Il segreto di villa Clamberry

Ancora solo una settimana di pazienza per l’uscita del diario di James il fantasma

Il segreto di Villa Clamberry - Memorie di un fantasmaAd una sola settimana dall’uscita della versione in formato elettronico de “Il segreto di Villa Clamberry – Memorie di un fantasma” di Erika Scarano, libro pubblicato e distribuito inizialmente in formato cartaceo quando l’autrice aveva solamente 13 anni, eccomi qui tra voi stasera per un primo lancio pubblicitario del Grande Evento in programma per giovedì prossimo, 17 luglio 2014. Per fornirvi delle informazioni che siano il più possibile precise ed accurate riporterò qui di seguito il contenuto, o meglio spezzoni, del testo inviatomi dalla bravissima Erika Scarano e contenente (scusate per il bisticcio di parole) alcune informazioni relative a “Il segreto di Villa Clamberry – Memorie di un fantasma“.

Il segreto di Villa Clamberry - Memorie di un fantasma

Per andare per gradi, con ordine e metodo come direbbe l’investigatore dalla testa a forma d’uovo uscito dalla fantasia di Agatha Christie, al secolo letterario Monsieur Hercule Poirot inizio col proporvi la sinossi del romanzo:

“Mi presento: sono James Clamberry, e sono l’ultimo discendente della famiglia Clamberry, o almeno… lo

ero, fino a quando non sono morto.”

Così James, un ragazzo inglese di soli ventiquattro anni, si presenta ad un pubblico che imparerà a

conoscerlo pagina dopo pagina, in quello che è il suo diario in cui decide di racchiudere la sua vita, la sua

morte, e dopo…

Quando il diario entra in suo possesso non può far altro che posare il pennino sulle pagine ingiallite e

concedersi a noi, abbandonandosi al corso dei suoi pensieri.

Sarà Cristin, però, a scuoterlo dal suo torpore e a sollecitarlo a vivere nonostante la sua condizione di

fantasma. Con lei i giorni si susseguono in una continua conoscenza che si rivelerà solo nelle ultime pagine

essere qualcosa di più.

Dalla sinossi passiamo ora ad un piccolo estratto dal romanzo:

5 Gennaio 1999

Mi presento: sono James Clamberry e sono l’ultimo discendente dei Clamberry, o almeno… lo ero, fino a

quando non sono morto.

Vorrei descrivervi il mio aspetto ma, ahimé, non lo vedo. Nonostante la casa in cui sono sia ricca di

specchi, il mio volto ed il resto del corpo, sembra non esistere. Quando mi metto di fronte ad uno di

quelli non vedo nulla. Credo, comunque, di essere rimasto simile all’istante in cui sono morto, a parte

per la mia consistenza evidentemente modificata. Posso descrivervi, però, l’immagine che vedo nelle

foto che mi ritraggono. Avevo i capelli castani e corti, gli occhi, dello stesso colore, intensi, espressivi e

gioviali, con striature dorate. Nella foto che ho qui nella mia stanza, indossavo dei pantaloni comodi ed

un pullover verde con sotto una camicia bianca. Ero davvero orribile. Mia nonna mi obbligava a metterlo

perché sembravo un signorotto di nobile famiglia e finalmente dimostravo chi ero veramente, secondo

lei. Naturalmente, per quanto mi riguarda, ero solo un’altra delle tante marionette che si riunivano nei

prestigiosi campi da golf o da tennis. E poi il berretto… che vergogna! Come ho potuto indossare delle cose

del genere? Per fortuna quella è stata solo una delle rare volte in cui ho accontentato mia nonna. Com’era

ovvio, lei non ha esitato a immortalare quel ridicolo momento. Di questo però parlerò in seguito.

Quando sono morto, per fortuna, indossavo un paio di pratici jeans e una maglietta sportiva senza maniche.

Perciò anche adesso ho gli stessi abiti. Sarebbe stata una tragedia passare l’eternità con addosso il pullover

della nonna. Non oso immaginare…

Terrò questo diario per raccontare la mia vita terrena e… sinceramente non so che stato di vita sto

attraversando, non so nemmeno se si può definire vita … e, comunque, la situazione in cui mi trovo adesso,

qualunque essa sia.

Da bambino, ricordo, ero vivace, spiritoso e la pecora nera della famiglia. Troppa ilarità aleggiava nel mio

spirito, adesso lo si può veramente dire. Contrario a tutte le regole stabilite dai miei severi parenti mi resi

immediatamente conto che in parte non ero simile a loro, eppure presto mi dovetti rassegnare al loro

modo di essere. Che ricordi dolorosi per me!

Ero orgoglioso di procurare vergogna alla mia famiglia perché essa ne procurava a me.

Per concludere eccovi alcune brevi note biografiche sull’autrice del romanzo seguite dal link della sua Pagina Facebook ufficiale dalla quale potrete attingere tutte le notizie più succulente relative alla prossima prima recensione uscita de “Il segreto di Villa Clamberry – Memorie di un fantasma” e non solo e, per concludere in bellezza, dalla prima recensione ricevuta dal romanzo in occasione della sua presentazione ufficiale:

Note Biografiche

Erika Scarano ha iniziato a scrivere dall’età di nove anni, coltivando questa passione fino a pubblicare

a 13 anni il suo primo romanzo “Il segreto di villa Clamberry: memorie di un fantasma”. Da allora ha

continuato a scrivere instancabilmente, realizzando così la saga “Il circolo della vita”, composta dai

romanzi: “Il circolo della vita”, “Il rogo della strega”, “Tre passi” e in ultimo, nel 2012, “Sospiri d’ombra”.

Le opere, tutte con un filone esoterico a far da sfondo, narrano le vicende di vari personaggi le cui vite si

intrecciano inseparabilmente durante il corso della saga. Di formazione classica (ha frequentato il Liceo

Classico G. Palmieri), ha proseguito gli studi a Parma, dove ha frequentato la Facoltà di Psicologia. Di ultima

pubblicazione “La Fata Perduta”, un favola per bambini, e non solo.

 

Link di riferimento a Erika Scarano Official:

https://www.facebook.com/pages/Erika-Scarano-Official/294376047347826?fref=ts

 

PRIMA RECENSIONE (In occasione della presentazione ufficiale)

IL DIARIO DI UN FANTASMA. L’AUTRICE HA SOLO 14 ANNI.

Quattordici anni e una grande passione per la letteratura. Una passione che la spinge a leggere molto,

in primo luogo, ma anche a scrivere. E così Erika Scarano, quattordicenne studentessa leccese di quinto

ginnasio, “in una calda sera d’estate” dello scorso anno ha messo giù il suo primo romanzo: “Il Segreto di

Villa Clamberry”. Un racconto fantastico a metà tra il thriller e il filone psicologico, tutt’altro che “infantile”,

anzi ricco di interrogativi e riflessioni ben lontani dall’ingenua spensieratezza di un’adolescente tipo. Dal

manoscritto alla pubblicazione il passo non è quasi mai facile ma Erika Scarano è riuscita a compierlo ed il

suo romanzo, realizzato dagli editori Del Grifo, adesso è pronto per finire sugli scaffali delle librerie e quindi

nelle mani dei lettori. La presentazione ufficiale ci sarà oggi pomeriggio alle 18.30 all’interno della libreria

Apuliae di via Cesare Battisti, Lecce, dove la giovane autrice dialogherà con l’editore Alessandro Cingolani

e con Teresa Romano e risponderà alle domande del pubblico. “Il segreto di Villa Clamberry” è, in breve,

il “diario” di un fantasma, quello di James Clamberry, morto in giovane età per un incidente e rimasto

“prigioniero” nella villa di famiglia per una promessa solenne fatta in vita e non mantenuta. In questa sua

strana condizione, il “fu James” tra i corridoi e gli ambienti di quella casa – una volta odiata – scoprirà

l’amore e l’importanza delle azioni, anche le più banali, che si compiono da vivi e le cui conseguenze

andranno ben oltre la morte.

Il segreto di Villa Clamberry - Memorie di un fantasma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: