Scritto tra le pagine del fato di Monica Pasero

Image

Scritto tra le pagine del fato  edito da Bore srl stampato da You cant print  

 Scritto tra le pagine del fato è una  storia semplice e piena di emozione

Due famiglie molto diverse tra di loro ,verranno unite dal fato  che rivoluzionerà le loro vite ;tra queste pagine scorreranno diversi temi

   Disabilità:  il vivere di un ragazzino ritardato , le difficoltà , le sue stranezze evidenzieranno  la  sua diversità ,aprendo nuovi spazi di pensiero ai lettori   

Adolescenza   i primi amori sbocciano e lottano per sopravvivere contro la vita di tutti i giorni,contro le difficoltà i disagi  , che colpiranno i due giovani uniti da uno strano destino .

Orgoglio: il potere,  la ricchezza la presunzione  ,porteranno a fare  scelte drastiche  un uomo, che tradirà così  suoi figli con un grave menzogna.

Speranza: la capacita di adattarsi ai nuovi eventi ,lottando  perché le cose cambino, non arrendendosi  mai, credendo  sempre ,che si possa migliorare ,condurranno i protagonisti della nostra storia a  trovare la loro serenità perduta.

Un libro da leggere ,per chi crede ancora nei valori  della vita , chi crede che occorre sperare e lottare per giungere alla felicità ,per chi  e sogna e  sogna ancora ,che il fato prima o poi scriva  anche  la sua pagina di vita.

LEGGIAMO EMERGENTE

http://www.amazon.it/Scritto-tra-pagine-del-fato/dp/8866183679

Visionare e comprare

Salve a tutti!

Innanzitutto permettetemi di fare a tutti voi che leggerete questo mio intervento i più cari e sinceri auguri di una Buona e Serena Pasqua!

Ed ora arrivano le “note dolenti”.

D’accordo!

Cercherò di non essere troppo cattivo o polemico, d’altronde il periodo pasquale richiede, anzi esige, di essere buoni e positivi per quanto possibile.

Il mio intervento di stasera ha per oggetto una sorta di “strano meccanismo” che genera non poche illusioni.

Mi riferisco al meccanismo, chiamiamolo così per comodità, per il quale su Facebook, parlo di Facebook perchè conosco quella realtà ma penso che non sia l’unica Piazza Virtuale dove questo si verifica, quando uno pubblica una notizia, di solito “di rimbalzo” da qualche Libreria Online, poi può notare, sotto tale notizia, il numero di persone che l’hanno visualizzata.

Il numero non il nome nè il nick perchè la privacy è pur sempre sacra, persino in luoghi come Facebook; almeno in certe occasioni!

A questo punto chi ha inserito quella notizia, specie se quel “qualcuno” è l’autore del libro pubblicizzato, si mette a fare castelli in aria.

‘Dunque!’, si dice, ‘200 persone hanno visualizzato la notizia. Ce ne sarà bene una almeno che mi ha acquistato il libro!’

Però, a volte, non mi spingo a quantificare meglio questo “a volte”, questo è solo un pio sogno.

Infatti se per entrare a sbirciare uno “scaffale” non si fa fatica, se ne fa molta di più a mettere poi mano al portafogli.

Allora, dico io, che senso ha dare tanto risalto a chi visualizza la notizia se poi questi “visualizzatori” non sono anche acquirenti. A meno che le librerie online e gli editori non si mettano, un giorno o l’altro, a ricompensare gli autori anche solo per il numero di persone che sbirciano gli “scaffali virtuali” nei quali sono esposti i loro libri.

Per questo io ripeto, ormai da mesi se non da anni, che c’è bisogno di gente che sappia passare “dalle occhiate agli acquisti”!

In fondo cosa sono 10-12 €, mettiamo pure 14 € di spesa?!

E’ parlo qui di libri “tangibili” perchè per quanto riguarda gli ebook i prezzi, dato che qui non vi è l’aggravio dei costi di stampa, i prezzi sono e di molto inferiori.

E’ vero!

Qualcuno di voi dirà: “Una spesa del genere, di questi tempi, non è proprio la più abbordabile!”

Però se si pensa a quanto comunque si spende in “generi voluttuari” spendere qualche Euro per acquistare un libro o un ebook, specie se scritto da autori giovani e non di fama, non è poi questa gran cosa!

Al più costringerà qualcuno a dilazionare una spesa ma farà un gran bene all’autore acquistato che, spesso, sarà incoraggiato a continuare ad inseguire il proprio sogno.

Perchè, nonostante qualcuno affermi che non si possa passare la vita ad inseguire i sogni, ditemi voi, in onestà, se uno dovesse smettere di inseguire i propri sogni che altro resta?

Al più resta quello che Woody Allen definisce, ne “La maledizione dello Scorpione di giada“, uno dei suoi più bei film, “l’orrido sipario della realtà“.

Quindi non è meglio inseguire un sogno che abbia i colori della felicità?

Grazie a tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima!

Passate una meravigliosa e Serena Pasqua!

Con simpatia!

SCOPRIAMO L’ARTISTA CON NOI … ANTONELLA GATTI BARDELLI

Image

Se passate sotto il cielo di Antonella,troverete una folla di sbadigli,e dietro, file di abbracci senza braccia, baci senza labbra, e scosse addormentate e incapacidi agitare un angolo di vita o una punta di cuore. Andando, troverete anche la storia di un’alba,un’alba che, col vestito del tramonto,spalancò la bocca dello stupore con la bellezzadi un sole mai visto.Un sole tondo come il mondo,che si lascia prendere con le mani,girare sopra un dito, e fermare dove un sognosi può concedere il privilegio del volo.

Prefazione di Pino Roveredo

Per me è un vero piacere accogliere in questo spazio  di” Scopriamo l’artista “una scrittrice dalla sensibilità spiccata, una donna che ha reagito all’oscurità, scrivendo ,recitando ,trovando nell’ arte la luce per rifiorire e nutrire così anima e cuore .

INTERVISTA A CURA DI MONICA PASERO

Autrice di “Il cielo capovolto “edito da Bompiani  un libro coraggioso un diario in cui lei si racconta ,un viaggio in momenti bui della sua esistenza ,quando il suo cielo si capovolge realmente. Antonella ,le chiedo se  questo libro è  stato per lei   fonte di rinascita ?La scrittura spesso è una sorta di guarigione dell ‘animo umano ! Scrivendo è riuscita ha superare in parte i suoi spettri?

 . E’ stato soprattutto fonte di riflessione e conoscenza della mia malattia. Per quel che riguarda la scrittura invece, è stata motivo di sfogo terapeutico  e opportunità di scavalcare il muro della vergogna che la disattenzione sociale spesso impone. Scrittura che col tempo è diventata esigenza di raccontare, e benessere da vivere.

Il suo libro  è accompagnato dalla sublime prefazione di un grande scrittore contemporaneo , nonché  vincitore del “Campiello “ 2005 Pino Roveredo .Vuole raccontarci   come nasce questa vostra  collaborazione ?

. Casualmente, come le cose belle della vita. Passando per una libreria sono stata attratta dalla copertina di un suo libro “Caracreatura”. Ricordo di aver lo acquistato e letto in poche ore. Dopo due giorni,  per le cose illogiche del destino, Roveredo presentava il suo romanzo proprio nella mia città. Da quell’incontro è iniziata una strada che dura tutt’ora.

  Oltre a essere una  scrittrice ,so che è  anche un ‘attrice teatrale. Due forme d’arte che si accomunano e liberano l’essenza, il nostro bisogno d’esprimerci  Consiglierebbe ad un giovane d’intraprendere l’arte teatrale non solo come attimo  di culturale, ma come esperienza di vita ?Image

. Lo consiglierei non solo a un giovane, ma a tutti, sia da attore che da spettatore. Il teatro è cultura, vita, arte, memoria, ed è un’ottima soluzione per acquistare una buona salute. L’ho provato io, che non so arrabbiarmi, urlare, e spesso ho represso delusioni ed emozioni privandomi il bisogno vitale di esternare, trasmettere, vivere.

Sappiamo bene che entrare nell’ ambito  editoriale soprattutto per un giovane e davvero un’ impresa difficile! Quale consiglio darebbe a chi s’affaccia per la prima volta in questo mondo?

. Innanzitutto di scrivere per se stessi, senza mai pensare a quale sarà il commento dei lettori. Evitare certe piccole case editrici che sfruttano il sogno in cambio di denaro, e poi di avere tanta pazienza perché, la qualità prima o poi paga sempre.

So che terrà la presentazione del suo libro il  10 aprile a Torino presso la libreria  Torre di Abele, ha voglia di raccontarci qualcosa in più del suo scritto ?

 . E’ un libro che, pur trattando la fatica di un percorso, non ha nessuna intenzione di urlare uno scalpore, ma che con l’uso anche della dolcezza tratta la speranza come un fatto concreto.

Concludendo le porgo la nostra domanda di rito: Che cos’l’arte  per Antonella Gatti Bardelli?

  L’Arte è vita!

Ringraziando Antonella per la sua  disponibilità  vi allego il link dove  potete trovare il suo splendido romanzo

http://bompiani.rcslibri.corriere.it/libro/7064_il_cielo_capovolto_gatti_bardelli.html

La casa dei ciclamini di Sergio Casagrande

ImageRecensione a cura

di Monica Pasero

Leggo queste pagine con un’infinita tenerezza, nel cuore un velo nostalgico,non posso che pensare a mia nonna e ai suoi racconti sfogliando la “Casa dei ciclamini” di Sergio Casagrande.

Un libro intriso  di verità,di riflessioni profonde sulla nostra esistenza ,e chi meglio di chi è giunto al termine del suo cammino può narrarcele ?

Protagonisti  di questo libro gli anziani. Un unione di menti ,di storie, di vite differenti. Un alternarsi di  vicende passate. Ogni personaggio è ben definito, non puoi che soffermarti e leggere i suoi pensieri come se fosse tuo nonno a raccontarteli e con una vena d’  affetto ,lasci su queste  pagine un sorriso sincero e un velo nostalgico nel cuore,ma la “Casa  dei ciclamini” non è solamente malinconia .Tutti i protagonisti che si avvicendano tra un capitolo e l’altro , sono figure positive, curiose, allegre e tra battute e buffi aneddoti percorrono i loro ultimi  giorni  insieme .L’autore con grande ironia e bravura, accarezza la vecchiaia concedendo al lettore attimi di riflessione alternati a momenti di grande ilarità ,tutto questo condito da una storia secondaria che rende questo libro ancor più  interessante, tra una vicenda e l’altra si profilano reminiscenze storiche legati  al periodo dell’inquisizioni religiose .

Una scelta coraggiosa,ma di grande effetto che rende questo libro oltre che una lettura di grande umanità, un documento storico,  testimonianza di quanto l’uomo sia demone di se stesso.

Un libro che io consiglio  ai giovani affinché dopo questa lettura comprendano  la grande ricchezza dei “vechi “(come direbbe l’autore ) sono per noi .

 Monica Pasero

Per chi volesse acquistare la casa dei ciclamini può richiederlo  via e-mail: info@piazzaeditore.it . Il libro vi sarà recapitato a casa senza spese di spedizione al prezzo di 14 euro. Pagamento alla consegna

SCOPRIAMO L’ARTISTA CON NOI… IL NOTO POETA INNOCENTE FOGLIO

ImageSono “uno che poeta non sa dirsi”:

 io non creo, ma mi limito a scoprire,

 con opera di scavo, la vivida capacità

creatrice della realtà

. La poesia è delle e nelle cose; è il valore intrinseco

 di ogni più minuto elemento che fa parte della nostra vita.

Dice di lui il premio Nobel

 E’ un poeta di sensibilità straordinaria

 temperato dal dolore

che inevitabilmente trasmette nei suoi versi

Eugenio Montale

 

 Credo che la vita se ci toglie qualcosa, ci ripaga sempre sotto altre forme! E qui oggi  in questo spazio, ho un grande artista di penna,ma soprattutto un uomo che ha fatto dei suoi stati d’animo pura  poesia ed  è riuscito a trovare una ragione per vivere e lottare; con la sua arte  e  i  suoi versi ha costruito la sua esistenza è oggi  è considerato nel panorama letterario italiano, tra massimi esponenti della poesia contemporanea. 

  Il suo nome : Innocente Foglio, un forte esempio per  tutti noi! La vita pur dolorosa e spesso invivibile può essere bella, se si trova un motivo valido per viverla. è lui questo motivo lo ha trovato nella sua poesia, il suo respiro artistico lo ha reso un uomo appagato e soprattutto Vivo. 

 

Dopo aver letto la sua biografia, i suoi versi e udito la sua voce,    sentito la sua umiltà e il suo grande  carisma sono davvero  onorata di poter pubblicare  questa intervista   

Intervista a cura di Monica Pasero

 Gentilissimo Innocente,ho letto la sua storia e sono rimasta colpita soprattutto dalla sua forza d’animo. Come ho accennato prima, la vita con lei non è stata per nulla clemente, ma lei è riuscito a trovare la sua strada.  Vuole lanciare un messaggio di speranza per tutte le persone che come lei vivono questa condizione ?

Il mio messaggio è questo: Che Vivete il vostro handicap con una giusta dose di  rabbia, che vi aiuterà  a non rassegnarvi mai!

La poesia è il suo più grande amore! Quando ha compreso che avrebbe vissuto per lei ?

Ho iniziato a scrivere, quando nella poesia ho trovato  l’unico modo per abbattere le innumerevoli barriere architettoniche che  contrastavano la mia vita.  Trovando nei miei versi,  la libertà   di volare, oltre quei muri invalicabili della condizione  umana e giungere ai cuori della gente senza bisogno di spostarmi fisicamente .

Riprendo una sua affermazione in cui dice : “Quanto più umili sono le sostanze, tanto più potente è la poesia che sprigionano”.  Questa sua  frase mi ha colpito molto, vuole sviscerare con noi il suo più intimo significato?

La poesia è in primis emozione, è universale e come  tale deve giungere al cuore di ognuno di noi  dal laureato al contadino. Ogni uomo ha il diritto di assaporare la poesia, coglierne l’essenza, emozionarsi in essa. Per questo io  poeta  ho il dovere di far giungere i miei versi ad ogni essere umano senza distinzione. La poesia non conosce laurea, la poesia è un messaggio universale per ogni uomo.

 Questa domanda è una mia pura curiosità le chiedo: secondo lei  la  vera cultura nasce dai libri di scuola o dalla vita stessa ?

La vera cultura è soffermarsi nel quotidiano, saper scendere da determinati piedistalli. La cultura  senza dubbio  viene dalla vita stessa, dall’ esperienze vissute, apprendendo giorno dopo giorno  qualcosa in più.

 Le sue poesie rappresentano spesso i suoi stati d’animo ,le sue  gioie ,i suoi dolori i suoi momenti  di sconforto. Ogni suo  verso è  intimo  e  reale e  penso che occorra molto  coraggio anche per mostrarsi nelle proprie debolezze. La sua decisione di scrivere   e donare al  lettore i suoi pensieri  più intimi  da dove nasce?Image

 Non è un modo per confessarmi il mio! La mia poesia è il mio vissuto, le mie amarezze, la mia rabbia, le mie delusioni.  Scrivo ciò che sento, anche grandi come Pascoli o Leopardi nelle loro liriche mettevano molto di  loro  e io  come poeta non posso che scrivere ciò che m’induce l’anima, il mio intimo pensiero.   

Leggo nella sua biografia che nella sua carriera ha avuto  tantissimi illustri riconoscimenti,tra questi l’interessamento  del premio Nobel Eugenio Montale  ricorda l’emozione che ha provato?  Vuole condividerla con noi ?

Ero molto giovane quando ebbi questo  riconoscimento, ammirò il mio modo di saper scrivere il dolore, di saperlo raccontare tramite i miei versi. Fu per me un immensa emozione !

Notevole è  il suo impegno  nel sociale, rivolto principalmente ai diversamente abili e questo la porta grazie alla sua sensibilità ed intelligenza a costituire  l’Associazione Nazionale per l’abbattimento delle Barriere Architettoniche ….. e non,  di cui è tutt’ora lei è il   Presidente. C’è ne vuole parlare ? 

La mia  associazione, si batte affinché ogni disabile  sia  libero di muoversi liberamente nella sua città e  vengano abbattute queste barriere che  ostacolano la vita di molti di noi.

 Leggendo alcuni articoli, scopro la sua insolita amicizia con un personaggio anch’esso noto,  ma in un ambito ben diverso dal suo:Mario Balotelli. Ha voglia di raccontarci come nasce questa vostra conoscenza ?  

Io e  Mario ci conoscemmo a causa   un piccolo malinteso calcistico, da lì la nostra amicizia, a differenza di quel che si possa pensare questo giovane calciatore è impegnato nel  sociale,  ricco di buoni sentimenti e grande generosità verso i più deboli.

 Innumerevoli le sue opere tutte prestigiose e  pubblicate con grandi nomi dell’editoria,  tra queste qual’è  quella a cui è più legato ?

Sinceramente a nessuna in particole, forse all’ultima che sto ancora scrivendo!

A tal proposito  darebbe un consiglio ai giovani poeti  emergenti che vogliono intraprendere questo cammino ? Qual è secondo lei  la qualità primaria che non deve mancare per tentare questa strada ?

Innanzitutto di rimanere umili   e ricordare che la bella poesia dev’ essere come una preghiera 

 Concludo con la domanda di rito ai nostri ospiti: Che cos’è l’arte per Innocente Foglio

L’arte è  per  definizione la ricerca del bello, nel suo significato più ampio del termineImage

  

Ringraziando questo grande artista di essere intervenuto nel nostro spazio vi ricordo il suo sito http://www.ilpoeta.eu/?p=86

 

 

Appello urgente

Ecco a voi, come anticipato, l’appello scritto dal carissimo Roberto Baldini.

Non ritengo vi sia bisogno di aggiungere nulla nè di perdersi in ulteriori chiacchiere superflue…

Ciao! Mi chiamo Roberto Baldini e sono un giovane autore emergente.

Sin da piccolo, spinto da mia madre, iniziai a coltivare la passione per la lettura.

Durante l’adolescenza scrissi diverse cose, fogli volanti, le idee abbondavano e non se ne volevano andare.

Un bel giorno, deluso dal finale dell’ennesima storia d’amore che mi aveva coinvolto, presi carta e penna e iniziai a scrivere un racconto tutto mio…

Quel racconto divenne Chapter Love, il mio primo romanzo.  

Non riesco a esternare la gioia che provai quando mi giunsero a casa le prime copie della tiratura iniziale.

Da allora non mi sono più fermato, ho continuato a scrivere (e leggere) ininterrottamente…

Da tempo pubblico racconti online, con un duplice scopo.

Il primo motivo è perché mi fa stare bene, amo scrivere e riesco a esternare sentimenti e sensazioni che, a voce, non riuscirei a comunicare.

Il secondo è più grave: un mio caro amico sta lottando contro una terribile malattia.

Certo, esistono cure e medicine…

Le migliori, si sa, sono a pagamento, e non certo a buon mercato…

Per questo ho deciso che il ricavato dei miei quattro racconti online, e anche del mio romanzo Chapter Love, andranno interamente a questo ragazzo che merita soltanto fortuna, dalla vita.

A proposito, Chapter Love è disponibile anche in versione cartacea, quasi 500 pagine a 14 Euro!

Per quest’ultimo potete fare le richieste direttamente a me, mi trovate su Facebook “Roberto Baldini Scrittore”.

 

Qui sotto posto i link per l’acquisto su Amazon:

 

Sogno D’Amore

http://www.amazon.it/Sogno-DAmore-ebook/dp/B00B4FZ258/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1364515964&sr=8-1

 

Chapter Love

http://www.amazon.it/Chapter-Love-ebook/dp/B00B6PS1YK/ref=sr_1_sc_1?ie=UTF8&qid=1364515972&sr=8-1-spell

 

Rising Love

http://www.amazon.it/Rising-Love-ebook/dp/B00BI8O0RC/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1364516001&sr=8-1

 

Così Vicino, Così Lontano

http://www.amazon.it/Cos%C3%AC-Vicino-Lontano-ebook/dp/B00BKJ86GU/ref=sr_1_14?ie=UTF8&qid=1364516010&sr=8-14

 

Fosforo E Miele

http://www.amazon.it/Fosforo-E-Miele-ebook/dp/B00BKPG63E/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1364516024&sr=8-1

 

Ringrazio anticipatamente chi vorrà contribuire a colmare quest’oceano così arido, a volte basta una sola goccia d’acqua, insieme a tante altre…

 

Roberto Baldini

 

Un ebook per fare del bene

Salve a tutti!

Qualche minuto (decina di minuti) fa Roberto Baldini, un amico di Facebook nonchè talentuosissimo scrittore, l’autore, tra gli altri di “Sogno D’Amore“, l’ebook al quale giorni fa ho dedicato una recensione, mi ha comunicato una cosa che ritengo importantissimo portare alla vostra attenzione.

I soldi raccolti con la vendita dell’ebook “Fosforo E Miele” serviranno ad aiutare un amico di Roberto affetto da una malattia degenerativa. Non sto a dilungarmi molto circa i dettagli perchè presto lo farà lo stesso Roberto con un intervento che ha promesso di inviarmi e che io ho, a mia volta promesso, di pubblicare pari pari, in bella evidenza qui.

Quello che mi preme sottolineare qui ora è che per una volta l’acquisto di un ebook, per giunta di un talentuosissimo scrittore, può fare del bene sul serio. Quindi forza! Per una volta mettiamo da parte tutti quei conti in tasca che, pur se spesso necessari ed obbligati, spesso, troppo spesso a volte, ci impediscono di fare delle buone azioni.

Non facciamo questo errore stavolta! Acquistiamo in massa “Fosforo E Miele” di Roberto Baldini e aiutiamo Roberto ad aiutare materialmente e non solo moralmente il suo amico malato. Mi rendo conto che spesso, troppo spesso anche qui, certi appelli sono più fasulli di una moneta da cinquecento Euro ma stavolta non è così! Percui bando ai “ma”, ai “se” ed ai “però” e diamo un segno tangibile di quanto la Rete e la gente che la popola sa essere pronta e generosa quando serve! Ricordatevi il titolo dell’ebook: “Fosforo E Miele” di Roberto Baldini! Non deludetemi! E’ una piccola spesa che può fare davvero TANTO BENE!

Grazie infinite a tutte e tutti voi in anticipo per la  bontà e la prontezza a rispondere a questo appello delicato, serio ed urgente!

Auguro una serena notte a tutti!

Passate un meraviglioso Venerdì Santo!

Arrivederci alla prossima!

Con simpatia!

Voci precedenti più vecchie

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!

Annalisa Caravante

Il buio, se lo sai osservare, può mostrarti cose che la luce non ti fa vedere, come le stelle

Destinazione Libri

"Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita:la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni:n c'era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia e quando Leopardi ammirava l'infinito...perchè la lettura è un'immortalità all'indietro" cit..Umberto Eco Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali

Noi nonne

"Timore di vita frugale induce molti a vita piena di timore" (Porfirio)

PresuntiOpposti

Chi legge vive due volte...