Questo libro lo regalo a …

Alcuni gustosissimi consigli per gli acquisti libreschi per il Natale ormai alle porte!!!

Punto e Virgola

Cari lettori, benvenuti o bentornati sul blog. Ebbene sì, ho ceduto anche io al filone che sta spopolando su Istagram nella book comunity e quest’anno vi consiglierò dei titoli che, a mio modestissimo parere sarebbero perfetti per certi “tipi” di persone. Cominciamo!

  • All’amico che sembra aver letto tutto:
  1. “L’arte delle lettere” a cura di Shaun Usher (Feltrinelli ; 35,00 euro)
  2. “Di cosa parliamo quando parliamo di libri” di Tim Parks ( UTET ; 16,00 euro)
  3. Come leggere un libro di Virginia Woolf (Passigli; 7,50 euro)
  4. Il male assoluto di Pietro Citati (Adelphi ; 15,00)
  • All’amica che ama la letteratura inglese:
  1. “Qualcuno da amare” di Barbara Pym ( La Tartaruga; 2,65 euro)
  2. Una ghirlanda per ragazze” di Luisa May Alcott ( Flower – ed ; 14,16 euro)
  3. ” Possessione” di Antonia Byatt ( Einaudi; 15,00 euro)

  • All’amica che ama la letteratura russa:
  1. “Tutto scorre…” di Vasilij Grossman (Adelphi ; 11,00…

View original post 336 altre parole

Annunci

Christmasaurus di Tom Fletcher

Nelle librerie italiane una nuova e originale favola per Natale

Salve a tutti voi!

Christmasaurus di Tom Fletcher

Natale è ormai vicino ed è per questo che stasera voglio condividere con voi la notizia relativa a una nuova e originale favola edita dalla DeA. Si tratta del romanzo di Tom Fletcher intitolato “Christmasaurus. Un dinosauro per Natale“.

Per potervi fornire le informazioni più complete ed esaustive riporterò qui di seguito il comunicato ufficiale della DeA:

Una favola tenera e divertente, popolata di renne volanti,
folletti canterini, filastrocche in rima e pura magia natalizia.

Una storia che parla di amicizia, famiglia, speranza,
per ricordarci che niente è impossibile: basta crederci con tutto il cuore.

 

Tom Fletcher

Christmasaurus
Un dinosauro per Natale 

 

ChristmasaurusData di uscita: 7 novembre
pp. 360 – 14,90 euro
target: 9+

Da quando la mamma non c’è più, la vita di William Trundle è molto triste. A scuola le cose non sono affatto facili, gli amici lo hanno abbandonato e a casa non va meglio: il papà è sbadato, lo tratta come un bambino piccolo e gli affibbia di continuo soprannomi imbarazzanti. Eppure c’è qualcosa che riesce sempre a restituirgli il sorriso: giocare con i dinosauri. William ha un pigiama con i dinosauri, calzini con i dinosauri, la carta da parati con i dinosauri, persino uno spazzolino da denti a forma di dinosauro. Insomma, l’unica cosa che potrebbe desiderare è… un dinosauro vero! Ma sa che è impossibile, ed è esattamente ciò che scrive nella sua letterina per Babbo Natale. Quel che William però non sa è che tanto tempo prima, nelle profondità ghiacciate del Polo Nord, è rimasto sepolto proprio un uovo di dinosauro, e che Babbo Natale non rifiuta mai una sfida…

“Crederci è la sola magia che rende l’assolutamente impossibile completamente possibile, e l’indubbiamente irraggiungibile innegabilmente raggiungibile! E tra tutti i diversi tipi di fede, quella dei bambini era di gran lunga la più incredibilmente inarrestabile.”

 

TOM FLETCHER è nato da un uovo che si è schiuso tra i ghiacci del Polo Nord. Dopo aver composto canzoni per vari anni con la sua band, i McFly, ha deciso di dedicarsi alla scrittura. È autore di diversi libri diventati bestseller in tutto il mondo. Christmasaurus – Un dinosauro per Natale unisce l’amore di Tom per il Natale e i dinosauri, e segna il suo esordio nella narrativa per ragazzi. Tom vi consiglia di leggerlo con una bella tazza di cioccolata calda a portata di mano, e spera che vi piaccia!

A me ora non resta altro da fare se non invitare tutti voi a regalare e (perché no?) regalarvi questo nuovo, originale e promettente romanzo!

Grazie infinite a tutte e tutti voi e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Christmasaurus di Tom Fletcher

Libri e incontri dicembrini

La flower-ed propone ai propri lettori un dicembre davvero carico di novità

Salve a tutti!

Flower-ed marchio natalizio

Eccomi di ritorno per condividere con voi le incredibili novità che la flower-ed, la casa editrice nativa digitale diretta con classe e maestria da Michela Alessandroni, ha in serbo per tutti voi.

Tra queste vi sono gustosissime novità letterarie, incontri.

Tutti rigorosamente da non perdere!!!

Ed ora passo la parola al comunicato ufficiale:

Scoprendo Beatrix Potter

Cari lettori, newsletter dopo newsletter, siamo giunti all’ultimo mese di questo 2017 e desideriamo accoglierlo con nuove meraviglie letterarie, fatte di libri e di incontri. Cominciamo con un saggio che ha il sapore delle favole…


I lettori conoscono già il nostro Riccardo Mainetti, che per flower-ed ha tradotto per la prima volta in italiano Una ghirlanda per ragazze di Louisa May Alcott, Il sentiero alpino. La storia della mia carriera di Lucy Maud Montgomery e Vita e avventure di Jack Engle di Walt Whitman. Questa volta si è dedicato invece alla stesura di un saggio dedicato alla straordinariaBeatrix Potter.
Il 26 luglio 1866, in una grande casa del Kensington rurale, nacque Beatrix Potter, figlia di Rupert e di Helen Leech, entrambi appartenenti a famiglie benestanti. Bambina di natura curiosa e socievole, fu costretta a trascorrere gran parte dell’infanzia in compagnia della balia Fu proprio nell’isolamento dagli altri bambini che imparò a conoscere e amare la natura e quei piccoli animali di campagna che popolano le sue storie illustrate. Accanto alle opere pubblicate per i lettori, prima fra tutte The Tale of Peter Rabbit, sono testimoni del talento creativo di Beatrix Potter i diari e le lettere, in particolare quelle inviate ai bambini bisognosi delle sue confortevoli storie.
Ebook e cartaceo: già disponibile per l’acquisto!

Partecipa e vinci!

Sulla pagina Facebook Libri nella brughiera, è in corso un gioco letterario che vi permette di fare un tuffo nella vostra infanzia e di vincere una copia cartacea del libro di Carmela Giustiniani La mia anima è un giardino. Vita di Frances Hodgson Burnett(flower-ed 2017). Partecipate numerosi!

 

Sui passi di Charles Dickens

L’ultima passeggiata letteraria dell’anno concluderà il ciclo di quattro incontri che ci ha condottoalla scoperta della Roma degli Inglesi. Per questa quarta passeggiata letteraria, abbiamo pensato di organizzare qualcosa di particolarmente magico e suggestivo, legato al Natale. E quale scrittore più di ogni altro richiama le atmosfere natalizie? Charles Dickens, naturalmente. Cammineremo allora sui suoi passi, ripercorrendo una parte importante della sua visita a Roma. Non si tratta di una visita guidata classica, ma di unesplorazione fatta tutti insieme alla scoperta di quei luoghi belli e suggestivi della nostra città connessi alla letteratura. La nostra Alessandranna DAuria, saggista e traduttrice, farà da voce narrante nel corso della passeggiata. La partecipazione è gratuita. Occorre prenotarsi scrivendo a info@flower-ed.it
Appuntamento il 16 dicembre alle 9 all
Arco di Costantino.

Donne e modernità

Sono felice di dare il benvenuto e presentarvi una nuova autrice che è entrata a far parte della nostra squadra: si chiama Debora Lambruschini e molti di voi la conosceranno già come redattrice del sito Critica Letteraria. Debora esordisce nella collana Windy Moors con un saggio dedicato alla New Woman nella letteratura vittoriana, esaminando quel periodo di mutamenti sociali e studiando l’opera di quattro scrittrici inglesi di fine Ottocento. Un tema importante che viene affrontato solo ora in un saggio in lingua italiana.
Ebook e cartaceo: in uscita il 18 dicembre.

Streghe

Dopo aver pubblicato di recente la raccolta poetica di Alessandra Carnovale, Come vento sul monte, nel mese di dicembre vedrà la luce anche il romanzo Streghe. L’ultimo appuntamento dell’anno è, infatti, con Adriana Maffei, la vincitrice del Premio letterario Parole magiche, sezione Narrativa. La pubblicazione di questo romanzo segna per me un momento importante, perché rappresenta il termine di un lungo periodo dedicato alla scoperta di nuovi talenti letterari e il principio di una nuova fase interamente dedicata ai classici della letteratura. Ma di questo parlerò approfonditamente nella prossima newsletter!
Ebook e cartaceo: disponibile dal 29 dicembre.Vi aspetto ai nostri incontri e fra le pagine dei nostri libri,

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Dentro Caravaggio – Palazzo Reale, Milano

Pink Magazine Italia

Milano ospita la mostra Dentro Caravaggio riaccogliendo sotto la sua ala di città natale il pittore tormentato Michelangelo Merisi da Caravaggio. Straordinaria opportunità di vedere raccolte opere provenienti dalle principali città italiane e dall’estero, come il San Giovanni Battista arrivato fin qui da Kansas City.

fbcover

Oltrepassato lo scalone lussuoso di Palazzo Reale si apre una carrellata straordinaria di opere firmate dal Caravaggio che affascina e cattura con il suo inconfondibile tocco.

Non occorre allestire un sofisticato impianto di illuminazione per esaltare i quadri esposti: l’autore di essi ne ha curato perfettamente luci e ombre, in un gioco di sguardi e di direzioni, dosando pennellate di piombo e biacca per schiarire i punti più chiari e sfruttando con una tecnica detta “a risparmio” i toni bruni della tela sottostante per le zone più scure.

Hanno stabilito con lui l’inizio della pittura moderna ma Caravaggio non è comprimibile entro definizioni fisse e…

View original post 189 altre parole

[PRESENTAZIONE] Uno scatto di troppo

Il 30 novembre 2017 appuntamento con il terzo capitolo della serie Too Much di Eveline Durand

Salve a tutti!

Uno scatto di troppo di Eveline Durand

Stasera voglio presentarvi il terzo capitolo delle serie Too Much di Eveline Durand. Questo terzo romanzo si intitolerà “Uno scatto di troppo” e sarà edito, come i precedenti, dalla Delrai Edizioni.

Per potervi offrire le informazioni più complete riporterò qui di seguito un breve estratto dal romanzo, la sinossi e i dati tecnici del romanzo e, infine, alcune brevi note biografiche dell’autrice.

Cominciamo con un breve estratto da “Uno scatto di troppo” di Eveline Durand, edito da Delrai Edizioni:

Uno scatto di troppo di Eveline DurandLo conosco da sempre e so di desiderarlo da quando i miei ormoni hanno iniziato la loro prospera carriera. Mentre mi piega alla sua volontà con il tocco della sua lingua, reagisco irrigidendomi. L’unica cosa che riesco a fare è stringere le cosce, afflitta dal bisogno di sentire il suo tocco. Non sono ancora convinta, temo che sia l’ennesima messinscena per stuzzicarmi. È sempre stato così tra noi. «Se mi stai prendendo in giro, te la farò pagare» lo minaccio debolmente.

«Non vedi come mi hai ridotto? Sei tu quella che mi provoca sempre» ribatte. «Mi sono stancato di guardare e basta. Sai da quanto tempo sogno di farti questo?» insiste, provocandomi una sorta di capogiro. 

«Lo hai nascosto molto bene…» 

«Chiudi il becco. Sei l’unica che mi riduce in questo stato, sei l’unica che sa tenermi testa così. Abbiamo bisticciato abbastanza. Adesso. Si. Fa. Sul. Serio.»

Ed ora ecco a voi la sinossi del romanzo:

Uno scatto di troppo di Eveline Durand

Una Bonet e un Roche, insieme.
Quattro sorelle e un solo ragazzo.
Quale di loro sarà destinata a stare con l’unico figlio dei Roche?
Da sempre Roche e Bonet condividono ogni evento mondano, comprese le chiassose feste di Natale. Ed è proprio durante una di queste che una giovanissima Juniper sente le crudeli parole del ragazzo che segretamente ama: Tutte tranne lei.
Anni dopo, Juniper è fuggita dal passato e si è trasferita a Brooklyn, diventando una promettente fotografa. Renè lavora come reporter in un noto programma di gossip,Blink Eye. Quando l’occhio della sua insolente telecamera colpisce Simon, il migliore amico di Juniper, i due sono costretti a scontrarsi. Determinata e con la lingua tagliente, lei tira fuori gli artigli e affronta il ragazzo che le ha spezzato il cuore.
Come spesso accade, niente è come sembra, una rivelazione scioccante può sconvolgere i piani. Ma si può dimenticare il vero amore quando esplode l’attrazione?

Ed ora veniamo ai dati tecnici del romanzo e all’elenco delle uscite, passate, presente, e futura:

Genere
Romance Contemporaneo
Collana
Vega
Pagine
120 ca.
Data di uscita
E-book: 30 novembre 2017
Prezzi
E-book: 2,99 euro

#1 Una scrittrice troppo bugiarda
5 settembre 2016
#2 Troppo giovane per me
1 ottobre 2017
#3 Uno scatto di troppo
30 novembre 2017
#4 
febbraio 2018

Ed ora, per concludere nel migliore dei modi questa presentazione ecco a voi alcune brevi note biografiche dell’autrice:

Ritratto di Eveline DurandEveline non ama molto parlare di sé. Come autrice, tanta riservatezza è da lei stessa giustificata con l’esigenza di lasciarsi andare alla scrittura, ma in realtà la sua è solo timidezza. Grande sognatrice a occhi aperti, ha sempre con sé un quaderno per prendere appunti, veste sempre di nero e le piace andare al cinema da sola. La sua libreria occupa l’intero soggiorno. Scrivere romanzi rosa è il suo modo per esprimere al meglio una sua teoria: l’amore romantico è molto più divertente se condito con una buona dose di torbida passione.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e arrivederci alla prossima occasione!

Buona serata e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Uno scatto di troppo di Eveline Durand

 

[PRESENTAZIONE] Piccole vite infelici

Presentiamo il nuovo libro di Stefano Labbia

Salve a tutti!

Copertina "Piccole vite infelici"

Oggi torno tra voi per presentarvi “Piccole vite infelici“, il nuovo libro di Stefano Labbia, in vendita dallo scorso 8 novembre edito da Elison Publishing. Per tutte le informazioni riporto di seguito il comunicato stampa ufficiale:

Copertina "Piccole vite infelici"PICCOLE VITE INFELICI
Stefano Labbia
Elison Publishing
Euro 3,99
http://www.elisonpublishing.com/index.php/Narrativa
Aveva appena compiuto quarant’anni, e da tutti era
soprannominato Caio Sano. Caio perché ricordava, seppur di origini toscane, un romano verace, sguaiato, contraddittorio e pigro. Sano perché si professava un ateo – che ce l’aveva col mondo intero – e dunque, secondo la sua coscienza, era uno dei pochi sani in un pianeta di pazzi. Caio aveva problemi di fiducia in se stesso, un po’ come tutti,
direte voi. Ecco…

Giorni nostri. Quattro personaggi in cerca di pace nella quotidianità caotica del mondo (a)sociale del nuovo millennio. Quattro persone si incontrano, si
sfiorano, collaborano, vivono, si amano. Poi si perdono di vista, perdono opportunità, occasioni, fanno scelte (talvolta opinabili), si maledicono. Come se niente fosse. Come se tutto ciò che hanno condiviso nel passato recente non avesse alcun valore. Ne emotivamente, né lavorativamente. Piccole vite infelici parla delle esistenze di Melina, Marco Marcello, Caio Sano e Maya in una Capitale d’Italia glaciale, non per il freddo ma per la nuda e gelida umanità che la anima. Una Roma multiculturale nel 2015 che fa da sfondo alle vicende dei protagonisti bramosi di essere finalmente valorizzati dall’altro e maledettamente insicuri e complessati nei loro confronti al contempo. Una città, Roma, che sa amarli per poi nascondersi tra le pieghe della sua imponente fragilità, raggomitolandosi su sé stessa per giocare al gatto con il topo con i suoi cittadini tutti. Che l’abitano, la visitano, la colorano. E poi la violentano brutalmente senza alcuna pietà.

Stefano Labbia è un giovane autore italo brasiliano classe 1984, nato nella Capitale d’Italia. Ha scritto e pubblicato, nel 2016, “Gli orari del Cuore” per Leonida Edizioni, raccolta poetica che racchiude alcune liriche composte tra l’adolescenza e la maturità. Nel 2017 è tornato in libreria con “I Giardini Incantati” (Talos Edizioni).
Questo è il suo primo romanzo.

A me non resta altro da fare se non raccomandarvi di non lasciarvi sfuggire “Piccole vite infelici“, l’ultima fatica di Stefano Labbia edita da Elison Publishing.

Grazie infinite a tutte e tutti voi per la pazienza e l’attenzione e arrivederci alla prossima occasione!

Buon pomeriggio e, come sempre, Buona lettura!

Con simpatia! 🙂

Copertina "Piccole vite infelici"

Camicie o camice?

Il reblog di oggi riguarda un articolo dedicato dalla bravissima Francesca Giuliani a uno dei tanti dilemmi della nostra bella lingua.
Leggete e meditate! 🙂
Grazie a tutte e tutti voi e arrivederci alla prossima! 🙂
Buon pomeriggio!
Con simpatia! 🙂

Francesca Giuliani

La mia vita da editor me ne ha fatte vedere di tutti i colori. Molti incappano in errori davvero comuni. Attenzione, però, a generalizzare perché non tutti gli orrori ortografici sono dettati dalla non conoscenza dell’argomento: a chi non è capitato di scrivere male una parola usata milioni di volte per fretta, stanchezza o disattenzione?

post it

O di avere dei blocchi esistenziali come: si scrive camicie o camice

Ebbene, la risposta a questo quesito è molto facile: si scrive in entrambi i modi, ma con un elemento fondamentale che distingue le parole.

Camicie: plurale di camicia. Esempio: “Ho portato le camicie a stirare”.
Attenzione, perché se sono da donna possono essere indicate anche come camicette senza la lettera i.

Camice: singolare, indica un particolare tipo di indumento da lavoro. Esempio: “Il camice del chirurgo era immacolato”.

Fammi sapere cosa ne pensi. Seguimi su Instagram e Facebook: @fgservizieditoriali

View original post 8 altre parole

Voci precedenti più vecchie

La Lettrice Assorta

"Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene e scritti male" (Oscar Wilde)

iriseperiplo.wordpress.com/

Tutte le mie recensioni, ricette e letture

Leggendo a Bari

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri”

Francesca Giuliani

Servizi editoriali: correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi.

Viviana Rizzo

Aspirante scrittrice di cronache nascoste

La lepre e il cerchio

la lepre entrò nel cerchio e balzando annottò

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

erigibbi

recensioni libri, rubriche libresche e book news

Pink Magazine Italia

The Pink Side of Life

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.

leggererecensire

L'unica cosa certa è che non c'è nulla di certo!

Literary Legacies

Walking in the footsteps of great writers

Francy and Alex Translation

Translation, Editing and Promotion of M/M Romance

Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Alifyz Pires

IT Professional & Software Developer

Habla italiano

¡Es fácil, es divertido, es gratis!