Correva l’anno 1924…

Truman CapotePer chiudere il mese in bellezza il mese di settembre, decisamente un mese da scrittori, voglio ricordare oggi il giorno di nascita di un altro grande scrittore. Dopo quello della “Dama del Giallo“, al secolo Agatha Christie, ricordato su queste pagine due settimane or sono, voglio oggi ricordare il compleanno di Truman Capote. Truman Capote, scrittore e giornalista noto per romanzi, tra i quali, per fare i primi due titoli che mi vengono in mente, “A sangue freddo” e “Colazione da Tiffany“, era nato a New Orleans il 30 settembre del 1924. Amico di un’altra grande scrittrice, Harper Lee, vincitrice del Premio Pulitzer per la Narrativa nel 1961 per quel Capolavoro che è “Il buio oltre la siepe“, romanzo nel quale compare anche un alter-ego  di Truman Capote nel personaggio di Dill, l’amico di Jem e Scout Finch.

Con “A sangue freddoTruman Capote ha creato forse il più fulgido esempio di cronaca giornalistica, un romanzo basato su una vicenda reale, un cruento delitto con come vittime una famiglia di Holcomb, i Clutter, uccisi per una falsa notizia relativa una grossa somma di denaro che avrebbe dovuto trovarsi in un qualche posto della casa, un romanzo del quale viene proposta l’attenta lettura agli aspiranti giornalisti.

Con il romanzo “Colazione da Tiffany“, invece, Truman Capote dà vita ad una vicenda che viene ricordata a ritroso. Il ritratto di una giovane, Holly Golightly, alla disperata ricerca di un posto nel quale potersi sentire pienamente e perfettamente a casa; un posto che dia la stessa sensazione di sicurezza e tranquillità di Tiffany. Questa ricerca spasmodica porterà Holly a imbarcarsi in avventure che la porteranno anche all’arresto per aver avuto contatti sospetti con un famigerato gangster, un padrino newyorchese e col suo alquanto sospetto avvocato, al quale passava messaggi dei quali ella non capiva il significato. Alla fine di questa avventura Holly lascerà New York e vagherà per vari posti del Globo.

Anche Truman Capote, che se non fosse scomparso a Bel Air il 25 agosto 1984 avrebbe la stessa età della mia nonna materna, manca infinitamente al Mondo Letterario Mondiale.

A Scopriamo L’artista Evelyn Storm

skup-11Nel mio spazio,un’artista poliedrica che unisce la sua grande passione per la scrittura a quella per il disegno. Due arti distinte,  ma sentite da questa giovane donna, dalle grandi potenzialità, la quale riesce a esprimere, al meglio, il suo essere, sia tramite i suoi libri che le sue fantastiche illustrazioni.  A scopriamo l’artista è con noi. Evelyn Storm

Intervista a cura di Monica Pasero

 Innanzitutto ti ringrazio di essere qui. La mia prima domanda è questa: è nata prima la tua voglia di scrivere o di disegnare ? E ancora  se dovessi fare una scelta drastica  abbandoneresti la penna o la matita  ?

Grazie a te. Vediamo… forse è nata prima la mia voglia di disegnare, quando ancora non sapevo scrivere. Ma se dovessi fare una scelta, temo che sacrificherei il disegno.

Ti  seguo, tramite il social, da un po’di anni e ho sempre apprezzato, in te , il  tuo grande dinamismo mediatico: eventi e quant’ altro per incentivare i lettori a conoscerti. Questo tuo metterti in gioco ti ha alla fine aiutato? Il pubblico dei social risponde ?

 Sì, decisamente il mio mettermi in gioco hai i suoi lati positivi e la gente risponde. Anche se mi porta via tanto tempo.  Ben speso, direi.

Nella tua carriera letteraria,  porti a casa diversi riconoscimenti, quale’è  stato, tra tutti, quello che hai agognato di più ?

Forse arrivare a pubblicare con una casa editrice “Grido d’amore – Quando il sogno non basta”.10723302_875037052507408_1833249745_n

  Esordisci con questo  libro nel 2012  Due parole a tal  proposito.

Il libro mi ha dato soddisfazioni ed è stato, come dicevo prima, un sogno realizzato. Ma poteva essere fatto meglio. A tal proposito, sto lavorando per rifare il libro. In realtà, è già in fase di editing. Avrà un nuovo titolo, una sinossi diversa e, di conseguenza, anche un’altra copertina. Inoltre, ci saranno parti inedite, personaggi che nell’altro libro non c’erano, ma anche la storia stessa che sarà stravolta.

 Le tue scritture hanno toccato il fantasy, il sentimento e l’amore, fino arrivare alla narrativa per bambini e qui cito; “Ridolina si addormenta”, edita dal gruppo editoriale “David and Matthaus”.  E ti chiedo: quanto è importante, a tuo avviso, che i piccoli  images (36)vengano portati alla lettura fin dalla tenera età?

È molto importante far apprezzare i libri ai bambini, soprattutto in un paese come il nostro in cui si dice che si legge poco rispetto alla media europea. Inoltre, la cultura è fondamentale in un mondo come il nostro, che è in continua evoluzione. Ma, a conti fatti, io preferisco scrivere per i grandi. Dai ragazzi del liceo in su.

 In questi ultimi mesi, viene alla luce “La voce del sentimento”  disponibile in formato ebook. Due parole  su questa tua nuova opera ?

 download (10)Certo. Si tratta di quattro racconti che hanno come tema l’amore. In ognuno i protagonisti sono diversi, vivono vite ed esperienze che li toccano profondamente, che li cambiano o li aiutano a crescere. Oppure, come nell’unico racconto fantasy, a liberarsi di un nemico comune e a fidarsi di quello che diventerà un partner.

Un consiglio per i giovani scrittori che si affacciamo a questa giungla editoriale ?

Credo che i giovani scrittori abbiano tante risorse che prima non c’erano. Quindi suggerisco di leggere, di iscriversi sui social network, di tenersi aggiornati con le novità editoriali, di informarsi su cosa cercano le case editrici ma di “buttare” un occhio anche sui vantaggi dell’autopubblicazione.

Scrittrice, illustratrice, blogger  ma chi è Evelyn nella vita di tutti i giorni ?

Evelyn è una mamma, una moglie e la padrona di una bellissima gatta persiana. Ma resta pur sempre una sognatrice in un mondo tutto suo, nonostante la realtà che la circonda.

Come di consueto giungo alla nostra domanda di rito : Che cos’è L’arte per Evelyn Storm ?

L’arte è tutto. E’ musica, è poesia, è fantasia. È  mettere per iscritto ciò che l’anima vuol far sapere al mondo. E’ dipingere con il cuore e spiegare le ali verso un nuovo mondo.

Ringraziando Evelyn Storm vi ricordo

Il suo blog  http://evelynstormworld.wordpress.com/

La sua pagina face book come illustratrice  ( Fata Arwen) https://www.facebook.com/fata.arwen?fref=ts

La voce del sentimento è acquistabile su tutti gli store on line in formato digitale

http://www.amazon.it/voce-del-sentimento-Evelyn-Storm-ebook/dp/B00MC6AXS4

Dannatamente tua di Ilenia Di Carlo

Il romanzo “Dannatamente tua” di Ilenia Di Carlo in offerta

Dannatamente tua di Ilenia Di CarloHo incontrato per la prima volta Ilenia Di Carlo grazie al racconto “Un momento per noi” distribuito nella sezione e-book gratuiti sul sito della Flower-ed, la casa editrice nativa digitale diretta dalla bravissima Michela Alessandroni, del quale potrete leggere una mia recensione sul sito Non riesco a saziarmi di libri. Oggi voglio invece proporvi, principalmente, un’offerta relativa ad un’altra delle creature di Ilenia Di Carlo, il romanzo “Dannatamente tua“.

L’offerta, valida per tutta questa settimana, sarà disponibile sia sul sito della Flower-ed che su Amazon.it

Allo scopo di fornirvi delle informazioni più complete ed esaustive riporto qui di seguito il testo dell’e-mail fatta pervenire dalla Flower-ed:

Ilenia Di Carlo, “Dannatamente tua: in promozione per tutta la settimana a 2,99 € su flower-ed e su Amazon!
 
Dannatamente tua di Ilenia Di Carlo 
Ilenia Di Carlo
 
Dannatamente tua
 
 
Dannatamente tua di Ilenia Di Carlo

Dal giorno in cui è venuta al mondo, Allyson possiede un Potere. Lo ha sempre temuto e ancora adesso, all’età di diciassette anni, continua a rifiutarlo con tutte le sue forze: Allyson è una strega, l’ultima strega Brandon, ma sente di voler restare lontana da questa sua oscura natura che si manifesta quando meno se lo aspetta rendendola assolutamente incapace di controllarsi. È per questo motivo che un giorno si sbarazza del Grimorio, un potente libro di incantesimi ereditato dalla nonna, decidendo di nasconderlo in soffitta e promettendo a se stessa che mai, per nessuna ragione al mondo avrebbe provato a usarlo.
Le cose sono destinate a cambiare quando in città arriva Aaron, un ragazzo tanto bello quanto misterioso di cui Allyson finisce ben presto per innamorarsi. L’arrivo di Aaron, però, sembra coincidere con una serie di inspiegabili e spiacevoli eventi, che la porteranno a immergersi via via in un seducente mondo fatto di misteri e magia, mentre una serie di domande continua ad assillarla senza tregua: chi è veramente Aaron? Perché non sa nulla di lui e della sua vita? E, soprattutto, per quale motivo si sente così attratta dallo strano ciondolo che il ragazzo porta sempre al collo? L’unica cosa di cui è sicura è che, nonostante i mille dubbi, non riesce più a fare a meno di lui…

Formati: EPUB +MOBI

ISBN: 978-88-97815-25-9

Dannatamente tua di Ilenia Di Carlo

Review: la signora dalloway in bond street e altri racconti

la signora dalloway in bond street e altri racconti
la signora dalloway in bond street e altri racconti by Virginia Woolf

My rating: 5 of 5 stars

Tutti i racconti contenuti in questa raccolta hanno un punto in comune. In ognuno di essi lo spunto iniziale del racconto non è mai fine a se stesso. Sono pienamente consapevole di aver appena detto una grandissima ovvietà, specie per quante e quanti tra voi amano e conoscono Virginia Woolf in maniera più approfondita. Ciononostante è il punto che più mi ha colpito in questi racconti. Ossia, come dicevo poco fa, notare come il punto di partenza, un abito nuovo non proprio adatto ad una festa, un’uscita per andare a comprare dei guanti o l’osservazione di un quadro, tanto per citare i primi tre spunti iniziali che mi siano venuti in mente, facciano da volano a considerazioni più profonde di carattere umanistico e sociale. Vi è poi un racconto in particolare, quello intitolato La presentazione, uno dei racconti nei quali torna il leit-motiv della festa organizzata dalla signora Dalloway, nel quale si nota in maniera più marcata la vena di suffragetta per la parità di diritti tra uomo e donna. Qui, infatti, troviamo protagonista Lily Everit, una giovane che poteva vantare un recente saggio, giudicato eccellente, sul decano Swift. Lily, durante la festa della signora Dalloway, viene presentata ad un uomo del quale viene detto al lettore che abbia, come principale ed a quanto è dato sapere unico, vanto quello di essere un discendente di Shakespeare. Nonostante i meriti tra i due siano notevolmente sbilanciati a favore di Lily, la Woolf ci presenta l’uomo nell’atto, a tutta prima banale, di strappare le ali ad una mosca. Questo atto acquista però un valore enormemente maggiore, direi un valore immenso, se lo si interpreta in maniera metaforica e cioè come l’attitudine di quest’uomo, forte di un così notevole avo, di strappare, tarpare, le ali a quanti (e soprattutto a quante) egli consideri, a torto o a ragione, più spesso a torto, inferiori a sé, alla stregua, appunto, di mosche.
Nei racconti che compongono la raccolta torna, inoltre, il tema della morte e più in particolare del suicidio, quasi un triste e macabro preannuncio di quella che sarà poi la tragica fine dell’autrice.
Una raccolta di racconti da leggere per potersi gustare la prosa di una delle maggiori scrittrici europee e per riflettere su temi molto profondi.

View all my reviews

SCOPRIAMO L’ARTISTA… CON NOI FEDERICO CALAFATI

Salve a tutti!

Questa sera voglio farvi conoscere un amico ed un talentuoso scrittore che ho conosciuto quando mi ha onorato del compito di recensire i racconti di un suo bellissimo libro intitolato “Storie di soglia“. Vi invito a dare il vostro più caloroso benvenuto al bravissimo Federico Calafati!

Benvenuto carissimo Federico! Fatti conoscere dai nostri amici iniziando a dirci quando hai cominciato a scrivere?

Ho cominciato a scrivere a 15 anni all’incirca; ho scritto un libro fantasy, ma i primi racconti che mi siano sembrati degni di pubblicazione li ho scritti a 20 anni, e ho pensato di provare ad inviarli ad alcune case editrici.

E poi cos’è accaduto?

Il mio libro “Storie di soglia” è stato pubblicato da David and Matthaus, ma non ha ottenuto i risultati sperati, quindi ho deciso di lasciarla, e di autopubblicarmi su Amazon. Da quel momento ho iniziato a vendere.

E finora, quanto hai venduto?

Il libro “Storie di soglia” ha venduto 1500 copie circa, mentre la serie “Sesso, erba e disastri vari, uscita 1 mese fa, ha da poco superato le 350 copie.

Nuova copertina di "Sesso, erba e disastri vari"

Wow! Niente male davvero! Complimenti! Ed ora parlaci della tua nuova serie “Sesso, erba e disastri vari”…

Ho sempre seguito molti telefilm americani, e da loro ho sempre cercato di prendere la freschezza dei dialoghi e la ricchezza di colpi di scena. Ho cercato di mettere questi elementi in questa serie, e di creare dei personaggi che possano sia far ridere, che far empatizzare. La serie parla di due ragazzi e una ragazza che vanno a vivere insieme, ognuno con i propri obiettivi, peculiarità e manie. Sono supportati dalla zia del protagonista, e dalla ex ragazza Hannah. I personaggi sono tutti particolari: c’è la hacker disinibita che fuma marijuana tutto il giorno, il ragazzo sarcastico che sogna di sfondare nel mondo della musica, la ragazza aristocratica con crisi di rabbia esplosive, e il ragazzo con l’identità sessuale confusa e con una propensione alle battute sciocche.

Qual’è il personaggio che piace di più ai lettori?

Dai pareri che ho sentito,il personaggio di Blaine va per la maggiore; si tratta del coprotagonista, un ragazzo che esteriormente appare duro e vanitoso, ma si rivela un ottimo amico e una spalla su cui piangere la morte dei genitori per Liam, il protagonista. Anche il personaggio di Ellie è molto apprezzato . E’ la zia del protagonista, un’avvocato che ha divorziato e va con un uomo diverso ogni sera. E’ una stronza, ha sempre la battuta pronta ed è acida come pochi. È ispirata ad un personaggio di Scrubs che ho sempre adorato, Jordan, una specie di omaggio insomma.

In conclusione puoi lasciare un recapito per quanti volessero contattarti?

Certo! Lascio la Pagina Facebook de “Lo scrittore impenitente“, raggiungibile all’indirizzo: https://www.facebook.com/pages/Lo-scrittore-impenitente/365926466873533?sk=timeline

Perfetto! Grazie infinite per la tua disponibilità e cortesia! 

Presentazione de “L’amore e la Psiche”

Articolo di presentazione del nuovo romanzo di Monia Colianni

Copertina de "L'amore e la Psiche" di Monia Colianni

Quelli tra voi che ci conoscono e ci seguono da più tempo si ricorderanno sicuramente di Monia Colianni, la promettentissima autrice che ha accettato di essere, qualche mese fa, la protagonista di una delle nostre interviste. Come ricorderete, durante quell’intervista Monia Colianni si era soffermata a parlare della sua opera prima intitolata “A proposito di Dafne“.

Copertina de "L'amore e la Psiche" di Monia ColianniSono passati i mesi e la bravissima Monia Colianni non è certo rimasta oziosa ma ha lavorato e dato alle stampe la sua nuova opera, il cui titolo, come potete leggere già nel titolo, è “L’amore e la Psiche“, edizioni 0111. Volendo qui presentarvi il nuovo romanzo di Monia Colianni, “L’amore e la Psiche” e dovendo farlo, come si suol dire, a scatola chiusa non avendo ancora avuto il piacere di leggerlo (per fare ciò aspetto con ansia l’uscita della versione in ebook prevista per il mese di ottobre), mi limiterò a fornirvi i dati generali, vale a dire la sinossi e la presentazione sintetica come fattemi pervenire dall’autrice stessa.

Per cominciare con un certo ordine vi propongo qui di seguito la sinossi  del romanzo.

Copertina de "L'amore e la Psiche" di Monia Colianni

A due anni dall’esordio letterario con “A proposito di Dafne”, Monia Colianni propone al pubblico una seconda opera, “L’amore e la psiche” (0111 Edizioni). In questo romanzo l’autrice decide di svelare le parti nascoste o non del tutto rivelate del primo lavoro. I protagonisti, Bob e Dafne, nel primo libro erano coinvolti nel difficile meccanismo della violenza domestica. In questo seguito, attraverso flashback e pagine di diario ritrovate, si entra invece nel complicato percorso affrontato per uscirne, della possibilità di riabilitarsi, della paura costante di ricadute, del miracolo di un figlio e della terapia giusta, in un presente che ancora troppo spesso sbaglia e tralascia tempi, diagnosi e cure, laddove potrebbe essere possibile un recupero. 

Ma “L’amore e la psiche” è anche il mondo dell’arte ancora troppo elitario e poco meritocratico; è l’abile utilizzo di personaggi appositamente stereotipati con i quali viene esposta la critica verso l’abuso di potere e l’arroganza di molti “giovani manager italiani”; è il mondo dell’amore e delle sue guerre visto dagli occhi di una bambina; è la capacità di fidarsi ancora; è un percorso tra fatti e personaggi che ci terranno nuovamente col fiato sospeso in più occasioni.

In tutte le sue pagine, c’è poi la costante lotta tra l’amore e la psiche, nel senso più tradizionale in cui cuore e testa si scontrano. La risposta, oltre che nel finale, il lettore attento può trovarla in ogni singolo avvenimento di questo romance, già definito “fuori dagli schemi”, e apprezzato particolarmente dagli uomini, forse proprio per la volontà dell’autrice di guardare le cose anche dal punto di vista del protagonista maschile.

Copertina de "L'amore e la Psiche" di Monia Colianni

Il romanzo è stato presentato ufficialmente lo scorso 21 settembre, presso la Feltrinelli di Varese, la sua città, come apertura di un tour che Monia spera di intensificare il più possibile.

Ed ora vi propongo quello che è un estratto di una recensione già ricevuta da “L’amore e la Psiche” di Monia Colianni:

L’autrice riesce in maniera abile a metterci di fronte a fatti che scombussolano il nostro piano etico e morale; dico abile perché usa parole e fatti concreti, semplici da captare e tradurre in emozioni che entrano dentro e lasciano qualcosa che va oltre la finzione.” (Jessica Moro, recensione).

Ed ora, per concludere il più possibile in maniera completa ed esaustiva, riporto di seguito i dati tecnici del romanzo ai quali seguirà la trama in sintesi del romanzo stesso e quindi, per dare il tocco finale di compiutezza a questa nostra presentazione, una breve biografia dell’autrice con i relativi contatti per raggiungerla:

Copertina de "L'amore e la Psiche" di Monia Colianni

  • Autore: Monia Colianni

  • Titolo: L’amore e la psiche

  • Uscita: 29 luglio 2014

  • Editore: 0111 Edizioni (Zero Uno Undici)

  • ISBN: 978-88-6307-753-7

  • Numero pagine: 242

  • Prezzo copertina: 15,70 euro

  • Versione e-book: disponibile (ISBN 978-88-6307-758-2 – prezzo 6,99 euro)

  • Trama: l’opera riprende i personaggi di A proposito di Dafne, a quattro anni dalla conclusione della prima storia. Dopo aver raccontato come una coppia vive all’interno della spirale di violenza domestica, ora il percorso di Dafne Greco e Roberto Chellini (Bob) si districa in quella che è stata la difficile strada per uscirne e crescere insieme una figlia. Flashback e pagine di diario (che racchiudono la personale lotta di Bob contro la parte traumatizzata e violenta di sé) si alternano a nuove vicende, che aprono la storia con la rottura tra i due protagonisti e l’inizio di un triangolo amoroso che insidia la loro bambina e gli equilibri mentali raggiunti a fatica da Bob. Sempre presenti gli ingredienti legati al colpo di scena, al mondo dell’arte e ai vizi sociali di un’Italia che l’autrice critica con garbo ma decisione attraverso i suoi personaggi, alcuni appositamente stereotipati per lo scopo. Importante in quest’opera, il contributo della Dottoressa e Psicoterapeuta Roberta Milanese del gruppo di docenti e terapeuti del Centro di Terapia Strategica di Giorgio Nardone – che ha letto e consigliato l’autrice nella parti strettamente legate alla terapia dei protagonisti.

  • Breve profilo dell’autore: Monia Colianni, classe 1980. Dopo la laurea in Scienze dell’Educazione si specializza presso la Scuola Manageriale di Comunicazione, Problem Solving e Coaching Strategico di Giorgio Nardone, a Milano. Ha seguito corsi di scrittura sul corto narrativo. Oltre all’impiego con il quale si mantiene, scrive testi narrativi di diverso genere e appena può partecipa a eventi artistici. Pubblica il romanzo di esordio nel 2012 con una casa editrice non a pagamento. Inizia così un percorso di promozione molto intenso che offre prime soddisfazioni, tra cui l’interesse di stampa locale e media (Prealpina, Provincia, Legnano Web TV, La6, Radio universitarie). Nel 2014 la seconda pubblicazione.

Copertina de "L'amore e la Psiche" di Monia Colianni

Giovani Ricercatori Cercasi

Salve a tutti!

Progetto "Io ti racconto"

Oggi voglio proporvi un progetto culturale ideato e portato avanti da alcune organizzazioni operanti nel terzo settore nel comune di Sondrio, nonché dal Comune di Sondrio in prima persona. Si tratta del progetto “Io ti racconto“. Per questo progetto si stanno cercando:

10 giovani, creativi e curiosi, tra i 17 e i 22 anni, per formare un gruppo di ricerca e raccolta di storie sul tema dell’immigrazione, che produrrà un video insieme ad un regista. Il gruppo si incontrerà a Sondrio tra novembre 2014 e febbraio 2015. Il progetto prevede un buono acquisto del valore di 150 euro a testa.

Progetto "Io ti racconto"

Lo so che questo è riportato anche sull’immagine che ho sparso in vari punti dell’articolo ma ho voluto riportarlo anche qui per dare alla cosa maggior visibilità. Per i vari contatti vi invito a dare un’occhiata alla fotografia che trovate riprodotta più volte qui. L’unico contatto che voglio mettere in evidenza è la Pagina Facebook del Progetto, vale a dire la Pagina Facebook denominata “Io ti racconto“.

Progetto "Io ti racconto"

Quindi se siete residenti a Sondrio e dintorni o avete comunque modo di potervi trovare a Sondrio nel periodo indicato e, naturalmente, avete le caratteristiche richieste come condizioni necessarie per poter entrare a far parte del team di ricercatori non lasciatevi scappare l’occasione di partecipare a questo meraviglioso progetto di ricerca e interazione culturale. Ne uscirete arricchiti!

Per le iscrizioni c’è tempo fino al 31 ottobre 2014!

Progetto "Io ti racconto"

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima!

Buona serata!

Con simpatia! 🙂

Progetto "Io ti racconto"

Voci precedenti più vecchie

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle

Destinazione Libri

"Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita:la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni:n c'era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia e quando Leopardi ammirava l'infinito...perchè la lettura è un'immortalità all'indietro" cit..Umberto Eco Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali

Noi nonne

"Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore" (Porfirio)

PresuntiOpposti

Chi legge vive due volte...