Se è vita lo sarà per sempre

La vita in forma di poesia di Mauro Cesaretti

Salve a tutti!

Copertina libroLa vita è una cosa meravigliosa, diceva il titolo di un famoso film del passato e leggendo la raccolta di poesie di Mauro Cesaretti intitolata “Se è vita, lo sarà per sempre” il lettore 1149044_713769378648697_110040181_nviene condotto per mano dal sapiente autore all’interno delle emozioni e dei frangenti che compongono quella cosa meravigliosa! Non una vita particolare, una vita che sia solo di qualcuno in particolare, dell’autore di “Se è vita, lo sarà per sempre” in questo caso. Della vita in generale. La vita di tutti. Quella di Mauro Cesaretti, la mia, la vostra. La vita. La vita, Foto di Mauro Cesaretti punto e basta.

Tutte le emozioni, tutte le vicende che ritroviamo nelle poesie che compongono “Se è vita, lo sarà per sempre” sono emozioni e vicende normali ma non per questo meno speciali. Sono normali perchè Mauro Cesaretti parla della vita di tutti ma lo fa in una maniera speciale, con uno stile sempre delicato e lirico che permettono ai lettori di godersi, leggendo “Se è vita, lo sarà per sempre“, una raccolta di liriche come ce ne sono poche in giro.

IMG_0911Una raccolta di racconti in versi che parlano al cuore e ai sentimenti di tutti i lettori; poesie che non potranno non provocare una serie di reazioni nel profondo dell’animo dei lettori. Quando ho letto le poesie di “Se è vita, lo sarà per sempre” di Mauro Cesaretti io mi sono trovato a vivere vicende che mi erano familiari e a provare emozioni molto profonde e potenti. Emozioni che, ne sono più che certo, non potrete non provare anche voi! Quindi non perdetevi l’occasione di godervi una Grande Raccolta di Poesie. Acquistate e godetevi “Se è vita, lo sarà per sempre” di Mauro Cesaretti, non ve ne pentirete! Ve lo posso garantire!

Grazie a tutte e tutti voi per l’attenzione e la pazienza e arrivederci alla prossima!

Buona notte e, come sempre, Buona lettura, meglio ancora se di “Se è vita, lo sarà per sempre” di Mauro Cesaretti!

Con simpatia!

Copertina libro

A SCOPRIAMO L’ARTISTA …PATRIZIA ENSOLI

                                                                                                                                          ImmagineVolere è potere, adesso, ora!

Patrizia Ensoli

Oggi a Scopriamo l’artista,  ho il piacere di ospitare un’ artista della penna,  la quale in poco tempo,ha saputo donarsi ai lettori con le sue innumerevoli liriche poetiche e  racconti,  portando una ventata nuova alla sua esistenza, riscoprendosi poetessa e narratrice  a tutti gli effetti e con eleganza e capacità  ha saputo donare al  lettore una parte di lei, forse sepolta da troppo tempo, che ora finalmente riaffiora regalando a tutti noi  versi di prestigio. Tra le sue pagine emerge la sua grande voglia di comunicare,  soprattutto al mondo dell’infanzia,  la quale  l’ autrice è da  sempre legata .Oggi è con noi la scrittrice Patrizia Ensoli

INTERVISTA A CURA DI MONICA PASERO

Patrizia,  innanzitutto ti ringrazio di essere qui nel mio spazio!La mia prima domanda è questa: rammenti il tuo primissimo scritto ?

 Alle scuole medie già amavo scrivere frasi e piccole poesie

 So che il  tuo grande amore è la famiglia e soprattutto i tuoi figli, se dovessi dare una definizione alla parola “Madre” quale sarebbe per te ?

 Amore assoluto e incondizionato.

 Le tue poesie sono davvero tante e tutte di alto livello, sono  presenti in vari siti del  web e in antologie.  Da dove trovi l’ispirazione per comporre ?

 La mia vita, il mio mondo interiore, fin da piccola viaggiavo dentro di me isolandomi.

 Nel 2012  nel concorso “Scrivere 2012” vieni premiata con una  tua lirica. Vuoi raccontarci l’ emozione che hai provato e magari donare   i versi  di questa poesia ai nostri lettori ?

                                         Quando l’ho saputo non ci credevo, svenimento, questa è quello che ho provato

Nell’immortale fiore

 ( Potessi,con un gesto,rendere eterno questo nostro amore )

Quando la notte cade giù

in quella scia

che il tempo non cancella

trasgredirò, alla clessidra del tempo

là, dove tu non sei

in quegli istanti solo nostri

dove la consuetudine

non dimora

eternamente vivi

a raccontarci

dell’immortale fiore

Amore mio

perso e illuminato

potessi spostare l’ombra

ingannando il tempo

amerei l’idea

di ciò che è stato di quel nostro amore

senza sottrazione

negli echi eterni

di quei momenti

aggiungerei ..

e nel 2013 mi sono classificata seconda sempre allo stesso concorso con …

La ricerca della felicità “Tra i diritti inalienabili dell’uomo: La tutela della vita, della libertà e la ricerca della felicità” Thomas Jefferson (1743-1826) (Sociale)

Ogni uomo

E se

nell’impercettibile colore volasse il pensiero

una rondine, il suo tempo

imparando ancora la dignità del volo

  dentro la terra, nel suo confine

Libertà

 è patria ricercata

nell’abbraccio di un tramonto

nello sbocciar d’un fiore

negli occhi di un bambino

nelle urla del dolore

dignità delle radici

senza più fucili fra le braccia

nei singhiozzi che l’allontana, nell’urlo feroce della battaglia

Felicità

che nutri l’ immaginaria culla della  stalla

coprendo i pensieri di semplici  coperte

sciogliendo i nodi della terra

dove l’anima, piega il cuore

Tra tutti i grandi nomi della poesia contemporanea e non, a quale ti senti più vicina e perché ?

 Amo tutta la poesia in genere, ogni scritto che susciti in me emozione, Emily Dickinson, Pablo Neruda … Montale, Garcia Lorca, Carducci… Antonia Pozzi, ecc

 Oltre alle liriche, so che ami molto scrivere favole e racconti legati all’ infanzia. Perché scegli il mondo dei ragazzi, come tema principale  per i tuoi scritti ?

 Sono le fondamenta che rendono stabile l’edificio, così è nella vita, ciò che semini, raccogli.

  E’ uscito da pochissimo  il tuo libro “Coriandoli di sogni” edito da “Rupe Mutevole Edizioni”  Vuoi parlarcene ?

 Un piccolo viaggio a ritroso nel mondo delle meraviglie, quando alle mie bambine insegnavo l’importanza del sacrificio e della speranza… Amo i bambini e la loro innocenza, per questo le favole… crescendo la magia si perde e, con essa anche la parte migliore dell’essere umano.Per questo motivo le favole.Immagine

Coriandoli di sogni verrà presentato a breve. Vuoi ricordare agli amici lettori  la data e il luogo dove si terra la presentazione ?

La presentazione si terrà il  6 dicembre 2013 presso la  Libreria Arion Monti,in via Cavour 255, Roma. Interverranno la relatrice  Tiziana Mignosa e Susanna Lascon

 Quali sono i tuoi progetti futuri? Hai un altro libro in cantiere ?

 Nessun progetto, vivo il presente.

 Nasci in una delle più belle città d’arte italiane: Firenze, la quale  sicuramente  ha arricchito questa tua sensibilità artistica,insegnandoti , a quanto  leggo , ad amare  l’arte  in tutte le sue  forme. Per questo ti chiedo:  che cos’è l’arte per Patrizia Ensoli ?

Io trovo ogni forma d’arte messaggio, messaggio di vita. L’arte è armonia con l’universo intero, libero poi ognuno di esprimerla con i pennelli, la penna o tutto quanto il nostro estro ci detta. L’arte è vita, far parlare la nostra anima, dialogare con i nostri sogni con il mondo, è confronto e identificazione.
Ecco il link per l’acquisto del suo libro

http://www.rupemutevoleedizioni.com/letteratura/novita/coriandoli-di-sogni-di-patrizia-ensoli.html

Il giullare errante di Maura Picinich

Copertina de "Il giullare errante"

Salve a tutti voi!

A volte i grandi libri si scoprono per puro caso. A volte si sta navigando a ruota libera (la ruota parlando di navigazione è quella del timone!) e…

Puff!

Per puro caso ci si ritrova a chattare con persone che nascondono ai più un’anima d’Artista e di Grande Persona. A me è capitato tempo fa quando, mentre mi trovavo a bighellonare (più o meno!) su Facebook sono entrato in contatto con Maura Picinich, triestina e grande narratrice. Chiacchierando online è venuto fuori che Maura Picinich aveva scritto, dedicandolo a Stepan Zavrel, grande artista morto nel 1999 e suo amico, “Il giullare errante“. Mi ha chiesto quindi se mi andasse di leggerlo e di darle poi un mio parere.

Io ho prontamente accettato. La storia narrata ne “Il giullare errante” è a dir poco magnifica. Nel breve volgere di poche decine di pagine Maura Picinich regala ai suoi lettori, grandi e piccoli, una favola moderna; favola che altro non è se non la vita del Grande Artista boemo Stepan Zavrel. Maura Picinich, col suo stile inconfondibile ed inimitabile trasforma la vita di Stepan Zavrel in un racconto ricco di pathos e tensione, una tensione positiva, che tiene il lettore incollato alle pagine. Grazie al suo stile di narratrice e alle immagini che decorano il racconto, contribuendo a completarlo come meglio non si potrebbe, immagini facenti parte della vastissima produzione dello stesso Stepan Zavrel, “Il giullare errante” risulta una piccola grande perla del mondo della Narrativa (quella con la “N” maiuscola!). Una favola principalmente indirizzata ai bambini, come ogni favola che si rispetti, ma che, se letta anche da un pubblico adulto, è in grado di far riflettere e commuovere anche chi, causa una carta d’identità appesantita di anni, bambino non lo è più se non, i più fortunati, nell’animo!

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima! 🙂

Buon sabato sera e, come sempre, Buona lettura! 🙂

Con simpatia! 🙂

La casetta dei libri

Salve a tutti!

Quella che vi sto per raccontare è una notizia culturale inerente una nuova iniziativa avente lo scopo di incrementare, facilitandola, la lettura e la circolazione dei libri.
Da qualche giorno in Piazza Campello, all’incrocio tra la piazza che ospita la sede del Comune e la chiesa parrocchiale dei Santi Gervasio e Protasio e la via XXV Aprile, è stata posizionata, nello spazio intermedio di un triangolo del relax composto di tre panchine con seduta in legno e supporto in pietra, una casetta multicolore in legno. Dall’aspetto sembra, a pria vista, una casetta di quelle solitamente utilizzate per gli uccelli. Quella di Piazza Campello non è però destinata al rifugio dei pennuti cinguettanti ma dei libri. Al momento vi si possono trovare, perlopiù, romanzi d’amore e gialli ma col tempo e la collaborazione degli amanti della lettura sondriesi gli ospiti di questa casetta speciale potranno aumentare di numero e variegarsi anche in fatto di generi. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione col titolare della Libreria Mondadori sondriese, sita lungo via Trieste.

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima!
Buon mercoledì e, come sempre, Buona lettura e, se siete di Sondrio, buoni scambi librari!

Con simpatia! 🙂

SUGGERIMENTI DI LETTURA” Ad un passo dal Paradiso!” di Sebastiano Girlando

I silenzi di Ethan Whoo viaggio tra realtà e fantasia di un uomo qualunque verso la vera meta, nonostante il destino tenti di cancellare ogni orma del suo passaggio. In fondo, in un giorno normale tutto può accadere!

Informazione del libroImmagine

ISBN : 2120008651092
Edizione : 1a
Anno pubblicazione : 2012
Formato : 21×29,7
Foliazione : 150 pagine
Copertina : Morbida
 E’   ACQUISTABILE  ORDINANDOLO  PRESSO LE LIBRERIE  FELTRINELLI e on-line

Daniela di Lembo “La farfalla con le ali del tempo” Rupe Mutevole Edizioni

Recensione a cura di Monica Pasero

Immagine

In queste pagine si sussegue una narrazione fresca, giovanile, elargita dalla penna spigliata e loquace dell’ autrice, che sviscera a fondo ogni particolare sito nel racconto, stemperandone il tutto con una buona dose d’ironia.

La sua scrittura è scorrevole, non lasciata al caso e conduce il lettore con curiosità fino alla sua ultima pagina.

Un’ opera narrativa dei giorni nostri, in cui però lo spettro del passato tinge queste pagine di mistero. La protagonista è Giulia una giovane studentessa da sempre schiva, distaccata dall’ epoca in cui vive. Un’ indole diversa la sua, Giulia possiede un potere empatico che fin da piccina le nega un’ esistenza serena: a causa della sua possibilità di leggere i pensieri altrui, per questo si rinchiude sempre di  più in se stessa, convinta di non appartenere a quel periodo storico in cui è nata. Sentendosi estranea alle modalità di vita dei suoi coetanei. Però,questa sua malinconia di fondo viene supportata dall’affetto  incondizionato degli amici veri, i quali l’aiutano, vivendo insieme a lei, le sue mille traversie giovanili. Una ragazza come tante, penso che molte lettrici si potrebbero immedesimare in Giulia. L’autrice in questo è bravissima ad animare questo personaggio colorandolo d ironia,  raccontandone i suoi pensieri, le sue paure.  che in molti casi accomunano molti adolescenti alle prese con  i loro primi amori . La fantasia dell’ autrice prevederà una sorte diversa per la “sfigata”  tra virgolette Giulia, che verrà travolta improvvisamente dall’amore, ma  la  gioia svanirà lasciando il posto al dolore di  non esser corrisposta. Non sarà facile per lei  riconoscere  e ricordare il sentimento,  ora  mascherato da disprezzo.

Riuscirà Giulia a riconoscerlo ?  A voi  la conclusione.  Un romanzo divertente, scritto da una mente fresca e senza dubbio comunicativa.

 Per acquistare

http://www.rupemutevoleedizioni.com/letteratura/novita/la-farfalla-con-le-ali-del-tempo-di-daniela-di-lembo.html

Daniele Capuozzo Ritratto di una sconosciuta Rupe Mutevole Edizioni

Recensione a cura di Monica PaseroImmagine

In questa  silloge intravedo una malinconia di fondo, che mi colpisce ancor di più,avendo appreso la  giovane età di questo autore.  La sua penna sensibile cede alla carta i suoi trascorsi, i suoi stati d’animo.

Nella prima parte il poeta ripercorre i tempi in cui la spensieratezza,della giovane età inneggiava nei suoi giorni.  Portandoci a condividere con lui non solo gioie,ma anche attimi di paura, di riflessione.  Riconducendoci così nel  suo grande mondo interiore.  Si attraversa  poi questo suo stato, giungendo  in pagine in cui l’autore manifesta tutta la sua vocazione per la “Donna”, per l’amore che in  lei  viene rappresentato. Descrivendola quasi come un essere supremo, una musa,  che conduce il  tutto alla felicità,  sublimata e agognata dal poeta stesso, il quale nelle sue liriche, spesso quasi imploranti, confessa questo suo bisogno d’amare.  E’ quasi una  preghiera la sua, una supplica, affinché  giunga questo essere a colmare quel vuoto, che si percepisce  nei  suoi versi e dove traspare l’ardente passione dei suoi anni

Nell’ultima parte della raccolta invece ritorna al  sogno della sua giovane età in cui l’autore ci  narra  in versi una storia d’amore contrastata

Le sue liriche  sono di facile comprensione, versi semplici spesso in rima.   Poesie  dolci spontanee  anche dovute alla sua giovane penna , ma non per questo non capaci d’ emozionare .

Monica Pasero

 I ricordi,

di un poeta sono sempre un po’ amari.

Rifletto sul tempo che sfugge,

ed io qui osservatore

con la mia stilografica

Daniele Capuozzo

Per acquistare http://www.rupemutevoleedizioni.com/letteratura/novita/ritratto-di-una-sconosciuta-di-daniele-capuozzo.html   

Francesca Candida “All’altezza degli occhi “Rupe Mutevole Edizioni

 Recensione a cura di Monica Pasero

Immagine

Mi capita molte volte d’imbattermi in liriche complesse, arricchite troppo spesso dal superfluo. Le quali, rischiano così di perdere la loro autentica bellezza .Non è il caso però di questa silloge “All’altezza degli occhi “ in cui  non posso fare a meno di evidenziare  la scelta dell’ autrice, la quale ha voluto comporre versi puliti,sfoltendoli da tutto ciò non era dispensabile, lasciandone però intatta la loro l’essenza. L’origine del pensiero giunge nitida al lettore,senza appesantirne l’ opera. La scorrevolezza dei versi, scivola su queste pagine, presentandone  la lettura  fluida e piacevole. Spesso l’autrice  utilizza liriche con rima accompagnate da figure retoriche, che armonizzano il suo  pensiero. Il suo linguaggio  è semplice e comprensibile.  Nei suoi  componimenti poetici,  racconta  stati d’animo,  ricordi, attimi passati, piccoli  appunti del suo vivere . Non è facile a mio avviso saper trasmettere con pochissime  righe un pensiero completo e soprattutto comprensibile a tutti. Per cui immagino tutto il grande  lavoro svolto dalla poetessa, la  quale ha portato alla nascita  di  questa  piccola ed essenziale  raccolta,  in cui traspare  tutta la sensibilità e  la passione di quest’ autrice, che è riuscita  a giunger al lettore con la pura essenza dei suoi versi

Per acquistare : http://www.rupemutevoleedizioni.com/letteratura/novita/all-altezza-degli-occhi-di-francesca-candida.htm

É IL MIO SOGNO CHE MUORE

È il mio sogno d’amore

che stringo tra le braccia

come un figlio che muore.

Invano la betulla scuote il ramo

Invano si sporge l’alloro,

sopravvivere al Sogno

è il destino più amaro.

Francesca Candida

l

A SCOPRIAMO l’ARTISTA… LA PITTRICE ANNA MARIA CALVI

 Immagine   “Non vi è talento più grande

 di  quello giunto dal cuore “

 Vi sono passioni dentro di noi, che né il tempo, né la vita stessa possono soffocare.  Il bisogno di esprimersi, d’ imprimere la nostra sostanza, prima o poi riaffiora .Perché non si può soffocare la propria natura e tanto  meno i propri sogni.

Oggi nel mio spazio, ho un’artista che ha saputo riconoscere la propria essenza riportandola su tela .Vi è magia in queste mani, che donano non solo una raffigurazione,ma l’ animano, mostrando in queste opere  il talento e la sensibilità che la contraddistinguono.  Di lei dice : “Dipingo per il puro piacere di farlo!” Nel mio spazio oggi  ho il  grande piacere di avere la pittrice Anna Maria Calvi   in arte “ AnnArte “

INTERVISTA A CURA DI MONICA PASERO

                                                                                                                                                                                                 Innanzitutto ti ringrazio di essere qui! la mia prima domanda è questa :quando nasce in te  questa passione.? Rammenti quando hai sentito il desiderio di dipingere?

Ciao Monica Pasero,innanzi tutto io ringrazio te,e felice di essere qui, a rispondere a questa tua intervista

Questa passione la sento dentro da sempre,ho iniziato a “giocare” con pennelli e tele nel periodo adolescenziale. .A tredici anni ho cominciato i primi approcci con la pittura ad olio e acrilico,continuando a dipingere su ogni superficie disponibile e riempiendo diari di schizzi e ricordi di quel periodo.

Ricordi il tuo primissimo lavoro artistico?

Lo ricordo molto bene,il mio primo dipinto su tela raffigurava una barca con tante bandiere attaccate alle cime,che si stagliava su un immenso mare azzurro, 50×70 tutt’ora questo quadro è in mio possesso,a ricordo dell’enorme percorso artistico che ho compiuto.

Sei un’autodidatta e questo denota ancor di più il tuo grande talento,che negli anni hai arricchito,grazie ai numerosi corsi di pittura seguiti. Quanto lo studio è stato importante per la tua crescita artistica?Immagine

Non ho frequentato,a malincuore,una scuola d’arte che potesse aiutarmi ad acquisire le basi che avrei tanto voluto avere,ma ho cercato di sopperire a queste lacune frequentando svariati corsi da rinomati maestri d’arte. Ognuno di loro ha lasciato qualcosa di profondo in me,sia a livello tecnico ch e umano. Dando vita alla magia che tutt’ora mi pervade, ogni qual volta che  inizio un nuovo lavoro. Uno speciale ringraziamento vorrei dedicarlo alla scomparsa  ritrattista Silvia Gregorini che ha reso in me possibile catturare l’anima delle persone nei miei ritratti,alla docente Luciana Turello , che tutt’ora mi segue e con cui ho instaurato una profonda amicizia ed infine al pluripremiato artista maestro  Gugliemo  Meltzeid.

Qual’è la corrente pittorica a cui ti ritieni più vicina?

La mia evoluzione artistica è stata caratterizzata da svariate tappe,che hanno influenzato le opere da me realizzate,dal principio ogni passo compiuto era volto alla ricerca di una mia identità artistica, che mi contraddistinguesse dalla massa,e  al continuo tentativo di perfezionare le tecniche apprese..Inizialmente, nella speranza di eseguire opere “belle” per tutti,ho ignorato la mia personalità, approcciandomi a studi che non mi appartenevano,con il tempo ho sviluppato un’assoluta preferenza per lo stile “figurativo” nel quale la mia arte trova libertà d’espressione, dando vita ad un universo perso tra sogno e realtà.

Nei tuoi numerosi dipinti scorgo molti ritratti e in ognuno ritrovo grande originalità. L’espressività dei volti dona vita all’immagine! Sai far rivivere la tela qual’è il segreto?Immagine

-I miei dipinti prendono forma e corpo nella mia mente,prima di essere impressi sulla tela. Immagino quali sentimenti abbiano caratterizzato quei momenti in cui sono stati realizzati gli scatti che andrò poi a riprodurre, cercando di dare “un’anima” al quadro. Percepisco la gioia,l’amore,la passione,e a volte,il dolore che si cela nei miei soggetti,tutte emozioni che fanno vibrare la mia anima. Adoro quando voglio rilassarmi …dipingere con libertà..perdermi nella pittura di paesaggi campestri,,di mare immenso, e fiori dai mille colori,prediligo i colori caldi del   giallo ,arancio e rosso.

Da dove prendi la maggior ispirazione per le tue opere ?

Un’altra passione da cui prendo ispirazione è la fotografia,la mia macchina fotografica mi accompagna ovunque io vada,aiutandomi a catturare ogni soggetto interessante che possa darmi un nuovo impulso.

Molti soggetti interessanti li trovo sul web da cui estrapolo immagini che andrò a rielaborare per comporre nuove opere.

Oltre che una bravissima pittrice:chi è Anna Maria Calvi nella vita di tutti i giorni?

Sono moglie e madre di due splendidi figli che ringrazio per la loro costante condivisione e l’entusiasmo che hanno per la mia passione .e a mio marito che mi ha sempre sostenuta e seguita.Ho un angolo tutto mio nel salone per dipingere in pace.Il “rischio” è che tele,colori e pennelli occupino sempre più spazio e che la casa si trasformi in un enorme studio nel mito di klimt – Renour.Oltre le mie attività famigliari .Lavoro da 15 anni presso un grande centro commerciale: Carrefour “le gru” come addetta allo “Scanning”(gestione delle etichette-prezzi e cartelli promozionali).Immagine

Tra le varie manifestazioni benefiche a cui hai partecipato,quale ti è rimasta più nel cuore e perché?

Tutte le manifestazioni mi sono rimaste nel cuore,in quanto l’emozione di poter partecipare attualmente a qualcosa che porterà beneficio a chi è meno fortunato,ti dona un calore profondo ed un senso di pace indescrivibile.

Ma se proprio devo citarne uno,ricordo con enorme emozione la donazione del dipinto “Ponte dei sospiri” 30×60 nel 2007, per la giornata “I colori per la vita”dove i ricavati delle opere sono stati destinati a sostegno del reparto di oncologia pediatrica infantile dell’ospedale ” Regina Margherita” di Torino,è stata una celebrazione dalla generosità e dell’amore per il prossimo.

Hai avuto parecchi riconoscimenti per la tua arte,tra questi ricordi l’emozione più bella?

L’emozione più bella l’ho provata durante la mostra “premio internazionale di pittura”che si è svolta nel 2012 alla “GAM” galleria d’arte moderna di Torino,dove è stato selezionato il mio dipinto “SIC” 30×40 dedicato allo scomparso Marco Simoncelli,Immagine ho visto persone alzarsi e applaudire commosse quando il mio quadro è stato presentato tra i partecipanti,questo è ciò che cerco di trasmettere con la mia arte: “l’emozione”

Quali sono i tuoi progetti futuri?

– I miei progetti futuri,diciamo che li valuto man mano che si presentano,alcuni già programmati te li elenco

-24 novembre 2013-sarò presente all’evento,”I portici dell’arte”in piazza San Carlo a Torino,per l’intera giornata.

-Tra gennaio-marzo 2014 ancora da stabilire,mostra personale in un locale a Gerbole di Volvera-Torino.

-E’ in trattative una duo-mostra al locale “Dolce vita” a Orbassano-Torino

-Dal 16 al 22 maggio 2014 – e dal 12 al 18 settembre 2014-mostra collettiva alla galleria santissima Annunziata in Via Pò 47-Torino.

-Ricorrenza 8 marzo 2014 collettiva-“Ricordando Silvia” in memoria della scomparsa ritrattista Silvia Gregorini,presso l’Opificio Cruto via Matteotti 2 Alpignano-Torino.

-4 aprile 2014,”Sagra del salamino”Moncestino-concorso di pittura ,via Chioggia 2 Moncestino-Alessandria.

-Aprile 2014 data da stabilire-“Estemporanea di pittura” Isola di Capraia-Livorno.

– Dal 20 al 26 giugno 2014 duo-mostra personale “Galleria santissima Annunziata” Via Pò 47-Torino.

-14 settembre 2014 – nella manifestazione “Cambiano come Montmartre”XXVII concorso di pittura -Estemporanea “Giacomo Grosso” in Piazza G Grosso,Cambiano-Torino.

Anche per te come a tutti i miei ospiti chiedo che cos’è l’arte per Anna Maria Calvi?

Per me l’arte è comunicazione,un linguaggio emotivo che può suscitare una vasta gamma di sentimenti. Il mio scopo è creare un qualcosa che spinga l’osservatore a calarsi nello stato d’animo che mi pervade durante lo svolgimento dell’opera,diciamo che cerco di creare una porta sulla mia anima.

Durante le mostre/esposizioni,interpello sempre la gente per raccogliere i loro pareri,di qualunque natura essi siano. Questo mi permette di capire in che modo le persone percepiscono i miei lavori e se il mio obbiettivo è stato raggiunto.

Quando dipingo la mia essenza si perde nella tela andando a rompere e a rinsaldare l’enorme vortice che si crea in me,in ogni pennellata e in ogni colore che scelgo.

Vorrei concludere con un motto:

L’arte è magia liberata dalla menzogna di essere verità…

cit. Teodor Adorno

GRAZIE!

Anna Maria Calvi  in arte AnnArte

Per saperne di più su questa artista di grande talento visitate il suo sito  http://www.calviannamaria.com/

o contattatela tramite mail  all indirizzo

 info@calviannamaria.com

La bilancia in equilibrio di Giacomo Gusmeroli

Recensione della nuova raccolta di poesie “La bilancia in equilibrio” di Giacomo Gusmeroli

La bilancia in equilibrioGiacomo Gusmeroli è un amico, anzi un grande amico, oltre che un poeta sopraffino. Ho avuto modo di conoscere Giacomo Gusmeroli e di iniziare a gustare la sua maestria nello scrivere in versi ai tempi della sua prima raccolta di poesie intitolata “Apprendista della parola“. In barba al titolo già allora risultava chiaro il suo enorme talento nell’esprimersi tramite i versi. Talento che poi lui, con dedizione e pazienza, la pazienza tipica di chi è cresciuto e vive a stretto contatto con la terra, la coltiva e la ama. E così come Giacomo Gusmeroli coltiva il suo “pezzo di terra” allo stesso modo ha coltivato il suo talento vedendone scaturire quelle piante di versi eccelsi che sono le sue tre raccolte di poesie. Alla prima raccolta è infatti seguita la seconda intitolata “Lucore d’acque” e che io ho avuto l’immenso piacere di leggere e recensire  ed infine, ma spero, lo spero tanto, solo per ora, è giunta in libreria la nuova, sopraffina raccolta del bravissimo Giacomo Gusmeroli. La raccolta di poesie intitolata “La bilancia in equilibrio“, edita dalla Liberodiscrivere Edizioni

In questa sua nuova raccolta Giacomo Gusmeroli ci regala versi meravigliosi che, come sempre, parlano al cuore del lettore suscitando in quelli che, come me, hanno avuto il piacere e l’onore di abbeverarsi a questa sua nuova sorgente del suo sconfinato talento poetico, una serie di emozioni incredibili ed indescrivibili. I versi de “La bilancia in equilibrio” di Giacomo Gusmeroli ci parlano di amicizia, di amore, amore filiale, amore fraterno, amore verso la propria moglie e i propri figli ma anche, come nella poesia intitolata “In tempo di crisi“, per i giovani ai quali l’autore, forse pensando ai propri figli, regala versi carichi di speranza mettendoci davanti agli occhi il ritratto, perchè le poesie di Giacomo Gusmeroli sono dei veri e propri ritratti fatti di parole espresse in versi, di una donna straordinaria, una donna di altri tempi, nel vero senso della parola. Nelle molte e splendide poesie che compongono “La bilancia in equilibrioGiacomo Gusmeroli non ci parla solamente dell’amore nelle sue svariate forme ma ciononostante l’Amore, quello con la “A” maiuscola, è l’elemento che permea e caratterizza l’intera raccolta di poesie.  Personalmente non so scegliere quale sia la poesia de “La bilancia in equilibrio” che mi ha colpito o emozionato maggiormente in quanto tutte, ciascuna a suo modo, mi ha fatto provare emozioni grandissime e indescrivibili. Questo perchè, come ho già avuto modo di dire, grazie allo sconfinato talento ed alla spiccata sensibilità di Giacomo Gusmeroli il quale con i suoi versi riesce a toccare le corde più profonde dell’animo dei propri lettori e a farle vibrare come pochi altri poeti riescono a fare.

In conclusione permettetemi di consigliarvi l’acquisto e la lettura di questa nuova, meravigliosa raccolta di poesie di Giacomo Gusmeroli intitolata “La bilancia in equilibrio“. Per quanti fossero delle mie parti, vale a dire di Sondrio e dintorni, il libro è ordinabile in libreria; per tutti gli altri è possibile ordinarlo attraverso cliccando su questo link.

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona notte e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

La bilancia in equilibrio

Voci precedenti più vecchie

Counselling and Supervision with soul

Counselling and Supervision the way you want it

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Mille Splendidi Libri e non solo

"Un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi"

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

TRA FEDE E NATURA

Riscoprire Maria ci aiuta ad andare avanti da cristiani e a conoscere il Figlio. BXVI

JOSEPH RATZINGER :B16 e G.GÄNSWEIN

UNA RISPOSTA QUOTIDIANA AL TENTATIVO DI SMANTELLAMENTO DELLA VERA CHIESA !

ROMANCE E ALTRI RIMEDI

di Mara Marinucci

Iris e Periplo Review

Tutte le mie recensioni

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Fall in "Books" - Lettrice and much more

Leggo, preparo dolci e mi innamoro del mondo

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers