Review: Brevi monologhi in una sala da ballo di fine Ottocento

Brevi monologhi in una sala da ballo di fine Ottocento
Brevi monologhi in una sala da ballo di fine Ottocento by Alessandra Paoloni
My rating: 5 of 5 stars

Erano anni che non mi imbattevo in un libro che mi facesse diventare rauco per averlo letto interamente ad alta voce. Eh sì! Perchè “Brevi monologhi in una sala da ballo di fine Ottocento” scritto dalla bravissima, anzi di più, Alessandra Paoloni è proprio un libro che ESIGE, letteralmente, di essere letto ad alta voce. Non importa se, come me, vi trovate a leggerlo a notte fonda! Non potete leggerlo semplicemente con la mente, come si usa e come ci hanno insegnato a fare, perchè il libro in questione perderebbe qualcosa.
La magia di questa “Antologia di Spoon River” dei giorni nostri, per poter essere gustata appieno e per poter sprigionare tutta la sua magia, deve assolutamente essere letta, anzi declamata, se ne sarete capaci, ad alta voce. L’autrice, dando vita a questa sala da ballo gremita di personaggi che, come sul palcoscenico d’un teatro, si alternano chiamandosi di volta in volta alla ribalta, offre ai propri lettori una storia fatta sì di monologhi ma si tratta di monologhi che non restano slegati e a se stanti ma si amalgamano alla perfezione dando vita ad un microcosmo di persone, prima ancora che di personaggi, che offrono a quanti avranno il piacere, sconfinato, di gustarsi “Brevi monologhi in una sala da ballo di fine Ottocento” ciascuno la propria testimonianza personale, di quello che egli (o ella) è e di quello che per lui (o lei) conta nella vita. Una nuova Spoon River formata in questo caso non da persone che dormono sulla collina ma che popolano una sala da ballo durante una festa. Un libro che non può mancare tra le vostre letture. Un’opera che non vi limiterete, ne sono certo, a leggere una volta sola ma che rileggerete e rileggerete e rileggerete ancora, ancora e ancora, all’infinito per l’immenso piacere che proverete ogni volta che vi ritroverete ad entrare nella sala da ballo di fine Ottocento creata dalla talentuosissima Alessandra Paoloni per ascoltare i monologhi, brevi ma sempre incisivi, degli invitati alla festa danzante!

View all my reviews

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: