La caduta: I ricordi di un padre in 424 passi

La caduta: I ricordi di un padre in 424 passiDiogo Mainardi ci offre, con soave levità, un memoriale della propria vita al fianco del figlio Tito. Tito è nato nel settembre del 2000 a Venezia ed è affetto, dalla nascita, da una paralisi cerebrale causata da un errore medico, dovuto ad estrema negligenza, del personale impegnato a seguire la madre di Tito nelle fasi del parto. Con “La caduta: I ricordi di un padre in 424 passi” Diogo Mainardi racconta, inframmezzando la cronaca quotidiana con spunti di storia, arte, letteratura e poesia, le vicende legate ai primi anni di vita di Tito che è ora avviato verso il traguardo dei suoi primi 14 anni. Con intermezzi che svariano tra la storia, il famigerato “programma Aktion T4” di epoca nazista, l’arte, con accenni a Pietro Lombardo per l’architettura, a Rembrandt e Tintoretto, per fare solo i primi nomi che mi tornano in mente, per la pittura, a Dante e Marcel Proust per la letteratura e a Giacomo Leopardi per la poesia, con qualche intermezzo dedicato anche al cinema, in particolare al duo comico Gianni e Pinotto, Diogo Mainardi ci conduce, passo passo, lungo il cammino dei primi anni del figlio Tito.

I quattrocentoventiquattro passi citati nel titolo rappresentano il più alto numero di passi fatti di seguito dal figlio senza inciampare né rischiare di cadere. Dopo quella “storica soglia” Tito ha continuato la sua marcia senza più che il padre tenesse il conto. Un libro toccante che però regala anche momenti nel quale affiorano un sorriso sulle labbra. Non si ride, questo no, dato anche il tema di fondo trattato, ma di sorridere, a volte, capita. Un libro del quale consiglio senz’altro la lettura a tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

La Lettrice Assorta

"Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene e scritti male" (Oscar Wilde)

iriseperiplo.wordpress.com/

Tutte le mie recensioni, ricette e letture

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

Recursos para aprender italiano online

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: