiere, cambio modo di essere, cambio vita.
Mia nonna mi diceva sempre che a trentacinque anni una donna trae sempre delle prime conclusioni sulla propria vita. Sono conclusioni parziali, nulla di definitivo, è come se facesse il primo giro di boa. Si può ritrovare seduta su una poltrona, con lo sguardo fisso nel vuoto, e cominciare a rimuginare su tutto quello che le è successo fino a quell’istante. Oppure si può ritrovare come me, su una soffitta un po’ buia e un po’ illuminata, a rovistare tra i ricordi polverosi.
Mia nonna mi diceva anche che nella vita di una donna accadono tante cose, ma gli avvenimenti importanti si possono contare sulle dita di una mano. In questo si sbagliava, io ne ho troppi, e non ci starebbero mai in una mano sola. Eppure ce n’è uno che oscura tutti gli altri, che li rende quasi insignificanti. È apparso pochi istanti fa, mentre toglievo quel velo invecchiato che avvolgeva la mia scrivania da bambina. Ho cercato di racchiuderlo dentro uno dei suoi cassetti per anni, ma è stato tutto inutile. È riapparso dal nulla, immobile, che aspettava impazientemente l’ora della verità. Ho sempre tentato di nasconderlo, ma non ci sono mai riuscita. Ho provato a ignorarlo, a dimenticarlo, a far finta che non fosse mai accaduto. Niente. Lui è sempre lì, che rende la mia vita insopportabile, che infanga continuamente tutto il mio passato.
Ho rimesso il velo sulla scrivania e sono fuggita dalla soffitta, pronta a imbattermi contro la tempesta dei ricordi.
Ora sono qui, come una trentacinquenne seduta sul suo divano, che però non pensa alla sua vita, ma solo a quel terribile e immutato segreto, che mi porto da quando sognavo di diventare una regista.”

Bene!

Per ora dire che non ho altro da aggiungere se non augurarvi una Buonissima Estate e delle piacevoli ore di lettura, magari proprio in compagnia del romanzo “Gli istanti si spezzano a metà” di Antonio Riccardo Petrella!
A risentirci al mio ritorno!
Con simpatia! 🙂
Copertina libro "Gli istanti si spezzano a metà" di Antonio R. Petrella
Annunci

La farfalla con le ali di cristallo

Presentazione del nuovo romanzo di Demetrio Verbaro

La farfalla con le ali di cristallo di Demetrio VerbaroUn tocco di fantascienza per arricchire le letture di questa calda estate 2015. Protagonista di questa presentazione, per ora presentazione poi arriverà anche la recensione, è il romanzo “La farfalla con le ali di cristallo” di Demetrio Verbaro edito dalla casa editrice Lettere Animate. Come faccio sempre quando del romanzo presentato non so ancora nulla spizzicherò tra il materiale inviatomi dall’autore. Per iniziare vi propongo la sinossi del romanzo:

“Il 3 marzo del 1520, il sacerdote azteco Ghetumal consegna al conquistadores spagnolo Hernan Cortes un libro sacro. Ghetumal l’aveva trovato qualche anno prima sotto la statua della dea della pioggia. Nessuno sa chi l’ha scritto, né quando. Nel libro c’è sia una profezia sul futuro: il 18 agosto del 2044 qualcosa sconvolgerà il mondo, e sia una mappa da decifrare per cambiare il corso degli eventi.
Los Angeles 2043. L’esploratore Matthew Lekos e lo studioso di storia Walden Green entrano in possesso del libro. Derisi dalla comunità scientifica per la loro ingenuità, sono gli unici a credere nella profezia e riescono a decifrare la mappa, cercando in tutti i modi di aiutare l’umanità.
La profezia sarà vera? Cosa succederà il 18 agosto del 2044?
In un susseguirsi di colpi di scena, tra svolte imprevedibili e pagine piene di suspence, il lettore arriverà all’incredibile finale.
Il romanzo è un thriller intimistico ambientato in un futuro prossimo, con uno stile diretto e ricco di pathos.”
Per farvi ingolosire ulteriormente vi offro adesso un estratto dal romanzo “La farfalla con le ali di cristallo” di Demetrio Verbaro:

La farfalla con le ali di cristallo di Demetrio Verbaro
“La donna scosse la testa e rispose in tono lento e riservato: ” io rimango qui a guardare l’oceano. ” Sulla superficie increspata del mare tremolavano i riflessi della luna, il vento accarezzava l’acqua e cullava le onde, che avanzavano lente, cariche di vita, di profumi, di silenzio, per poi frangersi sulla riva come un vetro che si rompe. Il padre si avvicinò, le diede un bacio sulla guancia e disse ad alta voce come se si rivolgesse anche a Walden: ” chi osserva le onde troppo a lungo, ne rimane ammaliato e potrebbe non distogliere mai più lo sguardo. La bellezza va guardata con moderazione, altrimenti ferisce gli occhi.”…”
Ed ora, per completare degnamente questa presentazione eccovi una biografia sintetica di Demetrio Verbaro:
Demetrio Verbaro nasce a Reggio Calabria il 14/12/1981. Sposato e padre di due figli sin da bambino s’innamora della lettura. L’altra sua grande passione è il calcio.  Ha pubblicato con “Lettere Animate Editore” tre romanzo: il thriller “Il carico della formica” il romanzo d’amore “L’attimo eterno” e il romanzo di fantascienza: “ La farfalla con le ali di cristallo”.”

Al romanzo “La farfalla con le ali di cristallo” di Demetrio Verbaro è collegato anche un golosissimo concorso. Per partecipare raggiungete il seguente indiirizzo: https://www.facebook.com/lettereanimate?ref=ts&fref=ts

A questo punto a me non resta altro da fare che augurare a tutti voi una piacevole lettura in compagnia del romanzo “La farfalla con le ali di cristallo“!

La farfalla con le ali di cristallo di Demetrio Verbaro

Ebook per un’estate all’insegna dell’Amore

Presentazione delle tre nuove uscite della collana “inLove” della Piemme Edizioni

Novità della collana "inLove" della Piemme EdizioniL’Estate è, come ben sapete, il momento dell’anno nel quale, come ho già avuto modo di dire, complici le vacanze, la gente ha più tempo per potersi dedicare alla lettura. In questi anni poi stanno sempre più fiorendo i “formati alternativi” di lettura, vale a dire gli ebook e proprio per questo motivo la Piemme Edizioni ha ideato, pensando soprattutto a quelle lettrici e a quei lettori che prediligono le storie romantiche, la collana di ebook denominata “inLove“. Ed è proprio per presentarvi le ultime uscite della colla “inLove” della Piemme Edizioni che sono di nuovo tra voi. Si tratta di tre ebook che vanno a incrementare la serie delle pubblicazioni della collana “inLove“. I tre nuovi e imperdibili ebook s’intitolano rispettivamente: “Parigi mon amour” di Simona Fruzzetti, “Scommettiamo che ti amo?” di Sara Pratesi e “Una storia tra noi” di Veronica Passi.

Novità della collana "inLove" della Piemme EdizioniPer quante e quanti tra voi fossero interessati ad approfondire la conoscenza con questi ebook la pagina da raggiungere è la seguente: http://bit.ly/EbookInLove.

Se poi siete amanti dei test e vi va di scoprire di che AMORE siete raggiungendo l’indirizzo http://bit.ly/TestInLove potrete cimentarvi in un divertente test magari anche condividendolo con la vostra “dolce metà”.

Insomma qualunque ebook scegliate vi si prospettano ore di piacevolissime letture “inLove“.

A questo punto a me non resta che salutarvi augurandovi una splendida estate di letture!

Arrivederci alla prossima!

Con simpatia! 🙂

Novità della collana "inLove" della Piemme Edizioni

ALCUNE DOMANDE A PETRA ZARI SUL PROGETTO “WINDY MOORS”

Con Petra Zari dietro le quinte del progetto “Windy Moors”

Salve a tutti!

Copertina di "Tre anime luminose fra le nebbie nordiche", il primo saggio della collana "Windy Moors"

Ricorderete, ne sono certo, che nei primi giorni di questo mese avevo presentato tra queste pagine “Windy Moors“, la nuova collana di saggi griffata Flower-ed, la casa editrice nativa digitale fondata e diretta da Michela Alessandroni. Oggi vi propongo un’intervista con protagonista Petra Zari, la realizzatrice della copertina del saggio che aprirà la collana “Windy Moors” intitolato “Tre anime luminose fra le nebbie nordiche. Le sorelle Bronte“, che ci permetterà di entrare a sbirciare un po’ nel “dietro le quinte” di quello che si annuncia come un grande progetto culturale. Ma ora basta perdersi in chiacchiere! Vi invito a dare il vostro più caloroso benvenuto a Petra Zari.

Il saggio “Tre anime luminose fra le nebbie nordiche. Le sorelle Brontë” sarà il capofila del progetto “Windy Moors”. Cosa ti affascina di più di questo progetto?

Copertina di "Tre anime luminose fra le nebbie nordiche", il primo saggio della collana "Windy Moors"

Quando Michela Alessandroni mi ha contattata per commissionarmi la creazione del cover design, ho dovuto chiedere informazioni più precise sui contenuti del libro che andavo a “vestire”, ma è bastato sentirmi dire “Brontë” per catturare all’istante il mio entusiasmo e la mia curiosità. Sono una grafica creativa, ma anche una vera bookworm e i classici sono il mio territorio di lettura preferito, proprio per questo, la creazione della copertina, è stata più di un semplice lavoro. Il progetto è certamente interessante e nasce in un momento in cui, a mio parere, si rinnova il bisogno di certezze, di esempi e morali universalmente valide, di quel particolare mood che lascia la lettura di un grande classico. In quest’ottica, le sorelle Brontë sono un ottimo punto da cui partire: nonostante le loro fin troppo brevi vite, rappresentano una delle prime consacrazioni femminili nella letteratura del tempo, forse anche per questo i loro romanzi sono considerati pietre miliari per i lettori di tutte le generazioni, al di là delle preferenze e critiche oggettive allo stile.

Indagare il loro cammino di scrittrici aiuterà sicuramente a conoscere il background storico e sociale su cui lasciarono il loro segno indelebile, le vicissitudini personali e i dettagli che occorrono a completare il profilo di queste tre piccole donne animate da un’ambizione comune, un bisogno così impellente di scrivere che può essere spiegato solo dal richiamo di un’eco della ventosa brughiera.

Copertina di "Tre anime luminose fra le nebbie nordiche", il primo saggio della collana "Windy Moors"

Quale particolare ti ha ispirato maggiormente nella creazione della copertina del saggio capofila di “Windy Moors”?

Pensando al nome della collana “Windy Moors”, l’immagine avrebbe dovuto necessariamente evocare la brughiera in fiore, ma qui si tratta del primo libro di una serie tematica, l’apertura su quel paesaggio noto le cui origini e fama si devono soprattutto alle sorelle Brontë che ne hanno fatto un vero e proprio protagonista dei loro romanzi. Così, ho pensato di unire l’immagine classica simbolo delle sorelle, il ritratto di Patrick Branwell Brontë conservato alla National Portrait Gallery di Londra (The Brontë Sisters. Anne Brontë; Emily Brontë; Charlotte Brontë, 1834) a un lettering vintage-moderno, ottenendo un cover design minimal, dove il soggetto è immediatamente riconoscibile, senza ricadere nell’abusata scelta del dipinto originale, anzi introducendo un taglio essenziale che sarebbe interessante riprendere nelle copertine di tutta la collana. Alle rare tonalità di colore viola ho lasciato il compito di evocare il moorland, evitando d’incorrere nell’ovvia preferenza di una foto della brughiera in background.

Sei anche tu un’ammiratrice delle sorelle Brontë e delle loro opere?

Come già detto, ho una predilezione per i classici, anglosassoni in particolare, quindi le Brontë mi sono care per il loro essere soprattutto uno dei primi esempi di scrittrici con la “S” maiuscola, rappresentano una conquista, un simbolo, l’incipit di una nuova era per la letteratura. Confessando la mia preferenza per il capolavoro di Charlotte, l’intramontabile Jane Eyre, la mia ammirazione si concentra sulla complice e caparbia volontà di scrivere delle sorelle, anche se nascoste da uno pseudonimo maschile, prendendo il testimone da quella che è in assoluto la mia autrice preferita, Jane Austen, colei che di buon grado aprì la strada alla grande letteratura femminile, relegata fino allora ai romanzi d’appendice di poco conto e dubbio talento.

Com’è stata la tua esperienza con la casa editrice flower-ed? Realizzerai anche altre copertine della collana “Windy Moors”?

Copertina di "Tre anime luminose fra le nebbie nordiche", il primo saggio della collana "Windy Moors"

La mia collaborazione con la flower-ed spero davvero sia soltanto agli inizi, sono felice di questa esperienza e soddisfatta del dialogo professionale che ho con questa casa editrice. Credo sia stata l’intesa immediata sugli obiettivi di questo progetto, forse anche la passione comune per i classici, a rendere questa collaborazione assolutamente positiva, almeno questa è la mia percezione! La realizzazione dei prossimi cover design non dipende soltanto dalla sottoscritta, il mio entusiasmo come l’interesse è certo, per la risposta dovreste chiedere alla flower-ed!

Quali sono secondo te i pregi principali che deve possedere chi svolge la tua professione?

Spesso si abusa del termine di “grafico”, in effetti, questo è molto generico poiché può contemplare diversi tipi e livelli di attività, per questo preferisco descrivere il mio lavoro come “grafica creativa”. La mia esperienza mi ha portato a unire naturalmente le mie doti di disegnatrice e artista alla tecnologia della computer graphic, perciò il mio profilo è considerato “anomalo” dai grafici puristi, ciononostante credo che, al di là del curriculum, ciò che fa la differenza nel mio lavoro è sempre la persona. Penso sia fondamentale una certa sensibilità per comprendere quale sia la risposta migliore alla richiesta del committente, tanto quanto un’immaginazione illimitata per esplorare tutte le possibilità della grafica, e per finire, è necessaria una ricca dose di originalità, in un mondo dove sembra che tutto sia già stato scritto.

Grazie infinite alla gentilissima Petra Zari che si è dimostrata molto disponibile e un grazie speciale anche all’impagabile Michela Alessandroni che con la disponibilità e la gentilezza che la contraddistingue è sempre pronta a regalare a me e a voi carissimi amici delle autentiche “chicche”!

Copertina di "Tre anime luminose fra le nebbie nordiche", il primo saggio della collana "Windy Moors"

Araba Fenice di Michele Sbriscia

Presentazione dell’opera prima di Michele Sbriscia

Salve a tutti!

Araba Fenice di Michele SbrisciaAnche stasera torno tra di voi per una nuova presentazione-segnalazione. Quella di stasera ha due particolari in comune con quella di ieri sera: si tratta anche questa volta di un’opera prima e anche in questo caso a dare alle stampe l’opera è la Lettere Animate Editore. Il romanzo che vi vado a presentare, anche in questo caso per la recensione dovrete portare un po’ di pazienza, s’intitola “Araba Fenice” ed è uscito dalla fantasia di Michele Sbriscia. Si tratta di un romanzo che si inserisce nel filone dei generi giallo e thriller. Anche stasera, non avendo ancora avuto la possibilità di visionare, nemmeno di sfuggita, il romanzo, che provvederò ad acquistare in formato ebook non appena avrò terminato di scrivere questa presentazione, allo scopo di potervi fornire quelle che sono le informazioni più complete ed esaustive a riguardo, pescherò, come si suol dire, a piene mani dal materiale stampa che il gentilissimo Michele Sbriscia ha accettato di inviarmi.

Ma ora bando ad ulteriori chiacchiere a vuoto ed ecco a voi i dati salienti relativi al romanzo “Araba Fenice“:

Araba Fenice di Michele Sbriscia

TITOLO: Araba fenice
GENERE ROMANZO: Thriller, Giallo
CASA EDITRICE: Lettere Animate
PREZZO EBOOK: €1.99
FORMATO: Ebook
DATA DI USCITA: 04 Giugno 2015
TRAMA: Andrea è un giovane neo imprenditore, appassionato di viaggi. Ama la lettura e passa intere giornate in biblioteca. È perdutamente innamorato di Kari, ragazza tunisina da poco giunta in città. Entra in possesso casualmente di un documento cartaceo, scritto probabilmente dal famoso alchimista Cagliostro. Ma sulle tracce dell’antico reperto ci sono loschi e pericolosi individui pronti a tutto! Tra improvvisi balzi spazio-temporali e fughe repentine, Andrea dovrà vedersela anche con un terrificante killer giunto dall’Africa. Riuscirà a proteggere la sua amata Kari e a risolvere l’arcano mistero celato nell’indecifrabile foglietto scritto col sangue?

LINK PER L’ACQUISTO: http://www.amazon.it/Araba-Fenice-Michele-Sbriscia-ebook/dp/B00YWH19KW/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1435174928&sr=8-1&keywords=sbriscia

Araba Fenice di Michele Sbriscia

Ed ora, per completare al meglio la presentazione eccovi, sempre pescate dal materiale stampa, alcune brevi note sull’autore del romanzo, ovvero Michele Sbriscia:

BIOGRAFIA – Michele Sbriscia è nato a Fano (PU) l’8 Agosto 1970. E’ sposato con Lara e ha 2 figli, Giorgia e Matteo. E’diplomato in elettronica ed ha la fortuna di lavorare nel settore da venti anni. Questo romanzo è la sua prima fatica editoriale.

 CONTATTI AUTORE:

PROFILO FACEBOOK: https://www.facebook.com/michele.sbriscia

GRUPPO DEDICATO AL ROMANZO: https://www.facebook.com/groups/1609656615964422/

HASHTAG PER POTER SEGUIRE LA SUA OPERA: #‎seguilapiumadellafenice

Ora non mi resta altro da fare che invitarvi caldamente ad acquistare il romanzo “Araba Fenice” di Michele Sbriscia edito da Lettere Animate Editore e a seguire con attenzione questo autore perché, se tanto mi da tanto, sentiremo ancora parlare di lui!

Arrivederci alla prossima!

Con simpatia! 🙂

Araba Fenice di Michele Sbriscia

Dodici Porte di Daisy Franchetto

Presentazione del romanzo d’esordio di Daisy Franchetto

Salve a tutti!

Copertina del romanzo "Dodici Porte" di Daisy FranchettoChe d’estate, complici le ferie, il tempo da poter dedicare alla lettura aumenti credo non sia un segreto. È quindi sempre un piacere per me potervi presentare e proporre nuove letture, a maggior ragione quando si tratta di autori o, come in questo caso, autrici al loro esordio. Oggi voglio presentarvi, per la recensione vi rinvio, per utilizzare un linguaggio semi burocratico, “a data da destinarsi”, il romanzo “Dodici Porte” scritto da Daisy Franchetto e pubblicato da Lettere Animate Editore. Essendo ancora digiuno, per così dire, di quelli che sono i contenuti e la “sostanza”, nonché il tema, del romanzo, non avendone ancora iniziato la lettura, cosa c’è di meglio che affidarne questa prima presentazione alla viva voce dell’autrice?

Copertina del romanzo "Dodici Porte" di Daisy FranchettoQuindi ora lascio la parola a Daisy Franchetto che ci presenta il proprio romanzo d’esordio intitolato “Dodici Porte“, romanzo edito, giova sempre ricordarlo, da Lettere Animate Editore:

Dodici Porte è una lunga fiaba che si snoda attraverso dodici passaggi simboleggiati dalle porte che la protagonista, Lunar, supera, trovandosi a conoscere di volta in volta luoghi e dimensioni diverse. È un percorso di guarigione, ma anche un viaggio iniziatico alla scoperta delle sue reali origini. I personaggi e i luoghi incontrati rappresentano simbolicamente parti psichiche della protagonista e manifestazioni del percorso da compiere per superare il dolore legato al trauma subito.

Lunar è una giovane, vittima di violenza. La notte stessa in cui si consuma il terribile episodio si trova a bussare a una porta in cerca di aiuto. È la porta della Casa. Le apre una strana donna accompagnata da un animale speciale. È questo il primo contatto di Lunar con una dimensione interiore che non credeva esistesse. La giovane tenterà di far fronte al periodo di dolore e di angoscia che la aspetta contando sulle sue forze e sull’aiuto della famiglia, ma quando si ritrova faccia a faccia con il suo carnefice, si rende conto di aver bisogno di un aiuto ‘particolare’.

Inizia così il percorso di guarigione all’interno della Casa, alla scoperta di personaggi e luoghi fantastici: i contenuti della sua psiche, ma non solo.

Dodici tappe di trasformazione.

Dodici porte che si aprono una dentro l’altra.

Il primo romanzo di una trilogia magica.

Questa che leggerete è una nuova versione del romanzo, già pubblicato nel 2012. Stessa trama, con una scrittura più scorrevole e pulita.

Copertina del romanzo "Dodici Porte" di Daisy FranchettoSe già questa presentazione del romanzo “Dodici Porte” di Daisy Franchetto non vi avesse sufficientemente ingolositi, riporto qui di seguito il commento al romanzo di Maria Abbrescia, l’editor e curatrice del romanzo:

Un intreccio solido e ben congegnato per una trama narrativa avvincente, al confine tra il genere fantastico e la favola. Una favola dell’oggi, fondata su temi che appartengono ai tempi nostri, ma sono di tutti i tempi e universali.

Le avventure dell’anima, della ragione, la violenza, il dolore, la lotta, le profondità della psiche, le dimensioni della coscienza e del coraggio eroico, umano, di superare soglie sconosciute e misteriose per evolvere e crescere, per guarire e vivere.

L’eroina qui è una ragazza di sedici anni, Lunar, ed è forse superfluo dire che il suo viaggio in dimensioni e luoghi misteriosi e fantastici – insieme con personaggi attinti da un immaginario prolifico e aperto a figure di ogni genere, animali, piante, creature magiche e mitologiche – è un viaggio pieno di azioni che è pure un percorso di formazione. Una formazione, diciamo, di primo livello. Infatti, a questo, seguiranno altri due romanzi a dare forma a una trilogia, altri viaggi in luoghi ancora più remoti, dentro livelli simbolici ancora più profondi e maturi.

Un romanzo d’esordio in cui Daisy dimostra di avere un forte senso della narrazione, una dimestichezza naturale con l’incastro, uno stile equilibrato e una scrittura garbata, e che, soprattutto, sarebbe un peccato non leggere.

Ora non mi resta altro da fare che augurarvi una piacevolissima lettura del romanzo “Dodici Porte” di Daisy Franchetto!

Arrivederci alla prossima!

Con simpatia! 🙂

Copertina del romanzo "Dodici Porte" di Daisy Franchetto

Il cavallo degli scacchi

Un appassionante racconto breve uscito dalla penna di Michela Alessandroni

Salve a tutti!

Il cavallo degli scacchi di Michela AlessandroniNon so cosa ne pensiate voi dei racconti brevi ma io li adoro! Giuro! Secondo me richiedono una maestria nel rendere una vicenda che sia  completa e complessa benché compressa in poche pagine che è stupefacente. È questo il caso del racconto, disponibile in formato ebook e pure gratuito, il che non guasta mai, sul sito della Flower-ed, la casa editrice “nativa digitale” fondata e diretta con sapiente maestria da Michela Alessandroni che già molto spesso avete trovato protagonista tra queste pagine. Il racconto s’intitola, come anche questo mio articolo, “Il cavallo degli scacchi” ed è un parto del talento narrativo della bravissima Michela Alessandroni. Come avrete forse notato non ho scritto “un parto della fantasia e…” come sono solito fare commentando racconti e romanzi. Questa mia non è stata un dimenticanza ma il tutto è dettato dal fatto che, come dice la stessa Michela Alessandroni nella presentazione de “Il cavallo degli scacchi“, il racconto è “basato su una storia vera”.

Il cavallo degli scacchi di Michela AlessandroniLa vicenda si svolge in due “parti” per così dire. Nella prima la protagonista è una bambina che si reca in visita ad una di quelle ville antiche tanto diffuse in Inghilterra. Qui, ad un certo punto della sua visita, si trova faccia a faccia con un quadro raffigurante un uomo gigantesco che da quel giorno rappresenterà per molti anni a venire il suo più terribile e spaventevole incubo. Lasciando la villa la bambina trova, affondato dentro una pozza fangosa, un vecchio pezzo degli scacchi in legno: un cavallo, appunto. Vent’anni più tardi, la nostra protagonista torna alla villa con l’intento di esorcizzare definitivamente le paure ormai per lo più scomparse. Entrata nella villa si mette subito alla ricerca del quadro e…

Quale sarà il destino della protagonista? Riuscirà nel proprio intento? A queste e a tutte le altre domande che dovessero sorgere nelle vostre menti e nei vostri animi troverete risposta leggendo il racconto “Il cavallo degli scacchi” di Michela Alessandroni, scaricabile gratuitamente dal sito della Flower-ed.

Il cavallo degli scacchi di Michela Alessandroni

Voci precedenti più vecchie

La Lettrice Assorta

"Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene e scritti male" (Oscar Wilde)

iriseperiplo.wordpress.com/

Tutte le mie recensioni, ricette e letture

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!