Review: Tempo di imparare

Tempo di imparare
Tempo di imparare by Valeria Parrella
My rating: 5 of 5 stars

Una storia incantevole. Dolce e tenera. Una storia fatta di amarezze, frustazioni ma anche di felicità e di conquiste. La storia di persone speciali, nel vero senso della parola. Il protagonista principale di questa storia, tutta narrata in prima persona dall’autrice, è Arturo. Arturo è un bambino portatore di handicap. La sua vita si svolge tra medici, psicomotricisti, logopedisti, psicologi e svariate altre figure operanti nell’ambito sanitario che lo seguono e lo valutano, per usare un termine tecnico.
Inizialmente la madre si trova a dover affrontare, più volte, le mille preoccupazioni inerenti il futuro di quel suo figlio speciale. Poi arriva l’inizio della scuola e la madre si rende conto che il figlio, pur non esprimendosi a parole, si fa capire, fosse anche solo attraverso uno sguardo o un’occhiata, come quando, al termine delle lezioni quel primo giorno di scuola, giunto all’inizio della scala, lui cieco da un occhio e quindi bisognoso di calcolare bene le distanze in luoghi che non conosce bene, si gira verso l’insegnante e questa capisce, da quella breve e semplice occhiata, la necessità del bambino e, senza bisogno di dire una sola parola, lo prende per mano e lo riconduce dalla sua mamma. All’interno della scuola Arturo trova compagni specialissimi; bambini che lo aspettano quando al lunedì egli entra due ore dopo perchè si deve sottoporre in quelle due ore a fisioterapia, che gli tengono il posto nel banco e quel posto al banco è la metafora del posto di Arturo nel Mondo. E poi ci sono i genitori dei compagni di scuola di Arturo, i quali accompagnano e danno man forte alla madre di Arturo il giorno che si reca dal Dirigente scolastico affinchè egli interceda e si adoperi affinchè Arturo abbia la giusta integrazione nelle ore di sostegno e lo fanno perchè Arturo è compagno di scuola dei nostri figli. E tra questi genitori non ci sono solamente gli altri genitori di bambini speciali, i genitori membri effettivi del cosiddetto “Gruppo Boh”, ma anche genitori con figli “normali” che sono lì, “chi prendendo permessi chi spostando appuntamenti” per spirito di solidarietà verso la madre di un compagno di scuola dei propri figli come ho detto poco fa.
Un romanzo, una storia di vita, da leggere per commuoversi e riflettere.

View all my reviews

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle

Noi nonne

"Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore" (Porfirio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: